TORTA CROSTATA NUTELLA BISCUITS BIMBY E METODO TRADIZIONALE

Oggi vi voglio proporre la  ricetta della torta crostata nutella biscuits con il Bimby, una ricetta creata per il famosissimo nuovo biscotto della Ferrero. Da mesi nei supermercati italiani sono in vendita i nuovi biscotti dell’azienda dolciaria piemontese Ferrero. Si presenta come un biscotto fatto con farina di frumento e zucchero di canna, con un cuore cremoso di Nutella da provare assolutamente “pucciandolo nel latte”, una emozione unica e indescrivibile.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI ANCHE NELLA MIA PAGINA RICETTE DI CUCINA

Ecco a voi la ricetta da eseguire con il Bimby

ngredienti

  • 200 gr farina 00
  • 75 gr zucchero
  • 75 gr burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • Nutella q.b.

Instruzioni

  • metti nel boccale tutti gli ingredienti ad eccezione della nutella 2 min/ vel spiga
  • metti l’impasto sul piano di lavoro e avvolgilo nella pellicola trasparente e lascialo riposare mezzora in frigorifero
  • dividi l’impasto in due parti, usa una metà come base della crostata e bucare il fondo con una forchetta per evitare che si gonfi in cottura.
  • Con l’altra metà dell’impasto, aiutandovi con una ciotola create il disco da mettere sopra, create dei lunghi bordi delle linee. Poi fai anche un cuore da mettere sopra con una formina
  • Cuocere tutte le parti in forno statico 180° per 20 minuti
  • farcire con abbondante nutella aiutandoti con una spatola e assemblate il dolce

Ingredienti Senza Bimby

Per la pasta frolla

  • 225 g farina 00
  • 65 g farina di nocciole
  • 125 g burro
  • 100 g zucchero a velo
  • 1 uovo
  • vaniglia

Per il ripieno

  • nutella qb (uno strato abbondante)

Preparazione

Preparare la CROSTATA NUTELLA BISCUIT

  • Mettete in una ciotola le farine, il burro, lo zucchero, la vaniglia e lavorate fino ad ottenere un impasto sabbioso.
  • Aggiungete l’uovo e fate amalgamare. Formate un panetto.
  • Avvolgete nella pellicola trasparente e mettete a riposare in frigo per mezz’ora.
  • Stendete 2/3 dell’impasto in una sfoglia dello spessore di mezzo centimetro e rivestite il fondo e i bordi di uno stampo dai bordi lisci (quello per pastiera) di massimo 20 cm.
  • Farcite con abbondante Nutella.
  • Rifilate i bordi con un coltello.
  • Stendete la restante frolla con il matterello e ricavate un cerchio più piccolo della teglia.
  • Sistemate il disco ottenuto sulla Nutella.
  • Ritagliate dalla frolla anche un cuore e praticate dei piccoli taglietti lungo tutta la circonferenza del disco, senza pressare troppo.
  • Infornate a 180° per 20-25 minuti.
  • I nutella biscuit stanno letteralmente spopolando, prova questa strepitosa ricetta per ricreare a casa tutto il gusto della pasta frolla farcita con cremosa Nutella. Non perdere altre squisite ricette di crostate, le trovi nelle note qui in basso.

Tutto Liguria- ricette Bimby e metodo tradizionale

Oggi il viaggio continua e andremo a visitare le ricette Ligure

 

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ricette iscrivetevi nel nostro gruppo di Facebook Bimby e non solo di peccati di gola 568 e nella mia pagina di Facebook ricette di cucina 

 Panissa ligure

La panissa è un piatto tipico della cucina ligure per il quale si usano gli stessi ingredienti della farinata di ceci, con l’esclusione però dell’olio di oliva. Si unisce la farina di ceci con l’acqua ed il sale e si mette sul fuoco, quando ha raggiunto una certa consistenza si rovescia dentro a dei piatti fondi oppure, più spesso, in appositi stampini lunghi e stretti con profilo semicircolare di 7-10 cm di diametro. Dopo che si è solidificata si taglia a fette con sezione semicircolare, si taglia a cubetti e si serve fredda o tiepida, condita con olio e limone, o si condisce con cipolla. Si può mangiare anche calda appena fatta, condita solo con olio e limone, pepe a piacimento.

Oppure si friggono le striscioline in abbondante olio, dando origine alle Tavellette “tavolette” (a Genova), o Fette a Savona, analoghe alle panelle palermitane; si servono salate da sole o, più spesso, dentro un panino speciale, a forma di piccola focaccia bianca senza crosta, rotonda, piatta e senza sale: sono le “fette con le fugassette

INGREDIENTI

  • 300 g di farina di ceci
  • abbondante olio per friggere
  • sale
  • vini consigliati
  • Golfo del Tigullio Bianco
  • Collio Chardonnay (bianco)

PREPARAZIONE

Trasferite la farina di ceci in una pentola e versatevi 1 litro di acqua poco più che tiepida. Mescolate con la frusta, passate il tutto a setaccio raccogliendo il ricavato in una casseruola. Mettete sul fuoco.
Cuocete per 1 ora e 15 minuti a fiamma media, continuando a mescolare come si fa per la polenta (volendo potrete usare l’apposito paiolo elettrico).
Una volta cotta, la panissa si staccherà dalle pareti della casseruola. A questo punto versatela in una teglia a bordi bassi e lasciate raffreddare completamente.
Tagliate la panissa a bastoncini, come fossero patate; immergete pochi bastonicini alla volta in abbondante olio caldissimo e friggeteli. Quando diventano dorati sgocciolateli e passateli su carta assorbente da cucina.
Regolate di sale e servite la panissa ben calda, insieme a spicchi di farinata. La panissa si serve anche appena tolta dalla casseruola senza farla raffreddare e senza friggerla, offrendola insieme a cipollotti freschi tritati, irrorata di olio extravergine d’oliva e cosparsa di pepe macinato al momento .

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • •900 gr. di acqua
  • 300 ge di farina di ceci
  • 20 gr di olio di oliva
  • 10 gr di sale grosso
  • olio per friggere quanto basta

PREPARAZIONE

Prendete il Bimby, versate nel boccale l’acqua, l’olio, il sale, azionate per 8 minuti a temperatura 100°C e velocità 3. Aggiungete ora la farina di ceci, azionate per 5 minuti a temperatura 90°C e velocità 2. Prendete un contenitore apposito, inumiditelo, versatevi il preparato ottenuto e fate raffreddare; non appena il composto sarà freddo, tagliate a listarelle, friggete in una padella ricca di olio bollente, scolate su carta da cucina assorbente e servite.

TESTAROLI AL SUGO

Ma che specialità un buon piatto di testaroli al sugo! I testaroli sono un primo piatto semplice e delizioso che nasce nella verde Lunigiana, a cavallo tra Toscana e Liguria.

I testaroli sembra siano una ricetta molto antica. Si tratta di una pastella piuttosto densa, a base di farina, cotta nel testo. Ora, oltre al testo dovresti avere un bel caminetto… così nella ricetta sotto trovi come farli in padella (chiedo venia a tutti i cittadini della Lunigiana!).

Le crespelle ottenute, che sono incredibilmente spugnose, vengono tagliate in losanghe e ri-cotte in acqua bollente.

Il condimento tipico è il pesto, ma sono spettacolari anche col sugo di pomodoro!

Se sei un’esperta o un esperto di testaroli, scrivimi nei commenti qui sotto la tua opinione sulla ricetta ed eventuali consigli…..

INGREDIENTI PER IL BIMBY

Per i testaroli

  • 350 g di farina di grano duro
  • 250 g di farina 0
  • 650 g di acqua
  • Un cucchiaino di sale

Per il sugo

  • 400 g di passata di pomodoro
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.

Preparazione

Inserisci nel boccale 350 g di farina di grano duro, 250 g di farina 0, 650 g di acqua, un cucchiaino di sale e impasta 30 Sec. Vel. 6.

Versa ⅓ dell’impasto su una padella antiaderente di 30 cm di diametro e distribuiscilo in modo uniforme. Cuoci a fuoco medio 4 Min., gira dall’altro lato con una spatola e cuoci ancora 2-3 Min.

Otterrai delle crespelle un po’ alte.

Su un tagliere abbastanza grande, taglia la crespelle a losanghe.

Metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e porta a ebolllizione.

Prepara il sugo: versa nel boccale 400 g di passata di pomodoro, 10 g di olio extravergine di oliva, aggiungi un pizzico di sale e cuoci 8 Min. 100° Vel. 1.

Appena l’acqua bolle, abbassa il fuoco e immergi, pochi alla volta, i testaroli nell’acqua. Appena salgono a galla, conta 1 Min. e scolali con un mestolo forato.

Man mano che scoli i testaroli, disponili in un piatto da portata e condisci, a strati, con il sugo del boccale.

Servi nei piatti.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • Ingredienti per 3 persone
  • 1 Testarolo Lunirolo 420 g
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • 220 g passata di pomodoro
  • basilico fresco
  • parmigiano.

preparazione

In un tegame antiaderente, fai cuocere 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, il basilico e la passata di pomodoro per 7/10 minuti, mescolando ogni tanto. Taglia il Testarolo a quadratini (di circa 5cm X 5cm), Nel frattempo, porta ad ebollizione dell’acqua salata in una pentola capiente. Una volta raggiunta l’ebollizione, spegni il fuoco, togli il coperchio alla pentola ed immergi in acqua i Testatoli. Lasciali cuocere per circa 2 minuti senza coperchio.
Scolali velocemente con una mestola forata e condisci con la salsa al pomodoro. Aggiungi abbondante parmigiano reggiano.

 

Farinata di ceci

Non è una pizza, è più una torta salata sottile, ma neanche così rende l’idea, per capirlo dovete provarla.
Io ho preferito farla sottile e più croccante come da tradizione, usando uno stampo rotondo con un diametro da 28 cm.

La farinata di ceci è una torta salata molto bassa a base di acqua e farina di ceci, cotta in forno a legna fino a formare una deliziosa crosticina dorata. Oggi però vi proponiamo la ricetta per realizzarla nel vostro forno di casa! La farinata di ceci è una specialità ligure, tipica in particolar modo della città di Genova, ma con origini molto antiche che risalgono con tutta probabilità all’antichità greca e latina. Tuttavia la leggenda che la riguarda risale al periodo delle Repubbliche Marinare, e narra che la farinata così come la conosciamo oggi sia nata nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia di Meloria. Al ritorno dalla battaglia, le navi genovesi si trovarono coinvolte in una tempesta ed alcuni barili d’olio e farina di ceci si rovesciarono bagnandosi d’acqua salata. A causa della scarsità di provviste, fu recuperato tutto il possibile e ai marinai fu servito quel miscuglio di ceci ed olio che questi, nel tentativo di rendere meno sgradevole, misero ad asciugare al sole fino ad ottenere una sorta di frittella. A terra i Genovesi perfezionarono la ricetta di fortuna rendendola la specialità che gustiamo ancora oggi, e che, per scherno agli sconfitti, chiamarono l’oro di Pisa. La farinata di ceci, però, è una ricetta povera fatta con ingredienti semplici e molto comuni in tutto lo stivale, e infatti la sua diffusione non riguarda solo la Liguria, ma se ne conoscono numerose versioni che prendono un nome diverso a seconda della zona di cui sono tipiche. Famosa ad esempio la cecina pisana, la torta livornese del 5 e 5, la socca piemontese, la fainè sassarese… basta spostarsi di poco che cambia il suo nome, ma il gusto autentico e squisito di questo street food italiano rimane sempre buonissimo: non vi resta che provarlo!

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 125 gr di farina di ceci
  • 350 ml di acqua
  • 60 ml di olio EVO
  • sale q. b.
  • pepe q. b.

Preparazione

Mettere nel boccale l’acqua e la farina di ceci, mescolare: 30 sec. vel. 4,  con un cucchiaio togliere la schiuma che si è creata sopra, versare in un contenitore, chiudere con un coperchio e lasciare riposare per almeno 4 ore. Passato il tempo, rimettere nel boccale, aggiungere metà dell’olio e il sale, emulsionare: 30 sec. vel. 3. Versare il resto dell’olio in una teglia (io ho usato una comune teglia dal diametro 28 cm) e aggiungere sopra l’impasto ottenuto. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 30 minuti circa. Servire calda con una spolverata di pepe

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

    • sale fino 10 g
    • olio extravergine di oliva 50 g
    • farina di ceci 300 g
    • acqua 900 ml

Ingredienti per 3 teglie da 32 cm di diametro

PER UNGERE LE TEGLIE

  • olio extravergine 70 g

PREPARAZIONE

Per preparare la farinata, ponete in una terrina la farina di ceci e create la classica forma a fontana; quindi versate al centro, un po’ alla volta, l’acqua a temperatura ambiente . Mescolate il tutto per bene facendo attenzione a non formare grumi, fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo .Coprite con della pellicola  e lasciate riposare il composto fuori dal frigo dalle 4-5 ore fino alle 10 ore, mescolandolo di tanto in tanto. Trascorso il tempo necessario, noterete che della schiuma in superficie: rimuovetela con una schiumarola  e mescolate .Aggiungete al composto 50 g di olio  e il sale  e amalgamate nuovamente ;Ungete 3 teglie di 32 cm di diametro con la restante quantità di olio (la tradizione prevederebbe teglie di rame o alluminio, ma potete utilizzare anche una semplice teglia antiaderente), e con un mestolo distribuitevi il composto di ceci . Uniformate lo spessore con l’aiuto di una forchetta . per garantire una cottura uniforme, quindi infornate in forno statico preriscaldato a 250° e fate cuocere nella parte bassa del forno, a contatto con il fondo, per i primi 10 minuti -se utilizzate il forno ventilato tenetela solo 7-8 minuti alla temperatura di 220° e poi proseguite normalmente. Trascorso questo tempo spostate la teglia nella parte alta del forno e lasciate cuocere per ancora 10-15 minuti a seconda del vostro forno, finché la farinata non risulti di un bel color nocciola dorato. Sfornate la farinata  e gustatela ben calda, spolverandola con pepe a piacere.

FOCCACIA GENOVESE

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 190 gr di acqua
  • 20 gr di olio EVO
  • 7 gr di sale
  • 3 gr di malto (o in alternativa miele)
  • 12 gr di lievito di birra fresco
  • 300/350 gr di farina 0

Per l’emulsione:

    • 30 gr di olio EVO
    • 40 gr di acqua


In cooperazione con Amazon.it

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale l’acqua, il lievito e il malto, emulsionare: 20 sec. vel. 4. Unire la farina l’olio e il sale, mescolare: 3 min. vel. Spiga. Se necessario aggiungere dell’altra farina, l’impasto dovrà risultare compatto ma morbido e lavorabile. Mettere su un ripiano leggermente infarinato, coprire con un canovaccio e lasciar riposare per 15 minuti circa. Successivamente praticare all’impasto una o due pieghe a metà, dandogli una forma rettangolare senza impastare troppo, coprire nuovamente con un canovaccio e lasciar riposare per altri 10 minuti. Prendere la classica leccarda da forno e versargli al centro dell’olio (almeno 3 cucchiai) e posizionarvi sopra l’impasto, spennellare la superficie con altro olio (serve per non far venire la crosta all’impasto) e mettere a lievitare nel forno spento per circa 1 ora (dovrà raddoppiare di volume). A questo punto prendere la teglia e stendere la focaccia senza però tirarla, ma al contrario facendo delle pressioni sull’impasto con le mani. Spolverare con un velo piuttosto abbondante di sale fino (serve per non far venire la crosta durante la lievitazione), riporre la teglia nel forno spento e lasciar lievitare per altri 30 minuti. A questo punto in un bicchiere mescolare bene l’acqua con l’olio e versare sull’impasto aiutandosi con un pennello da cucina. Imprimere energicamente con le dita l’impasto per creare i caratteristici buchi della focaccia. Lasciar lievitare per un’altra oretta nel forno spento. Successivamente cuocere in forno preriscaldato a 220° per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare su una gratella prima di tagliarla e servirla

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

Ingredienti per una teglia da 35 x 25:
  • 300 gr di farina o
  • 175 ml di acqua
  • 15 gr di lievito di birra
  • 20 ml di olio evo
  • 1 cucchiaino di malto  o miele
  •  7 gr di sale
Ingredienti per l’emulsione:
  • 75 ml di acqua
  • 30 ml di olio evo
  •  sale grosso

PREPARAZIONE

Mettete in un’ampia ciotola l’acqua, il sale, il malto ed l’olio.Aggiungerte meta’ della farina ed iniziare ad impastare.Poi sciogliete il lievito in un pò d’acqua presa dal totale e aggiungetelo all’impasto. Impastate ancora poi unite la restante farina.Lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo
Trasferite il panetto ottenuto su una spianatoia, formate una palla, poi coprite con un canovaccio pulito a fate riposare per 15 minuti.Lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo.Poi mettete il panetto ottenuto su una teglia oleata, coprite con un canovaccio e fate lievitare per 2 ore.Stendetela nella teglia con le mani, schiacciandola fino a ricoprire tutta la teglia. Fate delle fossette con i polpastrelli poi fate lievitare per 30 minuti.Preparate un ‘emulsione fatta di olio e acqua e versatela su tutta la superficie della focaccia, poi aggiungete del sale grosso tritato.Infornate in forno già caldo a 230 gradi e cuocete per 15 minuti di cottura.Tagliate la focaccia genovese a quadrotti e servite

TORTA PASQUALINA AGLI SPINACI

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 300 g di farina 0
  • 150 g di acqua
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • Un cucchiaino di sale

Per la farcia

  • 800 g di spinaci puliti (o 450 g di spinaci cotti)
  • 75 g di parmigiano reggiano
  • 75 g di pecorino
  • 400 g di ricotta
  • 6 uova
  • 50 g di latte
  • Sale q.b.
  • Pepe. q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b

Prepara la sfoglia: metti nel boccale 300 g di farina 0, 150 g di acqua, 50 g di olio e un cucchiaino di sale 2 Min. Vel. Spiga.

Crea una palla e lascia riposare per più di 30 Min. l’impasto a temperatura ambiente, coperto da una ciotola rovesciata.

Prepara ora la farcia: lessa per pochi minuti 800 g di spinaci in acqua bollente, scola e metti da parte.

Trita nel boccale 75 g di parmigiano e 75  g di pecorino 10 Sec. Vel. 10. Metti da parte.

Metti nel boccale 100 g del formaggio misto tritato, gli spinaci ben strizzati, 100 g di ricotta, un uovo e 50 g di latte. Aggiusta di sale e pepe, e amalgama bene spatolando 20 Sec. Vel. 5. Metti da parte.

Sciacqua il boccale, inserisci un uovo, 50 g di formaggio grattugiato e 300 g di ricotta rimasti 10 Sec. Vel. 4.

Dividi l’impasto in 4 palline, due più grandi e due poco più piccole.

Prendi una pallina grande e stendila in una sfoglia sottile. Rivesti con carta forno una teglia del diametro di 24 cm, adagia la sfoglia, poi spennellala con l’olio.

 

Stendi un’altra sfoglia grande e procedi allo stesso modo: il fondo della torta deve essere composto da due sfoglie.

Riempi ora con la farcia agli spinaci e livella bene. Versa la seconda farcia, livella bene e crea 4 buchette, aiutandoti con il dorso di un cucchiaio.

 

Rompi le 4 uova, metti gli albumi in una ciotola e adagia i tuorli nelle buchette, poi sbatti velocemente gli albumi e versali sulla farcia.Tira una sfoglia più piccola e copri la torta, ungila con olio e procedi allo stesso modo con la seconda sfoglia.

 

Ora ritaglia l’impasto in eccesso 2 cm sotto il bordo della teglia e sigilla bene i quattro strati di sfoglia, schiacciando l’impasto tra pollice e indice lungo tutto il diametro.

 

Arrotola il bordo verso l’interno, premendo ancora per sigillare bene.

 

Cuoci in forno per 40/45 Min. 180°.

Consigli

Puoi sostituire gli spinaci con le bietole.

Puoi creare delle buchette più profonde e sgusciare l’uovo per intero, per un gusto e un effetto visivo diversi. Ricorda, però di coprire ogni uovo con del parmigiano grattugiato prima di adagiare la sfoglia.

Fai attenzione agli strati: deve esserci un primo strato, più alto, di spinaci, poi un leggero strato di ricotta e formaggi e, infine, le uova, che si incastoneranno tra questi due strati.

Senza Bimby

Ingredienti

  • 500 gr di bieta o spinaci
  • 200 gr di ricotta
  • 40 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 40 gr di pecorino grattugiato
  • 6 uova
  • 2 pasta sfoglia già pronta
  • pepe qb
  • sale qb

Lavate accuratamente e sbollentate la bieta in una pentola con il coperchio per 10 minuti in acqua leggermente salata. Poi scolatela, lasciatela intiepidire e strizzatela molto bene.

Preparate il ripieno della torta Pasqualina amalgamando bene la ricotta, con 1 uovo, il parmigiano e il pecorino. Lavoratelo bene aggiungendo poco sale e pepe. Quando il composto sarà ben amalgamato, unite la bieta lessata. Potete farlo unendo le foglie così come sono oppure tritarle al coltello.

Prendete uno stampo circolare di 22 – 24 cm di diametro non troppo basso, e foderatelo con la carta forno e il primo rotolo di pasta sfoglia. Foderato lo stampo, riempitelo con il ripieno di ricotta e bieta, preparato precedentemente.

Aiutandovi con un cucchiaio, fate 4 piccoli incavi nel ripieno equidistanti l’uno dall’altro. Sgusciate in ciascun incavo un uovo intero, in modo che durante la cottura diventi sodo.

Chiudete la torta con il secondo disco di pasta sfoglia e ripiegate il bordo del disco della base all’interno sigillandolo delicatamente.

Spennellate la superficie con uovo sbattuto e foratela con la punta di una forchetta, magari decorandola con un disegno o una scritta pasquale per renderla più carina.

Infornate la torta pasqualina a 180 °C per circa 60 minuti. Se si dovesse scurire troppo in superficie, copritela con un foglio di carta d’alluminio.

Pesto alla genovese

Ingredienti

Ingredienti Pesto alla genovese con il Bimby per quattro persone

  • 80 g di foglie di basilico
  • 30 g di pecorino
  • 150 g di olio extra vergine d’oliva
  • sale
  • 50 g di parmigiano
  • 30 g di pinoli
  • 1 spicchio d’aglio

Lavate accuratamente le foglie di basilico e poi mettetele ad asciugare su un panno asciutto e senza ammaccarle troppo.

Prendete il Bimby e mettete parmigianopecorinobasilicoaglio pinoli nel boccale, frullate per 20 sec a vel 7.

Aggiungete l’olio e il sale ed emulsionate per 20 sec a vel 7. Condite la pasta tipo trenette e se volete il pesto un pò più fluido aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.

  • 50 gr di foglie di basilico DOP
  • 2 spicchi d’aglio di Vessalico (varietà meno forte e più digeribile)
  • 15 gr di pinoli
  • 70 gr di Parmigiano Reggiano
  • 30 gr di Pecorino Fiore Sardo
  • 100 ml di olio extravergine di oliva ligure
  • Un pizzico di sale marino grosso

* per condire circa 600 gr di pasta

LA PREPARAZIONE

 Il primo passo consiste nel pulire le foglie del basilico: fatelo con un panno morbido, senza bagnarle. In alternativa, lavatele ma lasciatele asciugare perfettamente: questo passaggio va fatto con delicatezza, perché se le foglie si stropicciano o si spezzano risulteranno annerite e renderanno amaro il sapore del pesto. Utilizzate un mortaio di marmo e un pestello di legno ,con i quali ridurrete in poltiglia per primi i due spicc d’aglio sbucciati e qualche grano di sale.

 Aggiungete quindi le foglie di basilico e il sale  rimanente, e con movimenti circolari continuate a pestare: vedrete che dal basilico uscirà un liquido verde vivido, è questo il momento di mettere i pinoli.

 Infine, continuando a mescolare, aggiungete i formaggi grattugiati e l’olio, a filo, poco alla volta.

 Fondamentale è il tempo che dedicherete alla preparazione: deve essere il minore possibile, solo così eviterete che il basilico e gli altri ingredienti si ossidino.

 Un rischio nella buona riuscita è legato all’uso del frullatore, che scalda il pesto e lo rende amarognolo; se non avete mortaio e pestello ricorrete a questi trucchi: azionate alla velocità più bassa e frullate a scatti per non far alzare la temperatura del composto, ponete il recipiente e le lame del frullatore in frigorifero per un’ora prima di iniziare a preparare.

 Potete conservare il pesto in frigorofero fino a dieci giorni coperto di olio di oliva in superficie. Oppure potete metterlo in freezer e poi scongelarlo a temperatura ambiente.

PANIGACCI

 

panigacci o testaroli sono un piatto tradizionale della Liguria( ma li trovate anche in alcune zone della Toscana) , sono molto molto simili le due  ricette,  ma hanno principalmente gli stessi ingredienti ma è davvero molto  diverso sia il metodo di cottura sia l’uso che deciderete di farne. I panigacci sono più spessi e vengono usati molto come accompagnamento a salumi e formaggi mentre i testaroli vengono cotti in  acqua come la pasta e poi conditi. Io non avendo ne i testi di ghisa né quelli di terracotta io li ho cotti in padella ma devo dire che sono venuti benissimo lo stesso.

Ingredienti:
400 gr farina bianca
1 litro di acqua
sale

Procedimento:
Mettete in una ciotola la farina e il sale e iniziate ad unire l’acqua mescolando in modo che non si formino grumi. Fate riposare l’impasto coperto da un canovaccio pulito per 1 ora circa poi procedete alla cottura in padella antiaderente come fareste per le crepes ma leggermente più spessi.

PER I TESTAROLI:
Mettete un mestolo di impasto nel testo di ghisa come fareste per una crepes un po’ spessa. Cuocete a fuoco alto per pochi minuti. Fate bollire una pentola di acqua salata e mettete a cuocere i testaroli per 1 o 2 minuti poi conditeli con pesto di basilico genovese, ragù  o salsa di noci.

PER I PANIGACCI:
Mettete a scaldare i testi di coccio nel forno (o nel forno a legna) e quando saranno caldissimi toglieteli dal fuoco e versate un mestolo di impasto. Impilate tutti i testi uno sopra all’altro e lasciate riposare. Dopo 5 o 6 minuti i panigacci saranno cotti e potrete servirli con salumi e formaggi

SALSA DI NOCI

 

  • 100 g di latte
  • 20 g di mollica di pane
  • 80 g di gherigli di noci
  • Un ciuffo di maggiorana
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato

Preparazione

Metti 20 g di mollica di pane in ammollo in 100 g di latte.

Inserisci nel boccale 80 g di gherigli di noce, le foglie lavate e asciugate di un ciuffo di maggiorana e trita 10 Sec. Vel. 6.

Unisci la mollica con tutto il latte, 50 g di olio, 50 g di parmigiano, una presa di sale e amalgama 25 Sec. Vel. 6.Porta sul fondo e ripeti.

Usa subito per condire la pasta oppure trasferisci in un vasetto pulito con coperchio e conserva in frigorifero.

Ingredienti

  • 300 gr di noci
  • 250 ml di latte
  • 40 gr di mollica di pane
  • 40 gr di parmigiano reggiano grattugiato
  • 30 gr di pinoli sgusciati
  • 1/2 bicchiere d’olio evo
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale qb

procedimento più lungo e fastidioso di questa ricetta è quello di sgusciare tutte le noci. Mentre lo state facendo mettete la mollica di pane ad ammollare nel latte.

Frullate ora i gherigli di noci, i pinoli, l’aglio, il parmigiano e l’olio. Aggiungete il pane ammollato nel latte e scolato, un pizzico di sale e frullate.

Per rendere più cremoso il tutto aggiungete anche un po’ di latte: controllate, infine, il sale.

Questa salsa è indicata per condire la pasta, come i famosi pansoti genovesi, ma anche per una piadina gustosa accompagnata da crudo e stracchino!

La potete utilizzare subito o conservare qualche giorno in frigorifero, coperta con un po’ di olio evo.

coniglio alla ligure

  • da preparare il giorno prima:
  • 900 g di coniglio
  • acqua q.b.
  • sale q.b.
  • aceto q.b.
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di rosmarino, gli aghi
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • Per la cottura:
  • 70 g di olive taggiasche denocciolate
  • 250 g di vino, Barbera
  • 100 g di polpa di pomodoro

Il giorno prima tagliare il coniglio a pezzi e lavarli in acqua, sale e aceto; metterlo in una terrina.
Mettere nel boccale l’aglio e gli aghi di rosmarino, tritare 5sec. vel.7; usare questo trito per condirci il coniglio in aggiunta all’olio, al sale e al pepe. Lasciare in infusione per tutta la notte.

Al momento della cottura versare nel boccale i pezzi di coniglio con tutta la marinata, aggiungere le olive denocciolate e cuocere 10  min/varoma/antiorario/vel.1

Aggiungere il vino e continuare la cottura 3 min./varoma/antiorario/vel.1

Unire la polpa di pomodoro, aggiustare di sale e pepe e cuocere per altri 60 min/100°/antiorario vel soft
(nel libro la cottura prevista è di 30 min. ma non era affatto pronto quindi l’ho prolungata di altri 30)

Buon appetito!

  • 1 coniglio di oltre 1.2 kg
  • 100 g. di olive taggiasche
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • poco brodo
  • 1 cipolla grande
  • 50 g. di pinoli
  • 3 rametti di rosmarino
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale q.b.

 

Fatevi tagliare il coniglio a pezzi dal pollivendolo. Eliminate le frattaglie, il grasso visibile e gli eventuali frammenti di osso prodottosi mentre veniva tagliato. Lavatelo accuratamente sotto l’acqua corrente calda, e mettetelo a scolare.

Tritate la cipolla e mettetela in un capiente tegame con l’olio, unite il coniglio e fate rosolare a fuoco vivo.

Versate il vino e fate evaporare. Salate e fate cuocere a fuoco moderato per mezz’ora, bagnando con il brodo di tanto in tanto.

Tritate le olive, i pinoli, l’aglio e gli aghi di rosmarino.

Aggiungete il trito al coniglio, mescolate e fate cuocere ancora mezz’ora aggiungete ancora del brodo.

Quando mancano 5 minuti alla fine della cottura, aggiungete qualche altra oliva.

Servite decorando ogni piatto con un rametto di rosmarino.

Qual è la dieta per perdere la pancia e non avere fame

Ecco la dieta per perdere la pancia e non avere fame. Scoprirete quanto sia facile e piacevole, in fin dei conti, seguire un’alimentazione equilibrata.

se vuoi vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ricette iscrivetevi nel nostro gruppo di Facebook Bimby e non solo di peccati di gola 568-ricette di cucina

Seguire una dieta per perdere la pancia e non avere fame rappresenta il sogno di tanti. Sappiamo che esistono un’infinità di diete estreme che vi promettono questo risultato, ma possono risultare dannose. Esistono anche diete restrittive che dopo un mese risultano impossibili da seguire. Non è vero?

Tenendo questi aspetti in considerazione, di certo già sapete che l’ideale è ottenere la perdita di peso con strategie sane. Senza dubbio può capitare che non sappiate da dove iniziare. Se vi trovate in questa situazione, continuate a leggere e vi daremo alcuni consigli per fare una dieta per perdere la pancia e non avere fame.

Tutti i trucchi sono di facile esecuzione, pratici e potrete iniziare a metterli in pratica già oggi. Inoltre, la maggior parte di questi presuppongono dei cambiamenti d’abitudini raccomandate da qualsiasi nutrizionista.

1. Fate colazione ogni giorno

Il primo passo da seguire per una dieta per perdere la pancia e non avere fame è fare colazione. Invece, tante persone la evitano, perché credono che così perderanno chili più rapidamente.

Nel caso in cui anche voi pensiate che evitare la colazione ridurrà l’apporto di calorie ingerite, fermatevi a riflettere un attimo. La realtà è che fare colazione apporta nutrienti e controlla l’insorgere dei morsi della fame durante il resto della giornata.

Questo è il primo momento in cui si dà energia al corpo. Con questa sarà possibile realizzare le vostre attività quotidiane senza sentirvi stanchi a metà della mattinata. Inoltre, sarà meno probabile cadere

nella tentazione di mangiare qualcosa di poco sano o ipercalorico.

Alcune buone opzioni per la colazione sono:

  • 250 ml di yogurt naturale con 2 cucchiai di fiocchi d’avena e una mela
  • 2 uova avvolte da due fette di prosciutto e tè verde
  • 1 fetta di pane integrale tostato con due cucchiai di formaggio spalmabile e una banana

2. Preparate snack sani per una dieta per perdere la pancia

Un altro trucco per una dieta per perdere la pancia e non avere fame è prepararsi a combattere la fame. Questo si può ottenere con snack sani e da organizzare in anticipo.

In questo modo potrete evitare di spizzicare o la tentazione di mangiare qualsiasi cosa dolce o alimento poco sano che vi capiti a tiro. Organizzandovi per tempo, potrete scegliere opzioni più sane, che si adattino alla vostra capacità di spesa e ai vostri gusti.

2. Preparate snack sani per una dieta per perdere la pancia

Un altro trucco per una dieta per perdere la pancia e non avere fame è prepararsi a combattere la fame. Questo si può ottenere con snack sani e da organizzare in anticipo.

In questo modo potrete evitare di spizzicare o la tentazione di mangiare qualsiasi cosa dolce o alimento poco sano che vi capiti a tiro. Organizzandovi per tempo, potrete scegliere opzioni più sane, che si adattino alla vostra capacità di spesa e ai vostri gusti.

Alcune delle cose che potete portare con voi sono:

  • Mix di frutta secca (3 noci + 2 mandorle + 5 noccioline salate)
  • 5 carote baby + 2 cucchiai di humus di ceci
  • 1 fetta di formaggio fresco magro + 2 mele
  • 1 fetta media di anguria con limone e sale

È diffusa l’idea erronea che seguire una dieta per perdere la pancia e non avere fame significhi eliminare tutti i carboidrati. Invece, questo gruppo di alimenti è necessario per ottenere energia, fibra e altri nutrienti.

Il segreto sta nello scegliere i carboidrati secchi. Questi si ottengono dai legumi e dai cereali integrali.

Alcuni buoni esempi sono:

  • Avena
  • Fagioli
  • Quinoa
  • Riso integrale
  • Lenticchie
  • Questo tipo di carboidrati vi daranno le energie che si trasformeranno in glucosio, ma senza gli eccessi che vi possano danneggiare. I migliori momenti per aggiungere i carboidrati è durante i pasti principali (colazione, pranzo e cena).
  • Tra i carboidrati che dovete evitare ci sono il pane bianco, il riso bianco, i fagioli in scatola, il pane commerciale realizzato con farina raffinata.
  • Alcune delle opzioni che potete assumere sono:
  • 1 fetta di pane integrale con 1 fetta di formaggio fresco magro
  • 1 fetta media di pizza vegetariana con impasto integrale fatto in casa
  • Quinoa cotta con cannella e miele

4. Fate attenzione a quello che bevete

Un consiglio frequente quando si cerca una dieta per perdere la pancia e non avere fame è bere abbastanza liquidi. Ma di certo, non tutte le bevande sono ugualmente sane e consigliabili.

L’ideale è scegliere bevande che apportino poche o nessuna caloria. In generale, è bene optare esclusivamente per:

  • Acqua naturale
  • Latte scremato
  • Succhi di frutta naturali in piccole porzioni
  • Succhi vegetali naturali in piccole porzioni
  • Tè e infusi senza edulcoranti

Le bevande da evitare sono:

  • Bibite gasate
  • Succhi industriali
  • Bevande con caffeina

Se vi piace uscire ogni settimana, fate molta attenzione a quello che bevete. Può capitare di assumere grandi quantità di alcol. Oltre ai danni che procura ad alcuni organi interni, apporta molte calorie.

L’alternativa in questo caso è limitare il consumo di alcol a due cocktail la settimana. In ogni caso, è più opportuno preferire succo o acqua minerale.

Fonte; vivere più sani

TUTTO LOMBARDIA -Ricette Bimby e metodo tradizionale

Oggi il viaggio continua con Peccati di Gola 568 e andremo a visitare la cucina Lombarda.

Tra le numerose cucine regionali, quella lombarda è semplicemente perfetta per affrontare la stagione autunnale e invernale. I suoi gusti ben si sposano con il clima tipico di questi mesi e i suoi condimenti sanno apportare il giusto contributo di grassi necessari per affrontare il grande freddo sì, ma con il sorriso. Pronti a prendere nota?

Tutti solitamente conoscono e parlano del risotto alla milanese, ma che dire degli altri piatti tipici della cucina lombarda? Accomunati dalla bontà dei prodotti unici di questa regione, le ricette più tradizionali della Lombardia sono il risultato di secoli di dominazioni passate (ricordiamo gli austriaci, gli spagnoli e i francesi) che trionfano oggi in una serie di caratteristiche comuni a queste pietanze: polenta, al posto del pane; riso, al posto della pasta ripiena e burro, al posto dell’olio.

D’altra parte oggi l’enogastronomia ha assunto un ruolo fondamentale nelle aspettative e nelle motivazioni dei viaggiatori, diventando un vero e proprio fattore di attrazione e di promozione della destinazione. Non a caso la Lombardia detiene il primato per numero di ristoranti stellati Michelin in Italia, con ben 58 ristoranti fino 3 stelle.

se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ricette iscrivetevi nel nostro gruppo di Facebook Bimby e non solo è nella mia pagina di Facebook ricette di cucina

Risotto alla milanese

risotto-alla-milanese-640x426-bimby.jpg

Ovvero il classico per antonomasia, il riso di colore giallo più famoso in Italia vanta lontane origini. La leggenda narra del lontano 1500 quando la figlia di un vetraio del duomo simbolo di Milano con il suo tesoro e la passeggiata in terrazza – provò a usare lo zafferano per tingere il risotto, utilizzando il pistillo che fino a quel momento veniva usato solamente dai mastri vetrai per ottenere il colore oro nel vetro. Da qui l’ipotesi che tutto iniziò in seguito ad uno scherzo ma il consenso per questo nuovo piatto fu tale che la ricetta entrò a ben ragione tra le più rinomate del territorio

Ingredienti

  • mezza cipolla
  • 80 g burro
  • 500 g riso arborio
  • 100 g vino bianco
  • 1 litro acqua
  • 1 dado vegetale
  • 2 bustine zafferano
  • q.b. parmigiano reggiano

Mettere nel boccale la cipolla: 5 sec. vel. 7.

Aggiungere 40 g di burro: 3 min. 100° vel. 4.

Montare la farfalla e aggiungere il riso: 1 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere il vino: 1 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere 1 litro di acqua e il dado: 12 min. 100° vel. Soft antiorario.

Sciogliere lo zafferano nei 100 g di acqua rimasti e aggiungerli nel boccale: 2 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere il burro rimanente: 1 min. vel. Soft antiorario.

Impiattare e servire con una spolverata di parmigiano.

Senza bimby

Ingredienti

  • 320 gr di riso
  • 1 litro di brodo di carne
  • 100 ml di vino bianco
  • 30 gr di midollo di bue
  • 60 gr di burro
  • 16 pistilli di zafferano (o se proprio non potete farne a meno, 1 bustina in polvere)
  • ½ cipolla
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • sale

Mettete i pistilli di zafferano in una tazzina da caffè con acqua calda e lasciateli in infusione per almeno 2 ore.

In un tegame dai bordi alti mettete 30 gr di burro e fateci soffriggere la cipolla tritata finemente e il midollo. Aggiungete il riso e fatelo tostare fino a quando i chicchi diventano lucidi. A questo punto sfumate il riso con il vino bianco e fate evaporare la parte alcolica a fuoco alto. Salate il riso.

Aggiungete il brodo caldo fino a ricoprire il riso.

Mescolate più volte durante la cottura e controllate che il riso non resti mai scoperto dal brodo, rabboccando sempre quello che evapora.

Qualche minuto prima che il riso sia cotto aggiungete l’acqua di infusione dello zafferano (senza i pistilli) oppure la bustina sciolta in un dito di acqua.

A cottura ultimata, mantecate fuori dal fuoco con il parmigiano e il resto del burro.

Servite il risotto alla milanese all’onda

Casseula

lombardia_p029.jpg

Un tempo era usanza cucinare questo piatto solo in occasione della festività di Sant’Antonio Abate, il 17 gennaio, festa in cui i tagli poveri del maiale venivano uniti alla verza. Oggi invece, a partire dai primi freddi autunnali, ogni occasione è buona per gustarlo sia in casa che in alcuni dei migliorilocali storici in Lombardia. La cassoeula è inoltre il “piatto forte” di numerose sagre lombarde che si tengono proprio fra ottobre e novembre. Riguardo le origini, la leggenda narra di un soldato spagnolo che innamorandosi di una cuoca, le insegnò la ricetta della cassoeula. Questa la provò per la famiglia nobile per cui lavorava e da allora il piatto si diffuse.

Ingredienti base: resti del maiale meno nobili (cotenna, codini, orecchie, piedi, ecc.), luganega, costolette e verza

Ecco gli ingredienti per 6 persone secondo la ricetta tradizionale:

  • 1,5 kg di verze
  • 800 grammi di costine di maiale
  • 250 grammi di cotenne di maiale pulite, raschiate e lavate
  • 2 verzini a persona (salamini da verza, in alternativa si può usare la salsiccia)
  • 2 piedini di maiale puliti, raschiati e lavati
  • 1 orecchia di maiale pulita, raschiata e lavata
  • 200 grammi di carote
  • 200 grammi di sedano
  • 100 grammi di cipolla
  • 50 grammi di burro
  • 1 bicchiere vino bianco secco
  • brodo di carne
  • sale e pepe quanto basta

Il modo migliore per cucinare un piatto così complesso è suddividere le cotture e poi assemblare il tutto alla fine. Si inizia con piedini, cotenne e orecchie, che vanno bollite per circa un’ora in acqua salata. Poi si passa ai verzini, che vanno rosolati in un padella antiaderente senza alcun condimento aggiunto: basterà il grasso rilasciato dai salamini, che si può aggiungere a piacimento sul piatto finito. Per rosolare le costine si può invece utilizzare una noce di burro, ma senza esagerare.

Poi si passa alla seconda cottura: si inizia col soffritto di carote, cipolle e sedano, si aggiungono tutti i pezzi del maiale e si fa sfumare con il vino bianco. Una volta che l’alcol è del tutto evaporato, aggiungere il brodo di carne fino a coprire i pezzi di maiale. Far cuocere per circa mezz’ora a fiamma bassa e aggiungere sale e pepe (o erbe aromatiche e spezie) a piacimento. È il momento della verza, che va tagliata a striscioline e messa in pentola insieme al resto; aggiungere altro brodo di carne e lasciare cuocere per altri 50 minuti circa. Alla fine, le carni dovranno essere ridotte all’osso, cotenne e orecchie devono risultare morbide e scivolose al palato e i piedini facilmente tagliabili. Il brodo in eccesso va lasciato e aggiunto alla fine dell’impiattamento.

Pizzoccheri

Pizzoccheri-ok.jpg

Tutti (o quasi) ne vanno matti e in tanti si dirigono fino in Valtellina solo ed esclusivamente per poter assaggiare e gustare i rinomati pizzoccheri valtellinesi, una vera e propria esperienza culinaria. Questa gustosa prelibatezza ha peraltro ottenuto da poco il meritato marchio Igp dall’Unione Europea. L’origine del piatto risale al XIV secolo, grazie alla diffusione del grano saraceno che ne è l’ingrediente principale e Teglio fu il paese di origine che tutt’oggi rende omaggio alla sua tradizione

Per i pizzoccheri

  • 250 g di farina di grano saraceno
  • 110 g di farina 0
  • 200 g di acqua
  • Sale q.b.

Per il condimento

  • 80 g di grana
  • 80 g di fontina
  • 500 g di acqua
  • 250 g di patate
  • 300 g di verza
  • 100 g di burro
  • 6 foglie di salvia
  • Uno spicchio di aglio
  • Pepe nero q.b.

Prepara i pizzoccheri: metti nel boccale 250 g di farina di grano saraceno, 110 g di farina 0, 200 g di acqua, un pizzico di sale e impasta 3 Min. Vel. Spiga.

Forma una palla con la pasta, avvolgila nella pellicola e lasciala riposare in frigorifero per 20 Min.

Nel frattempo, prepara il condimento: inserisci nel boccale il grana in pezzi e trita 5 Sec. Vel. 8. Metti da parte.

Inserisci nel boccale 80 g di fontina e trita 5 Sec. Vel. 8. Metti da parte.

Versa nel boccale 500 g di acqua, posiziona il cestello nel boccale e disponi al suo interno 250 g di patate sbucciate e tagliate in pezzi.

Chiudi con il coperchio, posiziona il Varoma, ricopri il fondo del Varoma con carta da forno bagnata e strizzata e adagia al suo interno 300 g di verza mondata, lavata e tagliata a striscioline. Cuoci 15 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Togli il cestello con le patate e continua la cottura della verza 10 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Riprendi la pasta, prendine un pezzo e, aiutandoti con un po’ di farina 0, stendila a mano con il matterello oppure passala nella “nonna papera” fino a ottenere uno spessore di circa 3 mm. Continua fino ad esaurimento della pasta.

Ricava i pizzoccheri, tagliando delle strisce lunghe 7 cm e larghe 1 cm.

Prepara il condimento al burro: nel boccale pulito, inserisci 100 g di burro, 6 foglie di e uno spicchio di aglio con la pelle leggermente schiacciato. Insaporisci 4 Min. Temp. Varoma Vel. 1. Togli lo spicchio di aglio.

Nel frattempo, cuoci i pizzoccheri 5 Min. in abbondante acqua salata.

Scola e trasferisci in una pirofila.

Disponi sopra a strati le patate, la verza, il burro fuso con la salvia, la fontina tritata e il grana.

Aggiungi una spolverata di pepe nero e servi subito.

Senza Bimby

Per i pizzoccheri

  • 200 grammi di farina di grano saraceno
  • 200 grammi di farina 00 (per i celiaci sostituire con altra farina di riso o grano saraceno)
  • acqua tiepida

Per il condimento

  • 1/2 verza
  • 3 patate
  • 200 grammi di Casera
  • 100 grammi di Bitto o Scimudìn
  • 50 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 150 grammi di burro
  • 3 spicchi d’aglio
  • 10 foglie di salvia
  • sale e pepe per condire

Come preparare i pizzoccheri perfetti

Mescolate le due farine, quindi versatele su una spianatoia e disponetele a fontana. Versate l’acqua tiepida lentamente e intanto impastate con una mano. Quando tutta l’acqua è stata assorbita lavorate più energicamente l’impasto fino ad ottenere un composto sodo, poco umido. Coprite con uno straccio da cucina e fate riposare per 1 ora.

Tirate la sfoglia di grano saraceno con il mattarello, anche a piccoli pezzi per aiutarvi, infarinando se dovesse attaccarsi. La sfoglia dovrebbe avere uno spessore di 3-4 mm, non troppo sottile quindi. Ricordate che sono tagliatelle rustiche. Arrotolate la sfoglia e tagliate dei pizzoccheri di 6-7 cm, non più lunghi, altrimenti diventa difficile amalgamarli al condimento.

Mettete l’acqua a bollire in una pentola molto capiente.

Lavate e tagliate a cubetti le patate e a striscioline la verza, quando l’acqua bolle buttate dentro e lasciate cuocere per 10 minuti. Quindi tuffate anche i pizzoccheri e rimescolate.

Nel contempo prepariamo il condimento. Sciogliete il burro in una padella e aromatizzatelo con le foglie di salvia e l’aglio non schiacciato. Attenzione a non bruciarli: fiamma dolce.

Passiamo ai formaggi: tagliate tutto a fettine sottili.

Quando i pizzoccheri sono cotti scolateli e poi iniziate a condirli strato dopo strato alternando pizzoccheri, i formaggi e il burro fuso, mettendo tutto in una teglia che ripasserete velocemente in forno per 2 minuti per far sciogliere in maniera adeguata i formaggi.

Se avete voglia di pizzoccheri, ma non di tutte quelle calorie, eliminate i formaggi  e condite solo con una spolverata di Parmigiano Reggiano.

Trippa alla milanese

trippa-alla-milanese

  • Una cipolla
  • Una carota
  • 2 gambi di sedano
  • 40 g di pancetta a cubetti
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 500 g di trippa
  • 450 g di passata di pomodoro
  • Sale q.b.
  • Una scatola di fagioli di spagna
  • Parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione

Inserisci nel boccale una cipolla, una carota e 2 gambi di sedano nel boccale. 1 Min. Vel. 8.

Aggiungi 40 g di pancetta e 30 g di olio. 3 Min. 100° Vel. Soft Antiorario.

Taglia 500 g di trippa a listarelle e aggiungila. 10 Min. 100° Vel. Soft Antiorario.

  • Aggiungi 450 g di passata di pomodoro e il sale. 20 Min. 100° Vel. Soft Antiorario.

Aggiungi una scatola di fagioli. 5 Min. 100° Vel. Soft Antiorario

Senza Bimby

  • 800 gr di trippa mista precotta
  • 1 gambo di sedano
  • 200 gr di carote
  • 300 gr di fagioli bianchi di Spagna
  • 4 fette di pane casereccio
  • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • sale q.b.
  • 1 cipolla grossa
  • 4 foglie di salvia
  • 400 gr di pomodori maturi o una lattina di pomodori pelati
  • 400 gr di patate gialle
  • 2 o 3 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
  • 15 gr di burro

Tagliate la trippa a striscioline larghe circa un dito, lavatela 6 sotto l’acqua corrente, e lasciatele scolare.

Gettate la trippa in un tegame senza aggiungere nulla, ponetelo sul fuoco moderato e cuocete per qualche minuto mescolando in modo che la trippa “faccia acqua”, quindi scolatela.

Questa operazione renderà la trippa più gustosa e più digeribile.

Nel frattempo mondate, lavate e tritate la cipolla, il sedano e la salvia.

Lavate e raschiate le carote e poi tagliatele a fettine.

Lavate i pomodori e passateli crudi al passaverdura.

Mettete sul fuoco un tegame pulito con l’olio, il battuto fatto in precedenza e le carote; lasciate appassire le verdure.

Unite i pomodori passati, la trippa ed i fagioli poi aggiustate di sale e lasciate cuocere per circa 2 ore.

Bagnate con acqua calda di tanto in tanto, ricordando che alla fine dovrete ottenere una preparazione un po’ brodosa.

Se le usate, 45 minuti prima di togliere la trippa dal fuoco, unite le patatesbucciate, lavate e tagliate a pezzi piuttosto grossi.

A cottura quasi ultimata fate tostare le fette di pane, deponetele in quattro piatti e spolverizzatele con 3 cucchiai di parmigiano.

Unite alla trippa il burro crudo e il parmigiano rimasto.

Mescolate, versate tutto sopra alle fette di pane e servite.

PANETTONE

Panettone-3-Impasti-1

Per la biga

  • 50 g di acqua
  • 3 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di farina 00

Per il primo impasto

  • 50 g di acqua
  • 4 g di lievito di birra fresco
  • 50 g di farina Manitoba
  • 50 g di farina 00
  • 2 tuorli
  • 5 g di zucchero

Per il secondo impasto

  • 150 g di burro
  • Un cucchiaino di sale
  • Un’arancia non trattata (buccia grattugiata)
  • ½ cucchiaino di vaniglia in polvere
  • 3 tuorli
  • 5 uova
  • 400 g di farina Manitoba
  • 100 g di farina 00
  • 180 g di zucchero
  • Un cucchiaino di miele di acacia
  • Un cucchiaino di malto
  • 150 g di uvetta
  • 100 g di scorzette di arancia candita

Prepara la biga

Metti nel boccale 50 g di acqua, 4 g di lievito di birra fresco e sciogli 2 Min. 37° Vel. 1.

Aggiungi 50 g di farina 00 e impasta 3 Min. Vel. Spiga. Togli dal boccale e lascia lievitare 6/8 Ore in luogo riparato.

Prepara il primo impasto

Metti nel boccale 50 g di acqua, 4 g di lievito di birra fresco e sciogli 2 Min. 37° Vel. 1.

Aggiungi la biga, 50 g di farina Manitoba, 50 g di farina 00, 2 tuorli, 5 g di zucchero e impasta 3 Min. Vel. Spiga.

Lascia lievitare nel boccale fino a quando il volume sarà triplicato.

Prepara il secondo impasto

In una ciotola fai ammorbidire a temperatura ambiente 150 g di burro tagliato a pezzetti. Aggiungi un cucchiaino di sale, la buccia grattugiata di un’arancia non trattata e ½ cucchiaino di vaniglia in polvere. Tieni da parte

In un’altra ciotola mescola 3 tuorli e 5 uova. Tieni da parte.

Aggiungi all’impasto lievitato nel boccale 400 g di farina Manitoba e 100 g di farina 00 setacciate insieme, 180 g di zucchero, un cucchiaino di miele, un cucchiaino di malto, un terzo delle uova e impasta 3 Min. Vel. Spiga.

Impasta ancora  3 Min. Vel. Spiga aggiungi lentamente dal foro del coperchio il resto delle uova.

Impasta di nuovo 3 Min. Vel. Spiga aggiungendo poco per volta dal foro del coperchio il burro ammorbidito.

Metti l’impasto in una ciotola, aggiungi 150 g di uvetta, 100 g di scorzette di arancia candita e impasta con le mani.

Fai lievitare in luogo riparato per almeno 1 Ora.

Metti l’impasto nello stampo da panettone e lascialo lievitare fino a quando non avrà raggiunto il bordo.

Accendi il forno a 180° e cuoci 45 Min. Fai la prova dello stecchino e, se necessario, prolunga la cottura di qualche minuto.

Sforna e lascia freddare il panettone capovolto in sospensione.

Senza Bimby

MIX AROMATICO
• 30 g di miele d’acacia
• 1 bacca di vaniglia
• 1limone non trattato
• 1 arancia non trattata
BIGA
• 375 g di farina forte tipo manitoba
• 185 g di acqua
• 5 g di lievito di birra fresco (o 1.5 g di lievito di birra secco)
PRIMO IMPASTO
• 100 g di zucchero
• 80 g di tuorlo
• 90 g di burro
• 1 gr di sale
SECONDO IMPASTO
• 30 g di farina forte tipo manitoba
• 1 g di lievito di birra fresco (o 0.3 g di lievito di birra secco)
• 2 g di sale
• 10 g di acqua
• 20 g di uova
• 40 g di zucchero
• 40 g di burro
• 10 g di mix aromatico
• 4 gr di cioccolato bianco
• 140 g di arancia e cedro canditi
• 150 g di uvetta sultanina

La ricetta è per un panettone del peso di 1 kg circa.

La preparazione del panettone con il lievito di birra è lunga e prevede diversi tempi di riposo per l’impasto, perciò vi suggeriamo di iniziare la sera verso le ore 17.
Preparate il mix aromatico grattugiando il limone e l’arancia all’interno di una ciotola con il miele. Incidete la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza e, con la lama del coltello, prelevate i semi e aggiungeteli al miele. Mescolate tutto molto bene, coprite con la pellicola e mettete in frigo.

Mettete a bagno l’uvetta in acqua calda per mezz’ora, poi sciacquatela bene e ricopritela nuovamente con l’acqua. Lasciatela a bagno per 4 ore. Scolatela, asciugatela strizzandola delicatamente, poi disponetela su una teglia coperta con un paio di canovacci puliti e lasciatela asciugare fino al mattino.

Preparate la biga impastando la farina, il lievito e l’acqua per qualche minuto, ma senza arrivare a un impasto liscio e uniforme, bensì lasciatelo abbastanza grezzo. Formate una palla, incidetela a croce, mettetela in una ciotola, coprite con la pellicola e lasciate riposare in un luogo a temperatura costante e compresa tra 18°C e 20°C per 12 ore.
Mettete in frigorifero la ciotola della planetaria, il gancio e tutti gli ingredienti che serviranno per il primo impasto.

Il mattino seguente la biga sarà cresciuta. Portate gli ingredienti a temperatura ambiente e pesateli.
Scaldate il burro 20 secondi al microonde e portatelo alla consistenza di una crema, non fuso, ma morbido.

Procedete al primo impasto: lavorate la biga nella planetaria con il tuorlo, per almeno 5 minuti a bassa velocità. Il tuorlo deve essere completamente assorbito dalla biga e il composto deve risultare uniforme. Questa fase è molto delicata, procedete con calma senza aumentare la velocità della planetaria per non scaldare l’impasto.

Quando l’impasto sarà omogeneo unite lo zucchero, poco alla volta, lasciando che la dose venga assorbita prima di inserirne ancora. Aggiungete il sale e fate lavorare la planetaria per almeno 15 minuti, in modo che l’impasto diventi resistente. Infine unite il burro a piccole dosi, lasciando che l’impasto lo assorba. In questa fase può essere necessario aumentare la velocità della planetaria, ma prestate attenzione a non scaldare troppo l’impasto.
L’impasto deve risultare tenace e ben incordato attorno al gancio, tendendolo deve formare il caratteristico velo, sottile e resistente, segno che la maglia glutinica è ben formata.
Rovesciate l’impasto sulla spianatoia senza infarinarla e  pirlatelo bene con l’aiuto di un tarocco per più volte.

Ponete l’impasto in un contenitore a bordi alti e segnate con un elastico il livello, per poterne agevolmente valutare la crescita. Coprite con della pellicola e mettete a 28-30°C a lievitare. L’impasto dovrà quadruplicare cioè aumentare di altre 3 volte il suo volume iniziale e serviranno 3-4 ore. Per mantenere la temperatura costante potete mettere l’impasto in forno spento, ma con luce accesa, e verificare con il termometro la temperatura.

Nel frattempo lavate la planetaria e il resto dell’attrezzatura e ponetele in frigo insieme a tutti gli ingredienti del secondo impasto. Controllate che l’uvetta sia asciutta e mettetela in frigo.

A lievitazione avvenuta, sgonfiate l’impasto (togliendo la pellicola e lavorandolo con le mani) e mettetelo in frigorifero per 30 minuti.

Pesate 10 g di mix aromatico, pesate 150 g di uvetta (reidratando l’uvetta, il peso è aumentato, quindi bisogna pesarla nuovamente), portate il burro alla consistenza di crema scaldandolo pochissimo al microonde e mescolando più volte, sbattete l’uovo e pesatene 20 g, grattugiate il cioccolato bianco.

Procedete al secondo impasto. Trasferite nella planetaria l’impasto, la farina, il mix aromatico e il lievito di birra. Fate lavorare a bassa velocità fino a  concordare perfettamente l’impasto, ci vorranno diversi minuti. Aggiungete il sale, poi incorporate l’uovo e lavorate fino ad assorbimento completo. Unite lo zucchero un po’ per volta e unite l’acqua. sempre a piccole dosi. L’impasto deve risultare liscio e omogeneo, solo allora unirete il cioccolato grattugiato e infine il burro a piccole dosi. Aumentate la velocità della planetaria e lavorate l’impasto che deve risultare tenace, lucido e con un velo sottile e resistente. A questo punto unite i canditi e l’uvetta, poco alla volta, e continuate a lavorare l’impasto a bassa velocità, amalgamando anche a mano, se necessario.
Ponete l’impasto finito nel contenitore a bordi diritti, coprite con la pellicola e ponete a 28°C per 40 minuti (sempre in forno spento con luce accesa).

Trascorso questo tempo, rovesciate l’impasto sulla spianatoia, lasciate puntare per 15 minuti, poi pezzate pesando 1100 g di impasto (il peso è superiore rispetto al chilo perché è probabile che parte dell’impasto si perda nelle varie fasi di lavorazione, rimanendo attaccata all’attrezzatura).

Pirlate bene l’impasto e nel modo più stretto possibile, aiutandovi con un tarocco con le mani unte di burro. Lasciate puntare per altri 15 minuti. Pirlate ancora e mettete l’impasto nel pirottino, appoggiatelo su una teglia in modo da poterlo trasportare agevolmente, copritelo con la pellicola e mettetelo a lievitare a 28-30°C per 3-4 ore circa. Quando l’impasto del panettone arriverà a 2 cm dal bordo del pirottino sarà pronto per la cottura.

A lievitazione completata, togliete la pellicola e lasciate il panettone all’aria per 20 minuti in modo che si formi un sottile film in superficie. Scaldate il forno a 160°C mettendo la griglia nel ripiano più basso. Con una lametta o uno spilucchino affilatissimo incidete la superficie con due tagli perpendicolari formando una croce e disponete qualche tocchetto piccolo di burro sui tagli. Infornate in forno statico caldo per 50 minuti circa. Il panettone sarà cotto quando al cuore la temperatura sarà di 94°C che misurerete con un termometro a sonda inserito lateralmente nel panettone dopo 40 cminuti di cottura.

Una volta cotto, sfornate il panettone e infilzatelo a due cm dalla base con i ferri appositi o con due ferri da maglia abbastanza sottili e fatelo raffreddare capovolto per 10 ore. Trascorso questo tempo (ed eliminati i ferri), l’ideale è chiudere bene il panettone in un sacchetto per alimenti e attendere un paio di giorni prima di consumarlo. Il panettone si conserverà per 10-15 giorni se ben chiuso e intatto.

Polenta

  • polenta-792x433350 grammi farina gialla
  • 1 litro e mezzo acqua
  • 1 cucchiaio sale grosso
  • 1 cucchiaio olio di oliva

Preparazione

bollire l’acqua con olio e sale: 12 min 100° vel.1.Dal foro con lame a vel.3 versare la farina e far cuocere ancora a 100° per 1 min finché non si rapprende.

Terminare la cottura per 40 minuti a 90° vel.2 rimestando ogni tanto con la spatola.Finita la cottura, versarla in una pirofila bassa o un largo piatto e riempire d’acqua il boccale per evitare incrostazioni.

Senza Bimby

  • 250 gr di farina di mais di fioretto
  • 1 litro d’acqua
  • un pugnetto di sale grosso

In una pentola (meglio se di rame), mettete a bollire l’acqua salata.

Quando bollirà versate la farina un po’ alla volta, continuando a mescolare con una frusta, una volta che avrete sfarinato, togliete la frusta e cominciate a mescolare con un cucchiaio di legno.

Cucinate per 45 minuti a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto.

La polenta può essere servita direttamente così, oppure grigliata, fritta o pasticciata con funghi, ragù e formaggi.

acquista anche tu su Amazon.it

https://rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?ref=tf_til&t=wwwpeccatidig-21&m=amazon&o=29&p=8&l=as1&IS1=1&asins=B01N8R86XN&linkId=0589d3edc7af9f2706c07535e0d745d2&bc1=FFFFFF&lt1=_top&fc1=333333&lc1=0066C0&bg1=FFFFFF&f=ifr

RACCOLTA DI RICETTE CINESI CON IL BIMBY E METODO TRADIZIONALE

OGGI VI PROPONGO UNA RACCOLTA DI RICETTE CINESI DA REALIZZARE A CASA.

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA CON IL SIMBOLO DEL DIAVOLETTO ROSSO

RAVIOLI

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • per la sfoglia:
  • 250 gr. farina
  • 110 gr. acqua
  • 20 gr. olio EVO
  • 1 pizzico di sale
  • Per il ripieno:
  • 500 gr. carne trita di suino
  • 1 carota, grande
  • 1 porro, grande
  • 30 gr. olio EVO
  • sale, pepe, rosmarino
  • (zenzero facoltativo)
  • verza, salsa di soia, salsa agrodolce cinese.
  • Per la salsa agrodolce (ricetta e foto suggerite da Sonia Photographer)
  • 70 gr di aceto bianco (fino a 100 gr va bene se vi piace il gusto agro)
  • 40 gr di zucchero
  • 200 gr di acqua
  • 30 gr di passata o concentrato di pomodoro
  • 20 gr di farina.

PREPARAZIONE

  1. Impastare farina acqua olio sale 20” vel.5. Mettere da parte a riposare 30 minuti.
  2. Tritare porro e carota tagliati a pezzi 10” vel. 5.
  3. Aggiungere l’olio EVO e cuocere 5 min. vel2 a 100°.
  4. Impostare una cottura a 20 minuti vel.2  antiorario temperatura Varoma e inserire dal foro del coperchio la carne trita a pezzi mentre il Bimby è in funzione. Dopo 10 minuti versare un po’ di salsa di soia e regolare di sale pere e rosmarino, raccogliere con la spatola sul fondo eventuali depositi sulle pareti del boccale. A fine cottura versare la carne in un altro contenitore in maniera che si raffreddi.
  5. Prendere l’impasto e tirare una sfoglia sottile che taglierete a cerchi con il cucchiaino prelevare la quantità di una noce di ripieno e porla nel centro del raviolo che verrà rinchiuso pizzicando la pasta così:Infine inserire nel boccale 500 gr. di acqua, oppure preparare un brodo di verdura da servire prima dei ravioli e cuocere a varoma per 15 minuti i ravioli, che verranno posti in due strati nel varoma sopra alle foglie di verza.Io li ho cotti tutti assieme, ma faccio presente che quelli molto vicini tendono ad attaccarsi.Servire caldi accompagnati da salsa di soia e salsa al chili dolce.Servite i ravioli a vapore cosparsi con della salsa di soiaPer la salsa agrodolce:Unire tutti gli ingredienti nel boccale. 7 minuti 80° vel.3/4Addensare 5 minuti varoma vel.2 ( a 3 min controllate se vi piace gia’ il grado di cremosità, a 5 min la trovate leggermente densa )

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

Ingredienti per 30 ravioli:

  • 200 gr di farina 00
  •  100 ml di acqua
  •  1 pizzico di sale
  •  200 gr di carne macinata di maiale
  •  1 carota
  •  1/2 porro
  •  100 gr di verza
  •  2 cucchiai di salsa di soia
  •  zenzero

PREPARAZIONE

Iniziare preparando la pasta per i ravioli. Disponete la farina a fontana in una ciotola e aggiungete un pizzico di sale poi aggiungete l’acqua.Lavorate l’impasto fino ad ottenere un panetto sodo.

Avvolgete nella pellicola e fate riposare un’ora.Nel frattempo preparate il ripieno
Lavate e tagliate a pezzetti il porro, la verza e la carota.Mettete tutto in un mixer e tritate finemente.Mettete le verdure tritate in una ciotola con la carne macinata poi aggiungete lo zenzero tritato e la salsa di soia.Mescolate tutto per formare un impasto omogeneo.Riprendete la pasta, stendetela su un piano e ricavate dei cerchi con un tagliabiscotti. Spianate ancora un pò ogni cerchio, poi mettete al centro un cucchiaio abbondante di ripieno.Chiudete il raviolo a mezzaluna premendo sui bordi per fare aderire la pasta.Poi con i polpastrelli inumiditi effettuate delle piccole pieghe da un’estremità all’altra del raviolo.Non appena vedrete la superficie dei ravioli leggermente trasparente, saranno pronti.

POLLO ALLE MANDORLE

BIMBY

Ingredienti per 4 persone:

  •  500 gr di petto di pollo
  •  150 gr dii mandorle pelate
  •  1 cipollotto
  •  5 cucchiai di olio di semi
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  •  1 cucchiaino di zenzero grattugiato
  •  20 gr di maizena
  •  sale

PREPARAZIONE

Tagliare il petto di pollo a bocconcini e passarli nella maizena
Tritate metà delle mandorle a vel 5 per 10 sec
Aggiungere le restanti mandorle e un cucchiaio d’olio: 3 min a 100° a vel 2
Togliere le mandorle e metterle da parte.
Aggiungere il restante olio, lo zenzero grattugiato e il cipollotto e cuocere 5 min a 100° vel 3
Disporre la farfalla sulle lame, unire i bocconcini di pollo e cuocere 7 min a 100° vel Soft Antiorario
Aggiustare di sale, unire le mandorle e la salsa di soia e cuocere ancora 2 min
Servire il pollo alle mandorle nei piatti

SENZA BIMBY

Tagliare i petti di pollo a cubetti e passateli nella maizena precedentemente insaporita con un pizzico di sale.Mettere in una padella antiaderente un cucchiaio di olio di semi e tostare le mandorle tagliate a lamelle, quindi sollevarle e metterle da parte.Nella stessa padella, scaldare 4 cucchiai di olio di semi e far appassire il cipollotto, insieme allo zenzero grattugiato.Appena il cipollotto sarà imbiondito, aggiungere i bocconcini di pollo e farli cuocere a fuoco medio per circa 15 minuti.Qualche minuto prima della fine della cottura, unire le mandorle tostate e la salsa di soia, abbassare la fiamma e mescolare delicatamente gli ingredienti.Servite il pollo alle mandorle accompagnato, se preferite, da del riso basmati.

GNOCCHI DI RISO MALESIANI

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • Per 300 g di gnocchi di riso
  • 120 g di farina di riso
  • 70 g di farina bianca di tipo 00
  • 120 ml di acqua
  • Per il condimento
  • 200 g di zucchine
  • 200 g di carote
  • 100 g di germogli di soia
  • 200 g di funghi champignon o chiodini o pioppini
  • Q.b. di salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio di riso o di olio extravergine d’oliva
  • Per gli gnocchi: q.b. di sale

PREPARAZIONE

In una ciotola, setacciare 120 g di farina di riso e 70 g di farina bianca. Unire, a filo e poca per volta, 120 ml di acqua tiepida. Impastare a lungo, fino al completo assorbimento dell’acqua. Se la pasta si appiccica alle mani, aggiungere ancora un po’ di farina di riso: l’impasto deve risultare vellutato, morbido e privo di grumi.
Avvolgere l’impasto in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare mezz’ora.
Riprendere l’impasto ed ottenere un salsicciotto lungo 25-30 cm. Schiacciare delicatamente la parte alta del cilindro ottenuto.
Tagliare il salsicciotto di pasta in tante fettine, spesse pochi millimetri. Per ottenere degli gnocchi di riso più sottili, eseguire una leggera pressione sulla superficie di ogni gnocco, avendo cura di mantenere una forma ellittica. Gli gnocchi di riso presentano una forma ellittica ed allungata, con le estremità smussate.

Nel frattempo, portare ad ebollizione abbondante acqua.
Quando l’acqua bolle, salare a piacere e tuffare gli gnocchi: cuocere per 10-12 minuti.
Mondare le verdure: lavare carote e zucchine. Sbucciare le carote e ricavare delle fettine diagonali. Rimuovere le estremità dalle zucchine e tagliare la polpa a bastoncini. Pulire i funghi champignon e tagliarli a fettine.
Versare due cucchiai di olio di riso (oppure olio extravergine) nel wok o in una padella in pietra. Far saltare le carote, i funghi e le zucchine per 2-3 minuti, mescolando spesso.
Quando le verdure sono ben rosolate, abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e cuocere dolcemente per 5 minuti.
Scolare gli gnocchi con la schiumarola ed unirli al sugo di verdure. Alzare la fiamma, aggiungere la salsa di soia ed i germogli di soia. Far insaporire gli gnocchi cucinando per 3-4 minuti e mescolando spesso. Non è necessario aggiungere il sale: la salsa di soia è sufficiente per conferire la giusta sapidità al sugo.
Servire gli gnocchi di riso fumanti.

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • Per gli gnocchi
  • 120 gr di farina di riso
  • 60 gr di farina 00
  • 60 gr di acqua fredda
  • Per il condimento
  • 3 zucchine medie
  • 3 carote piccole
  • 1 porro
  • salsa di pomodoro q.b.
  • germogli di soia a piacere
  • olio di soia
  • soia
  • 3-4 cucchiai di salsa di soia
  • olio d’oliva q.b.
  • sale q.b.

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale farina di riso, quella 00 e l’acqua: 2 min, vel. spiga

Formare un panetto a forma di salsicciotto bello compatto e tagliare a fette, schiacciandole con il dito per farle rimanere piatte

Mettere gli gnocchi fatti in frigo per indurire bene

Lessare in acqua bollente con un filo d’olio e scolare quando vengono a galla

Tagliate le verdure a julienne e farle appassire con un po ‘ di olio soia in padella

Aggiungere quindi un po’ di passata e un po’ d’acqua di cottura degli gnocchi

Aggiungere gli gnocchi e saltare con qualche cucchiaio di soia

SPAGHETTI DI RISO CON VERDURE

BIMBY

Ingredienti

  • 300 g spaghetti di riso
  • 300 g zucchine
  • 150 g carote
  • 1 scalogno
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • q.b. sale fino
  • 15 g salsa di soia

PREPARAZIONE

Lavare le zucchine e le carote e tagliarle a julienne.

Mettere nel boccale lo scalogno: 5 sec. vel. 7.

Raccogliere sul fondo con la spatola e aggiungere l’olio: 3 min. 100° vel. 1.

Aggiungere le zucchine, le carote e il sale: 5 min. 100° vel. 1 antiorario.

Aggiungere la salsa di soia: 5 min. 100° vel. 1 antiorario.

Se le verdure si asciugano troppo velocemente, aggiungere ancora poca acqua.

Cuocere gli spaghetti di riso in abbondante acqua salata e condirli con le verdure del boccale.Nota

A piacere è possibile aggiungere altre verdure come melanzane, peperoni ecc.

SENZA BIMBY

  • 400 grammi di cavolo cappuccio
  • un porro di medie dimensioni
  • una carota
  • olio di semi
  • salsa di soia

PREPARAZIONE

Quello che devi fare, per preparare velocemente questo primo piatto, è riempire una pentola d’acqua, che utilizzerai per cuocere gli spaghetti di riso. Metti la pentola sul fornello e accendi per cominciare a scaldare l’acqua. Nel frattempo, inizia a mondare le tue verdure. Pela la carota, aiutandoti con un pelapatate: un modo veloce di procedere, che ti evita inutili sprechi di tempo. Taglia la carota a julienne, utilizzando un coltello affilato. Le striscioline dovranno essere sottili affinché la cultura sia molto rapida. Affetta il cavolo, riducendolo a pezzetti piuttosto piccoli. Allo stesso modo, pagliuzza il porro.

Per cuocere rapidamente le tue verdure, ti consiglio di utilizzare un wok. Il suo fondo concavo diffonde il calore in maniera rapida e cuoce le vivande tagliate a pezzetti molto piccoli in pochissimi minuti.

Irrora il tuo wok con dell’olio di semi. Appena sarà caldo, versa le verdure e spadella per bene. Quando l’acqua della pentola avrà raggiunto il suo punto di ebollizione, spegni il fuoco e immergi i tuoi spaghetti di riso – 100 grammi saranno più che sufficienti per due persone. Nell’acqua, gli spaghetti devono rimanere per circa tre minuti. Giusto il tempo di cuocere le verdure.

Trascorso il tempo necessario per la cottura degli spaghetti di riso (o di soia, come preferisci), uniscili alle verdure dentro il wok. Aggiungi abbondante salsa di soia e mescola tutto in modo da amalgamare le verdure agli spaghetti.

SPAGHETTI DI SOIA CON VERDURE, FUNGHI E GAMBERI

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • PER IL CONDIMENTO
  • 1 peperone giallo, o rosso
  • 1 zucchina
  • mezzo porro
  • una carota
  • 50 gr di funghi secchi
  • 100 gr di gamberetti sgusciati
  • 30 gr di olio di oliva
  • 30 gr di vino bianco
  • zenzero
  • PER GLI SPAGHETTI
  • 100 gr di spaghetti di soia
  • 1000 gr di acqua
  • 50 gr di salsa di soia

PREPARAZIONE

Lavare e tagliare le verdure a julienne, nel frattempo mettere a mollo con acqua i funghi secchi ( 15 min sono sufficienti) Nel boccale mettere l’olio, poi le verdure, i funghi e aggiungere il vino, il sale e il pepe e infine nel cestello mettere i gamberetti, e cuocere 15 min. 100° antiorario vel. Soft. Aggiustare di sale e aggiungere una spolverata di zenzero e cuocere ancora 5 min. 100°, antiorario vel. soft. Mettere di lato. Nel boccale mettere 1 lt di acqua SENZA SALE e portare a bollore 8 min. 100° vel. 1. Versare gli spaghetti e cuocere 4 min. 100° antiorario, vel soft. ( DOPO 2 MINUTI IO HO APERTO IL BOCCALE E MESCOLATO CON LA SPATOLA). Appena saranno cotti scolare immediatamente e passare sotto l’acqua fredda. prendere una padella anti aderente, versarci il sugo di verdure e gamberi e aggiungere gli spaghetti, versare la salsa di soia e mescolare bene il tutto.SERVIRE CALDI MI RACCOMANDO!!

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • PER IL CONDIMENTO
  • 1 peperone giallo, o rosso
  • 1 zucchina
  • mezzo porro
  • una carota
  • 50 gr di funghi secchi
  • 100 gr di gamberetti sgusciati
  • 30 gr di olio di oliva
  • 30 gr di vino bianco
  • zenzero
  • PER GLI SPAGHETTI
  • 100 gr di spaghetti di soia
  • 1000 gr di acqua
  • 50 gr di salsa di soia
  •  1 scalogno

PREPARAZIONE

Puliamo e mondiamo le verdure ed i funghi, questi ultimi con un panno umido, e tagliamo la carota , la zucchina, il peperone e il mezzo porro a strisce sottili, i friggitelli a rondelle ed i funghi a fettine.

Affettiamo lo scalogno e rosoliamolo in una pentola con olio di semi, quando è dorato uniamo i funghi, lasciamoli insaporire e mettiamo anche le verdure. Saltiamole velocemente, lasciandole croccanti e spegniamo il fuoco. Tuffiamo gli spaghetti in acqua bollente e salata, copriamo e facciamo riposare 4 minuti a fuoco spento. Sgraniamo gli spaghetti con una forchetta, scoliamoli e raffreddiamoli.

Finiamo gli spaghetti nella pentola con le verdure ed i funghi aggiungendo la soia per dare il colore marrone….

POLLO AI GERMOGLI DI SOIA E BAMBU’ CON MIELE

INGREDIENTI BIMBY

  • 500 GR DI PETTO DI POLLO
  • FARINA Q.B.
  • 100 GR DI GERMOGLI DI SOIA
  • 100 GR DI GERMOGLI DI BAMBU
  • MEZZA CAROTA
  • MEZZO PORRO
  • 50 GR DI OLIO D’OLIVA
  • 50 GR DI VINO BIANCO
  • 10 gr di aceto balsamico o salsa di soia
  • miele
  • pistacchi

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale la mezza carota con il porro e tritare grossolanamente 3 sec. vel 6. Aggiungere i germogli di bambu’ e i germogli di soia sciacquati bene e l’olio e soffriggere 3 min. 100° vel. 1. Tagliare a pezzi il petto di pollo e infarinarlo, metterlo nel boccale con 50 gr di vino bianco, aggiustare di sale e pepe e cuocere 20 min vel soft, antiorario 100° lasciando il misurino inclinato per far evaporare il vino durante la cottura. Aggiungere l’aceto balsamico ( ricontrollate se va bene di sale ) e mescolare vel  soft, antiorario per 1 min. Togliere il pollo dal boccale e impiattare, lasciar scendere il miele sul pollo ( o dal tubetto o con un cucchiaio) e spolverate sopra i pistacchi interi o tagliati grossolanamente come granella.

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 400 g petto di pollo
  • 25 g funghi cinesi Shiitake secchi
  • 1 cipollotto
  • 50 g salsa di soia
  • 75 ml brodo
  • 2 cucchiai di maizena
  • farina q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • zenzero q.b.
  • miele
  • pistacchi

PREPARAZIONE

Cuocere i funghi Shiitake in acqua bollente per circa 10 minuti, scolarli e tenerli da parte

Tritare il cipollotto e lasciarlo appassire in una padella con l’olio extravergine di oliva e lo zenzero grattugiato

Tagliare il petto di pollo a pezzetti, passarli nella farina e rosolarli in padella con il trito di cipollotto e zenzero

Aggiungere i funghi Shiitake e i germogli di bambù

Unire la salsa di soia, il brodo e la maizena in un bicchiere e mescolare delicatamente

Aggiungere la miscela in padella con il pollo, funghi e bambù e lasciare cuocere ancora per qualche minuto…. lasciar scendere il miele sul pollo ( o dal tubetto o con un cucchiaio) e spolverate sopra i pistacchi interi o tagliati grossolanamente come granella.

Togliere dal fuoco e servire il pollo con funghi e bambù.

RISO ALLA CANTONESE

BIMBY

Ingredienti

  • 3 uova
  • 700 g di acqua
  • 320 g di riso Baroe Brand
  • 200 g di pisellini (o piselli fini surgelati)
  • 150 g di prosciutto cotto (tagliato spesso)
  • 40 g olio extravergine di oliva
  • ⅓ di misurino di salsa di soia salata
  • 4 cm di porro
  • Sale q.b.

PREPARAZIONEMetti nel boccale 3 uova e un pizzico di sale 5 Sec. Vel. 4.Fodera il vassoio del Varoma con carta forno, versa il composto di uova e tieni da parte.Versa nel boccale 700 g di acqua, metti nel cestello 320 g di riso, chiudi il coperchio e bagna il riso 5 Sec. Vel. 6.Disponi 200 g di piselli nella campana del Varoma, posiziona il vassoio con  il composto di uova e metti il Varoma sul boccale. Cuoci 15 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Nel frattempo taglia a cubetti 150 g di prosciutto cotto e tieni da parte.

Trasferisci il riso e i piselli su un vassoio largo per farlo freddare velocemente e tieni da parte la frittatina.

Prepara il condimento: versa nel boccale svuotato 40 g di olio, 4 cm di porro a pezzi, ⅓ di misurino di salsa di soia, frulla 10 Sec. Vel. 510 Sec. Vel. 6 e 10 Sec. Vel. 7. Tieni da parte.

Taglia a striscioline sottili la frittatina ormai fredda e uniscila al riso, unisci anche il prosciutto cotto tenuto da parte.

Condisci con la salsa di porro e soia. Assaggia e regola di sale.

SENZA BIMBY

  • 300 grammi di riso semifino
  • 150 grammi di prosciutto cotto in una sola fetta
  • 100 grammi di pisellini surgelati
  • 3 uova
  • 1 cipollotto piccolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

PREPARAZIONE

Portare ad ebollizione abbondante acqua in una casseruola per la cottura del riso.

Tagliare il prosciutto a minuscoli dadini e saltarlo nel wok a fuoco alto senza alcun condimento, toglierli dal fuoco e tenere da parte.

Sbattere le uova con poco sale e pepe e cuocerle in padella con un filo d’olio per ottenere una frittatina. Toglierla dal fuoco e con i rebbi di una forchetta stracciarla riducendola e pezzetti molto piccoli. Tenere da parte.

Stufare il cipollotto tritato in poco olio e tenerlo da parte.

Gettere nell’acqua in ebollizione salata il riso e i pisellini, lasciare sobbollire fino a che il riso non è cotto a dente, poi scolare il tutto.

Saltare nel wok il riso e i piselli con tutti gli altri ingredienti e servire immediatamente con un filo d’olio ed una macinata di pepe.

PANINI CINESI COTTI AL VAROMA E AL VAPORE

chinese steamed white buns

INGREDIENTI METODO TRADIZIONALE

  • 2,5 GR Lievito Di Birra Disidratato
  • 250 GR di Farina
  • 13 GR Olio Di Oliva Extravergine
  • 150 GR Latte
  • 18 GR Zucchero

PREPARAZIONE

Dovrete versare in una ciotola ( o anche planetaria) la farina, lo zucchero, metà latte e il lievito di birra.

Impastate (con il gancio) e nel frattempo dovrete  aggiungete a filo il restante latte.

Dovrete continuare ad impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto elastico e omogeneo.

Aggiungere  l’olio extravergine, impastate e poi trasferite il composto su di un piano di lavoro.

Ultimate lavorando con le mani fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Dovrete fare riposare l’impasto dei panini cinesi per almeno 30 minuti , copritelo  con una canovaccio da cucina.

Passato il tempo di 30 minuti, dovrete provvedere a  stendere l’impasto su un piano leggermente infarinato ,  devi ottenere un rettangolo di circa 40 x 26 cm.

Dovrete piegare in 3 l’impasto e stendetelo di nuovo realizzando un altro rettangolo.

A questo punto, dovrete coprire nuovamente con un canovaccio pulito e fate riposare per circa 10 minuti. Arrotolate l’impasto partendo dal lato più lungo.

Dovrete ottenere una sorta di cilindro di circa 6 cm di diametro.

Con l’aiuto di un coltello, provvedete a  tagliare i bordi del cilindro e ricavatene 6 rotolini Tutti delle stesse dimensioni.

Dovrete mettere  i panini all’interno di una vaporiera. Ricordate di adagiare i rotolini di impasto su dei quadratini di carta forno e di distanziarli tra loro perché in cottura lieviteranno ancora ( attenzione che si attaccheranno tra di loro).

Coprite con il coperchio, lasciate lievitare per circa 20 minuti, accendete il fuoco e fate cuocere a vapore per circa 25 minuti.

INGREDIENTI BIMBY

  • 130 g di acqua
  • 5 g di zucchero
  • 5 g di lievito di birra essiccato
  • 250 g di farina 0
  • ½ cucchiaino di sale

PREPARAZIONE

Versate nel boccale 130 g di acqua, aggiungere 5 g di lievito di birra essiccato, 5 g di zucchero e mescolare 5 Sec. Vel. 4.

Aggiungere 250 g di farina 0, ½ cucchiaino di sale e impasta 3 Min. Vel. Spiga.

Formate una palla con l’impasto, mettetelo in una ciotola coperta a lievitare per circa 1 Ora, in un luogo caldo e lontano da correnti d’aria.

Stendere l’impasto in un rettangolo di circa 5 mm di spessore, poi arrotolalo su se stesso.

Tagliare il rotolo in 6 parti: dividilo prima a metà, poi dividi ogni metà in 3 parti, per ottenere panini di uguale misura.

Foderare il Varoma con della carta da forno bagnata e strizzata e sistema i panini ben distanziati tra loro. Lascia lievitare 1 Ora.

Versare nel boccale 1 litro e ½ di acqua, posiziona il Varoma sul coperchio e cuoci i panini 25 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Apri il Varoma e lascia freddare i panini su una griglietta prima di portarli in tavola.

PANINI CINESI BICOLORE

INGREDIENTI

  • Impasto bianco
  • 230 gr di farina bianca 0
  • 110 gr di acqua
  • 25 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato (circa 1 cucchiaino o 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 5 gr di olio d’oliva
  • Impasto nero
  • 240 gr di farina 0
  • 25 gr di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito di birra disidratato (circa 1 cucchiaino o 10 gr di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 5 gr di olio d’oliva

PREPARAZIONE

Iniziamo preparando l’impasto bianco.

Mettere acqua, zucchero e lievito di birra nel boccale lavorando 30 sec a 37°C vel.3.

Aggiungere farina, sale, lievito per dolci ed impastare 30 sec. vel.6.

Aggiungere l’olio, 3 min vel spiga.

Togliere l’impasto e coprirlo con un panno, lasciandolo lievitare fino a che non raddoppia di volume

Preparare l’impasto nero seguendo gli stessi procedimenti per il bianco, aggiungendo il cacao insieme alla farina, lasciando poi lievitare anche questo fino a che non raddoppia di volume.

Stendere i due impasti su un ripiano infarinato della grandezza simile ad un foglio di carta A4

Sovrapporre l’impasto nero sopra al bianco allineandoli per bene ed arrotolarli formando un rotolo lungo il lato lungo.

Tagliare il rotolo a fette di circa 2 cm, sistemare i panini/girelle nel vassoio e nel recipiente del varoma, entrambi leggermente oliati e lasciar lievitare coperti per un’ora circa.

Versare 500 GR  di acqua nel boccale, posizionare il varoma e cuocere 27 min a temp. varoma, vel mescolamento.

Una volta terminata la cottura, aspettare qualche minuto prima di togliere il varoma e togliere il vassoio.

INVOLTINI PRIMAVERA

  • 180 g di riso originario
  • 180 g di farina 00
  • 900 g di acqua
  • 60 g di olio di semi di mais
  • 50 g di porro mondato
  • 200 g di verza riccia mondata (circa 250 g di verza da pulire)
  • Una carota pelata
  • 2 zucchine napoletane
  • 100 g di germogli di fagiolo mungo detti di soia
  • ½ misurino di salsa di soia salata
  • Un albume d’uovo per “incollare” gli involtini
  • Olio di semi di arachide q.b.

 PreparazioneMetti nel boccale 180 g di riso 30 Sec. Vel. 10.Aggiungi 180 g di farina 00, 900 g di acqua 15 Sec. Vel. 7 e conserva la pastella in frigo per 30 Min.Metti 50 g di porro a fiammifero, 60 g di olio 5 Min. 90°nAntiorario Vel. Soft.Aggiungi 200 g di verza a listarelle, 1 carota a fiammifero, ½ misurino d’acqua 5 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft.

Taglia a fiammifero la parte verde di 2 zucchine, metti nel boccale con 100 g di germogli di soia e ½ misurino di salsa di soia 2 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft. Metti via a freddare.

Scalda un padellino antiaderente, versa un mestolino di pastella e cuoci a fiamma moderata finché la sfoglia si stacca dal fondo. Rovescia sul piano di lavoro per far freddare.

Disponi il ripieno sulla metà inferiore della sfoglia, piega il bordo inferiore verso l’alto fino a metà della sfoglia, passa l’albume sui lati e piega verso il centro i bordi laterali.

Passa l’albume sul bordo in alto e arrotola l’involtino.

Friggi in olio di arachide caldo fino a doratura.

SENZA BIMBY

  • 12 fogli di pasta per wonton
  •  2  carote
  • 1 costa di  sedano
  •  1 cipollotto
  •  3 foglie di verza
  •  100 gr di germogli di soia
  •   sale
  •  olio di semi

PREPARAZIONE

Pulite, lavate e tagliate le verdure a listarelle sottilissime.n una wok fate imbiondire la cipolla in un paio di cucchiai di olio di semi, aggiungete a cascata il sedano e le carote e infine i germogli di soia e la verza. Salate, aggiungete 1 tazzina d’acqua, coprite e lasciate appassire le verdure per una decina di minuti.Una volta pronte le verdure, togliere il coperchio e lasciar asciugare l’acqua.Quando le verdure saranno completamente raffreddate, disporre la pasta per wonton su una spianatoia cosparsa di farina e versare una cucchiaiata di ripieno per gli involtini al centro della sfoglia.Il procedimento per chiudere gli involtini primavera è facilissimo:

1.Arrotolate la punta della pasta verso l’alto
2.Chiudete gli angoli laterali
3.Arrotolate l’involtino su se stesso
4.Richiudete la punta spennellando con un po’ d’acqua.Disponete gli involtini primavera in un piatto da portata cosparso con un po’ di farina e metteteli in frigo per circa 10 minuti.Scaldate l’olio di semi in una wok o in una pentola dai bordi alti e friggete gli involtini primavera un paio minuti per lato o finché non saranno dorati. Scolateli su della carta assorbente e teneteli in caldo mentre friggete gli altri.Trasferite gli involtini primavera su un piatto da portata e serviteli con salse a piacere, noi abbiamo usato la salsa di soia e la salsa agrodolce.

Ravioli di gambero al vapore

Ravioli di gambero al vapore

Ingredienti

  • Per l’impasto
  • 120 g acqua
  • un quarto di cubetto lievito di birra
  • 200 g farina 00
  • un pizzico sale fino
  • Per il ripieno
  • 1 (piccola) carote
  • 1 (piccolo) porro
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • 300 g gamberi
  • 30 g vino bianco
  • un pizzico sale fino
  • q.b. verza

Come cucinare la ricetta

Per l’impasto

  1. Mettere nel boccale l’acqua e il lievito: 15 sec. vel. 2.
  2. Aggiungere la farina: 30 sec. vel. 4.
  3. Poi: 1 min. vel. Spiga.
  4. Trasferire l’impasto in una terrina e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume (circa un’ora).

Per il ripieno

  1. Mettere nel boccale la carota e il porro a pezzi: 10 sec. vel. 5.
  2. Aggiungere l’olio: 3 min. 100° vel. 2.
  3. Aggiungere i gamberi: 3 min. 100° vel. 2.
  4. Aggiungere il vino e aggiustare di sale: 40 sec. vel. 4.
  5. Mettere da parte il ripieno.

Per i ravioli

  1. Stendere l’impasto lievitato in una sfoglia molto sottile, stando attenti a non romperla.
  2. Con un coppa pasta (o un bicchiere abbastanza grande) realizzare dei dischi di circa 10 cm di diametro.
  3. Riempirli con il ripieno e chiudeteli a mezzaluna per dare la classica forma del raviolo.
  4. Mettere nel boccale (anche sporco) 400 g di acqua: 10 min. 100° vel. 1.
  5. Foderate il vassoio Varoma con foglie di verza (o di lattuga) e posizionarci i ravioli: 15 min. 100° vel. 1.
  6. Impiattare e servire subito.

Marmellata di mandarini cinesi

Ingredienti

  • 1 kg mandarini cinesi
  • 900 g zucchero semolato
  • 20 g succo di limone
  1. avare i mandarini e lasciarli per 30 minuti in acqua.
  2. Mettere nel boccale i mandarini (tagliati a metà e senza semi) e il succo di limone: 10 sec. vel. 5.
  3. Aggiungere lo zucchero: 25 min. temp. Varoma vel. 3.
  4. Controllare la cottura con la prova piattino e, se necessario, proseguire ancora qualche minuto.
  5. Trasferire la marmellata nei barattoli sterilizzati, chiuderli e capovolgerli per il sottovuoto.

Tagliolini cinesi

Chinese food – Beef lo mein

Ingredienti

  • Tagliolini 300 g
  • Carne di maiale 100 g
  • Gamberetti 100 g
  • Germogli di bambù 50 g
  • Carote 1
  • Funghi cinesi neri 4
  • Radice di zenzero 2 cm
  • Aglio 2 spicchi
  • Vino di riso 1 cucchiaio
  • Erba cipollina q.b.
  • Scalogni 4
  • Olio di semi 3 cucchiai
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

PREPARAZIONE

Ammollate i funghi in acqua calda per 20 minuti dopo averli sciacquati per eliminare la polvere. Trascorso questo tempo, eliminate la parte centrale dura e tagliateli a listarelle sottili.

Tagliate la carota sbucciata e il bambù a bastoncini sottilissimi. Tritate finemente insieme l’aglio e lo zenzero sbucciati. Sbucciate e affettate gli scalogni, friggeteli in 2 cucchiai d’olio finché saranno ben dorati e scolateli su carta assorbente.

Mettete i tagliolini in una ciotola e copriteli con acqua bollente: lasciateli ammorbidire per diversi minuti, quindi separateli delicatamente con una forchetta e scolateli. Se usate i tagliolini italiani, lessateli, scolateli al dente e sciacquateli sotto l’acqua corrente

Scaldate l’olio in un wok a fuoco vivace oppure in una grande padella antiaderente e fatevi soffriggere l’aglio e lo zenzero per 1 minuto, mescolando sempre. Unite quindi i bastoncini di verdure, i funghi, la carne e i gamberetti e friggete per alcuni minuti, sempre mescolando.

Unite i tagliolini e, dopo 1 minuto, l’erba cipollina, sale, pepe, e il vino. Rimestate ancora per 1 minuto e servite subito con gli anelli di scalogno fritti

Gnocchi di Riso saltati con Gamberi e Verdure

200 g Gnocchi di Riso cinesi secchi 150 g Code di Gamberi pulite 1 unità Zucchina media(200g circa) ½ unità Cipolla 2 unità Carote piccole(circa 120g totali) 30 g Germogli di Soia ½ unità Peperone Verde(circa 130g) 30 ml Salsa di Soia 2 cucchiaino Semi di Sesamo 1 unità Brodo Vegetale concentrato in gelatina 2 cucchiaio Olio di semi Sale q.b.

Tagliamo in due una cipolla e affettiamone una delle due metà.2

Peliamo poi le carote e tagliamole in striscioline.3

Tagliamo quindi la zucchina à-la-julienne e il peperone in strisce di mezzo centimetro di spessore.4

Laviamo, infine, i germogli di soia.5

Poniamo sul fuoco una padella dal bordo alto (o meglio ancora un wok se lo avete a disposizione) con un giro abbondante di olio di semi.6

Scaldiamo l’olio a fuoco medio e aggiungiamo la cipolla, il peperone e le carote affettate in precedenza.

Saltiamo il tutto per un paio di minuti, dopodiché integriamo mezzo bicchiere di acqua e il brodo vegetale concentrato (alternativamente potete utilizzare un dado da cucina).8

Mescoliamo le verdure fino a quando il brodo non si sarà completamente diluito, copriamo con un coperchio e lasciamo stufare a fuoco basso per una decina di minuti.9

Puliamo le code di gamberi (noi usiamo le mazzancolle), rimuovendo il carapace e lasciando, eventualmente a fini estetici, la pinna sull’estremità.10

Passati i 10 minuti di cottura possiamo aggiungere la zucchina affettata, i gamberi e i germogli di soia e insaporire con una presa di sale e la salsa di soia.

Mescoliamo nuovamente e lasciamo cuocere per un altro paio di minuti a pentola coperta.Alziamo ora la fiamma in modo da far sfrigolare il condimento e buttiamo finalmente gli gnocchi di riso, oramai ammorbiditi.

Saltiamo il tutto per qualche minuto, cuocendo e condendo uniformemente gli gnocchi cinesi.14

Impiattiamo e spolverizziamo infine il tutto con un cucchiaino di semi di sesamo.

Spaghetti di Soia con Pollo, Arachidi e Lime

110 g Spaghetti di soia cinesi 180 g Petto di Pollo 30 g Arachidi Sgusciate 40 ml Salsa di Soia ½unità Cipolla grande(circa 80g) 2 unità Carota piccole(circa 100g) 1 unità Zucchina Media(circa 150g) 30g Zenzero fresco 1cucchiaio Olio di Semi

Recuperiamo una cipolla, sbucciamola e tagliamola a metà.2

Sminuzziamo quindi una delle due metà in piccoli dadini, simili a quelli che si preparano per il soffritto (la seconda metà può essere riposta invece nel frigorifero per un uso futuro).3

Sbucciamo poi le carote e tagliamole à la julienne.4

Laviamo quindi la zucchina e affettiamola grossolanamente in listarelle.5

Recuperiamo infine la radice di zenzero fresca, peliamola e tagliamone 30g in fette molto sottili.

Le verdure sono pronte, possiamo passare ai fornelli. Scaldiamo una padella a fuoco medio, dopo aver versato un giro di olio si semi.7

Quando questo si sarà riscaldato aggiungiamo lo zenzero e soffriggiamolo per circa un minuto.8

Aggiungiamo poi la cipolla, le carote tagliate à la julienne, la zucchina affettata e una tazzina di acqua.9

Lasciamo stufare il tutto per circa 5 minuti, mescolando periodicamente gli ingredienti in modo da cuocerli uniformemente. Nel frattempo tagliamo i petti di pollo il striscioline, larghe più o meno un centimetro.10

Trascorsi i primi 5 minuti di cottura, integriamo il pollo alle verdure e circa 3/4 della salsa di soia indicata negli ingredienti. Mescoliamo in modo da uniformare il brodo di cottura. Continuiamo la cottura a fuoco medio per circa 10 minuti, coprendo eventualmente con un coperchio e assicurandoci che tutta la carne cuocia in modo omogeneo.11

Recuperiamo poi le arachidi e tritiamole grossolanamente con un coltello. Aggiungiamo il trito così ottenuto nella padella con il resto del condimento.12

Mettiamo quindi in ammollo i noodle di soia in una scodella di acqua fredda e lasciamoli ammorbidire.13

Spremiamo infine il lime e aggiungiamo il succo al condimento, mescolando per omogeneizzare il brodo.

Ora che il condimento è pronto e i noodle si sono ammorbiditi, possiamo terminare la preparazione della nostra ricetta. Per far ciò iniziamo scolando gli spaghetti di soia e gettiamoli poi nella padella.15

Saltiamoli quindi per un paio di minuti a fiamma vivace, mescolando il tutto in modo da cuocerli e insaporirli usando il brodo del condimento. Aggiungiamo, infine, la salsa di soia rimanente.16

Gli spaghetti cinesi sono pronti. Non ci resta che impiattarli e distribuire su ogni porzione le arachidi tritate prima di portare il piatto in tavola.

Riso saltato con Verdure

Per il riso 180 g Risovarietà Roma 360 g AcquaPer il condimento 1 unità Carotacirca 100g 1unità Peperone rosso o arancionecirca 100g 2 unità Cipollotti bianchicirca 200g 40 g Salsa di Soia 1 cucchiaio Salsa di Ostriche 8 cucchiaio Olio di Semi

Recuperiamo come prima cosa il 180g di riso Roma e versiamolo in una pentola dai bordi alti o in una scodella capiente.2

Riempiamo la pentola per metà con acqua del rubinetto e, aiutandoci con le mani, sciacquiamo il riso per eliminare l’amido superficiale (vedremo l’acqua diventare via via più torbida).3

Scoliamo poi il riso con l’aiuto di un colino o di uno scolapasta e riversiamolo nella pentola. Aggiungiamo nuovamente l’acqua e ripetiamo più volte l’operazione di lavaggio, fino a quando l’acqua non risulta limpida.

Una volta terminato il lavaggio del riso, scoliamolo per bene e versiamolo nella pentola di cottura. Aggiungiamo poi 360g di acqua, copriamo con un coperchio e accendiamo il fornello, facendo cuocere a fiamma media.5

Continuiamo la cottura del riso, fino a quando non avrà assorbito interamente l’acqua (ci vorranno circa 10/12 minuti). Mentre il riso cuoce, dedichiamoci alla preparazione del condimento a base di verdure.

Come già detto, passiamo ora alla preparazione del condimento di verdure, in cui salteremo il riso. Recuperiamo per prima cosa una carota, eliminiamo le estremità e peliamola.7

Tagliamola quindi in due metà e con l’aiuto di un pelaverdure o di una mandolina ricaviamo delle lunghe fette sottili. Se non avessimo la mandolina, possiamo tranquillamente utilizzare un coltello ed effettuare un taglio “à la julienne”.

Prendiamo poi il peperone e laviamolo. Tagliamolo quindi a metà ed eliminiamo il picciolo e i semini.9

Dividiamolo poi in falde e affettiamo ognuna di esse in striscioline larghe più o meno mezzo centimetro.

In ultimo eliminiamo le radici dai cipollotti bianchi e, se dovessero essere rovinate, le cime delle foglie.11

Tagliamoli poi a metà per il lungo e affettiamoli trasversalmente, ricavando tante mezze lune.

Ora che le verdure sono pronte, possiamo passare alla preparazione vera e propria del condimento. Mettiamo per prima cosa sul fuoco a fiamma viva il wok e versiamo al suo interno abbondante olio di semi (8 cucchiai circa).13

Versiamo al suo interno le fette di carota, il peperone tagliato in striscioline e i cipollotti. Saltiamo le verdure a fiamma viva per 5 minuti.

Aggiungiamo poi un cucchiaio abbondante di salsa d’ostriche.15

Allunghiamo poi il condimento con 40g di salsa di soia. Mescoliamo gli ingredienti in modo da insaporire le verdure per altri 2 o 3 minuti.

Aggiungiamo infine il riso, che nel frattempo avrà assorbito l’acqua e terminato la sua cottura. Mescoliamo e saltiamolo assieme alle verdure, sempre a fuoco vivo, in modo che assorba il condimento e prenda sapore. Dopo un paio di minuti potremo servire il nostro riso saltato con verdure, un piatto che farà invidia al vostro ristorante cinese preferito.

Pollo allo Zenzero

400 g Petti di Pollo20g di Radice di Zenzero fresca, 1 Peperone medio (circa 200 g), 80 g di Porro, 1 Cipolla media, 80ml di Salsa di Soia, Cuore di brodo di pollo concentrato, Sale e Pepe q.b. 20 g Radice di Zenzero fresca 1 unità 1 Peperone Rosso medio(circa 200g) 80 g Porro 1 unità Cipolla media 40 ml Salsa di Soia Brodo di pollo concentrato in gelatina(o un dado) 2 cucchiaio Olio di semi Sale e Pepe q.b.

Recuperiamo come prima cosa la radice di zenzero e tagliamo una delle estremità in modo da ottenere un pezzo da circa 25/30g. Abbondate tranquillamente… se anche fosse qualche grammo in più non sarebbe un problema2

Rimuoviamo quindi lo strato di buccia e tagliamo il cuore così ricavato in fettine, il più possibile sottili.3

Sbucciamo successivamente la cipolla, tagliamola a metà e affettiamola trasversalmente rispetto agli anelli, ricavando archetti di due/tre millimetri di spessore.4

Laviamo poi il peperone, rimuoviamo il picciolo e dividiamolo a metà per la sua lunghezza. Tagliamolo quindi in striscioline di circa un centimetro di spessore.5

Laviamo infine il porro e tagliamolo in rondelli partendo dall’estremità delle radici.ù

Mettiamo ora sul fuoco una padella (o meglio ancora un wok cinese) con due cucchiai di olio di semi e scaldiamo per un minuto.7

Una volta che l’olio sarà caldo aggiungiamo lo zenzero tagliato in precedenza.8

Lasciamo cuocere lo zenzero per un minuto circa, trascorso il quale aggiungiamo le striscioline di peperone e mezzo bicchiere di acqua.

Copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere per una decina di minuti, ricordandoci di mescolare in modo cuocere uniformemente gli ingredienti.10

Una volta che i peperoni si sono ammorbiditi, uniamo il cuore di brodo di pollo concentrato (o in alternativa un dado da cucina) e un altro mezzo bicchiere di acqua.11

Integriamo quindi la cipolla, una presa abbondante di sale e la salsa di soia.

Mescoliamo il tutto e lasciamo continuare la cottura per ulteriori 5 minuti a fuoco basso. Se durante questo periodo gli ingredienti dovessero asciugarsi, aggiungiamo ulteriore acqua e mescoliamo.13

Recuperiamo i petti di pollo, eliminiamo l’eventuale grasso, tagliamoli trasversalmente in striscioline di circa 1cm di larghezza e infariniamo abbondantemente.14

Trascorsi i 10 minuti di cottura delle verdure, aggiungiamo le striscioline di pollo e mezzo bicchiere di acqua, in modo da impedire che la farina faccia addensare rapidamente il brodo.

Copriamo la padella e lasciamo cuocere la carne, ruotandola periodicamente con un paio di pinze da cucina per 5 minuti.16

Aggiungiamo infine il porro tagliato a rondelle e terminiamo il piatto cuocendo per ulteriori 10 minuti, fino a quando il brodo non si sarà addensato, formando una gustosa crema.

Possiamo finalmente impiattare e spolverizzare con un pizzico di pepe. Il pollo allo zenzero cinese è finalmente pronto.

Pollo agli Anacardi Cinese

400 g Filetto di Pollo 100 g Anacardi 2 unità Cipolle Piccole(circa 100 g) 1 unità Peperone Grande(circa 400 g) 70 g Porri 10 g Zenzero Fresco 50 ml Salsa di Soia Farina q.b. Brodo Vegetale concentrato (o 1 dado) 2 cucchiaio Olio di Semi

Recuperiamo, innanzitutto, lo zenzero fresco (vista la quantità richiesta dovremo probabilmente tagliare una piccola estremità di una radice più grande) e rimuoviamo la scorza, poi affettiamolo e schiacciamo le fettine appena ottenute con un pestacarne o un bicchiere (lo aiuterà a sprigionare il suo caratteristico aroma).2

Recuperiamo quindi le cipolle; sbucciamole e tagliamole due volte longitudinalmente in modo da ottenere 4 spicchi.

Laviamo infine il peperone e rimuoviamo la calotta e la base.4

Tagliamolo successivamente a metà e, dopo averlo ripulito dai semini, affettiamolo in quadratini di un paio di centimetri di lato.5

Versiamo ora un giro abbondante di olio di semi in una casseruola capiente e mettiamola sul fuoco a scaldare.6

Integriamo quindi il peperone affettato e lo zenzero e saltiamoli su fuoco vivace per circa tre minuti.

Una volta che l’olio si sarà insaporito, aggiungiamo un bicchiere di acqua e il brodo vegetale concentrato in gelatina (in alternativa possiamo usare un dado vegetale da cucina) e mescoliamo fino a quando quest’ultimo non si sarà completamente sciolto.8

Recuperiamo ora il controfiletto di pollo e tagliamolo in bocconcini.Infariniamo i bocconcini di pollo e buttiamoli in casseruola assieme alle cipolle tagliate a spicchi. Aggiungiamo mezzo bicchiere di acqua, copriamo nuovamente e lasciamo stufare per altri 10 minuti circa.Quando il brodo avrà iniziato a ritirarsi, uniamo la salsa di soia e gli anacardi (vi suggeriamo di non aggiungere ulteriore sale, in quanto sia la salsa di soia, sia gli anacardi sono sufficienti a conferire sapore al nostro piatto).

Mescoliamo il tutto, in modo da omogeneizzare il brodo di cottura con la salsa di soia appena versata. Copriamo nuovamente con il coperchio e lasciamo avanzare la cottura.12

In ultimo tagliamo il gambo di porro (noi lo abbiamo tagliato seguendo la sua lunghezza per dare un po’ di “corpo” agli ingredienti, ma potete scegliere tranquillamente di affettarlo ad anelli) e integriamolo una volta trascorsi circa 5 minuti da quando abbiamo aggiunto la salsa di soia.

Continuiamo a stufare gli ingredienti fino a quando il brodo di cottura non si sarà ristretto, formando un condimento denso, ma non eccessivamente cremoso (serviranno più o meno altri 5 minuti)

Spaghetti Cinesi con Carne Piccanti

200 g Spaghetti Cinesi 2 unità fette di Scamone di Vitellone (circa 230 g)(circa 230 g) 1 unità Cipolla grande(circa 180 g) 50 g Peperoncini Piccanti freschi 2 unità Cipollotti bianchi 40 ml Salsa di Soia 3 cucchiaio Olio di Semi Sale q.b.

Recuperiamo la cipolla, sbucciamola e tritiamola grossolanamente, in modo da ottenere dadini di circa mezzo centimetro.2

Prendiamo poi i cipollotti, tagliamo la parte verde del gambo e le radici e affettiamoli longitudinalmente, ricavando delle striscioline.3

Affettiamo infine i peperoncini piccanti a rondelle.4

Passiamo ora alla carne: battiamo con cura le fettine di manzo e tagliamole in striscioline.Mettiamo quindi sul fuoco una padella capiente con un giro abbondante di olio di semi e saltiamo i dadini di cipolla, i cipollotti e le rondelle di peperoncino per un minuto circa.Aggiungiamo infine le striscioline di scamone appena tagliate, mescoliamo. Copriamo con un coperchio e lasciamo cuocere a fuoco vivo per 5 minuti.

Aggiungiamo la salsa di soia per insaporire e, dopo aver mescolato, abbassiamo la fiamma e continuiamo a stufare gli ingredienti a padella coperta.

Mentre il condimento prosegue nella sua cottura mettiamo sul fuoco una pentola colma per metà di acqua e portiamo a ebollizione.9

Prepariamo anche un’insalatiera (o una grande scodella) colma di acqua fredda. Ci servirà per preparare i noodle. A differenza dei più famosi noodle di riso e soia per cui è sufficiente un ammollo in acqua tiepida di qualche minuto, infatti, i vermicelli di fecola devono essere cotti in un modo molto particolare.10

Una volta che l’acqua ha raggiunto l’ebollizione immergiamo gli spaghetti di fecola e lasciamo cuocere per circa 6 minuti.11

Trascorso il tempo di cottura i vermicelli saranno aumentati di volume e avranno assunto un aspetto trasparente e quasi “gelatinoso”. Dovremo allora immergerli rapidamente in acqua fredda per bloccare la cottura (o tenderanno a incollarsi).12

Terminata questa operazione gli spaghetti cinesi saranno finalmente pronti e potranno essere gettati in padella assieme al condimento di carne, cipolle e peperoncini.

Mescoliamo il tutto per un paio di minuti per insaporire i vermicelli e, finalmente, impiattiamo.

Maiale in Agrodolce come al Ristorante Cinese

400 g Filetto di Maiale 400 g Salsa Agrodolce Cinese 1 unità Peperone Giallo (circa 200 g) 250 g Ananas fresco 8 unità Pomodori Ciliegino 2 cucchiaio Olio di Semi Farina q.b. Sale q.b.

Laviamo il peperone ed eliminiamo la calotta. Successivamente tagliamolo prima a metà e, dopo aver eliminato i semi, a quadretti piuttosto grandi.2

Peliamo poi l’ananas fresco, tagliamolo a fette e successivamente in triangolini.

Tagliamo infine i pomodori ciliegino a metà.4

Recuperiamo ora il filetto di maiale, sgrassiamolo e ricaviamone dei bocconcini di 2 o 3 centimetri (l’uso del filetto non è obbligatorio, ma essendo il taglio più tenero e pregiato è anche quello che vi permetterà di ottenere i risultati migliori).

Versiamo quindi in un piatto alcuni cucchiai di farina e infariniamo i bocconcini di maiale appena preparati.6

Recuperiamo una padella capiente (o una casseruola dai bordi bassi) e scaldiamo un cucchiaio di olio di semi.7

Non appena l’olio sarà sufficientemente caldo aggiungiamo i peperoni e saltiamoli per 5 minuti a fuoco vivace, continuando a mescolare in maniera da non bruciarne la superficie.

Aggiungiamo in padella i bocconcini di maiale infarinati e rosoliamoli su tutta la loro superficie, girandoli periodicamente con un paio di pinze da cucina o un cucchiaio di legno (ci vorranno al massimo due o tre minuti di cottura).

Non appena il maiale risulterà uniformemente dorato integriamo una tazzina di acqua, che ci aiuterà a mantenere “umidi” gli ingredienti, copriamo con un coperchio e lasciamo stufare la carne per un paio di minuti.10

Aggiungiamo quindi i pomodori ciliegino tagliati a metà, l’ananas tagliato in triangolini e completiamo con la salsa agrodolce e mescoliamo il tutto.

Abbassiamo infine la fiamma e lasciamo cuocere il maiale in agrodolce per 10 minuti con coperchio.

Salsa Agrodolce Cinese

350 ml Acqua 120 g Zucchero 120 ml Aceto di riso 15 g Amido di mais (Maizena) 3 cucchiaio concentrato di Pomodoro Sale q.b.

Mettiamo in una ciotola 5 cucchiaini di maizena (circa 15g) e una presa di sale.2

Aggiungiamo l’acqua a filo mescolando delicatamente con una frusta in modo da sciogliere i grumi.

Mettiamo quindi sul fuoco a fiamma dolce un pentolino dalle dimensioni adeguate e versiamo in esso la base appena preparata4

Aggiungiamo l’aceto di riso e mescoliamo il tutto.Lasciamo scaldare e integriamo, infine, 3 cucchiai da minestra di concentrato di pomodoro e lo zucchero semolato.

Continuiamo la cottura a fuoco passo per altri 5 minuti, fino a quando la salsa agrodolce non avrà iniziato ad addensarsi

Una volta raggiunta la consistenza desiderata, spegniamo la fiamma, versiamo la salsa agrodolce in una ciotola a parte e lasciamo raffreddare

Gelato Fritto

gelato alla vaniglia artigianale 250 gr Uovo 1f arina di grano tenero bio 150 gr fecola 50 gr zucchero a velo 50 gr Olio per friggere

PREPARAZIONE

Formate delle palline con del gelato alla vaniglia

ancora solido e mettetele a riposare in freezer per almeno 4 ore.

Preparate la pastella, miscelando in una terrina farina, fecola, zucchero a velo, l’uovo e dell’ acqua fredda, fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciatela poi riposare in frigo per circa 1 ora.

Tirate fuori le palline dal freezer, ormai solidificate, e immergetele completamente nella pastella precedentemente preparata, dopodiché rimettetele a riposare in freezer per altre 4 ore.

Riscaldate l’olio per frittura e tuffateci le palline di gelato con la pastella ormai congelata.

Friggetele fino a quando non diventano dorate e croccanti e disponetele su di un foglio di carta assorbente.

Da gustare al momento.

GELATO FRITTO

Ingredienti

  • 6 palline di gelato a piacere
  • 175 g di farina
  • 75 g di fecola
  • 40 g di zucchero a velo
  • Un uovo
  • 200 g di acqua freddissima
  • ½ cucchiaino di lievito per dolci
  • Olio di semi q.b. per friggere

Preparazione

Con il porzionatore per gelato ricava 6 belle palline, riponile nel freezer per 2 Ore su una teglia rivestita di carta da  forno.

Nel frattempo, setaccia insieme 175 g di farina e 75 g di fecola.

Inserisci la farfalla, 40 gr di zucchero a velo metti nel boccale un uovo. 2 Min. Vel. 4.

Aggiungi a poco a poco dal foro 200 g di acqua, lavorando a Vel. 4.

Una volta amalgamata tutta l’acqua, abbassa a Vel. 3 e fai cadere a cucchiaiate la farina e la fecola.

Lavora 2 Min. Vel. 3.

Unisci mezzo cucchiaino di lievito 30 Sec. Vel. 3.

Travasa la pastella in una ciotola e mettila a riposare in frigo.

Una volta che le palline di gelato si sono rassodate, toglile dal congelatore, infila al centro di ciascuna uno spiedino di legno e passale velocemente nella pastella.

Riposizionale sulla teglia coperta di carta da forno e, poi, di nuovo in congelatore per 1 Ora.

Questa operazione di “bagno nella pastella” va ripetuta per altre 2 volte, cambiando ogni volta la carta forno sulla quale devi adagiare le palline e “rifilarle”, togliendo l’eccesso di pastella congelata che inevitabilmente si sarà depositato sul fondo delle palline.

Terminato il terzo bagno, rimettile in congelatore finchè non si induriscono.

Friggi le palline di gelato in abbondante olio bollente (lo spiedino, che serve a maneggiarle con più facilità, va eliminato prima di servire) e toglile non appena dorate.

raccolta detox

oggi per voi una raccolta detox, che fà sempre bene farne uso!!!

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTA DI CUCINA

Centrifuga depurativa carote e mela

Ingredienti

  • 30 g zenzero
  • 2 carote
  • 1 cetrioli
  • 1 mele
  • 1 gambo sedano
  • q.b. acqua
  1. Mettere nel boccale lo zenzero (pulito e a pezzi), le carote, il cetriolo e la mela (pelati e a pezzi).
  2. Aggiungere il gambo di sedano lavato e a pezzi.
  3. Pesare e aggiungere tanta acqua quanto il peso totale degli ingredienti: 30 sec. vel. 7.
  4. Poi: 30 sec. vel. 10.
  5. Filtrare il composto con un colino e trasferire in una bottiglia di vetro.
  6. Consumare preferibilmente entro 24 ore per mantenere intatte tutte le proprietà depurative.

Centrifugati di frutta con il Bimby: kiwi, ananas, mela, carota.

  • 1 kiwi sbucciato
  • 1 fetta ananas
  • 1 mela sbucciata
  • 2 carote pulite
  • acqua minerale naturale fredda

Preparazione

  1. Per prima cosa sbuccia tutta la frutta e la verdura e ricordati di togliere il torsolo e i semi alla mela.
  2. Pesa la frutta e poi prendi altrettanta acqua togliendo 50g al totale.
    Se i tuoi ingredienti puliti peseranno 450g, prendi 400g d’acqua minerale.
  3. Inserisci nel boccale del Bimby tutti gli ingredienti tagliati a pezzettoni e aggiungi l’acqua minerale.
  4. Frulla tutto a velocità 7 per 20 secondi, poi a velocità 10 per altri 20 secondi.
  5. A questo punto devi filtrare tutto in un colino. Se ne possiedi uno a maglia troppo larga, rivestilo con canovaccio pulito e strizza bene.
  6. Bevi subito il tuo centrifugato Bimby per beneficiare di tutte le proprietà nutritive!

Ingredienti:

2 finocchi a pezzetti 
1 gambo di sedano a pezzetti
1 litro di acqua 
2 mele verdi a pezzetti 
½ limone pelato a vivo

Preparazione:

Mettere nel boccale i finocchi, la mela ed il sedano e tritare per 1 minuto a velocità 10.Aggiungere il limone e l’acqua e frullare per 30 secondi a velocità 10. Filtrare e servire.

BEVANDA DRENANTE BIMBY

Ecco gli ingredienti necessari per realizzare il Centrifugato drenante Bimby.

2 finocchi
scorza di limone intera
1 mela verde
1 litro acqua minerale

Passiamo alla fase di preparazione. Laviamo e tagliamo a pezzi i finocchi e la mela. Togliete i filamenti dei finocchi e poi versateli nel boccale del Bimby.

A questi poi andiamo aggiungere anche la scorza di limone e l’acqua minerale.

A questo punto andiamo ad attivare il Bimby. Frulliamo bene il tutto a velocità 7\10 per 20 secondi circa e poi velocità 7\10 antiorario per 20 secondi.

Controllate che non vi siano altri pezzi non frullati. Aiutatevi con una spatola per raccogliere il composto dai bordi.

Poi andiamo a filtrare il composto con un panno pulito, servire il Centrifugato drenante Bimby entro 24 ore.

L’associazione di finocchio e mela attiva proprio un azione detox per il nostro organismo.

Questa bevanda può essere gustata come spuntino a merenda o metà mattina o pomeriggio.

SUCCO VERDE DETOX..RICETTA

INGREDIENTI:

Per un bicchiere di succo verde detox:

  • 1 pera
  • 1 cetriolo medio
  • 2 coste di sedano
  •  mezzo lime

PREPARAZIONE:

Sbuccia la mela e taglia a pezzettini.

Sbuccia il lime, taglialo a metà ed elimina i semi.

Lava il sedano e spezzettalo.

Inserisci tutto nell’estrattore ( o frullatore o bimby)

SMOOTHIE PER DIMAGRIRE E DEPURARE L’ORGANISMO ..

Smoothie per dimagrire e depurare l’organismo all’avocado e porri (detox).

INGREDIENTI

  • 1 porro
  • 1/2 cetriolo
  • 1/2 avocado
  •  5 ravanelli
  • 1 spicchio d‘aglio
  • 1/2 limone.
  • 100 ml di acqua

PREPARAZIONE TRADIZIONALE

Frullare tutti gli ingredienti assieme con l’aggiunta di poca acqua e gustare preferibilmente lontano dai pasti.

PREPARAZIONE CON IL BIMBY

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale con l’aggiunta di poca acqua e frullare; 30 sec. vel.8.

Questo Smoothie grazie alla presenza degli spinaci,  è un concentrato naturale di vitamine e ferro che svolgono sull’organismo un’azione antinfiammatoria e purificante benefica per la pelle, il sangue e per le vie urinarie.

INGREDIENTI

  •  2 manciate di spinaci
  • 1 manciata di lamponi
  •  1 manciata di mirtilli
  • 2 arance da frullare insieme per pochi minuti con l’aggiunta di un pò 100 ml d’acqua per ottenere la consistenza desiderata

PREPARAZIONE TRADIZIONALE

Frullare tutti gli ingredienti assieme con l’aggiunta di poca acqua e gustare preferibilmente lontano dai pasti.

PREPARAZIONE CON IL BIMBY

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale con l’aggiunta di poca acqua e frullare; 30 sec. vel.8.

I benefici di questo smoothie derivano dal grande apporto di vitamine (A, C, K). Dal sapore leggermente dolce e fresco.Ideale  per combattere lo stress, svolge un’azione antinfiammatorio e leggermente diuretica.

INGREDIENTI

  • 2 manciate di cavolo riccio
  • 4 foglie di menta
  •  1 arancia
  • 1/2 limone.
  • 1oo ml di acqua

PREPARAZIONE TRADIZIONALE

Frullare tutti gli ingredienti assieme con l’aggiunta di poca acqua e gustare preferibilmente lontano dai pasti.

PREPARAZIONE CON IL BIMBY

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale con l’aggiunta di poca acqua e frullare; 30 sec. vel.8.

I frullati detox a base di cetriolo sono un vero toccasana. Il cetriolo, infatti, è tra gli ortaggi che offrono la maggiore quantità di proteine e benefici per il corpo umano. Tra i nutrienti che apporta troviamo:

  • Vitamine (A, del gruppo B, C);
  • Antiossidanti;
  • Minerali (magnesio, fosforo, ferro, calcio).

Il cetriolo presenta anche un apporto calorico davvero basso, poiché contiene solo 13 calorie ogni 100 grammi.

Si tratta, inoltre, di un’eccellente fonte di idratazione in quanto è composto per il 95% da acqua. Mangiandone anche la buccia, infine, otteniamo grandi quantità di fibre.

Queste caratteristiche rendono il cetriolo uno degli alimenti più consumati nelle diete dimagranti e depurative.

Frullato di cetriolo e ananas

Anche l’ananas è un frutto che contiene una grande quantità di antiossidanti, minerali e vitamine A e del gruppo B.

Le proprietà dell ‘ananas insieme a quelle del cetriolo, rendono questo frullato un eccellente diuretico che aiuterà a eliminare le tossine accumulatesi nell’organismo e sgonfiare l’addome in poco tempo.

Ingredienti

  • 1 cetriolo
  • 1 tazza di ananas (150 g)
  • 2 cucchiai di miele (50 g)
  • 3 bicchieri di acqua fredda (600 ml)

Preparazione

  • Lavate il cetriolo e, senza sbucciarlo, tagliatelo a pezzetti.
  • Sbucciate l’ananas e tagliatelo.
  • Aggiungete entrambi nel bicchiere del frullatore, versate l’acqua e frullate per 1 minuto.
  • Servite il frullato in un bicchiere e aggiungete il miele.

Modalità di consumo

Bevete un bicchiere di questo frullato a colazione durante 1 settimana.

Per ottenere risultati migliori, vi suggeriamo di berlo senza prima filtrarlo: in questo modo assorbirete tutta la fibra e gli effetti saranno immediati.

Frullato di cetriolo e mele

Tra i migliori frullati detox a base di cetriolo, vi è quello che prevede anche la mela. Quest’ultima riduce il colesterolo, regola i livelli di zucchero nel sangue, contrasta i problemi gastrointestinali ed elimina le tossine.

Il frullato di cetriolo e mela promuoverà il transito intestinale e manterrà l’organismo pulito e privo di tossine.

Ingredienti

  • 1 mela di qualsiasi colore
  • 1 cetriolo
  • 1 gambo di sedano
  • 4 bicchieri d’acqua (800 ml)
  • 4 cucchiai di miele (100 g)

Preparazione

  • Lavate la mela, il cetriolo e il sedano.
  • Tagliate tutti gli ingredienti e private la mela dei suoi semi.
  • Mettete tutto nel frullatore, versate l’acqua e frullate fino a ottenere una miscela omogenea.
  • Servitelo in una tazza e aggiungete il  miele

Modalità di consumo

Bevete tra 1 e 3 bicchieri di questo frullato al giorno, per almeno 2 settimane.

Dovete sapere che questo frullato aiuterà il vostro organismo a disfarsi dei liquidi in eccesso e a bruciare più facilmente i grassi.

Frullato di cetriolo e pomodoro

Anche il pomodoro è un alimento ricco di potassio, antiossidanti e fibre, cosa che lo rende ideale per combattere i problemi cardiovascolari e favorire la digestione.

Questo frullato, dunque, proteggerà il cuore e  vi aiuterà anche a perdere peso in poco tempo.

Ingredienti

  • 1 cetriolo
  • 1 pomodoro rosso
  • 2 bicchieri d’acqua (400 ml)
  • 3 cucchiai di miele (75 g)

Preparazione

  • Lavate il cetriolo e il pomodoro.
  • Tagliateli a pezzetti e metteteli nel frullatore.
  • Aggiungete gli altri ingredienti e frullate fino a ottenere una bevanda priva di grumi.
  • Versate la bevanda in una caraffa.

Modalità di consumo

Potete consumare 1 o 2 bicchieri di questo frullato durante l’arco della giornata, per 2 settimane consecutive.

Per ottenere risultati migliori, dovrete includerlo in una dieta bilanciata che preveda acqua in abbondanza.

Frullato di cetriolo e sedano

Tra i frullati detox a base di cetriolo, uno prevede anche il sedano, i cui componenti più importanti, più che nelle foglie, si trovano nel gambo.

Alla pari del cetriolo, per il 95% è composto da acqua, cosa che lo rende un ottimo diuretico. Contiene anche antiossidanti, vitamine (A e del gruppo B), minerali (potassio e calcio) e oli essenziali.

Il sedano viene comunemente consumato per contrastare la ritenzione idrica, evitare l’infiammazione, depurare l’organismo e migliorare la funzionalità epatica.

Non possiamo dimenticare che è anche in grado di combattere la stitichezza e promuovere il transito intestinale.

Ingredienti

  • 1 cetriolo
  • 2 gambi di sedano
  • 2 bicchieri d’acqua (400 ml)
  • 3 cucchiai di miele (75 g)

Preparazione

  • Lavate bene gli ingredienti per eliminare qualsiasi tipo di sporcizia.
  • Tagliateli a pezzetti e metteteli nel frullatore.
  • Aggiungete l’acqua e il miele e poi frullate per 1 minuto.

Modalità di consumo

L’ideale è bere 1 o 2 bicchieri di questo frullato a digiuno. In questo modo, potrete ottenerne tutti i nutrienti prima di cominciare la giornata.

 Frullato di cetriolo e aloe vera

L’aloe vera contiene una grande quantità di  vitamine, minerali, amminoacidi e antiossidanti che, uniti a quelli del cetriolo, formano un eccellente depurativo naturale.

Ingredienti

  • 1 tazza di ananas (150  g)
  • Il succo di 3 arance
  • 1 foglia di aloe vera
  • 1 cetriolo

Preparazione

  • Lavate tutti gli ingredienti.
  • Spremete le arance e versatene il succo dentro il bicchiere del frullatore.
  • Sbucciate l’ananas e il cetriolo, poi da tagliare a pezzetti, ed estraete il gel dalla foglia di aloe vera.
  • Aggiungete il tutto nel bicchiere del frullatore e frullate fino ad ottenere una miscela omogenea.

Modalità di consumo

Bevete 1 frullato di pomeriggio per 2 settimane.

Consumando questi frullati detox a base di cetriolo, noterete cambiamenti dentro e fuori. Vi sentirete più energici e vi vedrete più sani. Tuttavia, ricordate di unire questi frullati a una dieta sana e attività fisica continua, così da sortire un effetto maggiore.

SUCCO ACE

Ingredienti

  • 600 g di acqua
  • 80 g di zucchero
  • Una mela
  • Una carota
  • Un limone
  • 2 arance
  • 8 cubetti di ghiaccio

Preparazione

Metti nel boccale 600 g di acqua e 80 g di zucchero 10 Min. 100° Vel. 1.

Sbuccia una mela e tagliala a quarti.

Pulisci una carota.

Aggiungi la mela, la carota, il succo di un limone, il succo di 2 arance e 8 cubetti di ghiaccio nel boccale. Frulla 1 Min. Vel. Turbo.

Servi subito.

TRUCCO PER SGONFIARE LA PANCIA VELOCEMENTE

ACQUA TIEPIDA E LIMONE

Al mattino prima di uscire di casa, un bicchiere di acqua tiepida unita al succo di un mezzo limone vi  permetterà  la depurazione delle tossine accumulate durante tutta la notte e vi aiuterà per iniziare la giornata con un minor senso di gonfiore e pesantezza. Questa semplice trucco  è considerato davvero molto efficace per perdere peso in maniera totalmente naturale grazie agli effetti benefici del limone sul nostro corpo.

Centrifugato di Mela, Carote,Sedano , Zenzero e Cetriolo

INGREDIENTI

  • 2 carote pulite
  • 1 gambo sedano + foglie
  • 1 pezzo zenzero fresco
  • 1 mela
  • 1 cetriolo
  • acqua minerale

PREPARAZIONE

sbucciate:carota,zenzero,cetriolo,mela ,lavate il sedano

tagliate gli alimenti a pezzettoni e inseriteli nel boccale  , aggiungete acqua minerale ( l’acqua va pesata in base al peso degli ingredienti es: ingredienti pesano:600 g l’acqua da utilizzare sarà -50 g in base al peso es:550)frullare tutto a velocità 7\10 per 20 secondi circa,poi velocità 7\10 antiorario per 20 secondi. in fine filtrare il composto con un panno pulito,  servire la bevanda entro 24 ore!

ps: le scorie che rimangono dentro il panno possono essere utilizzate come concime per le piante!! 

CENTRIFUGATO DRENANTE

INGREDIENTI BIMBY

  • 2 finocchi
  • scorza di limone intera
  • 1 mela verde
  • 1 litro acqua minerale

Passiamo alla fase di preparazione.

Laviamo e tagliamo a pezzi i finocchi e la mela. Togliete i filamenti dei finocchi e poi versateli nel boccale del Bimby. A questi poi andiamo aggiungere anche la scorza di limone e l’acqua minerale.A questo punto andiamo ad attivare il Bimby. Frulliamo bene il tutto a velocità 7\10 per 20 secondi circa e poi velocità 7\10  per 20 secondi.Controllate che non vi siano altri pezzi non frullati. Aiutatevi con una spatola per raccogliere il composto dai bordi.Questa bevanda può essere gustata come spuntino a merenda o metà mattina o pomeriggio.Poi andiamo a filtrare il composto con un panno pulito, bere il Centrifugato drenante Bimby entro 24 ore.L’associazione di finocchio e mela attiva proprio un azione detox per il nostro organismo.

CENTRIFUGATO DRENANTE DI MELA

INGREDIENTI

  • 2 mele
  • 2 carote
  • 2 gambi di sedano
  • 2 fette di ananas sbucciata
  • mezzo finocchio

PREPARAZIONE

Laviamo e tagliamo a pezzi le carote, ananas e le mele. Togliete i filamenti dei finocchi e del sedano poi versateli nel boccale del Bimby. A questo punto andiamo ad attivare il Bimby. Frulliamo bene il tutto a velocità 7\10 per 20 secondi circa e poi velocità 7\10  per 20 secondi.Controllate che non vi siano altri pezzi non frullati. Aiutatevi con una spatola per raccogliere il composto dai bordi.Questa bevanda può essere gustata come spuntino a merenda o metà mattina o pomeriggio.Poi andiamo a filtrare il composto con un panno pulito, bere il Centrifugato drenante Bimby entro 24 ore

CENTRIFUGATO SEDANO E LATTUGA

INGREDIENTI

  • 3 gambi di sedano
  • 200 gr lattuga
  • 1/2 limoni
  • acqua minerale

PREPARAZIONE

Iniziate a lavare  il sedano e la lattuga. Tagliate tutto a pezzettoni e inseriteli nel coperchio chiuso. Aggiungete acqua minerale in proporzione al peso degli ingredienti utilizzati. Se ad esempio avete preparato ingredienti per 600 g, l’acqua da utilizzare sarà di 50 g inferiore al peso e quindi 550.

Pi frullate tutto a velocità 7\10 per 20 secondi circa, poi velocità 7\10 con funzionamento in senso antiorario per 20 secondi. Infine filtrate il composto con un passino.

Vi coniglio di bere questa bevanda entro 24 ore.

 Centrifugato Antistress alle noci

INGREDIENTI

  • 3 noci
  • 1 banana
  • 1 limone
  • 200 gr di latte parzialmente scremato o acqua
  • 30-50 gr di zucchero
  • 5-7 cubetti ghiaccio

PREPARAZIONE

Metti le noci nel boccale  e trita 30-40 sec. vel.6 (il composto deve essere piu’ o meno tritato a seconda dei vostri gusti!)

Sbucciare la banana e tagliarla a pezzi non troppo piccoli. Versarla all’interno del boccale del Bimby. Unire anche lo zucchero, che può essere ridotto o omesso o ancora sostituito con un cucchiaio di miele. Aggiungere anche il latte a filo ed infine i cubetti di ghiaccio, se si usano. Adesso azionare il Bimby frullando il tutto a velocità Turbo fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo. Versare negli appositi bicchieri lunghi e servire subito.

Centrifuga sgonfiapancia

Ingredienti

  • 1 pezzetto zenzero
  • 2 carote
  • 1 gambo sedano
  • 2 mele
  • succo di mezzo limone
  • 1 litro acqua
  1. Mettere nel boccale lo zenzero e le carote pulite e a pezzi: 2 sec. vel. Turbo.
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungere il sedano, le mele, il succo del limone e metà acqua: 30 sec. vel. 8
  3. Aggiungere l’acqua restante: 30 sec. vel. 8.
  4. Filtrare il composto con un colino a maglie strette, trasferire nei bicchieri e servire subito.

CAROTE E SEDANO

  • 1 carota grande, sbucciata e pulita
  • 2 gambi sedano, ben lavato con foglie
  • 1 limone biologico, pelato a vivo
  • 500 grammi acqua, fresca

Mettere nel boccale la scorza di mezzo limone e tritare 5 sec. vel.7; aggiungere il sedano, la carota e il limone pelato a pezzettoni, tritare 5 sec. vel.7, impostare 5 min. vel 3, filtrare col cestello e imbottigliare, bere entro poche ore.

CAROTA, MELA E ARANCIA CON ZENZERO

Ingredienti

  • 2 carote
  • 3 mele rosse
  • Un’arancia
  • 10 g di zenzero
  • 10 cubetti di ghiaccio

Preparazione

Pulisci e taglia a pezzi 2 carote e metti nel boccale.

Sbuccia 3 mele e un’arancia, tagliale a spicchi e mettile nel boccale.

Metti nel boccale 10 g di zenzero fresco a pezzetti.

Aggiungi 10 cubetti di ghiaccio e frulla 1 Min. Vel. 7,omogeneizza 10 Sec. Vel. Turbo.

RACCOLTA DI CREME DOLCI BIMBY

Oggi voglio proporvi una raccolta di ricette di creme dolci , sempre utile ad avere a portata di mano.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SEMPRE ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

RICETTE DI CREME DOLCI DA REALIZZARE CON IL BIMBY

Solo per voi una raccolta di creme per i dolci da realizzare con il Bimby e senza…vediamo insieme la preparazione….

CREMA CHANTILLY

INGREDIENTI BIMBY

  • 250 ML DI PANNA FRESCA
  • 50 GR DI ZUCCHERO A VELO

PREPARAZIONE

Iniziamo a montare la farfalla nel boccale del Bimby e versare la panna fresca dentro il boccale e iniziate  a montare per 40 secondi velocità 3, aggiungere lo zucchero a velo setacciato.

Montare per altri 20 secondi a velocità 3.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO….VI ASPETTO NUMEROSEEE

CREMA BIMBY

INGREDIENTI

  • 1 LIMONE NON TRATTATO ( SCORZA)
  • 100 GR DI ZUCCHERO
  • 50 GR DI FECOLA DI PATATA
  • 500 GR DI LATTE INTERO
  • 2 UOVA

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale la scorza del limone e  100 gr di zucchero e polverizzare per 20 secondi/ velocità 7.

Unire 50 gr di fecola di patata con 500 gr di latte e 2 uova , cuocete il tutto per  7 minuti/ 90 gradi/ velocità 4.

CREMA PASTICCERA

INGREDIENTI

  • 400 GR DI LATTE TEMPERATURA AMBIENTE
  •  4 TUORLO DI UOVA
  • 150 GR DI ZUCCHERO
  • 40 GR DI FECOLA DI PATATA
  • 1 PIZZICO DI SALE
  • 1 CUCCHIAIO DI ESSENZA DI VANIGLIA

PREPARAZIONE

Inserire tutti gli ingredienti nel boccale del Bimby  e cuocere a 90 gradi/ 7 minuti/ velocità 4.

Lasciatela raffreddare .

CREMA PASTICCERA AL PISTACCHIO

INGREDIENTI

  • 150 GR DI PISTACCHI SGUSCIATI
  • 500 GR DI LATTE
  • 5 TUORLI
  • 100 GR DI ZUCCHERO
  • 50 GR DI MAZEINA
  • UN PIZZICO DI VANIGLIA IN POLVERE
  • UN PIZZICO DI SALE

PREPARAZIONE

Inserire nel boccale del Bimby i 150 gr di  pistacchi sgusciati  e tritare 20 secondi/ velocità 10, il risultato dovrà essere come una pasta.

Versare nel boccale 50 gr di latte e frullare per 10 secondi/ velocità 10.

Versare il restante latte 450 gr , i 5 tuorli, 100 gr di zucchero, 50 gr di mazeina, un pizzico di vaniglia in polvere e cuocere 8 minuti / 90 gradi / velocità 4.

Trasferire tutto in una ciotola e farla riposa , mi raccomando a temperatura ambiente, avvolta nella pellicola trasparente.

CREMA PASTICCERA AL LIMONE 

INGREDIENTI

  • 50 GR DI FARINA 00
  • 4 TUORLI MEDI
  • 1 LIMONE BIO
  • VANIGLIA O VANILLLINA A PIACERE
  • 130 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO
  • 500 ML DI LATTE

PREPARAZIONE

mettere nel boccale del Bimby 130 gr di zucchero e la buccia del limone tritare per  20 secondi / velocità 7.

Aggiungere tutti gli ingredienti  e cuocere per 7 minuti/ 90 gradi/ velocità 4.

mettere la crema in una ciotola e farla riposare .

Crema al limoncello

Ingredienti

  • 140 g zucchero semolato
  • 2 uova
  • 500 g latte
  • 1 fialetta aroma di limone
  • 40 g limoncello
  • 60 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 20 sec. vel. 9.
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungere gli altri ingredienti: 8 min. 90° vel. 4.
  3. Servire subito o conservare in frigorifero coperta con pellicola e utilizzare
  4. Mangiare calda o trasferire in una ciotola e farla raffreddare coperta dalla pellicola per farcire successivamente dolci a piacere.

Crema per pandoro allo spumante

Ingredienti

  • 250 g panna fresca
  • 3 tuorli uova
  • 100 g zucchero semolato
  • 30 g farina 00
  • 120 g spumante dolce
  • 2 g gelatina

PREPARAZIONE

  1. Posizionare la farfalla e mettere nel boccale la panna fredda di frigorifero: 1 min. 30 sec. vel. 3 senza misurino.
  2. Trasferire la panna montata in una ciotola capiente e trasferire in frigorifero.
  3. Mettere nel boccale (anche sporco) i tuorli, lo zucchero, la farina e lo spumante: 10 min. 90° vel. 3.
  4. Aggiungere la gelatina (ammollata in acqua fredda e strizzata): 1 min. vel. 3.
  5. Lasciar raffreddare e poi unire alla ciotola con la panna montata, amalgamando delicatamente il tutto senza smontarla.
  6. Utilizzare la crema per farcire il pandoro tagliato a fette orizzontali e conservare in frigorifero per almeno 4 ore prima di servire.

Crema per farcire senza uova

Ingredienti

  • 1 litro latte
  • 1 bustina vanillina
  • 130 g zucchero semolato
  • 100 g amido di mais

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il latte e la vanillina: 6 min. 80° vel. 4.
  2. Aggiungere lo zucchero e l’amido: 5 min. 100° vel. 4.
  3. Trasferire la crema ottenuta in una ciotola, coprire con pellicola a contatto e lasciare raffreddare completamente.
  4. Utilizzare per farcire cannoli siciliani o altri dolci a piacere.

Crema di nocciole vegan

Ingredienti

  • 80 g nocciole tostate
  • 100 g cioccolato fondente
  • 100 g latte di riso
  • 30 g olio di semi di girasole
  • 50 g zucchero a velo

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale le nocciole: 10 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere il cioccolato: 20 sec. vel. 10.
  3. Aggiungere il latte, l’olio e lo zucchero: 5 min. 50° vel. 4.
  4. Poi: 30 sec. vel. 10.

Crema pasticcera al latte condensato

Ingredienti

  • 400 g latte condensato
  • 400 g latte intero
  • 3 tuorli uova
  • 15 g amido di mais

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il latte e i tuorli: 5 min. 90° vel. 3.
  2. Aggiungere l’amido e il latte condensato: 2 min. 100° vel. 3.
  3. Coprire con pellicola trasparente a contatto, lasciare raffreddare completamente e trasferire in frigorifero fino al momento di utilizzarla per farcire torte o dolci a piacere.

Crema spalmabile alle mandorle

Ingredienti

  • 90 g (pelate e tostate) mandorle
  • 100 g zucchero semolato
  • 100 g cioccolato bianco
  • 100 g cioccolato al latte
  • 90 g olio di semi di mais
  • 200 g latte

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale le mandorle (pelate) e lo zucchero: 2 min. vel. 10.
  2. Aggiungere il cioccolato a pezzi: 30 sec. vel. 5.
  3. Aggiungere l’olio e il latte: 5 min. 50° vel. 4.
  4. Poi: 1 min. vel. 10.
  5. Versare nei barattoli e conservare in frigorifero.

Note

  1. Il tipo di cioccolato può variare a piacere secondo i propri gusti, anche fondente.

Salsa al cioccolato fondente

Ingredienti

  • 300 g cioccolato fondente
  • 200 g latte intero
  • 40 g burro

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il cioccolato a pezzi: 25 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere il latte e il burro: 4 min. 50° vel. 4.
  3. Utilizzare per guarnire panna cotta e semifreddi.

Dulce de leche

Ingredienti

  • 1 litro (fresco) latte intero
  • 350 g zucchero semolato
  • 60 g burro
  • un pizzico bicarbonato

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale tutti gli ingredienti: 40 min. temp. Varoma vel. 4 con il cestello al posto del misurino.
  2. Verificare la consistenza, se troppo liquido proseguire qualche altro minuto (si addenserà in ogni caso raffreddandosi).
  3. Versare in un contenitore di vetro, chiudere ermeticamente e lasciare raffreddare completamente.

Note

  1. Utilizzare a piacere come crema di farcire torte, cornetti, crepes, ecc.

Crema caffè veloce

Ingredienti

  • 50 g zucchero semolato
  • 10 g (tipo Nescafé) caffè solubile
  • 200 g (congelato) latte
  • 50 g (liquido) latte

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero e il caffè solubile: 20 sec. vel. 8.
  2. Aggiungere il latte congelato a cubetti e il latte liquido: 5 min. vel. 5.
  3. Versare nelle tazzine e servite.

Note

  1. La quantità di zucchero può essere variata a piacere secondo i gusti.
  2. La quantità di caffè solubile può variare a seconda del tipo e dell’intensità.
  3. La quantità di latte liquido può variare in base alla densità desiderata.
  4. Per un risultato più cremoso è consigliabile tirare fuori dal congelatore i cubetti di ghiaccio 5 minuti prima dell’utilizzo.

Crema al pistacchio spalmabile

Ingredienti

  • 100 g zucchero semolato
  • 100 g (non salati e puliti) pistacchi
  • 100 g cioccolato bianco
  • 100 g latte intero
  • 80 g burro

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 20 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere i pistacchi: 20 sec. vel. 8.
  3. Controllare di aver tritato bene i pistacchi, se necessario ripetere l’operazione.
  4. Aggiungere il cioccolato: 20 sec. vel. 8.
  5. Aggiungere il latte e il burro: 10 min. 50° vel. 3.
  6. Trasferire la crema in un barattolo di vetro, lasciar freddare e conservate in frigo

Crema di yogurt e banana

Ingredienti

  • 20 g zucchero semolato
  • 4 cubetti ghiaccio
  • 1 banane
  • 250 g yogurt greco
  • 20 g succo di limone

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 10 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere il ghiaccio e la banana tagliata a rondelle: 5 sec. vel. 7.
  3. Posizionare la farfalla e aggiungere lo yogurt e il succo di limone: 1 min. vel. 4.
  4. Versare in una coppetta e servire subito.

Crema pasticcera alle mele

Ingredienti

  • scorza di 1 limone
  • 150 g zucchero semolato
  • 250 g succo di mela
  • 250 g latte
  • 1 intero + 1 tuorlo uova
  • 60 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale la scorza del limone e lo zucchero: 10 sec. vel. 10.
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungere tutti gli altri ingredienti: 8 min. 90° vel. 4.
  3. Trasferire in una ciotola, coprire con pellicola e utilizzare per farcire torte e dolci secondo gusti.

Nutella con le uova di Pasqua

Ingredienti

  • 60 g nocciole tostate
  • 60 g zucchero semolato
  • 150 g Kinder Cioccolato
  • 50 g cioccolato fondente
  • 30 g burro
  • 90 g latte

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale le nocciole e lo zucchero: 30 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere il cioccolato delle uova di Pasqua: 20 sec. vel. 10.
  3. Aggiungere il burro e il latte: 5 min. 50° vel. 4.
  4. Controllare di avere ottenuto un composto denso e cremoso e trasferirlo in un barattolo di vetro.
  5. Lasciare raffreddare completamente e conservare in frigorifero.

Crema all’arancia

Ingredienti

  • 120 g zucchero semolato
  • 3 tuorli uova
  • 300 g latte parzialmente scremato
  • 50 g farina 00
  • un cucchiaino fecola di patate
  • 150 g succo di arancia
  • 1 fialetta aroma di ar
  • 120 g zucchero semolato
  • 3 tuorli uova
  • 300 g latte parzialmente scremato
  • 50 g farina 00
  • un cucchiaino fecola di patate
  • 150 g succo di arancia
  • 1 fialetta aroma di arancia

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 30 sec. vel. 7.
  2. Raccogliere sul fondo e aggiungere i tuorli, il latte, la farina, la fecola, il succo d’arancia e l’aroma: 6 min. 90° vel. 4.
  3. Controllare di avere ottenuto una crema densa (se necessario proseguire qualche altro minuto).
  4. Trasferire in una ciotola e utilizzare per farcire dolci a piacere.

Crema al mascarpone veloce

Ingredienti

  • 2 intere + 1 tuorlo uova
  • 130 g zucchero semolato
  • 500 g mascarpone

PREPARAZIONE

  1. Posizionare la farfalla e mettere nel boccale le uova, il tuorlo e lo zucchero: 6 min. vel. 4.
  2. Rimuovere la farfalla e aggiungere il mascarpone: 2 min. vel. 3.
  3. Versare nelle coppette e decorare oppure utilizzare per tiramisù a piacere.

Crema di latte leggera

Ingredienti

  • 150 g zucchero semolato
  • 1 (la scorza) limone
  • 1 litro latte
  • 1 uova
  • 80 g farina 00
  • 1 bustina vanillina

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero e la scorza di limone: 20 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere tutti gli altri ingredienti: 14 min. 90° vel. 4.

Crema Pan di Stelle

Ingredienti

  • 60 g Pan di Stelle
  • 40 g nocciole tostate
  • 60 g zucchero semolato
  • 100 g cioccolato fondente
  • 100 g cioccolato al latte
  • 90 g olio di semi di mais
  • 200 g latte
  • 5 g cacao amaro
  • 1 bustina vanillina

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale i Pan di Stelle: 5 sec. vel. 4.
  2. Mettere da parte.
  3. Mettere nel boccale (anche sporco) le nocciole e lo zucchero: 2 sec. vel. Turbo.
  4. Aggiungere il cioccolato a pezzi: 10 sec. vel. 10.
  5. Raccogliere sul fondo e ripetere: 2 sec. vel. Turbo.
  6. Raccogliere sul fondo e aggiungere l’olio, il latte, la vanillina e il cacao: 5 min. 50° vel. 3.
  7. Poi: 1 min. vel. 10.
  8. Aggiungere i Pan di Stelle messi da parte: 30 sec. vel. 3.
  9. Trasferire nei barattoli e conservare in frigorifero.

Crema al mandarino

Ingredienti

  • 200 g panna fresca
  • 40 g zucchero a velo
  • 250 g mascarpone
  • 100 g zucchero semolato
  • 120 g (succo) mandarini

PREPARAZIONE

  1. Posizionare la farfalla e mettere nel boccale la panna (fredda di frigorifero) e lo zucchero a velo: 1 min. 30 sec. vel. 3.
  2. Rimuovere la farfalla e mettere da parte la panna.
  3. Mettere nel boccale (anche sporco) il mascarpone e lo zucchero: 1 min. vel. 3.
  4. Aggiungere il succo dei mandarini e la panna: 30 sec. vel. 3.
  5. Utilizzare la crema per farcire dolci a piacere.

Zabaione per farcia

Ingredienti

  • 5 g gelatina
  • 150 g marsala
  • 4 tuorli uova
  • 150 g zucchero semolato
  • 1 vanillina
  • 40 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. In un pentolino, sciogliere la gelatina nel marsala a fuoco medio.
  2. Posizionare la farfalla e mettere nel boccale i tuorli e lo zucchero: 5 min. 70° vel. 3.
  3. Aggiungere tutti gli altri ingredienti: 20 min. 90° vel. 2.
  4. Versare lo zabaione in un contenitore e conservare in frigorifero fino al momento di utilizzare.

Crema al latte di nocciola senza glutine

Ingredienti

  • 500 g latte di nocciole
  • 100 g zucchero semolato
  • 50 g farina di riso

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale tutti gli ingredienti: 10 min. 80° vel. 4.
  2. Servite la crema subito oppure utilizzatela per farcire torte a piacere

Crema pasticcera alla zucca

Ingredienti

  • 1 BIO arancia
  • 250 g (pulita) zucca
  • 2 uova
  • 70 g zucchero a velo
  • 35 g amido di mais
  • 1 cucchiaino cannella
  • 250 g latte

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale la scorza di mezza arancia: 5 sec. vel. 10.
  2. Mettere da parte.
  3. Mettere nel boccale (sciacquato) la zucca: 20 min. 100° vel. 2.
  4. Scolare la zucca dall’eventuale liquido rilasciato e rimetterla nel boccale.
  5. Aggiungere il latte: 10 sec. vel. 8.
  6. Aggiungere le uova, lo zucchero, l’amido, la cannella e la scorza messa da parte: 2 min. vel. 4.
  7. Poi: 8 min. 90° vel. 4.
  8. Controllare la consistenza, se necessario proseguire un altro minuto.
  9. Trasferire in un ciotola, coprire con pellicola e conservare in frigorifero fino al momento di servire (o utilizzarla per farcire dolci a piacere).

Crema pasticcera al cocco

Ingredienti

  • 150 g zucchero semolato
  • 500 g latte intero
  • 100 g farina di cocco
  • 120 g panna liquida per dolci
  • 8 tuorli uova
  • 40 g amido di mais

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 30 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere il latte e la farina di cocco: 8 min. 100° vel. 1.
  3. Lasciare raffreddare nel boccale per 10 minuti quindi filtrare il composto con un colino.
  4. Sciacquare il boccale e mettere dentro il latte appena filtrato.
  5. Aggiungere la panna, i tuorli e l’amido di mais: 7 min. 100° vel. 4.
  6. Versare nelle coppette e lasciar intiepidire leggermente prima di servire oppure utilizzare per farcire pan di Spagna o torte.

Crema pasticcera allo zabaione

Ingredienti

  • 150 g zucchero semolato
  • 400 g latte
  • 60 g farina 00
  • 3 tuorli uova
  • 100 g liquore all’uovo

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 30 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere il latte, il liquore, i tuorli e la farina: 7 min. 90° vel. 4.
  3. Servire subito o utilizzare per farcire dolci a piacere.

Crema pasticcera al cioccolato

Ingredienti

  • 100 g cioccolato fondente
  • 50 g zucchero semolato
  • 125 g latte
  • 125 g panna fresca
  • 2 tuorli uova
  • 10 g amido di mais
  • 20 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il cioccolato fondente a pezzi e lo zucchero: 10 sec. vel. 8.
  2. Aggiungere il latte, la panna, i tuorli, l’amido e la farina: 7 min. 90° vel. 4.
  3. Servire la crema oppure utilizzarla per farcire torte a piacere

Crema pasticcera allo yogurt

Ingredienti

  • 50 g zucchero semolato
  • 1 bustina vanillina
  • 125 g latte
  • 125 g yogurt bianco
  • 2 tuorli uova
  • 30 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero e la vanillina: 10 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere il latte, lo yogurt, i tuorli e la farina: 7 min. 90° vel. 4.
  3. Servire subito o utilizzare per farcire dolci a piacere.

Crema pasticcera al caffè

Ingredienti

  • 140 g zucchero semolato
  • 300 g latte
  • 100 g (moka) caffè
  • 100 g panna fresca
  • 2 tuorli uova
  • 40 g farina 00

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 10 sec. vel. 8.
  2. Aggiungere il latte, il caffè, la panna, i tuorli e la farina: 7 min. 90° vel. 4.
  3. Servire la crema oppure utilizzarla per farcire torte a piacere.

Nutella con olio d’oliva.

Ingredienti

  • 110 g nocciole tostate
  • 60 g zucchero
  • 150 g cioccolato al latte
  • 50 g cioccolato fondente
  • 140 g latte
  • 40 g olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale le nocciole e lo zucchero: 1 min. vel. 10.
  2. Aggiungere il cioccolato: 20 sec. vel. 10.
  3. Aggiungere il latte e l’olio: 8 min. 50° vel. 2.
  4. Poi: 1 min. vel. 10.
  5. Travasare nei barattoli e conservare in frigorifero.

Crema di avocado al cioccolato

Ingredienti

  • 100 g cioccolato fondente
  • 1 avocado
  • 50 g zucchero semolato
  • 130 g latte di mandorla
  • 10 g liquore all’arancia

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il cioccolato a pezzi: 10 sec. vel. 8.
  2. Raccogliere sul fondo: 4 min. 40° vel. 1.
  3. Aggiungere la polpa di avocado e gli altri ingredienti: 30 sec. vel. 10.
  4. Trasferire in frigorifero a riposare per 30 minuti prima di servire o utilizzare per farcire torte o dolci a piacere.

Crema pasticcera agli amaretti

Ingredienti

  • 50 g amaretti
  • 3 tuorli uova
  • 500 g latte
  • 60 g farina 00
  • 70 g zucchero semolato
  • 1 fialetta aroma al rum

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale gli amaretti: 10 sec. vel. 10.
  2. Mettere da parte.
  3. Mettere nel boccale (anche sporco) tutti gli altri ingredienti: 7 min. 90° vel. 4.
  4. Aggiungere gli amaretti: 1 min. vel. 4.
  5. Versare nelle coppette e lasciare raffreddare completamente.
  6. Decorare con qualche pezzetto di amaretto più grosso e a piacere gocce di cioccolato e servire.

Crema inglese

Ingredienti

  • 150 g zucchero semolato
  • 5 tuorli uova
  • 500 g latte intero
  • 1 bustina vanillina

PREPARAZIONE

  1. osizionare la farfalla e mettere nel boccale lo zucchero e i tuorli: 3 min. vel. 3.
  2. Aggiungere il latte e la vanillina: 8 min. 80° vel. 3.
  3. Controllare di avere ottenuto la consistenza desiderata, deve risultare molto morbida ma non liquida, se necessario proseguire qualche altro minuto.
  4. Versare la crema nelle ciotoline, guarnire a piacere e servire.

Nota

  1. La crema inglese è una variante della crema pasticcera, senza farina. E’ indicata per essere servita calda e accompagnare torte o biscotti ma non per farcire.

NAMELAKA AL CIOCCOLATO FONDENTE

6 porzione/porzioni

  • 340 grammi cioccolato fondente
  • 200 grammi latte intero fresco
  • 400 grammi panna da montare fresca
  • 5 grammi colla pesce
Procedimento

Mettere la colla di pesce in un contenitore  con acqua fredda per 10 minuti.

Polverizzare il cioccolato a vel. 7/8 per 10 sec. e mettere a 50* vel 3/4   finche’ si scioglie…..nel frattempo fate scaldare il latte molto bene e a bollore quasi raggiunto mettete all’interno la colla di pesce mescolando fino a quando si scioglie….mescolate la cioccolata a vel. 4/5 mettendo in tre volte il latte……e sempre alla stessa velocità aggiungere la panna fredda da frigo per 30 secondi almeno.

una volta pronto mettere in un contenitore e lasciar riposare nel frigo per almeno 12 ore.

CONSIGLIO

Assicurarsi che il cioccolato sia sciolto completamente…..ne può compromettere la riuscita……..molto da aspettare prima di mangiarlo, ma ne vale la pena.

NAMELAKA AL CIOCCOLATO BIANCO DI LUCA MONTERSINO

  • Cioccolato bianco a pezzetti- 340 g
  •  latte intero fresco- 200 g
  • sciroppo di glucosio- 10 g
  •  gelatina in fogli- 4 g
  •  panna fresca per i dolci- 400 g

Scaldare il latte,  raschiare un baccello di vaniglia e lasciare in infusione per la notte (nella versione originale è previsto l’uso del cardamomo, ma qui non è così facile da reperire e sono rimasta ferma alla classica vaniglia)

Il giorno dopo filtrare e riscaldare nuovamente il latte aggiungendo lo sciroppo di glucosio ed infine la gelatina  reidratata e ben strizzata. Sciogliere il cioccolato bianco tagliato in piccoli pezzi in modo  da evitare di tenerlo troppo al calore ed unire al latte frustando energicamente,Inserire la panna liquida.

Mixare con un minipimer ad immersione  per poco meno di un minuto.

Lasciar riposare in frigorifero fino a rassodamento almeno per una notte

L’indomani a seconda dell’uso che se ne fà può essere consumata così come si presenta o montata in planetaria fino ad ottenere la consistenza desiderata.

Conservare in frigo ben sigillata  un paio d’ore prima di usarla  in sac a poche.

NAMELAKA AL MASCARPONE

Ingredienti:

  • 200 g di latte
  • 9 g di gelatina  + 45 g d’acqua di idratazione (io ne ho usati 8 g)
  • 330 g di cioccolato bianco di buona qualità (io 300 g)
  • 400 g di mascarpone (io 500 g)

Scaldate il latte. Aggiungete la gelatina idratata e strizzata.Scioglietela mescolando.Sciogliete parzialmente il cioccolato e versatelo nel latte caldo. Mescolate con il mixer ad immersione oppure con un cucchiaio.Lavorate a crema il mascarpone con una spatola. Aggiungetelo al composto poco per volta. Mixate. Fate riposare in frigorifero per 12 ore. Prima di utilizzare date una montata con un frullino se volete utilizzarlo con la sac à poche altrimenti potete versare la namelaka direttamente negli stampi.

NAMELAKA AL PISTACCHIO

  • 80 g di pasta di pistacchio di Bronte
  • 200 g di panna zuccherata
  • 4 g di gelatina
  • 6 g di sciroppo di glucosio
  • 100 g di latte
  • 150 g di cioccolato bianco

Per decorare:

  • q.b. pistacchi tritati
  • q.b. bastoncini di cioccolato

In un pentolino sciogliete il cioccolato bianco e unite, amalgamandola, la pasta di pistacchio.Portate ad ebollizione il latte insieme al glucosio poi incorporate la gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda e strizzata. Scioglietela completamente.Versate il latte a filo sul composto di cioccolato e pistacchio, amalgamate delicatamente. Aggiungete infine la panna.Fate raffreddare poi coprite con pellicola a contatto e lasciate cristallizzare per 12 ore in frigorifero.Riempite una sac à poche con la namelaka pistacchio e riempite dei bicchierini o delle coppette, decorate con bastoncini di cioccolato.

NAMELAKA AL CAFFE’

  • 220 gr di cioccolato bianco
  • 4 gr di gelatina in fogli
  • 125 gr di latte intero fresco
  • 6 gr di sciroppo di glucosio (facoltativo)
  • 250 gr di panna fresca
  • 10 gr di caffè liofilizzato

Sciogliere il cioccolato bianco in un bagnomaria o al microonde a media potenza e in più riprese.
Ammorbidire la gelatina in fogli in acqua fredda.
In un pentolino scaldare il latte fino a quasi bollore. Sciogliere il caffè liofilizzato e il glucosio.
Versare il latte sul cioccolato bianco in 3 riprese e mescolando bene.
Miscelate con un mixer ad immersione a velocità minima per evitare di fare inglobare l’aria.
In ultimo aggiungere la panna fresca sempre in più riprese.
Coprire con pellicola a contatto e mettere a riposare in frigo per 12 ore.
All’inizio la crema sarà liquida, è normale.  Con il riposo si rapprenderà e sarà pronta per essere usata come farcitura oppure montata per decorazione.

Namelaka alle arachidi con glassa al caramello e cioccolato

Glassa al caramello e cioccolato al latte
150 g d’acqua
300 g di zucchero
300 g di sciroppo di glucosio
200 g di latte condensato zuccherato
25 g di gelatina con 160 bloom o 20 g di gelatina Pane Angeli
125 g di acqua di ammollo
300 g di cioccolato al latte

Mettere la gelatina in ammollo nei 125 g di acqua.
Bollire insieme l’acqua e lo sciroppo di glucosio per ottenere uno sciroppo.
Mettere lo zucchero in un pentolino e far caramellare, facendo attenzione a non farlo diventare troppo scuro per non bruciarlo.
Togliere dal fuoco e versarvi lo sciroppo caldo in 3 volte, facendo attenzione a non schizzarsi.
Mescolare fino a scioglimento del caramello, se necessario frullare col minipimer.
Pesare il composto ottenuto, dobbiamo avere 750 g di prodotto. Se ne manca un po’ aggiungere acqua.
Aggiungere il latte condensato, la gelatina ammollata e far sciogliere.
Versare questo composto caldo sul cioccolato, in 3 intervalli, mescolando. Emulsionare con un minipimer.
Utilizzare la glassa su dolce congelato a una temperatura di 27°/29°.

Namelaka alla fragola

  • 112 g di  purea di fragole
  • 5 g di glucosio
  • 2,5 g di gelatina
  • 170 g di cioccolato bianco
  • 200 g di panna fresca liquida

Procedimento

Idratare la gelatina in acqua fredda.

Posizionare lo stampo su una teglia che possa entrare in abbattitore o in congelatore.

Sciogliere leggermente il cioccolato al microonde.

Riscaldare la polpa di fragola con il glucosio e aggiungere la gelatina idratata mescolando per scioglierla completamente.

Versare il composto di fragola sul cioccolato ed emulsionare con un frullatore a immersione.

Aggiungere la panna fresca liquida e continuare a emulsionare.

Colare la namelaka negli stampini e trasferire la teglia in abbattitore o in freezer fino a completo congelamento.

NAMELAKA ALLA MANDORLA

  • 80 g di pasta o crema di mandorle
  • 200 g di panna zuccherata
  • 4 g di gelatina
  • 6 g di sciroppo di glucosio
  • 100 g di latte
  • 150 g di cioccolato bianco

Per decorare:

  • q.b. fragole
  • qualche biscotto
  • q.b. bastoncini di cioccolato

In un pentolino sciogliete il cioccolato bianco e unite, amalgamandola, la crema di mandorle.Portate ad ebollizione il latte insieme al glucosio poi incorporate la gelatina precedentemente ammorbidita in acqua fredda e strizzata. Scioglietela completamente.Versate il latte a filo sul composto di cioccolato e mandorle, amalgamate delicatamente. Aggiungete infine la panna.Fate raffreddare poi coprite con pellicola a contatto e lasciate cristallizzare per 12 ore in frigorifero.Riempite una sac à poche con la namelaka alle mandorle, se vi risulta troppo compatta potete montarla con uno sbattitore per dare nuovamente corposità. Riempite dei bicchierini o delle coppette, decorate con bastoncini di cioccolato, biscotti e fragole.

NAMELAKA AL LIMONE

  • Per la Namelaka
  • 120 g di latte intero
  • 200 g di cioccolato bianco
  • 250 g di panna fresca da montare
  • 70 g di succo di limone
  • 3 g di gelatina di fogli (colla di pesce)
  • La scorza grattuggiata di un limone
  • Per il dessert al cucchiaio
  • Granella di biscotti/Crumble qb.
  • Fragole fresche qb.

Per la Namelaka al Limone:Tagliate a pezzetti la gelatina e lasciatela reidratare in cinque volte il suo peso d’acqua, ovvero 15g.

Mettete il latte in un pentolino e scaldatelo fino ad un temperatura di circa 70°: unite la gelatina e fatela sciogliere bene.

Versate il latte caldo sul cioccolato bianco tagliato a pezzetti: mescolate con una lecca pentole, cercando di sciogliere il cioccolato.Aggiungete la panna fresca liquida ed emulsionate con un frullatore ad immersione, cercando di non inglobare aria.

Unite il succo di limone e la scorza grattugiata.

Date un’ultima frullata. E’ assolutamente normale che la crema si inspessisca un po’: è l’effetto del contatto limone-latticini.

Versate la namelaka in un contenitore ermetico, copritela con della pellicola a contatto e lasciatela riposare in frigorifero per almeno 12 ore, meglio se una notte intera.

Per i bicchierini: Fate una base croccante con del crumble o con dei biscotti sbriciolati e sistematela sul fondo del bicchierino.

Con una sac a poche realizzate un primo strato di namelaka al limone, alternandolo a pezzetti di fragole fresche.

Continuate così fino a riempire il bicchiere o il contenitore da voi scelto.

Decorate con fragole fresche e granella di biscotti.

NAMELAKA ALLA NOCCIOLA

Ingredienti per circa 500 g di namelaka (per farcire una torta)

  • 100 g di latte intero
  • 80 g di pasta di nocciole
  • 3 g di gelatina per dolci (colla di pesce)
  • 160 g di cioccolato al latte
  • 220 g di panna fresca

Preparazione

  1. Mettete la gelatina in ammollo in acqua fredda.
  2. Sciogliete il cioccolato al latte a bagnomaria oppure nel microonde e poi incorporare la pasta di nocciola, amalgamandola con una spatola. Un trucco per sciogliere bene il cioccolato: tagliatelo a pezzetti o scaglie molto piccoli e non appena iniziano a sciogliersi quelli a contatto con il fondo della pentola, togliete dal fuoco e mescolate con una spatola, facendo sciogliere pian piano tutto il cioccolato. Questo passaggio è importante perchè il cioccolato non deve stare troppo a contatto col calore, nè deve assolutamente entrare in contatto con l’acqua che bolle (attenzione agli schizzi), perchè altrimenti diventa granuloso e non liscio e non si scioglie più.
  3. Quando il cioccolato è sciolto, liscio ed omogeneo, incorporate poco alla volta la pasta di nocciola, mescolando con la spatola.
  4. Fate bollire il latte, strizzate i fogli di gelatina e scioglietela nel latte caldo.
  5. Versate poco alla volta il latte caldo sul cioccolato e nocciola, mescolando.
  6. Per finire aggiungete la panna fresca poco alla volta amalgamandola con un frullatore a immersione.
  7. Poichè in superficie si formerà una schiuma, mescolate la namelaka con la spatola, in modo da rendere di nuovo omogeneo il composto e poi versatelo il un contenitore e conservate la namelaka in frigorifero per almeno 10 ore affinchè si rassodi e raggiunga la consistenza di una mousse.
  8. Potete versarla in piccole formine monoporzione se volete servirla come dolce al cucchiaio oppure conservarla in un barattolo di vetro e poi utilizzarla per farcire torte, millefoglie, rotoli di pasta biscotto o piccoli dolci come muffin e cupcake. Che sia nel barattolo o all’interno dei dolci, la namelaka deve essere conservata sempre in frigorifero, per massimo 4 o 5 giorni.

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 340 grammi di nocciole
  • 200 grammi latte intero fresco
  • 400 grammi panna da montare fresca
  • 5 grammi colla pesce

PREPARAZIONE

Mettere la colla di pesce in un contenitore  con acqua fredda per 10 minuti.

Polverizzare le nocciole a vel. 7/8 per 10 sec. e mettere a 50* vel 3/4   finche’ si scioglie…..nel frattempo fate scaldare il latte molto bene e a bollore quasi raggiunto mettete all’interno la colla di pesce mescolando fino a quando si scioglie….mescolate la cioccolata a vel. 4/5 mettendo in tre volte il latte……e sempre alla stessa velocità aggiungere la panna fredda da frigo per 30 secondi almeno.

una volta pronto mettere in un contenitore e lasciar riposare nel frigo per almeno 12 ore.

NAMELAKA AL CIOCCOLATO

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 340 grammi cioccolato fondente
  • 200 grammi latte intero fresco
  • 400 grammi panna da montare fresca
  • 5 grammi colla pesce

PREPARAZIONE

Mettere la colla di pesce in un contenitore  con acqua fredda per 10 minuti.

Polverizzare il cioccolato a vel. 7/8 per 10 sec. e mettere a 50* vel 3/4   finche’ si scioglie…..nel frattempo fate scaldare il latte molto bene e a bollore quasi raggiunto mettete all’interno la colla di pesce mescolando fino a quando si scioglie….mescolate la cioccolata a vel. 4/5 mettendo in tre volte il latte……e sempre alla stessa velocità aggiungere la panna fredda da frigo per 30 secondi almeno.

una volta pronto mettere in un contenitore e lasciar riposare nel frigo per almeno 12 ore.

Assicurarsi che il cioccolato sia sciolto completamente…..ne può compromettere la riuscita……..molto da aspettare prima di mangiarlo, ma ne vale la pena.

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…VI ASPETTO NUMEROSEEE

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 340 gr di cioccolato fondente al 45%
  • 5 gr di gelatina in fogli
  • 200 gr di latte intero fresco
  • 10 gr di sciroppo di glucosio
  • 400 gr di panna fresca

PREPARAZIONE

Spezzettare il cioccolato e farlo fondere lentamente a bagnomaria o nel microonde mescolando di tanto in tanto. Ammollare la gelatina in acqua fredda. In una casseruola portare il latte ad ebollizione, spegnere la fiamma ed aggiungere il glucosio in sciroppo e la gelatina ben strizzata, mescolando per farli sciogliere bene. Versare lentamente un terzo della miscela bollente sul cioccolato fuso, e con una spatola di silicone mescolare energicamente il composto descrivendo dei piccoli cerchi al centro per allargarsi man mano verso i bordi. Non temete se il composto si indurirà perchè è una cosa normale. Continuare mescolando, e aggiungere un altro terzo di miscela e proseguire come prima. Infine l’ultimo terzo e mescolare sempre partendo dal centro verso i bordi fino ad avere un composto omogeneo. Ora aggiungere la panna fredda (si avete letto bene, fredda di frigorifero) e lavorare il tutto con il frullatore ad immersione per emulsionare ed avere un composto liscio ed omogeneo. Ora un consiglio e una nota. In pasticceria per uso professionale hanno un emulsionatore che a differenza del nostro frullatore ad immersione domestico gira al contrario, e questo fa si che le creme non inglobano aria. Con il nostro invece ci ritroviamo un sacco di bollicine. Allora lasciamo la crema finita riposare una mezz’ora all’aria, e di tanto in tanto battiamo sul piano il contenitore per far risalire in superficie tutte le bolle. Poi con un cucchiaio rimuoviamo la schiuma che si è formata su, copriamo con la pellicola a contatto, e riponiamo in frigorifero per farla cristallizzare almeno per 12 ore.

Con la namelaka al cioccolato fondente potrete fare quello che preferite: usarla come una farcitura, come crema da decorazione, in dei bicchierini golosi, o più semplicemente, come ho fatto io, mangiarla a cucchiaiate da un barattolo. Credetemi, non ve ne pentirete!

Crema Nescafé

Ingredienti

  • 100 g zucchero semolato
  • 440 g latte senza lattosio
  • 2 cucchiaini (red cup) Nescafé
  • 2 uova
  • 40 g farina 00
  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 10 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere il latte, il caffè, le uova e la farina: 7 min. 90° vel. 4.
  3. Trasferire la crema nelle coppette, coprire con pellicola e lasciare raffreddare e trasferire in frigorifero fino al momento di servire.

Crema al Baileys

Ingredienti

  • 100 g zucchero semolato
  • 40 g farina 00
  • 500 g latte
  • 2 uova
  • 60 g Baileys Irish Cream
  1. Mettere nel boccale lo zucchero e la farina: 20 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere il latte, le uova e il Baileys: 7 min. 90° vel. 4.

Nota

  1. A piacere aggiungere altro Baileys quando la crema si raffredda o arricchire la crema con gocce di cioccolato fondente

Crema compatta per zeppole

Ingredienti

  • scorza di 1 limone
  • 150 g zucchero semolato
  • 500 g latte
  • 85 g farina 00
  • 4 tuorli uova
  1. Mettete nel boccale la scorza di limone: 10 sec. vel. 10.
  2. Raccogliere sul fondo con la spatola e aggiungere tutti altri ingredienti: 15 min. 90° vel. 3.
  3. Trasferire la crema in una ciotola, coprire con pellicola e lasciare raffreddare completamente.
  4. Utilizzare la crema per farcire zeppole o altri dolci a piacere.

Merenda Plasmon alla banana

Ingredienti

  • 200 g latte
  • 1 banane
  • 8 biscotti Plasmon
  1. Mettere nel boccale i biscotti, il latte e la banana (tagliata in due): 6 min. 90° vel. 3.
  2. Servire subito o travasare nel vasetto e conservare in frigorifero per massimo 2 – 3 giorni.

Nutella al pistacchio

Ingredienti

  • 70 g zucchero a velo
  • 200 g pistacchi
  • 200 g cioccolato bianco
  • 100 g latte parzialmente scremato
  • 50 g olio di semi di mais
  1. Mettere nel boccale lo zucchero e i pistacchi (vanno bene anche quelli salati l’importante è, nel caso, dissalarli): 30 sec. vel. 10.
  2. Aggiungere il cioccolato: 1 min. vel. 8.
  3. Aggiungere il latte: 8 min. 60° vel. 4.
  4. Aggiungere l’olio a filo vel. 5: 2 min. vel. 5.
  5. Trasferire nei barattoli e conservali in frigorifero.

Crema senza uova

Ingredienti

  • 150 g zucchero semolato
  • 500 g latte
  • q.b. (a piacere) aroma di limone
  • q.b. (a piacere) aroma di vaniglia
  • 60 g amido di frumento
  • q.b. panna vegetale
  1. Mettere nel boccale lo zucchero: 20 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere 400 g di latte e gli aromi (a piacere): 6 min. 90° vel. 4.
  3. Sciogliere l’amido nei restanti 100 g di latte e aggiungerlo nel boccale: 1 min. 90° vel. 4.
  4. Lasciare raffreddare, si addenserà leggermente.
  5. Aggiungere la panna, poca alla volta, fino a consistenza desiderata: 15 sec. vel. 4.

Nota

  1. La crema risulterà piuttosto liquida appena terminata la cottura, si addenserà molto a mano a mano che si raffredda completamente.

Crema ganache alla Nutella

Ingredienti

  • 300 g panna liquida per dolci
  • 300 g nutella
  • 40 g zucchero a velo
  1. Scaldare leggermente la Nutella al microonde o a bagnomaria per renderla molto morbida.
  2. Nel boccale pulito mettere la panna: 5 min. 80° vel. 2.
  3. Aggiungere lo zucchero a velo e la Nutella a cucchiaiate dal foro con le lame in movimento: 1 min. vel. 3.
  4. Controllare di avere ottenuto un composto liscio e omogeneo, nel caso continuare per un altro minuto.

Per decorare dolci e torte

  1. Utilizzare subito la ganache versandola mentre è ancora molto liquida.

Per servirla come dolce al cucchiaio

  1. Lasciare intiepidire nel boccale per 10 minuti.
  2. Una volta freddo, montare la farfalla: 4 min. vel. 3.
  3. Versare in coppette monoporzione e mettere in frigorifero fino al momento di servire.

Crema diplomatica

Ingredienti

  • 200 g panna liquida per dolci
  • scorza di uno limone
  • 75 g zucchero semolato
  • 4 tuorli uova
  • 60 g farina 00
  • 400 g latte
  • 1 fiala estratto di vaniglia
  1. Posizionare la farfalla e mettere nel boccale la panna fredda di frigorifero: 2 min. vel. 3.
  2. Mettere da parte la panna e rimuovere la farfalla.
  3. Mettere nel boccale (vuoto e pulito) la scorza di limone e lo zucchero: 20 sec. vel. Turbo.
  4. Aggiungere tutti gli altri ingredienti: 7 min. 90° vel. 4.
  5. Lasciar raffreddare la crema e amalgamare delicatamente con la panna montata messa da parte facendo attenzione a non smontarla.

Crema gianduia

Ingredienti

  • 100 g zucchero semolato
  • 60 g nocciole tostate
  • 100 g cioccolato fondente
  • 100 g latte
  • 70 g burro
  1. Mettere nel boccale lo zucchero e le nocciole: 30 sec. vel. Turbo.
  2. Aggiungere il cioccolato a pezzi: 15 sec. vel. Turbo.
  3. Aggiungere il latte e il burro: 5 min. 50° vel. 4.
  4. Trasferire il composto nei barattoli, chiuderli e capovolgerli per il sottovuoto.

RACCOLTA DI ROTOLI SALATI

OGGI VOGLIO PROPORVI UNA RACCOLTA DI RICETTE DI ROTOLI SALATI, SEMPRE OTTIMO PIATTO SA REALIZZARE.

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA..VI ASPETTO NUMEROSE!!

ROTOLO SALATO SPECK , SCAMORZA E PATATE

ROTOLO SALATO

INGREDIENTI BIMBY

  • 280 grammi latte o acqua
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 6 grammi lievito di birra
  • 500 grammi farina 00
  • 1 cucchiaio sale fino

Per il ripieno:

  • 3 patate medie
  • 120 grammi speck tagliato a fettine sottilissime
  • 150 grammi scamorza affumicata, tagliata a fettine sottili o a dadini

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale il latte (o acqua), lo zucchero ed il lievito di birra:  30 sec. a 37° vel.3; aggiungere la farina ed infine il sale: 3 min. vel. spiga. 

L’impasto deve risultare morbido, ma non appiccicoso; se risulta appiccicoso, dovrete sicuramente aggiungere ancora un po’ di farina e lavorare a vel. spiga ; se risulta invece dovesse risultare duro; dovrete aggiungere un po’ di latte o acqua. Quando l’impasto risulta morbido,  trasferire l’impasto in una ciotola e procedete a coprire con la pellicola per alimenti e un panno e lasciare in lievitazione fino al raddoppio, al riparo da correnti…

Lessare le patate fino a quando si riesce a pungerle con una forchetta (non troppo “molli”); lasciare raffreddare,  sbucciare e tagliare a fettine sottili…

Quando l’impasto è lievitato, metterlo su una spianatoia infarinata e stenderlo fino a formare un rettangolo di circa 7-8 mm di spessore, sul quale distribuiamo le patate a fettine, lo speck e la scamorza.

Arrotolare delicatamente l’impasto fino a formare un rotolo, sigillando bene e lasciando nella parte inferiore la parte aperta.

Cottura: Forno ventilato a 200 °C per circa 25 minuti o statico a 185 °C

Poiché ogni forno può variare in base alle proprie caratteristiche, il consiglio è di impostare un tempo minore, e se necessario, aggiungere altri minuti in seguito…

Prima di tagliare il rotolo a fette spesse 2-3 cm circa, lasciare riposare almeno 5 minuti.

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 6 patate piccole
  • 100 g di speck
  • 60 g di scamorza affumicata tagliata a cubetti
  • sale
  • 1 tuorlo
  • semi vari per la decorazione (io ho usato semi di chia, di sesamo e di lino)

PREPARAZIONE

Lessare le patate lasciandole intere e con la buccia. Una volta cotte, sbucciarle e schiacciarle con uno schiaccia patate.
Stendere la pasta sfoglia sul piano di lavoro e coprirla con lo speck lasciando liberi i bordi.
Salare le patate ed aggiungere i cubetti di scamorza. Mescolare e disporre le patate sullo speck. Arrotolare la pasta sigillando i bordi. Spennellare la superficie con il tuorlo sbattuto e salato ed aggiungere i semi.
Infornare a 180 gradi per circa 20 minuti.

POLPETTONE DI RISO SALATO

POLPETTONE DI RISO

INGREDIENTI BIMBY

  • 350 gr di riso per risotti (Carnaroli, Arborio…)
  • 4 uova intere
  • 250 gr di scamorza bianca o mozzarella
  • 200 gr di prosciutto cotto
  • 100 gr di parmigiano reggiano o grana
  • Sale e pepe Q.B
  • Per cuocere il riso:
  • 1400 gr di acqua
  • Sale Q.B

PREPARAZIONE

Mettere il parmigiano nel boccale:10/15 sec bel 10,togliere dal boccale e tenere da parte.

Posiziona la farfalla e aggiungere l’acqua e il sale, portare a bollore e aggiungere il riso, cuocere:16 min 100º vel soft antiorario,scolare e fate raffreddare.

Una volta che il riso sarà freddo, mettere le uova,il parmigiano,il sale e il pepe nel boccale:10 sec vel 5.

Versa le uova sbattute nel riso e mescola bene.

Versate il composto di riso e uova su un foglio di carta forno e stendetelo in modo da poter farcire con la scamorza e il prosciutto cotto, arrotolare aiutandosi con la carta forno e chiudere a modi caramella.

Mettere la “caramella” ottenuta in uno stampo da plumcake e cuocere in forno statico preriscaldato a 200º per 60 min circa.

Sfornare e aspettare 20 minuti prima di tagliare a fette e servire.

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 350 gr di riso per risotti
  • 4 uova intere (io ne ho messe 3)
  • 250 gr di scamorza o mozzarella
  • 200 gr di prosciutto cotto
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • Sale e pepe q.b.
  • 1400 gr acqua

PREPARAZIONE

Se il parmigiano è intero, grattugiarlo 10/15 sec vel 10 e mettere da parte.

Posizionare la farfalla, aggiungere acqua e sale, portare a bollore ed aggiungere il riso 16 min 100º vel soft.

Appena pronto scolare e lasciare raffreddare.

Quando il riso sarà freddo mettere nel boccale le uova, il parmigiano, sale e pepe 10 sec vel 5

Versare le uova nel riso e mescolare bene.

Versare il composto di riso su un foglio di carta forno e stenderlo in modo piatto, farcirlo a piacere (in questo caso mozzarella e prosciutto) ed arrotolarlo aiutandovi con la carta forno formando una caramella.

Mettere la caramella in uno stampo da plumcake (quindi fate attenzione alle dimensioni che create) e far cucinare in forno statico preriscaldato a 200º per 60min circa (il tempo dipende dal forno)

Sfornare ed aspettare 20 min prima di tagliarlo a fette.

POLPETTONE AL BASILICO

polpettone-al-basilico-725x545

INGREDIENTI BIMBY

  • 50 g di basilico in foglie
  • 65 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 15 g di pecorino grattugiato
  • 15 g di pinoli
  • 2 spicchi di aglio
  • 90 g di olio extravergine di oliva
  • 20 g di pane raffermo
  • 100 g di mortadella in una sola fetta
  • 400 g di carne di vitellone macinata
  • 2 uova
  • 100 g di mozzarella
  • ½ misurino di vino bianco
  • 200 g di acqua
  • Un cucchiaino di dado vegetale Bimby
  • Sale q.b.

PREPARAZIONELava e asciuga con la centrifuga per insalata 40 g di basilico in foglie.

Inserisci il basilico nel boccale con 25 g di parmigiano reggiano grattugiato, 15 g di pecorino grattugiato, 15 g di pinoli, ½ spicchio di aglio privato del germe centrale e frulla 15 Sec. Vel. 7.

Aggiungi 60 g di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale ed emulsiona 15 Sec. Vel. 4. Metti da parte il pesto 🙂

Senza lavare il boccale, aggiungi 20 g di pane raffermo a pezzi e trita 8 Sec. Vel. 8.

Unisci 100 g di mortadella a pezzi e trita 10 Sec. Vel. 7.

Aggiungi 400 g di carne di vitellone macinata, 2 uova, 40 g di parmigiano reggiano grattugiato, un pizzico di sale e amalgama 20 Sec. Antiorario Vel. 4, spatolando gli ultimi secondi.

Rovescia il composto su un foglio di carta da forno.

Schiaccia il composto a forma di rettangolo.

Spalma sopra 4 cucchiai del pesto tenuto da parte.

Metti al centro 100 g di mozzarella a cubetti e arrotola aiutandoti con la carta da forno. Tieni da parte.

Lava il boccale con l’autopulizia e asciugalo.

Versa 30 g di olio extravergine di oliva, aggiungi uno spicchio di aglio e insaporisci 2 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft, sfumando verso la fine con ½ misurino di vino bianco.

Ungi leggermente il vassoio del Varoma e fai rotolare sopra il polpettone.

Versa nel boccale 200 g di acqua, aggiungi un cucchiaino di dado vegetale Bimby, posiziona il Varoma sul coperchio e cuoci 40 Min. Temp. Varoma Antiorario Vel. Soft.

Togli il Varoma, e lascialo senza coperchio 10 Min.

Nel frattempo, raccogli dal Varoma e dal suo vassoio eventuali residui di carne. Aggiungili nel boccale assieme al pesto rimasto e frulla 5 Sec. Vel. 6.

Trasferisci il polpettone sul piatto da portata, irrora con la salsina del boccale, decora con foglie di basilico e servi.

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 350 gr tonno sgocciolato
  • 2 albumi
  • 20 gr grana
  • 2 cucchiai di capperi sottaceto
  • 6 filetti acciughe sotto olio
  • basilico
  • 1 limone
  • olio,sale e pepe

PREPARAZIONE

Mettere insieme nel mixer il tonno con i filetti di acciughe,gli albumi,il grana,poco sale e pepe.
Frullare in modo da ottenere un composto omogeneo.
Trasferire il composto in una ciotola e amalgamarci insieme i capperi sgocciolati e la scorza di un limone.Date al composto la forma del classico polpettone e disponetelo al centro di un foglio di carta da forno.

Chiudete le estremità con dello spago e mettetelo in abbondante acqua (portata già quasi ad ebollizione)
Lessatelo per circa 45 min. Sgocciolatelo,lasciatelo raffreddare e nel frattempo frullate 10 foglie di basilico con 3 cucchiai di olio extra,1 cucchiaio di limone,sale e pepe.Tagliare a fette il polpettone e irroratelo con la salsina.

ROTOLO DI PIZZA FARCITO

rotolopizza

INGREDIENTI BIMBY

Per la pasta di pizza

  • 140 g di acqua
  • 5 g di zucchero
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • Una bustina di lievito di birra disidratato
  • 300 g di farina 00
  • 5 g di sale

Per il ripieno e per rifinire

  • 200 g di mozzarella
  • Una melanzana grande
  • 30 g di passata di pomodoro
  • Sale q.b.
  • Basilico q.b.
  • Un uovo

Per friggere

  • Olio di semi di arachide q.b.

PREPARAZIONE

Versa nel boccale 140 g di acqua, aggiungi 5 g di zucchero, 10 g di olio extravergine di oliva, una bustina di lievito di birra disidratato, 300 g di farina 00, 5 g di sale e impasta 4 Min. Vel. Spiga.

Forma una palla, mettila in una ciotola unta con poco olio, copri con pellicola trasparente e lascia lievitare 3 Ore.

Taglia 200 g di mozzarella a fettine sottili e mettila a scolare.

Quando manca 1 Ora al termine della lievitazione, lava e pela una melanzana grande e tagliala a fettine sottili.

Metti sul fuoco un tegame con due dita di olio di semi di arachide, fai scaldare bene e friggi pochi secondi.

Metti man mano le melanzane a scolare su carta assorbente.

Stendi l’impasto sul piano di lavoro infarinato, forma un rettangolo spesso circa 3 mm.

Spalma sull’impasto, con il dorso di un cucchiaio, 30 g di passata di pomodoro, lasciando libero un bordo di 4 cm.

Condisci con il sale.

Tampona bene le fettine di melanzana con carta assorbente e stendile una accanto all’altra sul pomodoro.

Disponi anche la mozzarella e qualche foglia di basilico.

Riporta verso l’interno 3 dei bordi della pizza lasciati senza ripieno.

Arrotola il tutto, lasciando alla fine del rotolo, per la chiusura, il bordo rimasto aperto.

Bagna con un poco di acqua il bordo rimasto aperto e chiudi bene il rotolo di pizza.

Metti il rotolo su una placca ricooperta con carta da forno e lascia lievitare nel forno spento 1 Ora.

Spennella il rotolo con un uovo sbattuto e inforna 30 Min. a 180°.

Taglia a fette e servi ancora caldo!

INGREDIENTI SENZA BIMBY

  • 500 g di farina 00
  • 250 ml di acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 2 cucchiaini di zucchero
  • 1 abbondante presa di sale
  • latte quello che prende
  • Condimento :
  • prosciutto cotto
  • mozzarella
  • pomodoro a fette (condito con sale, olio e origano)

PREPARAZIONE

In una terrina versate la farina, intiepidite l’acqua e scioglieteci dentro il lievito di birra , versatelo nella ciotola e successivamente aggiungete zucchero e sale, impastate fino a che la farina assorbirà l’acqua.

Adesso unite il latte (ad occhio saranno circa 150/200 ml) quanto basta, ma abbastanza per far diventare l’impasto morbido e appiccicoso e mescolate con un cucchiaio.

Su una spianatoia infarinata poggiate l’impasto e continuate ad impastare a mano, sarà un pochino appiccicoso e cosi dovrà restare, con l’aiuto di un po di farina formate un bel panetto e mettetelo a lievitare  dentro al forno con la luce accesa in una terrina spolverata di farina.

Dovrà lievitare per  2 ore.

Dividete la pasta in quattro parti, stendetele e farcitele, arrotolatele la pasta dal lato più lungo.

Cuocete a 200° per circa 20 minuti.

ROTOLO DI DAVVERO GUSTO

  • 350 g. farina 00 grano tenero
  • 150 g. farina di semola grano duro
  • 200 g. acqua
  • 70 g. latte
  • 50 g. olio d'oliva
  • 25 g lievito di birra
  • 10 g. sale
  • 5 g. zucchero
  • farcitura
  • 100 g speck
  • 100 g. cotto
  • 100 g. mozzarella
  • 100 g.scamorza
  • 100 funghetti trifolati..sottolio
  • insalata , rucola e valeriana a gusto…

preparazione

inserire nel boccale  acqua , latte e zucchero per 2 minuti a 37gradi vel. 2, alla fine dei 2 minuti inserire il lievito di birra; 

aggiungere farina olio e sale lavorare per 3 minuti  spiga, con l’impasto formare una palla e lasciare lievitare per almeno un’ora finchè non è raddoppiato il suo volume, io divido l’impasto in 2 e procedo…. stendere la pasta formando un rettangolo..e riempirlo a strati con insalata , un filo l’olio, speck, scamorza, e rucola, arrotolare la pasta su se stessa aiutandosi con la carta forno,; procedere con l’altra metà di pasta, una volta stesa metterci la valeriana , un filo d’olio, prosciutto , mozzarella e funghi trifolati, richiudere , oliare i 2 rotoli per chiuderli bene LASCIARLI RIPOSARE almeno 15 minuti ed infornare in forno a 180 gradi per circa 25/30 minuti regolarsi sempre con il proprio forno, accendere il grill per dare una leggera doratura di sopra

Rotolo farcito salato

Ingredienti

  • Per l’impasto
  • 90 g latte
  • 90 g acqua
  • un cubetto lievito di birra
  • 5 g zucchero semolato
  • 10 g sale fino
  • 120 g (lesse) patate
  • 90 g olio extravergine di oliva
  • 500 g farina 00
  • Per la farcitura
  • q.b. funghi
  • 80 g emmental
  • 80 g prosciutto cotto
  • Per spennellare
  • 1 tuorlo uova
  • q.b. latte
  • q.b. semi di sesamo
  1. Mettere nel boccale il latte, l’acqua e il lievito sbriciolato: 30 sec. 37° vel. 2.
  2. Aggiungere lo zucchero, il sale e l’olio: 2 min. 37° vel. 1.
  3. Aggiungere la farina e le patate a tocchetti: 30 sec. vel. 6.
  4. Poi: 1 min. vel. Spiga.
  5. Trasferire l’impasto in una ciotola capiente e lasciare lievitare per circa 2 ore in forno spento con luce accesa fino al raddoppio del volume.
  6. Stendere l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato in una sfoglia rettangolare.
  7. Distribuire su tutta la superficie della sfoglia la farcitura (a pezzi interi o, a piacere ,tritati precedentemente).
  8. Arrotolare delicatamente chiudendo i bordi, trasferire su una placca da forno ricoperta di carta forno e lasciare lievitare un’altra ora.
  9. Spennellare con un tuorlo e un po’ latte sbattuti e, a piacere, cospargere con semi di sesamo.
  10. Infornare in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti circa.

ROTOLO SALATO

INGREDIENTI

  • Impasto
  • 500 gr di farina 00 (io ho usato la 0)
  • Un misurino d’acqua (90 gr)
  • un misurino d’olio (90 gr)
  • un misurino di latte (90 gr)
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 120 gr di patate lesse
  • 25 gr di lievito di birra (io ne ho messo un po meno, altrmenti si sente troppo)
  • Farcia:
  • a piacere (io ho messo 150 gr di prosciutto cotto,emmenthal, galbanone e funghi)
  • Per spennellare:
  • 1 tuorlo + latte q.b.

PREPARAZIONE

  1. Nel boccale inserire tutti gli ingredienti per l’impasto, esclusa farina, patate e sale: 2 min, 37°, vel 1.
  2. Aggiungere farina, patate e sale: 30 sec vel 6 e poi 1 min vel spiga.
  3. Lasciare lievitare l’impasto fino al raddoppio del volume.
  4. Stendere l’impasto e farcire a piacere
  5. Arrotolare chiudendo i bordi e lasciare lievitare un’altra ora circa in una teglia rivestita con carta forno.
  6. Spennellare con un tuorlo e un po’ latte sbattuti
  7. Cuocere in forno caldo a 180 / 200 gradi x 25 minuti circa

Rotolo funghi, salsicce e provola

Per l’impasto della pizza:

500 g di farina

15 gr di lievito di birra fresco

250 ml di acqua tiepida

20 ml di olio extravergine d’oliva

15 g di sale circa1

10 g di zucchero

Per il ripieno:

300 gr di funghi

300 gr di salsiccia

300 gr di provola

olio extravergine d’oliva

cipolla

preparazione

preparate l’impasto

Nell’acqua tiepida sciogliete il lievito con lo zucchero e aspettate che faccia una schiumetta in superficie. E aggiungete l’olio.

Aggiungete la farina ed il sale ed impastate.

Lasciate lievitare finchè non raddoppierà di volume.

Preparate il ripieno. Soffriggete la cipolla e rosolatevi le salsicce.

Coprite con l’acqua e lasciate cuocere una decina di minuti. Lasciate asciugare ed aggiustate di sale e pepe.

Stendete l’impasto della pizza fino ad ottenere uno spessore di mezzo centimetro. Mettete la provola tagliata a fettine sottili.

Arrotolate  il tutto e spennellate con dell’olio.

Cuocere in forno preriscaldato a 190° per circa 30-40 minuti.

Sfornate e coprite con uno strofinaccio pulito.

ROTOLO DI PANE FARCITO

Ingredienti

Per la pasta di pane

  • 10 g di lievito di birra
  • 100 g di acqua
  • 50 g di latte
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 250 g di farina 00
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno

  • 100 g di prosciutto cotto
  • 200 g di scamorza affumicata

Preparazione

Inserisci nel boccale 10 g di lievito di birra, 100 g di acqua, 50 g di latte, 10 g di olio extravergine di oliva e mescola 30 Sec. Vel. 5.

Aggiungi 250 g di farina 00, un pizzico di sale e impasta prima 20 Sec. Vel. da 1 a 6, poi 1 Min. Vel. Spiga.

Trasferisci su un piano di lavoro infarinato.

Con un matterello, stendi l’impasto in un rettangolo sottile su un foglio di carta da forno.

Bucherellalo con una forchetta, fai scivolare su una placca da forno e lascia riposare 40 Min.

Cuoci in forno già caldo 15 Min. a 180°.

Sforna e taglia la “crosticina” superiore che si è formata sull’impasto.

Adagia sul rettangolo di pane 100 g di prosciutto cotto e 200 g di scamorza affumicata tagliata a fette sottili.

Arrotola in un cilindro e lascia raffreddare il rotolo avvolto nella carta da forno.

Taglia a fette e servi.

ROTOLO DI ZUCCHINE

INGREDIENTI

  • 4 zucchine di media grandezza
  • 4 uova
  • 200 g di pan grattato
  • 50 g di formaggio grattugiato
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • 3 fette di sottilette spezzettate
  • 1 etto di prosciutto cotto

Mettere nel bimby le zucchine a tocchetti grossolani e azionarlo per 30 secondi a velocità 4.Trasferire il composto in una ciotola e aggiungervi uova, formaggio e pan grattato e impastare con l’aiuto di un cucchiaio. Otterrete un impasto molto morbido.Trasferire il composto in una teglia ricoperta da carta da forno e livellare.Cuocere in forno a 180° per 30 minuti, noterete una crosticina in superficie.Trasferire il risultato su un canovaccio umido, adagiare sopra il prosciutto e le sottilette (spezzettate).Arrotolare delicatamente con l’aiuto del canovaccio.Tagliare e servire.

ROTOLO DI ZUCCA

Ingredienti:
500 g di zucca tagliata a fette
5 uova
50 g di pecorino grattugiato
50 g di parmigiano grattugiato
100 g di gorgonzola
100 g di speck
100 g di provola affumicata
sale, pepe, noce moscata q.b.
prezzemolo e basilico q.b.

Preparazione:
Iniziamo la ricetta mettendo nel boccale la zucca e far tritare per 10 secondi a velocità 5. al termine mettere da parte. Mettere nel boccale le uova, il sale, il pepe, la noce moscata, il prezzemolo, Il basilico, il pecorino, il parmigiano e far amalgamare per 30 secondi a velocità 5. Unire la zucca e far amalgamare per 50 secondi a velocità 5. 

trasferire il composto in una teglia rivestita con carta da forno. Cuocere in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 15-20 minuti. Mettere sul composto ancora tiepido, il gorgonzola a pezzetti, lo speck e la provola. Arrotolare delicatamente con l’aiuto della carta da forno, il rotolo devrà essere tiepido. Avvolgere nella carta da forno stringendo bene i lati e riporre in frigo per almeno un’ora.

Trascorso il tempo, riprendere il rotolo dal frigo tagliare a fette e servire.

Rotolo di pasta sfoglia con broccoli e speck, con e senza Bimby

Rotolo di pasta sfoglia con broccoli e speck

  • Dosi per 6 porzioni
  • Tempi: Prep 25 min; cottura 25 min
  • Pronto in… 50 minuti

Ingredienti

  • 200 gr di broccoli puliti
  • 100 gr di robiola
  • 50 gr di speck
  • 1 uovo
  • grana qb
  • sale qb
  • pepe qb

Procedimento

  • Pulite e tagliate a fettine i broccoli (anche le foglie se volete).
  • CON BIMBY:
  1. Disponeteli nel Varoma e cuocete 15 min/ Varoma/ vel 1.
  2. Quando sono cotti, passateli nel boccale, salate e pepate e aggiungete la robiola; frullate 5 sec/ vel 5.
  • TRADIZIONALE:
  1. Cuoceteli a vapore o bolliteli in poca acqua.
  2. Quando sono cotti, frullateli con la robiola, dopo averli salati e pepati leggermente.
  • Preriscaldate il forno a 200°.
  • Stendete la sfoglia sul suo foglio di carta forno e praticate su un terzo dei tagli.
  • Stendete sulla parte intera di sfoglia la crema ottenuta di broccoli, aggiungete lo speck e il grana e arrotolatela su se stessa.Sbattete l’uovo in un piatto e spennellate la superficie della sfoglia.Infornate per circa 20/25 minuti.

Rotoli di pasta sfoglia con la rucola

  • 1 BASE DI PASTA SFOGLIA RETTANGOLARE
  • 1 MAZZETTO DI RUCOLA
  • 150 G DI FORMAGGIO TIPO FONTINA
  • 150 G DI PROSCIUTTO COTTO O 6 FETTE
  • 1 TUORLO D’UOVO
  1. Lavate la rucola e fatela sgocciolare per bene. Poi tagliate la fontina a fette sottili e il prosciutto cotto a fette se è un pezzo intero.
  2. Suddividete la pasta sfoglia di forma rettangolare in 4 rettangoli e farcite ciascuno come indichiamo.
  3. Disponete su un piano un rettangolo di pasta, cospargete con 2 fette di fontina e due di prosciutto, e con abbondante rucola.
  4. Richiudete il rettangolo a rotolo, incidete delle linee sul rotolo di pasta sfoglia e spennellate con il tuorlo d’uovo.
  5. Infornate a 180° C per 20 minuti su una teglia foderata di carta forno. Servite tiepidi.

Rotolo di focaccia pugliese

  • 50 gr di acqua
  • 125 gr di farina 00
  • 125 gr di farina di semola
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 80 gr di patate lesse
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 15 gr di lievito di birra (7 GR DI quello disidratato)

per il ripieno:

  • 100 gr di prosciutto cotto a fette
  • 100 gr di scamorza affumicata a fette
  • una decina di pomodorini a spicchi conditi con sale origano e olio

Esecuzione per fare per il rotolo

versare nel boccale nell’ordine l’acqua, olio, zucchero lievito, farina sale e la patata lessa tiepida, mescolare per 2 minuti velocita spiga. Coprire l’impasto e farlo lievitare per circa un’ora.
Dopo un ora circa o cmq quando ha raddoppiato il suo volume, prendere un foglio di carta da forno cospargerlo di olio e stendere l’impasto, adagiarvi sopra i pomodorini, tenendone un po da parte per la guarnizione, il prosciutto e la scamorza affumicata e arrotolare aiutandosi con la carta, adagiare l’il rotolo in uno stampo da plumcake, decorare con i pomodorini rimasti e irrorare con olio evo, mettere qualche chicco di sale grosso e lasciare in lievitazione ancora per 30 min,. Cuocere in forno caldo a 200° per circa 30 min

ROTOLO CON SALAME PROVOLONE E PROSCIUTTO

INGREDIENTI

  • 500 gr.di farina 00
  • 260 gr.di acqua temp. amb.
  • 1/2 panetto di lievito
  • 30 gr.di olio evo
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 350 gr di salame dolce o piccante
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 250 gr di provolone o formaggio tipo emmental ecc..

PREPARAZIONE

mettere nel boccale :acqua ,farina,lievito,zucchero, olio, e sale, impostare 3min. vel spiga

mettere l’impasto sul piano da lavoro infarinato se risultasse appiccicoso aggiustarlo con altra farina e lavorarlo a mano ancora un po’,dopodiche stendere la pasta dargli una forma rettangolare farcire con il salame prosciutto e formaggio arrotolare dal lato lungo e sistemare in uno stampo a forma di  ciambella imburrata lasciare lievitare fino al raddoppio,spennellare con olio, o margarina, infornare a forno statico a 180°(far fede al proprio forno)x 40min.

ROTOLO SPECK E SCAMORZA

  • 160 gr acqua;
  • 1 cubetto di lievito di birra, (25 g)
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 10 g di olio di oliva
  • 300 g di farina, tipo O + q.b. per
  • infarinare
  • 1 cucchiaino di sale
  • Per farcire:
  • latte q.b.
  • 1 scamorza affumicata, a pezzi (350 g)
  • 150 g di speck, a fette o tritato

PREPARAZIONE

Esecuzione

1. Nel boccale tritare grossolanamente la scamorza: 5 sec.lvel. 5, togliere e mettere da parte.

Preparare l’impasto:

2. Nel boccale pulito e asciutto, mettere l’acqua, il lievito, lo zucchero e l’olio: 3 min.37°vel. 2.

3. Aggiungere la farina, il sale e impastare: 3 min.boccale spiga.

Terminare la preparazione:

4. Su un piano da lavoro infarinato e stendere l’impasto in una sfoglia spessa 2 mm delle dimensioni di 35×30 cm circa. Spennellare la superficie con il latte e distribuirvi lo speck e la scamorza.

5. Arrotolare delicatamente e richiudere

bene ai lati; inumidire con il latte l’ultimo lembo di pasta per sigillare bene il rotolo, in modo che il ripieno non fuoriesca.

6. Rivestire la placca del forno con carta forno, bagnata e ben strizzata; adagiarvi il rotolo e lasciar lievitare fino al momento di infornare.

7. Nel frattempo, preriscaldare il forno a 220°; raggiunta la temperatura, spennellare il rotolo con il latte e infornare per 25-30 min.

Rotolo di spinaci con Philadelphia e prosciutto

INGREDIENTI

Ingredienti

  • 500 g (lessati) spinaci
  • 4 uova
  • 100 g parmigiano reggiano
  • q.b. sale fino
  • q.b. pepe
  • q.b. prosciutto cotto
  • q.b. philadelphia

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale gli spinaci: 5 sec. vel. 4.
  2. Aggiungere le uova, il formaggio, il sale e il pepe: 10 sec. vel. 2.
  3. Versare il composto ottenuto su una placca da forno, ricoperta di carta forno.
  4. Infornare in forno preriscaldato statico a 180° per 20 minuti circa.
  5. Sfornare, lasciar raffreddare per pochi minuti e stendere sopra il prosciutto e il Philadelphia.
  6. Arrotolare delicatamente aiutandosi con la carta forno e formare un cilindro.
  7. Tagliare a fette non troppo sottili e servire.

raccolta di ricette per passare la quarantena per bambini con il bimby e metodo tradizionale

Oggi voglio proporvi una raccolta di alcune ideee per fare giocare i vostri bambini con prodotti naturalmente preparati in casa…I piccoli di casa vanno intrattenuti con giochi divertenti e creativi ed il Bimby ci aiuta anche in questo! Possiamo fare la pasta di sale il didò oppure la sabbia cinetica colorata, da usare come la plastilina

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA ( CON IL SIMBOLO DEL DIAVOLETTO ROSSO)

RICETTE PER SLIME FATTO IN CASA

Si può fare in casa lo slime? Questa domanda, a giudicare dalle ricerche in rete, interessa Migliaia  di genitori creativi. La risposta è…più o meno. Se intende realizzare uno slime che non sporca, compatto e semitrasparente, come quello che si trova in commercio, diciamo di no.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SULLE NOSTRE RICETTE ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E NELLA NOSTRA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

Esistono versioni che promettono risultati estremamente simili agli slime industriali, ma quasi tutte contengono borace colla da carta, due elementi davvero  tossici e assolutamente non adatti per i nostri bambini. Tenete  presente che anche gli slime commercializzati sono “osservati speciali” e non è raro che una o più versioni vengano ritirati dal commercio, in quanto nocivi per la salute dei più piccoli.

Nel dubbio, ho sperimentato alcune versioni atossiche senza borace, con le mie bambine, con cui possiamo ottenere davvero dei risultati simili e adatti anche ai più piccoli.

Qui di seguito, vi propongo alcune versioni:

SLIME CON L’AMIDO DI MAIS

Ingredienti:

  • amido di mais
  • acqua
  • coloranti alimentari (opzionale)
  • essenze profumate (opzionale)

Preparazione: 

  • In una ciotola versa l’amido di mai a cratere;
  • Se hai deciso di realizzare dello slime colorato, mescola l’acqua con il colorante alimentare in un recipiente;
  • Incorpora l’acqua nell’amido di mais, mescolandola poco alla volta, fino ad ottenere un impasto omogeneo e privo di grumi;
  • Se hai deciso di realizzare lo slime profumato, versa qualche goccia di olio essenziale profumato nell’impasto e mescolalo con cura;
  • Adesso, puoi giocare con questo composto anche con le mani; trattandosi di un fluido non newtoniano, la sua consistenza oscillerà tra lo stato liquido e quello solido, a seconda della forza che le applicherai (questo effetto è particolarmente divertente e stupirà i più piccoli)

SLIME FAI DA TE: ALTRE RICETTE ATOSSICHE PER TUTTI

SLIME CON IL SAPONE DI MARSIGLIA

Ingredienti:

  • 100 g di scaglie di sapone di Marsiglia
  • acqua bollente
  • 50 g di amido di mais (o Maizena)
  • colorante alimentare (facoltativo)

Preparazione:

  • La prima parte della ricetta va realizzata senza bambini;
  • In una ciotola capiente versa l’acqua bollente;
  • Sciogli il sapone di Marsiglia;
  • Aggiungi il colorante alimentare amalgamandolo per bene;
  • Lascia riposare il composto per un’ora;
  • Con una frusta dovrai smontare il composto: otterrete una consistenza viscida e spumosa;
  • infine, incorpora l’amido di mais con la frusta, fino ad ottenere una consistenza più densa.

SLIME COMMESTIBILE

Ingredienti:

  • 420 ml di latte condensato dolce
  • 15 g di amido di mais
  • Qualche goccia di colorante alimentare (facoltativo)

Preparazione:

Si versa il latte condensato in un pentolino, aggiungendo lentamente l’amido di mais ed amalgamando gli ingredienti.
Il composto va sciolto a fuoco lento, senza smettere di mescolare, come fosse un budino. Fate attenzione a non farlo attaccare al tegame.
Quando la miscela si sarà addensata, toglietela dal fuoco. Dovrebbe apparire gelatinosa e piuttosto difficile da mescolare.
A questo punto va aggiunto il colorante alimentare, lasciando raffreddare il tutto. La consistenza è diversa da quello non edibile, ma rappresenta una soluzione per chi ha bimbi molto piccoli.

FARE LO SLIME CON LA COLLA

In rete abbiamo trovato un gran numero di ricette per realizzare lo slime fatto in casa con la colla e il borotalco. Ci sono video che circolano in rete in cui i risultati sono estremamente vicini a quelli dell’originale, ma per la nostra esperienza e per quella dei nostri lettori, in pratica è quasi impossibile ottenere quei risultati. Vi riportiamo le due ricette più utilizzate, con la raccomandazione di verificare opportunamente gli ingredienti (per fare un esempio, l’acido borico è un composto che presenta una certa tossicità, specialmente se ingerito).

SLIME SEMPLICE CON LA COLLA VINILICA

Ingredienti:

  • 150 ml di colla vinilica
  • colorante alimentare
  • 70 gr di Borotalco

Preparazione: 

  • In una ciotola versa la colla vinilica;
  • Con un cucchiaino, amalgama la colla con il colorante alimentare;
  • Incorpora, poco alla volta, il borotalco (senza smettere di mescolare);
  • Quando la pasta comincia a diventare densa e uniforme, puoi continuare a lavorarla con le mani.

FLUFFY SLIME

Ingredienti:

  • una tazza di colla vinilica
  • mezza tazza di schiuma da barba
  • bicarbonato
  • tre cucchiai di shampoo per capelli profumato
  • colorante alimentare e/o glitter

Preparazione: 

  • In una ciotola, versa la colla vinilica;
  • Aggiungi il colorante/glitter e amalgamatelo con un cucchiaio;
  • Aggiungi la schiuma da barba (è importantissimo che ci sia più colla che schiuma) e mescola con energia;
  • Continuando a mescolare, aggiungi il bicarbonato; il composto si indurirà rapidamente, assumendo una consistenza densa e gommosa;
  • Quando avrai raggiunto la consistenza desiderata, aggiungi lo shampoo per renderlo profumato e incorporalo mescolando con le mani.

Il Fluffy Slime è il preferito dei bambini; questa versione con la schiuma da barba si propone di imitarne la consistenza spumosa.

SLIME FAI DA TE: QUALCHE CONSIGLIO

Ecco alcuni consigli che ti proponiamo, anche se la maggior parte sono soltanto regole di buon senso:

  • Se mettete lo slime in una tazza e provi a schiacciarlo, emetterà un suono buffo;
  • Lo Slime non è indicato per giocare sui tappeti, perché si riempie di sporcizia e residui;
  • Lo Slime fai da te potrebbe sporcare le superfici delicate; usa una tovaglietta di plastica o un’altra protezione apposita;
  • Non lesinare sul colorante alimentare, otterrai tonalità più sgargianti;
  • Per conservare lo Slime, riponilo in un luogo fresco, chiuso in un contenitore: se lo lascerai esposto all’aria aperta non impiegherà molto a seccarsi!

E qualche consiglio per renderlo un gioco davvero speciale:

  • Fare insieme è un prezioso momento di condivisione; approfitta di un pomeriggio di pioggia e dai vita al vostro Slime con tutta la famiglia (magari insieme ad una tazza di latte e cannella);
  • Perché non realizzi una piccola casetta per Slime? Come una casa delle bambole, ma progettata per il dolce riposo della nostra viscida gelatina. Bastano del cartone, un po’ di colla e tanta, tanta fantasia. Prova anche tu!

SLIME CHE SI MUOVE

Forse non tutti sanno che esiste una ricetta per creare uno slime in movimento. E’ semplicissimo: bisogna mescolare 90 grammi di amido di mais e 480 ml di olio di semi. Una volta mescolati vanno fatti riposare in frigo. Rimescolato il composto, allontanando e avvicinandolo a un oggetto elettrostatico, lo faranno muovere come se avesse vita propria. E’ un ottimo esperimento per piccoli scienziati.

SPECIALE BAMBINI ..RICETTE CON IL BIMBY E SENZA….

Ecco alcune ideee per fare giocare i vostri bambini con prodotti naturalmente preparati in casa…I piccoli di casa vanno intrattenuti con giochi divertenti e creativi ed il Bimby ci aiuta anche in questo! Possiamo fare la pasta di sale il didò oppure la sabbia cinetica colorata, da usare come la plastilina!

SABBIA CINETICA RICETTA CON IL BIMBY

  • Sabbia cinetica per bambini..
  • 300 gr di maizena o fecola
  • 300 gr di semolino o farina per polenta)
  • 100 ml di olio di semi
  • Coloranti alimentari q.b.

PREPARAZIONE

  1. Tutto nel boccale V 6/7 finché non diventa tipo sabbia§
  2. Potete conservare in un contenitore ermetico a temperatura ambiente

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVITI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK-PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…VI ASPETTO NUMEROSEEEE…

SABBIA CINETICA METODO TRADIZIONALE

  • 300 gr di farina integrale
  • 300 gr di amido di mais
  • 60 ml di olio da cucina a scelta

PREPARAZIONE

La farina integrale è stata scelta per imitare il colore della sabbia. Potrete utilizzare un olio da cucina che avete già a disposizione, ad esempio olio di mais o olio di semi di girasole. L’amido di mais o maizena si trova normalmente al supermercato ad un costo bassissimo. Si tratta semplicemente di mescolare e impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una sorta di pasta da modellare.

Vi suggerisco anche una variante degli ingredienti da amalgamare tra loro per creare la sabbia cinetica:

  • 300 gr di maizena
  • 300 gr di semolino
  • 100 ml di olio da cucina a scelta

Il composto ottenuto potrà rimanere all’interno di una ciotola o di un contenitore trasparente dove i bambini potranno divertirsi ad ‘impastare’ e modellare. La sabbia cinetica deve risultare malleabile e non troppo bagnata.

Vorreste preparare la sabbia cinetica colorata? Potreste provare ad aggiungere al composto ottenuto qualche goccia di coloranti per alimenti oppure di succo di barbabietola o altri coloranti naturali a vostra scelta.

Non vi resta che sperimentare!

DIDO’ RICETTA PER IL BIMBY

  • 4 misurini di farina 00 (225 gr)
  • 3 misurini di acqua (295 gr)
  • 2 misurini di sale (235 gr)
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole (15 gr)
  • 1 bustina di cremor tartaro (8 gr)
  • 1 fialetta di aroma limone
  • 5 gr di colorante gel per ogni colore

PREPARAZIONE

  1. Mettere il sale nel boccale insieme a 50 gr di farina: 20 sec, vel.10
  2. Aggiungere il resto degli ingredienti tranne i coloranti: 4 min e mezzo, 100°C, vel.3/4
  3. Togliere l’impasto dal boccale, dividerlo in 3 parti uguali (200 gr l’uno circa), aggiungere il colorante ed impastare con le mani
  4. Conservate in un contenitore ermetico per mantenerlo morbido

DIDO’ PREPARAZIONE METODO TRADIZIONALE

  • 2 tazze di farina
  • 1 tazza di sale fino
  • 1/2 tazza di Maizena
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 1 cucchiaio abbondante di cremor tartaro
  • 2 tazze di acqua
  • Coloranti alimentari
  • Aromi naturali

PREPARAZIONE

  1. Mescolate, all’interno di un pentolino, tutti gli ingredienti seguendo però questo ordine: farina, sale fino, Maizena, olio di semi, cremor tartaro, acqua.
  2. Fate cuocere per circa 5 minuti a fuoco medio mescolando fino a quando il composto non risulta faticoso da mescolare.
  3. Lasciate raffreddare e poi trasferite il composto su un piano da lavoro.
  4. Formate un panetto e poi dividetelo in più parti a seconda dei colori che intendete usare.
  5. Aggiungete ad ogni singolo panetto del colorante alimentare e impastate fino a quando la pasta modellabile non ha incorporato bene il colore.
  6. Se preferite, aggiungete la vanillina per dare al didò il profumo di vaniglia.
  7. Il didò fatto in casa si conserva in frigorifero, chiuso in un barattolo, per circa 3 mesi.

PASTA DI SALE CON IL BIMBY

  • 100 gr di sale
  • 200 gr di farina 00
  • 130 ml d’acqua tiepida
  • colorante alimentare in polvere q.b.

PREPARAZIONE

  1. Tritare il sale nel boccale: 20 sec vel 8;
  2. Aggiungere farina, acqua e colorante: 5 minuti vel. spiga.
  3. La pasta di sale è pronta!

PASTA DI SALE PREPARAZIONE TRADIZIONALE

  • 2 bicchieri di sale fino (polverizzato)
  • 2 bicchieri di acqua tiepida
  • 4 bicchieri di farina
  • Coloranti alimentari per colorare la pasta di sale di tutti i colori

PREPARAZIONE

  • Mischiate tutti gli ingredienti della pasta di sale: farina, sale e acqua. Se utilizzate un colorante liquido, versatelo nell’acqua prima di aggiungerla alla farina e al sale. Versate l’acqua in una sola volta e lavorate bene l’impasto con le mani, oppure lasciate lavorare il vostro robot da cucina per circa 5 mn.
  • La pasta di sale deve essere compatta e morbida ma non deve attaccarsi alle dita.
  • La pasta di sale perfetta è facile da fare e da adattare all’età del vostro bambino, ai suoi gusti e all’utilizzo che dovrete farne. Se è troppo friabile, o se inizia ad avere l’aspetto di tanti granelli di sabbia, aggiungete un po’ d’acqua, fino a farla diventare morbida e facile da lavorare.
  • Se, al contrario, la pasta di sale risulta troppo molle ed appiccicosa, aggiungete della farina e lavoratela. Fate attenzione ad aggiungere sia farina che acqua in piccole quantità e a lavorare la pasta ogni volta.
  • Se non utilizzate subito la pasta di sale che avete realizzato, potete conservarla in una pellicola di plastica alimentare. Riponete la pasta nel frigo, solo se non la utilizzate per molte ore.

BOLLE DI SAPONE FATTE IN CASA SENZA GLICERINA

  • Acqua demineralizzata e distillata…come mai è meglio non utilizzare l’acqua del rubinetto? Perché i sali insolubili che si formano tra gli ioni calcio e magnesio e il detersivo tendono a rompere la bolla!
  • Sapone da piatti concentrato o sapone di marsiglia liquido,
  • Glicerina: rende le bolle più resistenti perché aiuta a stabilizzare il velo d’acqua della bolla.
  • Riposo della soluzione per 24-48 ore…no, non è uno scherzo: pare che a qualche giorno dalla preparazione agisca meglio perché nel frattempo la schiuma diminuisce e gli elementi si amalgamano meglio.

Utile poi essere a conoscenza di alcuni trucchi: è meglio creare le bolle di sapone in una giornata di alta umidità, senza vento e in luoghi poco polverosi; anche il freddo è nemico delle bolle di sapone: se la temperatura è di qualche grado sotto lo zero le bolle piccole possono cristallizzarsi!

NB in sostituzione dell’acqua distillata è possibile utilizzare anche adottare almeno 2 soluzioni eco-friendly ovvero l’acqua di scarto del deumidificatore o di sbrinamento del frigorifero.

Bolle di sapone fatte in casa: la ricetta tradizionale (con glicerina)

Mentre facevo questa ricerca ho trovato su internet un consistente numero di ricette, tutte diverse l’una dall’altra…il motivo? E’ presto detto: essendo la qualità delle bolle influenzata da molte variabili (umidità dell’aria, tipo d’acqua e sapone utilizzati, purezza della glicerina, etc) è praticamente impossibile definire una ricetta perfetta per ogni occasione.

Nella mia esperienza ho potuto verificare che funziona piuttosto bene partire da un rapporto acqua:sapone:glicerina pari a 10:3:1 e poi procedere per tentativi aggiungendo di volta in volta piccole quantità di sapone e glicerina.

La ricetta base, ri-proporzionabile in base alle vostre necessità, diventa quindi:

  • 1l d’acqua distillata
  • 300cc di sapone
  • 100cc di glicerina

La soluzione, come accennato prima, risulta più efficace se preparata con acqua tiepida e lasciata riposare per 24-48 ore in un contenitore con coperchio.

Bolle di sapone fatte in casa senza glicerina

Dal momento che la glicerina è un po’ costosa e comunque non reperibile solitamente al supermercato immagino che a diversi di voi possa far comodo una ricetta per le bolle di sapone fatte in casa senza glicerina…

Niente di complicato, basta sostituire la glicerina della ricetta che vi ho riportato poco fa con un pari quantitativo di una delle seguenti sostanze:

  • miele,
  • sciroppo di mais (o comunque uno sciroppo alimentare molto denso),
  • zucchero a velo.

Colori naturali a dita, con quattro ingredienti. In frigo si conservano per due mesi

COME FARE COLORI A DITA

Il rosso con il pomodoro, o con la barbabietola. Il rosa con il succo di rapa. Il blu con mirtilli o more. E il marrone con la polvere del caffè. Sono soltanto alcuni esempi degli ingredienti naturali attraverso i quali si arriva, in modo semplice e divertente, ai colori a dita, I più amati dai bambini.

COLORI A DITA FAI DA TE

Scopriamo insieme qualche ricetta facile da realizzare, atossica, che assicura la creazione di tonalità brillanti.

  • I colori a dita. Bastano solo 4 ingredienti per realizzare dei colori che i piccoli potranno utilizzare solo con le loro piccole dita. Gli ingredienti sono sicuri e naturali al 100%: frutta, verdura, spezie o anche i coloranti ad uso alimentare. Questi colori si possono tranquillamente conservare in frigo per circa due mesi. Innanzitutto, procuratevi una tazza tazza di amido di mais, una tazza di farina, due cucchiai di sale e tre tazze di acqua. A questo punto, potete amalgamare tutti gli ingredienti in una terrina adoperando un mixer ad immersione fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Poi, potete collocare il miscuglio dentro un pentolino e farlo scaldare a fuoco lento fino a quando la consistenza non sarà quella dei colori a tempera. Alla fine, versate l’impasto in piccoli contenitori di vetro con chiusura ermetica. Quando saranno freddi, potete aggiungere il colorante. Come già anticipato, l’impasto ottenuto potete anche colorarlo adoperando gli ingredienti naturali che avete in casa, cioè frutta, verdura e spezie.

Ecco quali sono gli ingredienti che potete mescolare all’impasto per ottenere il colore desiderato:

  1. ROSSO

Per ottenere il rosso potete usare del succo di pomodoro privato dei semi, la barbabietola, le fragole cotte per dici minuti, di cui utilizzerete solo il liquido.

  1. ROSA

Per fare un bel rosa basta qualche goccia di succo di rapa.

  1. GIALLO

Per fare il giallo potete utilizzare la curcuma in polvere, lo zafferano in polvere,l’ananas frullato bene.

  1. ARANCIONE

Per preparare l’arancione, la curcuma e il curry sono perfetti ma anche carote, arance, clementine e mandarini, la cui scorza deve essere lavata bene, grattugiata e poi frullata.

  1. VERDE

Per ottenere il verde potete utilizzare l’acqua degli spinaci o della bieta, il prezzemolo frullato bene, il cavolo verde cotto e frullato e la menta frullata.

  1. BLU

Il blu si ottiene con i mirtilli schiacciati oppure con le more frullate.

  1. MARRONE

Possiamo creare il marrone con la polvere di caffè oppure di orzo, con il cacao emulsionato con l’acqua oppure con la cannella emulsionata con acqua.

ACQUERELLI FAI DA TE

Se in casa volete creare degli acquerelli atossici per i vostri bimbi, potete procurarvi 1 cucchiaio di aceto bianco, 2 di bicarbonato di sodio, 1 di mais, ¼ cucchiaio di glicerina, contenitori per le uova e dei coloranti naturali. A questo punto, dovete mescolare l’aceto insieme al bicarbonato dentro una ciotola fino a quando non vi sia più schiuma. Quando quest’ultima si sarà dissolta, versatevi gli altri ingredienti. Infine, mettete la miscela dentro il contenitore delle uova e in ognuna delle cavità inserite un colorante diverso, così da ottenere varie tonalità. Miscelate bene e poi attendete che il colore si indurisca. Le tinte sono così pronte per essere adoperate dai bimbi che vi potranno intingere un pennello bagnato per cominciare a dipingere.

Puffy paint: come realizzare la pittura a rilievo in 3D, con soli 4 ingredienti

Ingredienti:

Questa ricetta è sicura ed economica da preparare a casa. Tutto ciò che serve è farina, sale, lievito e acqua, oltre alle tempere. Una volta fatta, regalerà a te e ai tuoi bambini ore di divertimento.

Consigliamo di realizzare la “pittura gonfia” con bambini dai 2 anni in su. Ricorda di sorvegliare i bambini piccoli durante questa attività, ed evitare che venga ingerita o messa in bocca.

•3 cucchiai di farina
•3 cucchiai di sale
•1 cucchiaino di lievito in polvere
•9 cucchiai di acqua

Procedimento:

Suddividere l’impasto in vasetti piccoli e mescolare a tempere di diversi colori
Dipingere con questa pastella fluida
Cuocere in microonde per 30 secondi

Disegnare con il sale, una pittura spessa e divertente

Il sale! Proprio con questo semplce ingrediente che abbiamo sempre in casa, unendolo ad altri materiali facili da trovare, possiamo creare un bellissimo strumento di lavoro, un colore unico per opere d’arte strane e inusuali.Una tempera, quindi, a base di sale, colorata e spessa, che permetterà di disegnare su supporti rigidi tutte le figure che vogliamo. E una volta asciutta sembrerà un colorato altorilievo!

Disegnare con il sale, una pittura spessa e divertente: a partire dal sale e dalla farina una pittura semplice che piacerà ai bambini per la tecnica utilizzata e per il risultato finale.

Prima di tutto, assicuriamoci di avere in casa almeno 2 o 3 barattoli per l’olio di quelli che si trovano in cucina, quelli con il beccucio stretto

che vediamo nei film americani). In ognuna andrà un colore, quindi più ne abbiamo e più colori potremo utilizzare.

Dopodiché raduniamo tutti gli ingredienti:

– Farina

– Sale

– Acqua

– Tempere

Ed ecco invece il procedimento:

La regola per creare i nostri colori è semplicemente utilizzare per ogni colore la stessa quantità di farina, sale e acqua. Quindi, una volta mescolati questi tre ingredienti bene in una ciotola, aggiungiamo la tempera, fino a che non otteniamo la tonalità di colore desiderata.

Procediamo così per ogni colore, versandoli alla fine uno ad uno nelle bottigliette per l’olio, aiutandoci con un imbuto.

Iniziamo quindi a creare e a sbizzarrirci: basta utilizzare le bottigliette così come sono, spruzzando delicatamente fuori i colori (un esercizio per la manualità fine mica male!), creando disegni su supporti abbastanza rigidi e porosi, come il cartone, i piattini di carta, i fogli spessi e ruvidi, la tela…

Il bello di questa pittura, noterete, non sarà solo l’effetto spesso, ma anche il colore, dato che le diverse sfumature non tendono a mischiarsi, ma a restare separate! Ecco perché possiamo realizzare disegni astratti o disegnare soggetti precisi e concreti con la certezza che in ogni caso il colore farà il suo dovere.

Bene, dopo aver realizzato i nostri disegni, armiamoci di pazienza (una dote che i bambini devono imparare a sviluppare in questo mondo troppo veloce, quindi chapeaux a questa attività!): la pittura ci impiegherà circa 2 o 3 giorni per asciugare completamente, quindi cerchiamo un luogo riparato, orizzontale (come delle mensole libere) e fresco (ma non al buio) sul quale appoggiare le nostre opere d’arte. Passato il tempo necessario (tocchiamo leggermente per capire se in effetti la pittura s’è asciugata), possiamo finalmente alzare i nostri disegni, per vedere l’effetto stupendo di questa pittura di sale: sarà rigida, spessa e cristallina, quasi come una scultura, grazie al sale e alla farina che abbiamo utilizzato.

Zucchero per colorare fai da te

Ai tuoi bambini piace colorare? Anzichè usare sempre i soliti pennarelli o matite colorate, puoi farli colorare con lo zucchero. Bastano pochi minuti per preparare tutto ed il risultato è assicurato…

A molti bambini piace colorare, ma a volte si annoiano a farlo sempre con i pennarelli, o con i pastelli a cera, e così finiscono per perdere il piacere di questa attività.

Basta poco però per cambiare le cose e ridare magia alla cosa, senza bisogno di comprare colori speciali o di sporcare tutta la casa con le tempere o con i colori a olio. La ricetta per i “magici colori di zucchero” è a bassissimo costo, considerando che l’ingrediente principale ce l’abbiano in casa tutti.

Ecco come creare in casa lo zucchero colorato con cui far divertire i propri bambini. Ti bastano queste cose: lo zucchero, qualche pennarello a punta grossa, fogli di cartacolla vinilica e alcuni bicchieri o piccoli contenitori di plastica.

Come si fa lo zucchero colorato?

Metti due o tre dita di zucchero in un bicchiere di plastica, poi immergi la punta di un pennarello nel bicchiere e comincia a mescolare. Ecco che la magia si compie: lo zucchero, assorbendo l’inchiostro del pennarello, diventa colorato! Puoi ripetere l’operazione quante volte vuoi, a seconda di quanti colori vuoi creare.

Su un foglio di carta disegna la sagoma di qualcosa che il bambino potrà colorare (se i bimbi sono grandi possono farlo da soli). A questo punto il bambino potrà stendere un po’ di colla vinilica sulla parte di disegno che vuole colorare, poi dovrà solo rovesciare pian piano lo zucchero colorato sopra la colla (si può fare anche con un cucchiaino). Una volta “colorata” in questo modo una parte del disegno, il bambino può procedere con quella successiva, con la stessa tecnica, cambiando solo il bicchiere con lo zucchero colorato.

Se temi che faccia disastri con lo zucchero, basta lavorare sopra un foglio di carta di giornale. Quando l’opera d’arte sarà finita, lasciala asciugare (magari sopra al foglio di giornale) e poi divertitevi insieme a far cadere lo zucchero in eccesso scuotendo leggermente il foglio.

Se hai un bambino piccolo ed hai paura che – sapendo che i colori sono fatti di zucchero – il bambino abbia la tentazione di assaggiarli, oltre che usarli, puoi utilizzare – al posto dei pennarelli – i coloranti alimentari, basta miscelarli con pochissima acqua e fare la stessa operazione mescolandoli allo zucchero con un cucchiaino.

PLASTILINA

Avrà una splendida consistenzamorbidezzaplasticità e stabilità nel tempo.
Questa plastilina è stata fatta 3 mesi fa ed è ancora perfetta!

Ingredienti

  • 3 tazze di acqua o 750 ml
  • 3 tazze di farina
  • 6 cucchiai di olio
  • 1 tazza di sale fino
  • 2 cucchiai di cremor di tartaro
  • colore alimentare

Istruzioni

Ingredienti

  • 3 tazze di acqua o 750 ml
  • 3 tazze di farina
  • 6 cucchiai di olio
  • 1 tazza di sale fino
  • 2 cucchiai di cremor di tartaro
  • colore alimentare

Istruzioni

Ingredienti

  • 3 tazze di acqua o 750 ml
  • 3 tazze di farina
  • 6 cucchiai di olio
  • 1 tazza di sale fino
  • 2 cucchiai di cremor di tartaro
  • colore alimentare

Istruzioni

  1. Mescola tutti gli ingredienti e mettili in una pentola antiaderente.
  2. Metti sul fuoco e cucina per circa 15 minuti, sempre mescolando.
  3. La plastilina è pronta quando tende a staccarsi dalle pareti e non deve essere troppo appiccicosa.
  4. Toglietela dalla pentola e lasciatela raffreddare.
  5. Conservare in contenitori ben chiusi. Non si secca mai!

DAS FATTO IN CASA

Non si tratta di qualcosa di commestibile, ma della ricetta per una pasta modellabile che, una volta essiccata, indurisce ed è perciò adattissima per fare lavoretti con i bambini: il risultato finale ha una consistenza simile all’argilla (o alla famosa pasta DAS). A differenza di argilla e creta, non necessita di essere cotta in forno ad altissima temperatura.

Non essendo sicura del risultato, ho iniziato usando una tazzina da caffè come misura.

Ecco gli ingredienti e i materiali necessari:

  • 2 tazzine di bicarbonato
  • 1 tazzina di maizena (anche con la frumina il risultato è lo stesso)
  • 1 tazzina e 1/2 di acqua
  • mezzo cucchiaio di olio di semi (nella ricetta originaria non è previsto, ma io ce l’ho aggiunto e il risultato è stato buono)

Verso l’acqua in una padella antiaderente e vi disciolgo il bicarbonato.
Metto la padella sul fuoco (aggiungo l’olio) e mescolo per un minuto circa. Aggiungo la maizena (ne ho versata prima una metà, ho mescolato e infine ho aggiunto il resto), continuando a mescolare.Continuo a mescolare fino ad ottenere un composto piuttosto compatto ed omogeneo.Tolgo dal fuoco, aspetto un paio di minuti che la pasta si raffreddi un po’ e manipolo dandole la forma a palla.La pasta è pronta: è liscia e malleabile. 
Provo a stenderla con il mattarello: sono proprio soddisfatta del risultato!

Nota. Questa pasta non è adatta a essere manipolata a lungo: diventa fastidiosamente appiccicosa.

ESSICCATURA
Due formine le cuocio in forno. In vari tentativi di essiccatura successivi a questo primo esperimento, scopro che è meglio cuocerle a 100°. Il tempo di essiccatura dipende dallo spessore della formina.

Le formine lasciate essiccare a temperatura ambiente impiegano almeno tre giorni.

COLORITURA
Una volta cotte, si possono colorare con le tempere o con i colori acrilici. Possono anche essere lucidate con la colla di tipo vinilico.

CONSERVAZIONE
La pasta in eccedenza può essere posta in un sacchetto di plastica e si conserva in ambiente fresco per oltre una settimana senza ammuffire e mantenendo la stessa consistenza iniziale (in un’occasione l’ho fatta più di otto giorni prima).
Nicole, la mia collega, ha scoperto che PUO’ ESSERE CONSERVATA SOLO LA PASTA NON MANIPOLATA in precedenza. Per qualche strano fenomeno, infatti, quella manipolata, se tenuta nel sacchetto, diventa appiccicosa e non riutilizzabile.

PASTA DI MAIS

INGREDIENTI

pasta di mais:

•Maizena (amido di mais)
La Maizena, amido di mais, è reperibile in tutti i supermercati nel reparto dolci, serve infatti per fare creme o panettoni più soffici..
•Succo di limone
Succo di un limone fresco che sbianca e profuma l’impasto
•Acqua
Semplice acqua del rubinetto va benissimo, a temperatura ambiente.
•Collante
Colla vinilica o colla da tappezzeria o glicerina si ottiene un impasto più elastico e con maggiore consistenza, più facile da modellare.
•Vaselina
Vaselina o glicerina o paraffina liquida per ammorbidire l’impasto.

IMPASTO
come preparare la pasta di mais:
•Quantità
La quantità dipende chiaramente da cosa uno vuole realizzare, ma meglio, se la prima volta, non eccedere, poi con l’esperienza si potrà anche esagerare!
Questo è comunque il rapporto:
• 1 bicchiere di Maizena ( amido di Mais )
• 1 bicchiere di colla vinilica diluiti con 2 cucchiai d’acqua
• 1 cucchiaio da tavola vaselina o glicerina o paraffina liquida, (la glicerina dà alle sculture un aspetto molto ceroso)
• 1 cucchiaio di succo di limone o di lavanda, rallenta l’asciugatura e dà ai manufatti un gradevole profumo.

Impastare
In un recipiente antiaderente (diametro 14/16 cm circa) versare prima la maizena, poi la colla vinilica diluita con un 

po’ d’acqua ed in seguito il succo di limone (o lavanda) e l’olio di vaselina o paraffina.
Mescolate bene il composto fino ad ottenere un impasto liscio e senza grumi.
Porre su un fuoco medio mescolando continuamente con un cucchiaio di legno per circa 7/8 minuti.
Quando l’impasto che si va addensando, si staccherà dalle pareti del pentolino, girarlo ancora un paio di volte, la cottura si verifica quando prendendo un po’ di impasto la consistenza è elastica e non troppo appiccicosa.
Far raffreddare l’impasto su un piano liscio e un po’ unto, girandolo spesso con il cucchiaio di legno per evitare che si secchi troppo in superficie.
Quando il composto è freddo, si impasta bene e si inizia a lavorare oppure si ripone in luogo fresco avvolto nella pellicola trasparente anche per due mesi.
La pasta di mais è pronta!

•Materiali ed accessori
L’unico strumento indispensabile per modellare la pasta di mais sono ovviamente le dita e le mani, ma tutto può essere molto utile. Ecco una lista:
coltello da cucina e taglieri per tagliare la pasta
matterello o stendipizza per spianare la pasta
rotella da pasticcere
pennello da pasticcere
schiaccia-agli per fare i capelli o fili in genere
cannucce per fare buchi
Stampi per biscotti per fare delle formine
carta d’alluminio
fil di ferro per fare gancetti, aggangiare i vari pezzi e appendere gli oggetti
stuzzicadenti per fare gli occhi e sostenere i diversi pezzi dell’oggetto
pinze o pinzette per ciglie
chiodi di garofano
colino da tè
pezzetti di legno
bacche di ginepro.
E la lista potrebbe allungarsi a dismisura a voi la scelta.

•Asciugatura
Questa è una fase molto importante: da una perfetta asciugatura dipende la riuscita e la durata di un oggetto. Questo potrebbe infatti screpolarsi o danneggiarsi in modo irreparabile.

Gli oggetti in pasta di mais non necessitano di essicatura a forno, si asciugano molto rapidamente se si pongono in un luogo ventilato ma non al sole.
Perchè asciughino uniformemente da tutti i lati, specialmente alla base, girarli più volte in diverse posizioni.

•Verniciatura
La pasta al mais essiccata ha un colorito bianco latteo, per ottenere variazioni di tonalità è necessario ricorrere ad una colorazione della pasta, possibile sia a pasta fresca che asciutta.

Vanno usate tempere di ottima qualità per garantire la resistenza del colore alla luce.
La tempera può essere usata per colorare sia oggetti già asciutti, sia la pasta fresca, in entrambi i casi si ottiene una colorazione intensa e gradevolmente opaca.
I colori acrilici sono ottimi per la loro resistenza alla luce, non sbiadiscono con il tempo, generalmente si diluiscono con l’acqua e una volta asciutti diventano indelebili.
I colori trasparenti per vetro danno un effetto cristallino e semitrasparente, a scultura asciutta conferisce un aspetto lucido e vetrato.
Si possono colorare in 2 modi:
•A pasta fresca: si mescola direttamente il colore (tempere, coloranti alimentari) alla pasta, aggiungendolo in piccole quantità, finchè si ottiene la tinta desiderata. E’ possibile colorare l’impasto oltre ai colori precedentemente descritti, si possono usare anche dei pigmenti naturali quali caffè e orzo macinati, cacao, zafferano, peperoncino macinato ed altri prodotti simili reperibili in cucina.
La pasta di mais tende a scurirsi asciugando, quindi occorrono poche gocce di colore nell’impasto per avere delle tonalità pastello e qualche goccia in più per avere colori più decisi.
•A pasta asciugata: Dipingere i modelli solo dopo l’asciugatura: in questo caso il modello va colorato quando è perfettamente asciutto, usando colori a tempera o ad acquerello. Dipingere gli oggetti con la seconda tecnica è sicuramente molto più bello e soddisfacente.
La pasta di mais ha una superficie molto liscia e scivolosa, il colore tiene poco va ripassato più volte per ottenere un risultato soddisfacente.

•Decorazioni
Una volta colorato, l’oggetto può essere ulteriormente “abbellito” con fiori secchi, pizzi, nastri e stoffe.

•Conservazione
La pasta di mais si conserva bene e non teme l’umidità evitate comunque luoghi molto umidi r molto caldi.
Per quanto riguarda la conservazione della pasta fresca, riponete la pasta solo quando è completamente fredda in dei sacchetti di plastica o in contenitore a chiusura ermetica, state attenti a tenerli ben chiusi, altrimenti la pasta si secca.
La pasta di mais può essere conservata perfettamente anche per due mesi.
Per quanto riguarda invece l’oggetto finito, non c’è limite alla sua durata, purché abbiate avuto l’accortezza di spruzzarlo di vernice trasparente (lucida od opaca).

•Consigli
La lavorazione dell’oggetto si può fare anche avvolgendo la porzione di pasta da manipolare con pellicola da cucina.
Rigirare più volte gli oggetti quando al contatto con le mani risultino asciutti in superficie.
Il colore si accentua con l’asciugatura, quindi non bisogna mai dare tinte molto forti per non scurire l’oggetto una volta asciutto.
Ad eccezione dei fiori o dei materiali rivestiti, tutte le creazioni vanno posizionate su un piano liscio, ricoperto con un foglio di alluminio che permetterà di rimuovere l’oggetto semiasciutto da entrambi i lati per poterne completare l’essiccazione.
Per unire gli oggetti sia a pasta fresca che asciutta usate la colla vinilica, se la composizione è asciutta per un incollaggio veloce usate una colla a presa istantanea (tipo Attak) o colla a caldo distribuita con l’apposita pistola.

RICETTE PROFUMO PER BAMBINI FATTO IN CASA SENZA ALCOOL

I giochi creativi sono davvero stimolanti per i bambini soprattutto se permettono di provare esperienze uniche da condividere passando del piacevole tempo insieme ai genitori.
Oggi voglio darvi un’idea: preparare un profumo fatto in casa insieme ai bambini e senza alcool per fa si che possano indossarlo tutelando la loro pelle.

I bambini amano mescolare, amalgamare e pasticciare, con queste semplici mosse potrete renderli soddisfatti di se e insegnare loro quanto è semplice fare anche in casa ciò che spesso siamo portati ad acquistare già confezionati, come i profumi!

Cosa ci serve?
-60 ml di olio a scelta tra: mandorle, cocco, jojoba
-30 ml di acqua distillata
-6 gocce di olio essenziale di erbe miste o di una sola che preferite (es: camomilla-lavanda)

Iniziamo:

Metti in un recipiente l’olio che hai scelto e aggiungi le 6 gocce essenziali, mescola il tutto per bene e travasa la miscela in una boccetta di vetro,
agita di nuovo il tutto fino a che i liquidi si siano amalgamati bene, poi richiudi e lascialo riposare per 7 giorni in un ambiente fresco e buio ricordandoti però una volta al giorno di andare a mescolare il composto.

Passata la settimana aggiungi l’acqua distillata e agita nuovamente per bene l’intero composto, se annusandolo non risulta abbastanza intenso aggiungi ancora qualche goccia di olio essenziale ed ecco qui che il tuo profumo è pronto per essere utilizzato!

disegnare con farina e caffè

  • Un foglio di carta colorato
  • farina bianca
  • fondi di caffè
  • colla vinilica
  • un pennello
  • un cucchiaino

Così INSIEME abbiamo iniziato a dipingere delle LINEE, dei CERCHI con la COLLA vinilica, una volta io ed una volta lei, poi ha cominciato a formare le sue montagne innevate e le sue strade con la farina ed il caffè.Noi ci siamo molto divertite con questa idea ECOLOGICA ed ECONOMICA, inoltre si possono aggiungere altre personalizzazioni, come farine di vari colori ( farina gialla di mais ad esempio ).

5 modi per fa giocare i bambini con la polenta:

1- I travasi. I travasi sono un gioco che appassiona i bambini che provano piacere nel travasare la polenta da un contenitore all’altro. Non è un gioco preconfezionato, per cui non c’è margine di errore. Comunque si giochi si gioca nel modo giusto.
Come si fanno i travasi? Si versa la polenta in una bacinella capiente o un catino e si mettono a disposizione dei bambini dei contenitori, come vasetti dello yogurt, imbuti o contenitori piccoli e li si lascia giocare.

 si bagna la polenta finchè non assume la consistenza della sabbia del bagnasciuga e si mettono a disposizione dei bambini formine e palette.

si versa la polenta su un foglio dove sono stati fatti dei disegni con la colla e si invitano i bambini a soffiare la polenta in modo che si attacchi alla colla creando dei bellissimi quadretti. Se volete potete aggiungere del glitter per dare un effetto ancora più bello al quadro ed usare come sfondo un foglio su cui avete colorato con il sale il giorno prima per creare un quadro originale.

i versa la polenta in una bottiglia di plastica resistente chiudendo il tappo con la colla a caldo e creando così una bottiglia multisensoriale.

si aggiunge alla polenta un po’ di farina bianca e si impasta il tutto con acqua per creare un panetto da modellare. La consistenza è diversa da quella della pasta di sale, per cui se si propongono ai bambini entrambi i materiali possono confrontare i due materiali. I giochi di manipolazione piacciono moltissimo ai bambini che passeranno molte ore giocando con i panetti.

Di solito uso la polenta istantanea, economica e facile da reperire ed amo poi cucinare con i bambini piatti a base di polenta, per far vedere loro che è un materiale che può essere mangiato, buono e nutriente.

Lo squishy fatto in casa senza prodotti chimici.

Gli squishy sono dei  giocattoli carini, dalla consistenza spugnosa; da sempre utilizzati sia dai bambini e che dagli adulti che li utilizzano come antistress.
In commercio se ne trovano di ogni tipo e colore, di ogni forma, animali, dolciumi, frutta ecc; il prezzo varia a seconda della tipologia.

In realtà è possibile realizzarli anche in casa e senza utilizzare prodotti chimici;

con i prodotti della dispenza con un costo molto basso.
In più si possono coinvolgere anche i bambini nella realizzazione dello squishy, è il divertimento sarà assicurato.
Trascorreranno piacevolmente qualche ora, divertendosi a creare dei personaggi, a dare loro dei nomi ed a inventare storie.
Questo gioco me l’ha suggerito il mio primo figlio, che quando era all’asilo, con le maestre ne creavano diversi.
Quindi mi è bastato telefonare alla maestra ed ecco la ricetta.
In più il piccolo ne ha creato uno, che gli piace così tanto che ci dorme insieme;
per cui sarà un gioco divertente per tutta la famiglia e rallegrerà queste lunghe giornate casalinghe.

Per realizzare uno squishy fatto in casa occorrono:

        •       30 g di farina
        •       15 ml d’acqua
        •       un palloncino colorato
        •       un pennarello
        •       un batuffolo di lana
        •       colla
        •       un imbuto

Per realizzare uno squishy fatto in casa senza prodotti chimici, bisogna innanzitutto versare la farina in un recipente e aggiungere l’acqua .

Mescolare energicamente con una frusta fino ad ottenere un composto semi liquido senza grumi ( questo composto sarà simile all’impasto di un Pan di Spagna).

Poi prendere il palloncino ed agganciatelo al beccuccio dell’imbuto.

Versare il composto di acqua e farina all’interno del palloncino e fare un nodo per chiuderlo lasciando pochissima aria al suo interno.

Fare attenzione a realizzare un nodo ben stretto per evitare che il composto all’interno fuoriesca.

A questo punto bisogna decorare lo squishy fatto in casa. Con un pennarello, realizzare occhi naso e bocca.
Per realizzare i capelli, incollare sulla parte alta del palloncino un batuffolo di lana.

Fatto ciò il vostro squishy fatto in casa è pronto per far divertire grandi e piccoli.

In realtà si può decorare lo squishy in molti modi diversi, per esempio è possibile realizzare delle mani con un foglio di carta ed incollarle ai lati del palloncino.
Se non si ha  a disposizione la farina, si può utilizzare dell‘amido di mais o la fecola di patate ed il risultato rimarrà identico.
Si possono attaccare perline, fiocchetti è tanto altro, si possono realizzare grandezze diverse, fare dei accessori di cartoncino per far assomigliare lo squishy ad animaletti.
Basta solo tanta fantasia e tempo a disposizione; i bambini saranno entusiasti e saranno impegnati a lungo con un gioco che alla fine è costato molto poco.
Al posto delle farine è possibile utilizzare il riso e dei legumi secchi ma il risultato sarà molto più grezzo e ciò rischia di rompere il palloncino in breve tempo; in questo caso è consigliabile mettere un palloncino dentro l’altro prima di riempire.

raccolta pizze a lunga lievitazione bimby e metodo tradizionale

Chissà quante volte abbiamo sentito parlare di impasto per pizza a lunga lievitazione, e ci siamo sentiti dire che è il migliore in assoluto, fiore all’occhiello di molti ristoranti e pizzerie: ma è davvero da preferire agli altri? La risposta è sì! Volete sapere perché? Di motivi oggi ve ne diamo ben tre!

1) La pizza preparata con un impasto a lunga lievitazione si digerisce meglio!

Per capire bene perché la pizza a lunga lievitazione è più digeribile, dobbiamo innanzitutto fare una distinzione fra:

  • Lievitazione: è l’aumento di volume dell’impasto dovuto all’azione del lievito, che fermentando gli zuccheri presenti nella farina, produce anidride carbonica sotto forma di bollicine che rimangono intrappolate nella struttura formata dal glutine, ed è indispensabile per ottenere una pizza soffice e friabile.
  • Maturazione: è quell’insieme di processi in cui, dopo l’impastamento, tutte le strutture più complesse presenti nella farina, come gli zuccheri e le proteine, vengono scomposte in elementi più semplici.

Il problema sta nel fatto che i tempi di lievitazione e di maturazione, non coincidono mai, essendo questi ultimi molto più lunghi (alcune farine hanno tempi di maturazione anche di 72 ore).

Questo vuol dire che, facendo lievitare l’impasto per pizza per poche ore (come spesso si fa per risparmiare tempo), andremo ad infornarlo quando il processo di maturazione non sarà per niente concluso, con il risultato che la pizza risulterà meno digeribile, in quanto la farina non sarà stata ancora scissa nei suoi elementi più semplici.

L’unico modo per ovviare a questo inconveniente è quello di rallentare, (e di conseguenza allungare) i tempi di lievitazione dell’impasto, arrivando a farli coincidere con quelli di maturazione.

Questo scopo si raggiunge:

  • Utilizzando meno lievito
  • Tenendo l’impasto ad una temperatura fra i 2 e i 6 gradi (quella del frigorifero) per fermare il processo di lievitazione, mentre quello di maturazione continua.
  • Facendo ripartire il processo di lievitazione quando sarà quasi terminata la maturazione.

Grazie a questi accorgimenti l’impasto, che sarà maturato a sufficienza, è come se arrivasse nel nostro piatto già parzialmente digerito, e per questo motivo sarà molto meno impegnativo per il nostro stomaco: provare per credere!

Oggi voglio proporvi una raccolta di ricette di pizza a lunga lievitazione.

2) La pizza lievitata a lungo è più sana.

Come detto prima, gli impasti per la pizza sottoposti ad una lunga lievitazione, necessitano di meno lievito, per 2 motivi fondamentali:

  • L’impasto ha più tempo per lievitare, e quindi non c’è bisogno di utilizzarne molto.
  • Il processo di maturazione, scompone gli zuccheri complessi in zuccheri semplici, che vengono convertiti più facilmente in anidride carbonica dal lievito, anche se quest’ultimo è presente in piccole quantità.

Il lievito, a lungo andare, può rivelarsi dannoso per l’intestino, perché tende ad alterarne la flora batterica, indispensabile per il corretto funzionamento del nostro sistema digerente, e non solo.

A volte il consumo di troppo lieviti potrebbe causare gonfiore addominale, e problemi di malassorbimento.

Ognuno di noi è sensibile in modo differente ai lieviti, ma sicuramente, un impasto per pizza a lunga lievitazione, che ne contiene in quantità minore rispetto agli altri, è sicuramente più sano per tutti.

3) La pizza lievitata a lungo è obiettivamente più buona.

Infornando un impasto che, oltre ad essere ben lievitato, ha raggiunto anche il giusto grado di maturazione, otterremo una pizza molto più gustosa e profumata, perché gli zuccheri semplici e gli amminoacidi in cui la farina è stata scomposta, combinandosi ad alta temperatura, grazie ad una reazione detta di Maillard, daranno al prodotto finale un colore ed un aroma tipici del pane appena sfornato.

Una pizza ottenta da un impasto a lunga lievitazione, che sarà quindi maturato a sufficienza sarà, oltre che digeribile, anche più buona!

Se a questo aggiungiamo il fatto che, lasciando riposare l’impasto molto a lungo, quest’ultimo avrà anche il tempo di gonfiarsi a dovere (la lievitazione non è tanto una questione di quantità di lievito, ma di tempo), la nostra pizza risulterà anche estremamente soffice e friabile, qualità indispensabile per renderla gradevole al palato.

Come avete visto, di motivi per consumare una pizza fatta lievitare a lungo, che ha raggiunto la giusta maturazione, ce ne sono più di uno: ora sta a voi provarla e vedere se effettivamente è tutto vero!

Pizza a lunga lievitazione

Ingredienti

  • 120 g latte
  • 270 g acqua
  • 6 g lievito di birra
  • 1 cucchiaino zucchero semolato
  • 700 g farina 0
  • 3 cucchiai olio extravergine di oliva
  • 20 g sale fino

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il latte, l’acqua, il lievito e lo zucchero: 40 sec. vel 4.
  2. Aggiungere la farina, l’olio e il sale: 4 min. vel. Spiga.
  3. Lasciar lievitare l’impasto nel boccale, coprendolo con un canovaccio, per circa 7 ore.
  4. Stendere l’impasto nelle teglie, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare ancora per circa 2 ore.
  5. Farcire a piacere, aggiungere un filo d’olio e infornare in forno preriscaldato statico a 250° fino a doratura.

PIZZA A LUNGA LIEVITAZIONE RICETTA CON IL BIMBY E SENZA

INGREDIENTI (ca. 3 persone) SENZA IL BIMBY

  • 500 g. di farina manitoba
  • 350 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 4 g. di lievito di birra
  • 15 g. di sale
  • 20 ml di olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

Preparate l’impasto la sera prima.

Mettete la farina manitoba nella planetaria, aggiungete l’acqua, il lievito sgranato e l’olio. Lavorate l’impasto per 5 minuti e poi aggiungete il sale. Continuate ad impastare per altri 5-10 minuti finchè non otterrete una palla liscia ed omogenea. L’impasto potete prepararlo anche a mano.

Per ottenere una pizza più soffice e meno croccante, utilizzate solo 300 ml di acqua. Se invece volete una pizza ancora più croccante, utilizzate 300 ml di acqua e 50 ml di latte a temperatura ambiente.

Spennellate un contenitore capiente con un velo di olio e adagiate l’impasto della pizza. Spolverate la superficie dell’impasto con un pochino di farina. Coprite con la pellicola trasparente e mettete l’impasto nella parte bassa del frigo per tutta la notte. In frigo i lieviti inizieranno piano piano a lavorare. Alla mattina troverete l’impasto solo leggermente aumentato.

Tirate fuori il contenitore dell’impasto e lasciatelo a temperatura ambiente senza toccarlo per 5 ore (es. dalle 9.00 alle 14.00). Aprite la pellicola trasparente, muovete leggermente l’impasto solo per ristabilire i lieviti all’interno, spolverate la superficie con ancora un po’ di farina e ricoprite con la pellicola trasparente. Lasciate lievitare ancora per 3 ore (es. dalle 14.00 alle 17.00).

L’impasto della pizza che vi sto proponendo è per 3 pizze tonde oppure 1 teglia e mezza (rettangolare). La pizza verrà di media altezza, soffice e, allo stesso tempo, croccante.

Trascorso il tempo, dividete l’impasto in 3 panetti o palline e lasciateli lievitare su una superficie ricoperta di farina per 2 ore (es. dalle 17.20 alle 19.20). Coprite le palline con della pellicola trasparente. Se utilizzate la teglia dividete gli impasti in due: 1/3 e 2/3. Quindi da un impasto di ca. 900 g. vi verrà un panetto più piccolo da 300 g. e uno più grande da 600 g.

Trascorsa anche questa lievitazione, potete procedere alla stesura della pizza.

Accendete il forno a 220°

Prendete la teglia e imburratela. Preferisco utilizzare il burro al posto dell’olio per un discorso di gusto. Se non vi piace, procedete con il filo di olio.

Le teglie per pizza da forno, quelle apposite, non necessitano né di burro né di olio.

Infarinate la superficie di lavoro e prendete il primo panetto. Le pizze, che siano tonde o rettangolari, vanno stese sul piano di lavoro con molta cura e delicatezza e non sopra alla teglia. Vietatissimo il mattarello che ucciderebbe tutto il lavoro di lievitazione.

Con i polpastrelli iniziate a premere in più punti del panetto in modo che si allarghi piano piano. Poi iniziate a portare l’impasto verso l’esterno, sollevandolo e lasciando “fare” alla forza di gravità. Ho guardato anche dei video su come fanno i pizzaioli veri, ma purtroppo, non sono arrivata a questo punto.

Quando l’impasto sarà abbastanza allargato, appoggiatelo sulla teglia (tonda o rettangolare) e con i polpastrelli portate l’impasto dove manca, lasciando il bordo più spesso del resto della pizza.

Una volta steso l’impasto della pizza, aggiungete sulla superficie il pomodoro condito e lasciate lievitare 10 minuti. Se la pizza vi piace abbastanza alta, potete farla lievitare anche 30-40 minuti.

Farcite la pizza come più vi piace e infornate a 220° per ca. 13 minuti nel forno preriscaldato.

Spero che la pizza con farina manitoba a lunga lievitazione vi piaccia

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 250 farina 00
  • 250 farina 0
  • 270 acqua
  • 30 olio
  • 20 sale
  • 10 zucchero
  • 4 lievito secco
  • 6 bicarbonato

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale acqua, lievito,zucchero,olio e bicarbonato 30 sec vel 4, poi mettere farina e sale 3 min vel 6, poi 3 min vel spiga!

Mettere in una ciotola, coprirla con pellicola e lasciarla in frigo per 20 ore, dopo fare le palline e rimettere in frigo per altre 8 ore, estrarle dal frigo e metterle in un posto caldo per 2 ore! Impasto risultato molto morbido e facile da maneggiare! Allargare, condire ed infornare in forno tipo Ferrari!

IMPASTO PIZZA ALLA BONCI

Ingredienti

  • 600 g di farina di tipo 1 (o farina 0)
  • 5 g di lievito di birra secco
  • 420 g di acqua
  • 15 g di olio extravergine di oliva
  • 10 g di sale

PREPARAZIONE

Preparazione

Metti nel boccale 200 g di farina di tipo 1, 5 g di lievito di birra secco e 200 g di acqua. Impasta 1 Min. Vel. Spiga.

Aggiungi 220 g di acqua, 400 g di farina di tipo 1, 15 g di olio extravergine di oliva e lavora 2 Min. Vel. Spiga.

Unisci 10 g di sale e impasta 1 Min. Vel. Spiga.

Lascia riposare l’impasto 15 Min. nel boccale, poi lavora 10 Sec. Vel. Spiga.

Trasferisci sul piano di lavoro infarinato e procedi facendo 4 pieghe in questo modo:

  1. appiana leggermente l’impasto e forma un rettangolo;
  2. piega a metà l’impasto (a libretto) su se stesso, facendo combaciare i due lembi più corti del rettangolo;
  3. prendi il punto di giunzione e tira su l’impasto, tenendolo in verticale (perpendicolare rispetto al piano di lavoro);
  4. adagia l’impasto (a questo punto la linea di giunzione dei due lembi si troverà al centro del panetto).

Ripeti il procedimento per altre 3 volte.

Forma una palla e metti a lievitare in una ciotola pulita coperta con pellicola, nella parte più bassa del frigorifero, 24 Ore.

Prima di utilizzare l’impasto, tienilo a temperatura ambiente per circa 1 Ora.

Pizza napoletana con 1 grammo di lievito bimby

Ingredienti

  • 500 g di farina 0/00
  • 250 g di acqua a temperatura ambiente
  • 25 g di sale fino
  • 1 grammo di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di malto o zucchero (facoltativo per migliorare la lievitazione)

PREPARAZIONE

Procedimento

Metti nel boccale lievito sbriciolato, acqua (e zucchero) e mescola per 20 sec. vel.3

Aggiungi la farina mescolata al sale ed aggiunga nel boccale. Mescola per 3 min vel.3

Impasta per 3/5 min. a vel. spiga

Impasta adesso con le mani unte di olio per rendere l’impasto omogeneo.

Metti l’impasto a lievitare all’interno di una ciotola fino a quando raddoppia. In Estate ci vorra’ solamente 2/3h.

Dividi l’impasto in piu’ parti l’impasto e lascialo lievitare per piu’ tempo possibile. Circa 6/8h se e’ possibile. (io farei 100/120 g di impasto per pallina)

Stendi ogni pallina con le mani o con il matterello e condisci ognuna di essa come vuoi.

Spalma il pomodoro, metti la mozzarella, una foglia di basilico e tanto altro.

Fai cuocere all’interno di una teglia con dell’olio in un forno a legna o elettrico.

Consigli

La cottura consigliata e’ di 250° per 10 min. a pizza circa (facendo attenzione alla dimensione e spessore)

Se vuoi fare la pizza napoletana utilizza qualche foglia di basilico invece dell’origano. Olio extra vergine e mozzarella di bufala DOP.

Basta mettere sopra verdure miste per ottenere una ricetta vegan.

Impasto per pizza in teglia Bimby

Ingredienti

  • 400 gr farina 0
  • 10 gr lievito di birra fresco
  • 300 ml acqua
  • 16 gr olio EVO
  • 8 gr fiocchi di patate * (quelli per il purè istantaneo)
  • 5 gr sale fino
  • 5 gr malto (in alternativa miele o zucchero)
  • *i fiocchi di patate sono facoltativi, nel caso non li mettiate diminuire di 20 ml la quantità dell’acqua

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale gli ingredienti secchi (farina, fiocchi di patate, sale) nel boccale, mescolare: 20 sec. vel. 3. Sciogliere il lievito e il malto nell’acqua, far riposare per 10 minuti e poi versare nel boccale insieme all’olio, impastare: 2 min. vel. Spiga.Mettere l’impasto senza impastarlo nuovamente in un contenitore capiente, coprire con della pellicola trasparente e riporre in frigorifero (temperatura 4°) per 20/24 ore.Passato il tempo, intorno alle 17 del giorno successivo, togliere l’impasto dal frigorifero e lasciarlo a temperatura ambiente per 2 ore circa. Riprendere successivamente l’impasto, su un ripiano da lavoro spolverizzato di farina di grano duro stendere l’impasto in un rettangolo. Piegare l’impasto di 1/3.Piegare la parte libera su quella già piegata.Dividere l’impasto in due parti.Dare le pieghe ad ogni pezzo. Capovolgere ogni panetto cercando di dargli una forma tonda, spingendo sotto le estremità.Coprire i pezzi ottenuti con un canovaccio pulito e lasciar riposare per 20 minuti circa. Ungere due teglie (tonde da 33 cm oppure quelle del forno) con dell’olio e stendere l’impasto.Condire a piacere e cuocere in forno preriscaldato a 250°. Servire calde

PIZZA INTEGRALE

Ingredienti:

  • 500 g di farina integrale o semintegrale (o 250 g di farina 00 e 250 g di farina integrale)
  • 300-350 ml circa di acqua tiepida
  • 3 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di sale
  • 5 g di zucchero
  • 20 g di olio extravergine d’oliva

Per preparare la Pizza Integrale a Lunga Lievitazione iniziate con lo sciogliere il lievito di birra in un bicchiere di acqua tiepida e zucchero. Lasciate riposare per qualche minuto.

Versate in una ciotola capiente la farina setacciata con il sale  con l’acqua e il lievito. Iniziate a mescolare, poi unite la restante acqua e l’olio. Amalgamate bene tutti gli ingredienti e poi trasferite il composto su una spianatoia infarinata.

Lavorate l’impasto, formate un rettangolo e fate le pieghe: ripiegate la parte superiore e inferiore del rettangolo verso il centro e poi giratelo di 180°. Ripetete le pieghe per gli altri due lati, e ripetete quest’operazione più volte finché l’impasto sarà morbido ed elastico.

Ungete con olio una ciotola, formate con l’impasto una palla e riponetela nella ciotola unta coprendola con la pellicola trasparente. Posizionate la ciotola in frigo per 24 ore.

Trascorse le 24 ore togliete dal frigo l’impasto per la pizza. Stendetela in una teglia per forno unta d’olio aiutandovi con la punta delle dita. Fate ancora lievitare la pizza per almeno 1 ora nel forno spento. A questo punto potete condire la pizza come preferite e infornarla.

RACCOLTA GELATI A STECCO CON IL BIMBY E METODO TRADIZIONALE

OGGI VOGLIO PROPORVI UNA RACCOLTA DI GELATO STECCO DA REALIZZARE CON IL BIMBY E METODO TRADIZIONALE.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SEMPRE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

GELATO STECCO AL BOUNTY

Ingredienti

  • Latte condensato 120 g
  • Latte di cocco 400 ml
  • Cioccolato al latte 250 g
  • Olio di semi di girasole 2 cucchiai
  • Farina di cocco q.b.

Preparazione

  1. Inserisci nel boccale il latte di cocco e il latte condensato e mescola 10 secondi velocità 3
    Versare negli stampini da gelato e inserire il bastoncino di legno.Mettete in freezer per almeno un’ora.Sciogliere il cioccolato a bagnomaria o al microonde. Aggiungere l’olio e mescolare fino a incorporarlo bene.Metti il ​​cioccolato in un bicchiere alto o una brocca e immergi i gelati. Rimuovere e cospargere con cocco grattugiato.Rimetti nel congelatore fino al momento di servire

STECCO GELATO TIRAMISU’

INGREDIENTI

PER IL BISCOTTO SAVOIARDO

gr 270 albume d’uovo

gr 250 zucchero velo fatto con bimby

gr 180 tuorlo d’uovo

gr 250 farina 0

PER LA CREMA DEL TIRAMISU’

gr 125 di crema pasticcera (precedentemente già fatta)

gr 300 di cioccolato bianco

gr 350 mascarpone gr

250 panna montata

gr 5 caffè macinato in polvere

ER LA COPERTURA AL CIOCCOLATO

150 cacao al 7 o%

gr 100 di burro di cacao ( io lo sostituisco con cioccolato bianco)

PER LA FINITURA usare gr 400 di biscotto savoiardo cotto

gr 200 caffè zuccherato per bagnarlo

gr 50 cacao in polvere di ottima qualità 

PREPARAZIONE

prima
si deve cuocere il biscotto savoiardo

 E’ FACILE

montare l’albume dell’uovo a neve fermissima con la farfalla per 7
minuti  vel 2 a 37° unire lo zucchero un pò alla
volta.Unire poi i tuorli.togliere dl boccale mettere in una
pirofila e unire la farina precedentemente setacciata per dare aria al
composto  ( unirla temp 37° in tre volte ( girando con  una paletta a gomitolo per non
sgonfiare l’albume.( mettere da parte) 

nel vassoio del forno ricoperto
con la carta del forno posizionare gli stecchi dei gelati di legno a
distanza non troppo ravvicinata per poter cuocere sopra il biscotto.( fare 8 stecchi)  CON UNA
SACCA DA pasticciere fare il biscotto savoiardo lasciando un pezzo del
bastoncino scoperto come i mottarelli che si acquistano. Cuocere nel
forno per 7 minuti a 250°( farne tanti e tenerli di scorta per la
prossima volta e conservarli in un sacchetto domopak in una scatola di
latta)

PER LA CREMA DA FARCITURA

montare la panna con la farfalla 2 min vel 3 controllare …
attenzione non deve diventare burro!!! e mettere da parte in una ciotola

mettere nel boccale  la crema
pasticcera unire il cioccolato bianco precedentemente sciolto ( in
questo caso io lo sciolgo nel microonde) unire mantecando a vel 3  dal
buco del boccale il mascarpone ealla fine  il caffè in polvere… unire il composto
alla panna montata  nella ciotola dove la avevamo posizionata in attesa …e con una spatola sempre con movimenti a gomitolo per
non smontare la panna.mescolare QUESTO composto va messo dentro  con la sacca da
pasticcere e spalmato  sopra al savoiardo che nel frattempo si è cotto nel forno.

.Prima di fare
questa operazione bagnare i savoiardi che hanno dentro lo
stecco dei gelati con il caffè precedentemente zuccherato.. (non
tantissimo .. non deve ammorbidire troppo) .l’operazione seguente è…
METTERE I BISCOTTI RICOPERTI DI CREMA NEL FREEZER per 2 ore a congelare.
nel frattempo prepararsi con un boccale alto e stretto di cioccolato
fuso  mettere nel boccale il cioccolato e tritate vel 3  1 minuto poi
cuocere 5 min vel 1 con 50°.. controllare.. mettere da parte nel boccale
alto e stretto che abbiamo preparato in precedenza che
serve per intingere lo stecco del gelato. togliere gli stecchi dal
frezeer e immergerli fino a coprire tutto fino al bastoncino di legno…
poi passare con un cucchiaio la polvere di cacao per rifinirli..
mantenerli in frigo per 30 minuti prima di mangiarli e ripassarli con il
cacao in polvere anche all’ultimo momento. 

GELATO CREMINO ALGIDA RICETTA CON IL BIMBY E SENZA…

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 200 gr di nutella
  • 200 gr di latte
  • 100 gr di yogurt o panna liquida da montare

PREPARAZIONE

Versiamo nel boccale tutti gli ingredienti quindi latte, nutella e panna o yogurt.

Ricordate che se utilizzate la panna questa deve essere fredda di frigo.

A questo punto possiamo attivare il Bimby e facciamo lavorare per 1 minuto vel. 5

Una volta che il composto sarà pronto possiamo andare a mettere il gelato negli stampini e riporre in freezer.

Il Gelato cremino Algida fatto in casa con il Bimby sarà pronto il giorno successivo.

Se invece volete il cioccolato solo all’esterno e quindi un cremino che contenga all’interno il fior di latte potete utilizzare la stessa tecnica preparando il gelato fior di latte e metterlo nel congelatore per almeno 8 ore.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

Dosi per

  • 6 cremini

Ingredienti per il gelato

  •  250 ml di panna fresca
  •  200 ml di latte condensato
  •  1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 1 cucchiaio di rum

Per la copertura

  •  200 gr di cioccolato fondente

PREPARAZIONE

Mescolate in una ciotola il latte condensato freddo di frigo con l’essenza di vaniglia ed il rum.
In una ciotola fredda montate la panna ben fredda di frigo.
Una volta montata, aggiungete il latte condensato un po’ per volta mescolando il composto con un cucchiaio di legno con un movimento che va dal basso verso l’alto.

Mettete il composto ottenuto in un contenitore rettangolare e fate rassodare in freezer per circa 6 ore.

Riprendete il composto e usatelo per riempire gli stampini per ghiaccioli.

Posizionate al centro lo stecco per gelati, stando attenti a non fargli toccare il fondo dello stampino, e mettete in freezer ancora per altre 2 ore.

Riprendete gli stampini. Se necessario, scaldateli per pochi secondi sotto l’acqua corrente appena tiepida per sformarli più facilmente.

Sciogliete il cioccolato fondente (nel microonde o a bagnomaria), fatelo intiepidire per bene e usatelo per rivestire i vostri gelati.

Disponete man mano i gelati su un piatto rivestito di carta forno e conservate in freezer fino al momento di servire.

GELATO ” FIOR DI LATTE” RICETTA CON IL BIMBY E SENZA…

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 200 gr di fragole, pulite e a pezzi
  • 30 gr di acqua
  • 40 gr zucchero
  • 250 gr di panna ben fredda
  • 30 gr di zucchero a velo
  • fragole o lamponi 200 g
  • zucchero 200 g
  • panna fresca 500 ml
  • latte condensato 150 g
  • cioccolato fondente 300 g

PREPARAZIONE

Frullate le fragole con lo zucchero fino a ottenere una salsa molto dolce. Versatela in stampi in silicone dalla forma lunga e stretta e fatela rapprendere per 6 ore in freezer (il tempo si riduce a 20 minuti se avete a disposizione un abbattitore).

Montate la panna e mescolatela al latte condensato, fino a ottenere un composto spumoso ma morbido. Versatelo in stampi da gelato con lo stecco, riempiendoli a metà, mettete al centro di ogni gelato un pezzo di “stecca” alle fragole, ricoprite con altro composto e mettere in freezer per 6 ore (o in un abbattitore per 20 minuti).

Sciogliete il cioccolato in un tegame alto e stretto e immergetevi, uno alla volta, i gelati. Incartateli bene e poneteli in freezer fino al momento di servire.

GELATO CREMINO ALGIDA

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 200 gr di nutella
    200 gr di latte
    100 gr di yogurt o panna liquida da montare

Passiamo subito alla fase di preparazione di questa ricetta bimby.

PREPARAZIONE

Versiamo nel boccale tutti gli ingredienti quindi latte, nutella e panna o yogurt.

Ricordate che se utilizzate la panna questa deve essere fredda di frigo.

A questo punto possiamo attivare il Bimby e facciamo lavorare per 1 minuto vel. 5

Una volta che il composto sarà pronto possiamo andare a mettere il gelato negli stampini e riporre in freezer.

Il Gelato cremino Algida fatto in casa con il Bimby sarà pronto il giorno successivo.

Se invece volete il cioccolato solo all’esterno e quindi un cremino che contenga all’interno il fior di latte potete utilizzare la stessa tecnica preparando il gelato fior di latte e metterlo nel congelatore per almeno 8 ore.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 200 ml di panna (io ho usato quella fresca non zuccherata)
  • 20 g di zucchero a velo
  • 300 g di cioccolato fondente

PREPARAZIONE

Mescolate la panna con lo zucchero a velo setacciato e montatela.

Riempite gli stampini per ghiaccioli, mettete al centro l’asticella di legno e mettete in freezer per almeno 4 ore.

Mettete per una decina di secondi gli stampini in un contenitore con acqua calda, in questo modo potrete sformare facilmente i cremini.

Metteteli in un piatto con carta da forno e fateli riposare in freezer altri quindici minuti.

Sciogliete il cioccolato fondente a bagno maria o al microonde e rivestite i vostri gelati.

Metteteli nuovamente in un piatto con carta da forno e conservate in freezer fino al momento di servire.

STECCO AL LIMONE E PISTACCHI…RICETTA CON IL BIMBY E SENZA…

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY 

215 g succo di limone
355 g meringa italiana 60% di zuccheri
430 g panna fresca 35%

Miscelare un po’ di meringa al succo per riequilibrare le consistenze. Unire utta la maringa e infine la panna e pistacchi.
Dressare negli stampi e abbattere di temperatura.

Questa ricetta potete usarla anche per il resto della frutta.

Copertura bianca

370g cioccolato bianco
75g olio di semi di girasole
55g burro di cacao

Fondere il burro di cacao e il cioccolato e mescolare insieme i tre ingredienti. Glassare lo stecco freddo da congelatore.
INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 5 limoni non trattati (scorza di 3 e succo di 5)
  • 5 uova
  • 200 g di zucchero
  • Un pizzico di sale
  • 400 g di panna fresca

Preparazione

Inserisci nel boccale la scorza di 3 limoni e 150 g di zucchero 10 Sec. Vel. Turbo. Metti da parte.

Separa i tuorli dagli albumi.

Inserisci la farfalla nel boccale, monta 5 albumi a neve  con 50 g di zucchero. Mettili in una ciotola e tienili da parte in frigorifero.

Senza lavare il boccale e lasciando la farfalla, inserisci lo zucchero con la scorza e 5 tuorli. 4 Min. 50° Vel. 2.

Aggiungi il succo di 5 limoni. 1 Min. Vel. 2.

Travasa il composto ottenuto in una ciotola piuttosto grande e lascialo raffreddare a temperatura ambiente.

Monta 400 gr di panna  e, quando il composto si sarà raffreddato, aggiungi delicatamente, prima gli albumi a neve, poi la panna mescolando con una frusta.

Fodera con la pellicola trasparente uno stampo di 30 cm, versa il composto, coprilo e mettilo nel congelatore.

Prima di consumarlo, lascialo per 1 Ora nel frigorifero.

Al momento di servire, sformalo, togliendo delicatamente la pellicola.

GELATO MAGNUM

GELATO MAGNUM.png

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • Gelato fior di latte:
  •  500 gr Latte Intero
  •  500 gr Panna
  •  180 gr Zucchero
  •  3 Cucchiai Zucchero Vanigliato

PREPARAZIONE

Versiamo nel boccale del Bimby il latte, la panna e zucchero. 8 Min. 80° Vel. 2.

Facciamo raffreddare e aggiungi la vanillina. 5 Sec. Vel. 2.

Ora andiamo a versare il composto in un recipiente largo di plastica e mettiamo nel freezer.

Il giorno successivo prendiamo il gelato dal congelatore, aspettiamo una decina di minuti e poi lo rompiamo a pezzetti e inseriamo nel boccale. 15 Sec. Vel. 9. Poi spatolando attiviamo 40 Sec. Vel. 5.

Ora andiamo a versare il gelato negli stampini per ghiaccioli. E lasciamo congelare per circa 7-8 ore.

A questo punto possiamo preparare la glassa. Versiamo nel boccale del Bimby il cioccolato.

Trita il cioccolato per 8 sec, Vel. 7.

Procedi per fonderlo impostando 3 min.,50° , vel 3. Aggiungiamo il burro di cacao e continua a per altri 3 min, 50°, vel. 3
Ora versiamo il cioccolato in un contenitore.

A questo punto prendiamo i nostri gelatini, li usciamo dallo stampo e li immergiamo nel cioccolato fuso e poi rimettiamo nello stampo e di nuovo nel congelatore per un paio di ore.

Poi potete servire.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 80 gr di zucchero di canna
  • Una bacca di vaniglia
  • 400 ml di latte
  • 5 gr di farina di carrube
  • 200 ml di panna

Per la copertura:

  • 200 gr di cioccolato fondente o al latte
  • 200 gr di cioccolato bianco

PREPARAZIONE

In una pentola bassa mettete il latte, lo zucchero semolato, la panna, la stecca di vaniglia incisa e mescolate con un mixer a immersione. Addizionate la farina di carrube e continuate a mescolare. Mettete la pentola sul fuoco ad una temperatura di 80° C aiutandovi con un termometro per cucina.

Raggiunta la temperatura fate intiepidire e trasferite in frigo per 10-12 ore, in modo da evitare la formazione di cristalli di ghiaccio.

Dopo il periodo di riposo mettete il gelato nella gelatiera e fate mantecare per oltre mezz’ora, fino ad ottenere un composto denso.

Versate negli stampini di silicone, battete un po’ lo stampo in modo da evitare bollicine d’aria e inserite i bastoncini da gelato. Riponete in freezer e lasciate solidificare per almeno dieci ore.

Dopo le dieci ore sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente e quello bianco in due ciotole diverse, tirate fuori dal freezer i vostri gelati e immergeteli alcuni nel cioccolato fondente altri in quello bianco, chiudendo bene ogni spazio con il cioccolato (se volete potete anche aggiungere della granella di nocciole).

Appoggiateli su un foglio di carta da forno e rimettete in freezer per almeno un paio di ore. Adesso i vostri gelati Magnum saranno pronti per essere gustati.

GHIACCIOLO ALLA FRAGOLA

ghiacciolo-alla-fragola

INGREDIENTI PER IL BIMBY

Alla fragola

  • 200 g di fragole
  • 200 g di acqua
  • succo di 1 limone
  • 50 g di zucchero semolato
  • 50 g di zucchero vanigliato

PREPARAZIONE

Metti le formine per gli ghiaccioli nel freezer 10 min. di riempirli

Metti nel lo zucchero 10 sec. vel. turbo

Aggiungi le fragole, limone e acqua e mescola il tutto per 40 sec. vel. 7

Metti il composto all’interno degli stampini e riponili in freezer per minimo 3h

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • Fragole 500 ml
  • Zucchero 150 g
  • Succo di limone q.b

 PREPARAZIONE

lavate accuratamente le fragole sotto il getto dell’acqua corrente e poi fatele sgrondare ben bene.Nel frattempo lavate un limone, spremete il succo.Eliminate il picciolo, tagliate le fragole a fette grossolane, versatele nel boccale del frullatore.Frullatele insieme con lo zucchero e il succo del limone fino ad ottenere una crema di fragole bella liscia ed omogenea.A questo punto prendete gli stampini per fare i ghiaccioli.Riempite gli stampini fino al livello indicato.Dopo aver completato tappate gli stampini dei ghiaccioli.metterli nel freezer per almeno 3 ore.Trascorso il tempo indicato potete gustare il vostro genuino ghiacciolo fatto con le vostre mani e soprattutto farlo gustare ai bambini.

GHIACCIOLI AL LIMONE

chiaccioli-al-limone

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 4 limoni
  • 100 grammi di zucchero
  • 500 di acqua

PREPARAZIONE

Inserire nel boccale l’acqua e lo zucchero. 70°C 10 min vel 4. Nel frattempo spremere i 4 limoni e filtrare il succo. Quando lo sciroppo è freddo mescolarlo con il succo di limone 30 sec vel 4.versare negli stampini, mettere in freezer e dopo circa 8 ore i ghiaccioli saranno pronti!

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 120 ml di succo di  LIMONE NON TRATTATO
  • 60 g di zucchero
  • 80 ml di acqua

PREPARAZIONE

Preparare lo sciroppo di base portando a bollore l’acqua e sciogliendovi lo zucchero. A piacere, aromatizzare lo sciroppo con scorza di limone.

Lasciar raffreddare lo sciroppo.

Nel frattempo, spremere i limoni, filtrare il liquido per ottenere 120 ml di succo.

Mischiare il succo di limone allo sciroppo.

Versare la miscela così ottenuta nei contenitori specifici per ghiaccioli: con queste dosi, si otterranno 6 ghiaccioli dalla capacità di 40 ml l’uno. A piacere, inserire una fettina di limone in ogni contenitore.

Inserire l’apposito bastoncino all’interno di ogni contenitore per ghiacciolo, dunque sistemare il tutto in congelatore per almeno 3 ore (meglio per una notte intera).

GHIACCIOLI ALLA ARANCIA

chiaccioli-arancia

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 4 arance
  • 100 gr di zucchero
  • mezzo litro d’acqua

PREPARAZIONE

Mettiamo nel boccale acqua e zucchero:10 min, 70°C, vel. 4

Lasciamo freddare lo sciroppo e intanto spremiamo le arance, filtrando il succo con un passino per togliere semi e polpa

Aggiungere il succo allo sciroppo: 30 sec, vel. 4

Versare il composto negli stampici e lasciare in freezer per una notte ( 6-8 ore)

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 100 gr. Acqua
  •  50 gr. Zucchero
  •  150 gr. Arancia succo

PREPARAZIONE

Riscalda l’acqua con lo zucchero finché non sarà completamente sciolto.

Lascia raffreddare.

Spremi le arance e filtra il succo con un colino.

Aggiungi il succo di arancia allo sciroppo freddo e mescola bene.

Versa il composto nelle forme da ghiacciolo e aggiungi lo stecchino.

Metti i ghiaccioli nel congelatore per farli solidificare.

GHIACCIOLO ALLO YOGURT E BANANA

CHIACCIOLO YOGURT E BANANA.jpg

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 400 g di yogurt a banana
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 50 g di zucchero a velo
  • 150 g di banane sbucciate

PREPARAZIONE

Metti all’interno del boccale a cuocere le banane con lo zucchero 5 min. 100° vel.2

Mettile a raffreddare all’interno di una ciotola

Nel boccale pulito e asciutto metti zucchero a velo e yogurt e mescola 20 sec. vel.4

Aggiungi le banane cotte precedentemente e poi lasciate raffreddare e metti nel boccale 20 sec. vel.2

Prendi il composto con un cucchiaio o un mestolo e mettilo all’interno della classica forma da ghacchioli

Metti in freezer a rapprendere per minimo 6 h

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

Ingredienti

  • 2 banane mature
  • succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di zucchero
  • poco latte se necessario
  • 400 gr yogurt di banana

Procedimento

Sbucciare le banane e tagliarle a pezzi non troppo grossi. Spremere il limone ricavandone il succo e unirlo allo zucchero mescolando bene per farlo sciogliere. Adesso trasferire le banane e lo yogurt in un frullatore (se avete pazienza potreste schiacciarle con una forchetta). Unire quindi il succo di limone miscelato con lo zucchero ed azionare bene fin quando si ottiene un composto omogeneo. Se necessario unire poco latte. Riempire con il composto ottenuto gli stampini da ghiacciolo e conservare in frigo per almeno 4 ore.

Ghiaccioli alla Nutella

INGREDIENTI 

  • 300 gr di nutella
  • 150 gr di panna fresca
  • 150 gr di latte

 PREPARAZIONE

Versare nel boccale del Bimby perfettamente pulito tutti gli ingredienti ed amalgamare per 30 secondi a velocità 4. Prelevare il composto ottenuto, che sarà denso e cremoso nonchè liscio e privo di grumi, e suddividerlo negli appositi stampini per ghiacciolo. Posizionare adesso gli stecchi e mettere a riposare all’interno del freezer almeno 4 ore o, meglio, tutta la notte.

Ghiaccioli  di anguria

INGREDIENTI

  • 300 gr. polpa di anguria
  • 100 gr zucchero a velo
  • 50 gr acqua
  • succo di mezzo limone
  • gocce di cioccolato

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale :  anguria , zucchero , succo di limone, e acqua, frullare  20 sec. vel 6

Versare il composto in otto stampini da ghiaccioli e metterli nel freezer a rassodare un poco.Distribuire quindi alcune gocce di cioccolato in ogni stampino, completare con gli appositi stecchi e rimetterli in freezer per almeno 6  ore.

Ghiaccioli alla Pesca

Ingredienti

  • 200 gr di pesca a pezzettini
  • 300 ml di acqua
  • Succo di 1 limone
  • 100 gr di zucchero

PREPARAZIONE

Prendete il Bimby e mettete lo zucchero, poi frullate per 10 secondi a velocità Turbo. Aggiungete le pesche spezzettate, il succo di limone ed un po’ di scorza grattugiata e l’acqua, mescolate per 50 secondi a velocità 6, poi procedete altri 20 secondi a velocità 7.

Versate il composto negli  stampi per ghiaccioli e poneteli in freezer per una notte, o comunque non meno di 6 – 8 ore. Per migliorare la resa è consigliabile mettere gli stampi in freezer qualche ora prima di utilizzarli.

Se non avete gli stampi potete utilizzare i bicchierini di plastica, lo stecchino di legno che farà da manico aggiungetelo dopo un’oretta così rimane dritto.

Ghiaccioli alla Coca Cola

Ingredienti

  • 300 ml di Coca Cola
  • 20 gr di zucchero
  • 100 ml di acqua

PREPARAZIONE

Prendete un pentolino e mettete l’acqua e lo zucchero, portate a ebollizione e fate bollire per una decina di minuti, poi fate raffreddare completamente, prima a temperatura ambiente e poi in freezer.

Mescolate lo sciroppo di zucchero con  la coca cola e poi dividete il composto negli stampi per ghiaccioli, aggiungete gli stecchini di legno e fate congelare in freezerper 6 ore circa.

La coca cola è già molto zuccherata per questo nella ricetta ne sono previsti solo 20 grammi, se però vi sembra troppo poco potete aumentarlo un po’.

Ghiaccioli alla menta fresca

Ingredienti

  • 100 gr di foglie di menta
  • 1 limone bio (scorza)
  • 150 gr di acqua
  • 300 + 50 gr di zucchero
  • latte q.b.

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale menta e 50 gr zucchero: 20 sec, vel. turbo e mettere da parte

Mettere nel boccale l’acqua, scorza di limone e 300 gr di zucchero: 10 min, 100°C, vel.3

Aggiungere nel boccale il trito di menta e zucchero preparato inizialmente: 5 min, vel. soft

Lasciar freddare, aggiungere il latte e trasferire il composto nelle formine per ghiaccioli e mettere in freezer 5-6 ore

Ghiaccioli allo yogurt e banana

Ingredienti

  • 400 g di yogurt a banana
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 50 g di zucchero a velo
  • 150 g di banane sbucciate

Procedimento

Metti all’interno del boccale a cuocere le banane con lo zucchero 5 min. 100° vel.2

Mettile a raffreddare all’interno di una ciotola

Nel boccale pulito e asciutto metti zucchero a velo e yogurt e mescola 20 sec. vel.4

Aggiungi le banane cotte precedentemente e poi lasciate raffreddare e metti nel boccale 20 sec. vel.2

Prendi il composto con un cucchiaio o un mestolo e mettilo all’interno della classica forma da ghacchioli

Metti in freezer a rapprendere per minimo 6 h

Consiglio

Puoi utilizzare dello yogurt greco per rendere la preparazione piu’ light o magari per chi ama l’aspro dello yogurt bianco senza zucchero

Puoi utilizzare (se non hai gli stampi) dei bicchierini di plastica con un cucchiaino al centro

Ghiaccioli arancia e limone

INGREDIENTI

  • 200 g di acqua
  • 250 g succo d’arancia o limone
  • 150 g di zucchero semolato
  • 2 cucchiaini di amido o frumina

PREPARAZIONE

Metti gli stampini 10 min. prima nel freezer

Metti nel boccale tutti gli ingredienti e mescola 30 sec. vel.7

Cuoci 5-7 min. 100° vel.1

Metti il composto liquido negli stampini e surgela per minimo 3 h

STECCO GELATO ALLA VANIGLIA E AMARENE CON PRALINE CON IL BIMBY E SENZA..RICETTA

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • crema bimby (dose con gr 500 di latte) fatta con la vera stecca di vaniglia in bacca
  • gr 250 panna fresca montata
  • PER LA GLASSA
  • gr 600 di cioccolato al 70%
  • gr 300 di cioccolato bianco
  • gr 200 di granella di nocciole
  • PER IL RIPIENO
  • gr 150 di amarene

PREPARAZIONE

Montare la panna fresca inserendo nel boccale la farfalla,versare la panna,montare:2 minuti vel 3 controllare se è ben montata.aggiungere la crema bimby precedentemente fatta e raffreddata ( non l’ho inserita perché la sanno fare tutti) dal buco del boccale

Si è trasformata in crema chantilly . Metterla da parte in una ciotola in frigorifero.

Lavare il boccale inserire a pezzettoni il cioccolato  al cacao e il cioccolato bianco tritare a vel 4 per 1 minuto e poi a vel 1 cuocere a 80° per 10 minuti . (questo cioccolato sciolto serve per fare la buccia di cioccolato allo stecco quella che vi rimane mettetela in frigo da utilizzare per un’altra volta.il cioccolato bianco è importante perché contiene tanto burro di cacao che impedisce alla buccia di copertura di essere troppo spessa.) Togliere dal frigo la crema chantilly e unirle amarene a pezzettoni grossi. consiglio il coltello in questo caso per non tritare troppo le amarene che devono essere molto grosse tagliate in 3 pezzi unirle alla chantilly aiutandovi con una spatola.

con un sacchetto da pasticcere usa e getta inserire la chantilly con le amarene negli stampini da gelato e inserire lo stecco che rimarrà molto bene in piedi perché la chantilly è densa, la bocca del sacchetto da pasticcere deve essere grande per far passare la amarene a pezzettoni. sbattere le formine al ripiano per far attaccare bene la crema senza bolle di aria METTERE IN FREEZER almeno x per 2 ore.per far uscire lo stecco gelato immergere le formine dentro una pentola di acqua calda per pochissimo tempo e far uscire lo stecco congelato. A questo punto immergere gli stecchi gelato nel cioccolato caldo che avrete messo in un contenitore stretto e alto per poter immergere gli stecchi. Lo stecco congelato fa sì che il cioccolato tiepido si attacchi bene bene al gelato e va a formare la copertura  che non deve essere spessissima per poi mangiarla senza difficoltà.

Prima che la glassa si sia asciugata passarli nella granella di nocciole. precedentemente tritata nel boccale 1 min vel 4   VARIANTE   granella di pistacchi…. granella di amaretto….. cocco disidratato …. granella di mandorle molto . sottile. Si possono mangiare dopo un piccolo riposo in frigo che serve per scongelare un pò la chantilly…. conservateli (se ci riuscite a non mangiarli tutti in sacchettini singoli piccoli da freezer.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 150 ml di panna
  • 15 g di zucchero a velo
  • 30 ml di sciroppo di amarena
  • 30 ml di acqua
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 200 g di nocciole

PREPARAZIONE

Mescolate la panna con lo zucchero a velo setacciato e montatela.Riempite gli stampini per ghiaccioli, cercando di far aderire bene ai bordi. Tenete da parte un po’ di panna che ci servirà dopo.Mettete dieci minuti in freezer, dopodiché scavate un po’ il centro con un coltello o uno spiedone, lasciando intatti i lati.Mescolate lo sciroppo di amarena con l’acqua e versate negli stampi.Coprite con la panna che avete tenuto da parte, livellate la superficie e mettete gli stecchi dei gelati.Mettete in freezer circa 6 ore (se li fate il giorno prima meglio ancora!).Per staccare i gelati, metteteli in un contenitore con acqua tiepida e lasciateli una decina di secondi. Il tempo è indicativo, fate sempre una prova.Staccate e trasferite su carta da forno. Mettete in freezer una ventina id minuti.

Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria o al microonde e tritate grossolanamente le nocciole.

Spennellate i gelati col cioccolato e coprite subito con le nocciole. Io ho spennellato piccole parti per volta, perchè il cioccolato subito si indurisce a contatto con il gelato freddo e rischiate che le nocciole non si attacchino.

GHIACCIOLI AL CAFFÈ CREMOSI

Ingredienti

  • 150 ml di panna da montare o yogurt al caffè o (metà latte e metà panna)
  • Caffè ristretto zuccherato a vostro piacere circa 40 ml dosate in base ai vostri gusti personali
  • A piacere gocce di cioccolato

Procedimento per circa 5 ghiaccioli al caffè per stampini piccoli 

  • Preparate il caffè e zuccheratelo.
  • In un bicchiere molto alto e grande o ciotola come preferite, mescolare i due ingredienti.
  • Aggiungere il composto negli stampini e a piacere gocce di cioccolato.
  • A metà riposo aggiungere le stecche per gelato e ghiaccioli, al centro.
  • Se volete ottenere l’effetto bicolore a metà riposo aggiungere panna montata con un poco di zucchero, fate riposare ancora e poi aggiungete le stecche.
  • Mettete in freezer per una notte intera o per almeno 8 ore.
  • I vostri ghiaccioli al caffè cremosi sono pronti, consumare in tempi brevi 

GHIACCIOLI AL CAFFÈ E BANANA

Ingredienti

  • 60 g caffè (circa una tazzina) Il Forte Cosmai Caffè
  • 120 g latte
  • 380 g banana (circa tre banane)
  • 15 g zucchero moscovado
  • 6 biscotti
  • 20 g sciroppo di agave
  • zenzero
  • cannella

Preparazione

  1. Preparate il caffè e fatelo raffreddare.Sbucciate le banane e mettetele nel boccale del frullatore, aggiungete il caffè e tutti gli altri ingredienti.Frullate finché non si formerà un composto liscio e cremoso, senza grumi.
  2. Versate il frullato negli stampi per gelato su stecco in silicone, inserite lo stecco e riempite bene gli stampi.
  3. Mettete in congelatore finché i ghiaccioli non saranno completamente congelati. 

Ghiaccioli cremosi yogurt e caffè

  • 350 gr yogurt bianco
  • 80 gr di zucchero a velo
  • 70 gr di latte consensato
  • 10 gr caffè solubile

PREPARAZIONE


Mischiare lo yogurt con il latte condensato.

Aggiungere la polvere di caffè solubile e lo zucchero a velo.

Mescolare molto bene con una frusta.Una volta amalgamati bene gli ingredienti, versare il contenuto negli stampini da gelato.Trasferirli nell’abbattitore precedentemente raffreddato.Dopo circa 2 ore saranno pronti da gustare.Estrarli dagli stampi e consumarli subito oppure conservarli in freezer.

RACCOLTA DI PRIMI PIATTI AL VAROMA

OGGI VOGLIO PROPORVI UNA RACCOLTA DI RICETTE DI PRIMI PIATTI AL VAROMA

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

Linguine ai gamberoni

PASTA

Ingredienti

  • un mazzetto (tritato) prezzemolo
  • 10 (puliti) gamberoni
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • uno spicchio aglio
  • 5 g sale fino
  • q.b. pepe nero
  • 20 g brandy
  • 50 g vino bianco
  • 400 g polpa di pomodoro
  • 360 g linguine

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale l’aglio e l’olio: 5 sec. vel. 7.
  2. Aggiungere le teste dei gamberoni, il sale e il pepe: 6 min. temp. Varoma vel. 1.
  3. Aggiungere il brandy e il vino: 2 min. 100° vel. 1 senza misurino.
  4. Poi: 10 sec. vel. 6.
  5. Posizionare le code dei gamberoni (pulite senza guscio) su un foglio doppio di carta forno, spolverare con il prezzemolo e aggiungere un filo d’olio. Chiudere a formare un cartoccio e mettere nel recipiente Varoma.
  6. Aggiungere la passata nel boccale e montare il Varoma con le code: 15 min. temp. Varoma vel. 2.
  7. Cuocere le linguine in abbondante acqua salata.
  8. Scolare le linguine al dente in una zuppiera e condire con il sughetto del boccale ben filtrato con un colino a maglie fini, aggiungere le code dei gamberoni cotte nel Varoma e spolverare col prezzemolo tritato.
  9. Girare, impiattare e servire.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVITI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…VI ASPETTO NUMEROSEEEE

Spaghetti con le vongole

SPAGHETTI DI VONGOLO

Ingredienti

  • 3 spicchi aglio
  • 1 scalogno
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • 500 g passata di pomodoro
  • 350 g acqua
  • q.b. sale fino
  • q.b. pepe nero
  • q.b. paprica dolce
  • 1 kg vongole
  • 300 g spaghetti
  • un mazzetto prezzemolo

PREPARAZIONE

  1. Preparare le vongole la sera prima mettendole a bagno in acqua fredda per eliminare bene la sabbia.
  2. Mettere nel boccale l’aglio e lo scalogno: 5 sec. vel. 5.
  3. Raccogliere sul fondo con la spatola.
  4. Aggiungere l’olio: 3 min. 100° vel. 1.
  5. Aggiungere la passata, l’acqua, il sale, il pepe e, a piacere, la paprica.
  6. Mettere nel recipiente del Varoma le vongole pulite e mettere gli spaghetti sul vassoio del Varoma.
  7. Posizionare il tutto e cuocere: 14 min. temp. Varoma vel. 1.
  8. Trasferire gli spaghetti nel boccale e riposizionare il Varoma con le vongole: tempo di cottura della pasta temp. Varoma vel. Soft antiorario.
  9. Impiattare, aggiungere le vongole, amalgamare a mano e decorare a piacere con prezzemolo tritato.

Insalata riso venere e tacchino

RISOTTO

Ingredienti

  • 400 g (a tocchetti) carne di tacchino
  • 150 g (a rondelle) carote
  • 150 g (a rondelle) zucchine
  • 700 g acqua
  • 160 g riso venere
  • 100 g (precotto) mais
  • 30 g capperi
  • 20 g olio extravergine di oliva
  • q.b. sale fino

PREPARAZIONE

  1. Posizionare nel Varoma il tacchino, le carote e le zucchine, ben mescolati.
  2. Mettere nel boccale l’acqua e far bollire: 8 min. 100° vel. 1.
  3. Mettere nel cestello il riso, posizionarlo nel boccale, chiudere e posizionare il Varoma: tempo indicato sulla confezione temp. Varoma vel. 1.
  4. Aprire (facendo attenzione al vapore e al calore), rimuovere il cestello con l’aiuto della spatola e raffreddare il riso sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Scolarlo e trasferirlo in una ciotola capiente.
  5. Nel frattempo lasciare raffreddare anche gli altri ingredienti poi aggiungili nella ciotola insieme a mais e capperi.
  6. Finire con un giro d’olio e sale e mettere in frigorifero a riposare fino al momento di servire.

RAVIOLI DI GAMBERI

bimby

  • Per l’impasto
  • 150 g acqua
  • un quarto di cubetto lievito di birra
  • 200 g farina 00
  • un pizzico sale fino
  • Per il ripieno
  • 1 (piccola) carote
  • 1 (piccolo) porro
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • 300 g gamberi
  • 30 g vino bianco
  • un pizzico sale fino
  • q.b. verza

PREPARAZIONEPer l’impasto

  1. Mettere nel boccale l’acqua e il lievito: 15 sec. vel. 2.
  2. Aggiungere la farina: 30 sec. vel. 4.
  3. Poi: 1 min. vel. Spiga.
  4. Trasferire l’impasto in una terrina e lasciare lievitare fino al raddoppio del volume (circa un’ora).

Per il ripieno

  1. Mettere nel boccale la carota e il porro a pezzi: 10 sec. vel. 5.
  2. Aggiungere l’olio: 3 min. 100° vel. 2.
  3. Aggiungere i gamberi: 3 min. 100° vel. 2.
  4. Aggiungere il vino e aggiustare di sale: 40 sec. vel. 4.
  5. Mettere da parte il ripieno.

Per i ravioli

  1. Stendere l’impasto lievitato in una sfoglia molto sottile, stando attenti a non romperla.
  2. Con un coppa pasta (o un bicchiere abbastanza grande) realizzare dei dischi di circa 10 cm di diametro.
  3. Riempirli con il ripieno e chiudeteli a mezzaluna per dare la classica forma del raviolo.
  4. Mettere nel boccale (anche sporco) 400 g di acqua: 10 min. 100° vel. 1.
  5. Foderate il vassoio Varoma con foglie di verza (o di lattuga) e posizionarci i ravioli: 15 min. 100° vel. 1.
  6. Impiattare e servire subito.

RISO ALLA CANTONESE

BIMBY

  • 3 uova
  • q.b. sale fino
  • q.b. pepe
  • 1 l acqua
  • 300 g riso basmati
  • 200 g (a cubetti) prosciutto cotto
  • 200 g (surgelati) piselli
  • q.b. olio extravergine di oliva

PREPARAZIONE

In un contenitore sbattere le uova con il sale e il pepe.

Mettere l’acqua nel boccale: 8 min. 100° vel. 1.

Mettere il riso nel cestello e posizionarlo nel boccale.

Mettere i piselli e il prosciutto cotto nella campana del Varoma e posizionarla.

Mettere le uova sbattute sul vassoio del Varoma ricoperto di carta da forno bagnata e strizzata e posizionarlo.

Mettere il coperchio del Varoma e cuocere: 15 min. temp. Varoma vel. 4.

Controllare la cottura del riso, se dopo circa 10 minuti il riso più al centro del cestello risulta ancora molto crudo, rimescolarlo a mano e rimettere nel boccale per finire la cottura in modo uniforme.

A cottura ultimata, travasare riso, piselli e prosciutto in una piatto da portata, aggiungere la frittata a pezzetti e aggiungere un filo d’olio amalgamando bene a mano.

RISO E PESCE CON VERDURE A VAROMA

BIMBY

  • 2 spicchi aglio
  • q.b. prezzemolo
  • 60 g olio extravergine di oliva
  • 5 pomodori ciliegino
  • 700 g acqua
  • q.b. sale fino
  • 320 g riso parboiled
  • 150 g surgelati piselli
  • 150 g gamberetti
  • 4 filetti (circa 400 g) trota

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale l’aglio e il prezzemolo: 5 sec. vel. 7.

Aggiungere 30 g d’olio: 3 min. 100° vel. 1.

Mettere da parte in una ciotola capiente insieme ai pomodorini tagliati in quarti..

Mettere nel boccale (anche sporco) l’acqua e il sale.

Mettere nel cestello il riso e i piselli e posizionarlo nel boccale.

Posizionale anche il Varoma con dentro i filetti di pesce leggermente oliati e salati e i gamberetti (se surgelati, altrimenti aggiungerli al passaggio successivo): 15 min. temp. Varoma vel. 3.

Se non ancora aggiunti (perché freschi) aggiungere i gamberetti sgusciati e continuare: 10 min. temp. Varoma vel. 2.

Versare il riso e i piselli nella ciotola messa da parte e amalgamare delicatamente il tutto.

Impiattare il riso e adagiare sopra i filetti e i gamberetti, guarnendo il tutto, piacere, con prezzemolo e limone.

RISOTTO MIMOSA

BIMBY

  • 500 g asparagi
  • 2 scalogno
  • 40 g olio extravergine di oliva
  • 350 g riso
  • 100 g vino bianco
  • 600 g acqua
  • 1 dado vegetale
  • 4 (sode) uova
  • 100 g stracchino
  • 30 g burro
  • 50 g parmigiano reggiano

PREPARAZIONE

Disporre gli asparagi puliti nel Varoma e versare acqua nel boccale fino a ricoprire le lame.

Chiudere e posizionare il Varoma: 15 min. temp. Varoma vel. 1.

Mettere da parte 4 asparagi interi (per decorare successivamente) e i restanti a pezzi nel boccale (vuoto): 15 sec. vel. 7.

Mettere da parte anche quelli tritati.

Mettere nel boccale (anche sporco) gli scalogni: 5 sec. vel. 7.

Raccogliere sul fondo con la spatola e aggiungere l’olio: 3 min. 100° vel. 1.

Aggiungere il riso: 3 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere il vino: 1 min. 100° vel. soft antiorario.

Aggiungere gli asparagi tritati messi da parte: 1 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere l’acqua e il tempo indicato sulla confezione del riso 100° vel Soft antiorario.

Controllare durante la cotture, se si asciuga troppo aggiungere poca acqua.

Quando mancano 2 minuti alla fine della cottura del riso aggiungere lo stracchino a pezzi.

A cottura completata aggiungere il burro e il parmigiano: 30 sec. vel Soft antiorario.

Impiattare e decorare con il tuorlo delle uova sode sbriciolato e gli asparagi interi messi da parte e servire subito.

LINGUINE AI GAMBERONI

BIMBY

  • un mazzetto (tritato) prezzemolo
  • 10 (puliti) gamberoni
  • 30 g olio extravergine di oliva
  • uno spicchio aglio
  • 5 g sale fino
  • q.b. pepe nero
  • 20 g brandy
  • 50 g vino bianco
  • 400 g polpa di pomodoro
  • 360 g linguine

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale l’aglio e l’olio: 5 sec. vel. 7.

Aggiungere le teste dei gamberoni, il sale e il pepe: 6 min. temp. Varoma vel. 1.

Aggiungere il brandy e il vino: 2 min. 100° vel. 1 senza misurino.

Poi: 10 sec. vel. 6.

Posizionare le code dei gamberoni (pulite senza guscio) su un foglio doppio di carta forno, spolverare con il prezzemolo e aggiungere un filo d’olio. Chiudere a formare un cartoccio e mettere nel recipiente Varoma.

Aggiungere la passata nel boccale e montare il Varoma con le code: 15 min. temp. Varoma vel. 2.

Cuocere le linguine in abbondante acqua salata.

Scolare le linguine al dente in una zuppiera e condire con il sughetto del boccale ben filtrato con un colino a maglie fini, aggiungere le code dei gamberoni cotte nel Varoma e spolverare col prezzemolo tritato.

Girare, impiattare e servire.

LASAGNE AL VAROMA

INGREDIENTI

  • 1 pacchetto lasagne sfoglia velo
  • 1 dose besciamella libro base
  • 1 dose ragù di carne bimby
  • 100 grammi Parmigiano grattugiato

PREPARAZIONE

Foderare il recipiente del Varoma con carta forno bagnata e strizzata oppure utilizzare una vaschetta di alluminio tipo quella ovale per il pollo della C…y

Comporre le lasagne a strati con pasta, ragu’, besciamella e parmigiano fino ad esaurimento degli ingredienti.

Terminare con ragu’, besciamella e abbondante parmigiano.

Mettere nel boccale tanta acqua da coprire bene le lame, posizionare il Varoma con il coperchio e cuocere 25 minuti temperatura Varoma velocita’ 1.

Se gradito successivamente passare in forno per gratinatura.

FRITTATA DI PASTA AL VAROMA

INGREDIENTI

  • 5 uova
  • 2 Wurstel (Possibile sostituirli con prosciutto cotto o cotto)
  • mozzarella q.b
  • Pasta già cotta q.b (formato a piacere)
  • SALE E PEPE Q.B
  • Olio d’oliva q.b
  • 700 g acqua

PREPARAZIONE

1) Bagnare e strizzare bene un foglio di carta forno, e rivestire il vassoio del Varoma, mettere un filo di olio d’oliva. 

2) Disporre sul vassoio del Varoma la pasta (già cotta) fino a coprire bene tutto il vassoio, aggiungere la mozzarella e i wurstel distribuendoli (come fareste con una pizza).  

Mettere da parte.

3) Nel boccale rompere le uova con il parmigiano il sale e il pepe, mescolare per qualche secondo fin quando non si amalgama bene il tutto.

4) Mettere nel vassoio del Varoma il composto delle uova, parmigiano, sale e pepe.

5) Sciacquare il Boccale, e aggiungerci 700 g di acqua.

6) Posizionare sul boccale il vassoio del Varoma con coperchio: 25min/Varoma/vel1.

SPAGHETTI AL CARTOCCIO

Ingredienti

  • Uno scalogno
  • Un spicchio di aglio
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 150 g di zucchine pulite
  • 150 g di peperoni puliti
  • 400 g di calamari puliti
  • 300 g di gamberetti sgusciati
  • Sale q.b.
  • 300 g di spaghetti
  • Prezzemolo q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

Porta a bollore abbondante acqua in una pentola.

Sbuccia uno scalogno, taglialo a metà e mettilo nel boccale. Trita 5 Sec. Vel. 7.

Sbuccia un spicchio di aglio, togli il germe centrale e mettilo nel boccale.

Aggiungi 30 g di olio extravergine di oliva e rosola 3 Min. 100° Vel. 1.

Taglia a pezzettini 150 g di zucchine pulite e mettile nel boccale.

Taglia a cubetti 150 g di peperoni puliti e aggiungili nel boccale.

Cuoci 3 Min. 100° Antiorario Vel. Soft.

Aggiungi 400 g di calamari puliti e tagliati a rondelline. Cuoci 2 Min. 100° Antiorario Vel. Soft.

Unisci 300 g di gamberetti sgusciati, regola di sale e cuoci 5 Min. 100° Antiorario Vel. Soft.

Nel frattempo cuoci 300 g di spaghetti per metà del tempo di cottura indicato sulla confezione.

Togli il condimento dal boccale e mettilo in una ciotola capiente.

Scola gli spaghetti, conserva l’acqua di cottura e versane 300 g nel boccale.

Trasferisci la pasta nella ciotola con il condimento e mescola bene.

Taglia 4 fogli di carta forno della misura necessaria per contenere ¼ della pasta.

Metti al centro di ogni foglio una porzione di spaghetti con il condimento e chiudi bene arrotolando i bordi della carta.

Sistema i cartocci chiusi nel Varoma e cuoci 8 Min. Temp. Varoma Vel. 1.

Apri leggermente i cartocci, aggiungi qualche fogliolina di prezzemolo sminuzzata e una macinata di pepe.

LINGUINE CON LE COZZE

  • 320 LINGUINE
  • 1 KG DI COZZE
  • 1 CUCCHIAIO DI POMODORO CONCENTRATO
  • PREZZEMOLO QUANTO BASTA
  • 40 GR DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
  • SALE GROSSO QUANTO BASTA
  • 1 SPICCO D’AGLIO
  • 200 GR DI ACQUA

PREPARAZIONE

  1. Pulite 1 kg di cozze e mettetele nella campana del Varoma e tenete da parte.
  2. 2Lavate e asciugate il prezzemolo, tenete da parte i gambi e mettete le foglie nel boccale dal foro del coperchio con le lame in movimento a Vel. 7. Mettete da parte.
  3. 3Versate nel boccale del bimby 40 g di olio extravergine di oliva, uno spicchio di aglio pelato e privato del germe centrale, i gambi di prezzemolo tenuti da parte e rosolate 3 minuti 100°C Vel Soft.
  4. 4Aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro, 200 g di acqua e montate il Varoma. Fate aprire le cozze 15 minuti Temp Varoma Vel 1. Tenete da parte.
  5. 5Filtrate e pesate il liquido contenuto nel boccale e, se necessario, aggiungete acqua fino ad arrivare a 640 g. Portate ad ebollizione 6-7 minuti 100°C Vel 1.
  6. 6Aggiungete il sale grosso e 320 g di linguine, lasciate cuocere per il tempo indicato sulla confezione della pasta 100°C Antiorario Vel Soft.
  7. 7Nel frattempo sgusciate le cozze e continuate a cuocere con il prezzemolo per 1 minuto 100°C Antiorario Vel Soft.
  8. 8Trasferite la pasta in una insalatiera e lasciate riposare 2 minuti.

Servite.

bucatini alla gricia

Agrodolce

INGREDIENTI

  • 400 GR DI BUCATINI
  • 800 GR DI ACQUA
  • SALE QUANTO BASTA
  • PEPE QUANTO BASTA
  • 250 GR DI GUANCIALE
  • 80 GR DI PECORINO

PREPARAZIONE

Inserite nel boccale del bimby 80 g di pecorino romano e polverizzate 10 secondi Vel Turbo e mettete da parte. Eliminate la cotenna dal guanciale e tagliate a listarelle spesse 0,5 cm e mettetelo nel boccale.

Posizionate 400 g di bucatini nella campana del Varoma. Posizionate il Varoma sopra al boccale chiuso e cuocete 10 minuti 100°C Antiorario Vel 1.

Togliete il Varoma e aggiungete nel boccale 800 g di acqua e il sale e rimettete il Varoma con i bucatini sul boccale e portate l’acqua a ebollizione 8 minuti Temp Varoma Antiorario Vel 1.

Togliete i bucatini leggermente ammorbiditi dalla campana del Varoma e metteteli nel boccale dal foro del coperchio. Cuocete per il tempo indicato sulla confezione 100°C Antiorario Vel Soft.

Con una spatola fate scendere i bucatini nel boccale facendo attenzione a non spezzarli e ripetete questa operazione a metà cottura.

A fine cottura mettete i bucatini nel piatto da portata e spolverizzate con gli 80 g di pecorino romano grattugiato messo da parte e un pizzico di pepe nero.

RACCOLTA DI PATATINE PIU’ FAMOSE CON IL BIMBY E METODO TRADIZIONALE

OGGI VOGLIO PROPORVI UNA RACCOLTA DI RICETTE DI PATATINE FAMOSE DA REALIZZARE SEMPLICEMENTE A CASA VOSTRA.

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE E RACCOLTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK BIMBY E NON SOLO DI PECCATI DI GOLA 568 E SEGUITEMI NELLA MIA PAGINA DI FACEBOOK RICETTE DI CUCINA

PATATINE PUFF CON IL BIMBY E SENZA…RICETTA

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 90 g preparato per purè
  • 50 g fecola di patate
  • mezzo cucchiaino lievito di birra secco
  • 30 g parmigiano reggiano
  • 350 g acqua
  • 7 g sale

PREPARAZIONE

  1. Mettere nel boccale il preparato per purè, la fecola, il lievito ed il parmigiano.
  2. Con le lame in movimento a vel. Spiga versare l’acqua dal foro del coperchio: 2 min. vel. Spiga.
  3. Aggiungere il sale e, a piacere anche del pepe nero, e impastare ancora: 20 sec. vel. Spiga.
  4. Con l’impasto ottenuto formare delle piccole palline (non grandi perché tendono a gonfiarsi).
  5. Scaldare in una padella abbondante olio di girasole e friggere a fiamma alta.
  6. Scolare su un vassoio ben distesi ad asciugare, lasciare raffreddare e degustare!

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 90gr di preparato di purè
  • 50gr di fecola di patate
  • 350ml di acqua
  • 30gr di parmigiano
  • 7gr di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito istantaneo

PREPARAZIONEDOVRETE

Versate tutti gli ingredienti iniziando da quelli  secchi in una terrina e poi dovrete aggiungere l’acqua  fin quando il vostro  impasto vi risulterà   ben amalgamato.

A questo punto dovrete formare delle palline o potete aiutarvi con una sac à poche.

Iniziate a scaldare l’olio nella pentola, friggere le patatine fino a raggiungere la doratura.

FONZIES FATTI IN CASA CON BIMBY E SENZA

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • 100 grammi farina di grano duro
  • 100 grammi formaggio spalmabile, tipo Philadelphia
  • 1 cucchiaio olio evo
  • 2 cucchiai acqua
  • 1 cucchiaino raso sale
  • 2 cucchiai colmi parmigiano grattugiato
  • Per la copertura:
  • q.b. olio evo

SE VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATA SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…VI ASPETTO NUMEROSEEE…PREPARAZIONE Versiamo nel boccale del Bimby la farina, il formaggio spalmabile e il parmigiano, il sale, l’olio, e l’acqua.Ricordate di mantenere sempre il coperchio chiuso.Ora attiviamo il Bimby e facciamo lavorare per 10 secondi velocità 4.Con l’utilizzo di una spatola andiamo a verificare la consistenza dell’impasto.Se notate che l’impasto risulta essere troppo appiccicoso allora andate ad aggiungere altra farina.Ricordate che l’impasto delle nostre Patatine Fonzies ricetta Bimby sarà pronto quando si staccherà facilmente dal boccale. E quindi quando non sarà più troppo umido.Andiamo ad attivare il Bimby per 1 minuto velocità spiga.Ora apriamo il coperchio, prendiamo l’impasto e lo poggiamo su un tavolo da lavoro precedentemente infarinato.Stendiamo l’impasto utilizzando un mattarello. Ricordate di non farlo troppo sottile.A questo punto, con le formine per patatine andiamo a tagliare gli snack al formaggio.Con l’utilizzo di un pennello andiamo a spennellare con un velo di olio evo (facoltativo).Mettiamo ora le nostre patatine Fonzies ricetta Bimby in una teglia rivestita con carta da forno e fare cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti, fino a doraturaINGREDIENTI SENZA BIMBY

Ricetta delle patatine di mais e formaggio

Per prima cosa fate bollire (partendo da acqua fredda) 125 gr di patate con la buccia e schiacciatele una volta morbide.
Aggiungete a questa purea 25 gr di fecola, 100 gr di farina di mais e 120 ml di acqua.
Mescolate e poi aggiungete ancora un pizzico di sale, un pizzico di zucchero, 80 gr di formaggio grattugiato (pecorino e parmigiano) e un cucchiaino di lievito in polvere. Dopo aver amalgamato tutti gli ingredienti aggiungete un cucchiaio di olio extravergine di oliva e impastate ancora.
Lasciate riposare i composto per circa 30 minuti avvolto nella pellicola trasparente.
Ricavate dall’impasto tanti serpentelli non troppo lunghi e passateli nel parmigiano.
Aiutatevi bagnando le mani con un po’ di acqua e aggiungendo farina, se necessario.

Cuocete le patatine a 200° per 15 minuti in una teglia rivestita con carta forno aggiungendo un filo di olio. Appena sfornate ricopritele con altro parmigiano e lasciatele raffreddare prima di consumarle.

PATATINE PRINGLES CON IL BIMBY E SENZA

INGREDIENTI PER IL BIMBY

Per una ventina di chips ci servono:

  • 1 bicchiere di farina per polenta
  • 1 bicchiere di preparato per purè (va bene quello che utilizzate per gli gnocchi)
  • sale e acqua q.b.

Iniziamo con la fase di preparazione delle nostre Pringles Bimby.

Versiamo nel boccale del Bimby la farina per polenta e il preparato per purè.

Aggiungiamo a questi, mantenendo il coperchio bene chiuso, anche l’acqua.

Versate l’acqua poco alla volta. Intanto attiviamo il Bimby e impastiamo bene per 3 minuti a velocità spiga.

Intanto che il Bimby impasta, andate a versare l’acqua lentamente.

Ricordate che l’impasto che dovremo ottenere sarà simile a quello della pasta frolla quindi deve risultare sbriccioloso.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SEMPRE SULLE MIE RICETTE ISCRIVETEVI NEL MIO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLOO…VI ASPETTO NUMEROSEEE 

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • Per circa una ventina di simil pringles homemade
  • bicchiere di farina per polenta
  • 1 bicchiere di preparato per purè
  • sale e acqua q.b.

PREPARAZIONE Mescolate la farina e il  preparato e aggiungere l’acqua fino ad avere un impasto tipo quello della pasta frolla.
Impastate con le mani tenendo presente che il composto è sbricioloso.
Formate un panetto oppure tante piccole palline  e piano piano stendete la pasta in un velo sottile.
Con un bicchiere tagliate le simil pringles homemade
Tuffate le patatine nell’olio bollente , scolarle quando sono dorate e poi ……….mangiarle!!!

OGNI RICCIO E UN CAPRICCIO…PROVATE LE PATATINE VERTIGO DI MC DONALD’S FATTE IN CASA!!

PER FARE QUESTE PATATE DOBBIAMO AIUTARCI CON  LO SPIRALE TWISTER CHE IO HO ACQUISTATO AD AMAZON SE VOLETE DARE ANCHE VOI UN OCCHIATA CLICCA IL LINK SOTTO LA FOTOGRAFIA, VI TORNERA’ UTILE ANCHE PER ALTRE VERDURE

INGREDIENTI 

  • 2 Patate grandi
  • paprika dolce
  • sale quanto basta
  • olio per friggere

PREPARAZIONE

Mettiamo la nostra patata nell’attrezzo , giriamo in senso orario con forza e scaviamo nella patata. In pochissime mosse avremmo ottenuto le nostre patate vertigooooo!!

Friggiamo in abbondante olio di semi caldo, saliamo e aggiungiamo della paprika dolce e vi assicuro che le vostre patatine saranno mille volte meglio di quelle di Mc Donald’s!! Provare per credere!!!!

LE FANTASTICHE PATATINE SOFFIATE! 

Nonostante il periodo richieda una particolare attenzione alla linea, nulla sarà in grado di toglierci qualche piacere proibito in ambito culinario. Le patate sono un alimento generalmente amato da tutti, molto utilizzato in cucina, versatile e perfino sano nella sua versione light, al naturale.

SE VUOI ESSERE AGGIORNATO SEMPRE SULLE NOSTRE RICETTE ISCRIVETEVI NEL NOSTRO GRUPPO DI FACEBOOK PECCATI DI GOLA 568-RICETTE BIMBY E NON SOLO…VI ASPETTO NUMEROSEEE

Anche il più sano degli alimenti, però, può essere trasformato in una delizia calorica e non propriamente indicata all’interno di una dieta. Se parliamo di patate, in questo non possiamo non parlare di patatine fritte.

Le patatine fritte esistono in varie versioni. La tipologia più consumata la troviamo indubbiamente sotto forma di “chips”, le classiche patatine imbustate che si acquistano al supermercato. Proprio come le ciliegie, una tira l’altra, e così in men che non si dica sposteremo nervosamente le dita all’interno della busta alla ricerca dell’ultima patatina o dei residui che si accumulano sul fondo.

Poi c’è un’altra versione delle patatine fritte, molto scenografica e decisamente molto più deliziosa: le patatine soffiate. Oggi sono una tendenza, solitamente servite per l’aperitivo nei bar e nei locali alla moda. Se vediamo una portata di patatine fritte soffiate giungere al tavolo a fianco, non esiteremo due secondi prima di chiamare il cameriere per ordinarle anche per noi.

Ma nonostante la “scenografia” di questo snack, preparare le patatine soffiate a casa è piuttosto semplice. Ingredienti richiesti: patate a pasta gialla con la buccia rossa (sono tra le più adatte per la frittura) e olio di semi. È molto importante che la pasta sia compatta e non farinosa: varie tipologie di patate possono andare bene, ma quella consigliata prima è la migliore.

Le patate farinose, oltre a non creare l’effetto soffiato, usciranno dall’olio con una consistenza poco gradevole alla vista ma anche al palato; sono invece adatte alla preparazione di purè, gnocchi, crocchette, ecc.

Non bisogna essere esperti in cucina per preparare delle ottime patate fritte soffiate. Per prima cosa peliamo le patate, laviamole bene e asciughiamole con un panno pulito. Quando saranno ben asciutte passiamo al taglio, a fettine (chips), con uno spessore non può ampio di 3mm. Dato che l’operazione richiede un po’ di tempo, intano versiamo l’olio di una padella profonda e cominciamo a riscaldarlo. La temperatura dovrà raggiungere circa 150 gradi: se abbiamo un termometro da cucina, usiamolo! Il fattore temperatura è fondamentale per la frittura degli alimenti.

Quando è tutto pronto si procede all’immersione delle patate nell’olio bollente (facciamo piano e attenti agli schizzi). Circa 10 minuti saranno sufficienti alla cottura, ma attenzione a non stare con l’orologio alla mano perché tutto è molto relativo: dovremo regolarci in base al loro aspetto. Quando saranno gonfie e dorate al punto giusto sarà possibile tirarle fuori, poggiandole su abbondante carta assorbente in modo da eliminare l’eccesso di olio.

POTATO RINGS RICETTA

Non potrete resistere alla golosità dei potato rings. Anelli croccanti di patate da servire accompagnati dalla maionese.

Un anello tira l’altro e sarà difficilissimo non prepararne a volontà. Fortunatamente sono facili e veloci da preparare.

INGREDIENTI

  • Patate : 3
  • Birra fredda : 110 ml
  • Farina : 100 g
  • Albume : 1
  • Olio di semi di arachide

PREPARAZIONE

In una ciotola raccogliete la birra, la farina e l’albume; condite con un pizzico di sale, profumate con una macinata di pepe e mescolate con una frusta fino a ottenere una pastella fluida e omogenea.

Coprite, trasferite in frigorifero e lasciate riposare per circa 30 minuti.
2Nel frattempo sbucciate le patate e tagliatele a fettine sottili.

Con un coppapasta tondo più piccolo del diametro delle patate ritagliate
al centro le fettine, così da ottenere tanti anelli.

Metteteli in ammollo in acqua fredda per almeno 20 minuti.
3Trascorso questo tempo, scolate gli anelli di patata, asciugateli per bene e poi immergeteli, uno alla volta, nella pastella.

Friggeteli in abbondante olio di semi ben caldo e, quando saranno ben dorati e croccanti, scolateli e fateli asciugare su carta assorbente da cucina.

CIPSTER FATTE IN CASA ..RICETTA

Avete presenti i Cipster? Quelle croccanti patatine in busta, nello scatolone rosso, molto golose e saporite? Se anche voi volete provare a realizzarli a casa la ricetta di oggi fa al caso vostro. L’ho trovata bighellonando casualmente sul canale YouTube e devo ammettere che sono buonissime. Certo, la forma non è esattamente come quelli in busta ma vi assicuro che sono croccanti e saporite proprio come quelle che trovate in tutti i supermercati. Non esitate a preparare i vostri Cipster fatti in casa, ne vale davvero la pena.

Ingredienti (per 5 persone):
– 170 gr di preparato per purea
– 100 gr di frumina
– 650 ml di acqua
– 30 gr di Parmigiano
– 7 gr di sale
– 1 pizzico di lievito istantaneo per torte salate

PREPARAZIONE

1. In una scodella piuttosto capiente ponete il preparato per purea, la frumina, il Parmigiano grattugiato, il sale e il lievito.

Mescolate con un cucchiaio.Aggiungete a filo l’acqua e fatela assorbire all’impasto continuando a mescolare. Quando avrete terminato l’acqua otterrete un composto omogeneo e leggermente appiccicoso.Versate, poco alla volta, il vostro impasto in una sac a poche (con bocca a stella, rotonda… come preferite) e in una padella scaldate l’olio per friggere le vostre patatine. Fate fuoriuscire un po’ di composto dalla sac a poche e tagliatelo con un coltello facendo in modo che cada nella padella con l’olio bollente. Scegliete voi la dimensione e lo spessore delle vostre patatine.Siate il più veloci possibile in modo tale che i Cipster inizino a cuocere quasi contemporaneamente.  Friggete le patatine fino a quando saranno ben dorate (pochi minuti), sollevatele facendo ben colare l’olio in eccesso e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente.Salate ancora se necessario e servite una volta intiepidite.

Nachos

INGREDIENTI

Quantità per 6 – 8 persone
300 gr di farina di mais gialla + 75 gr circa per la stesura400 – 500 ml di acqua tiepida1 pizzico abbondante di saleolio di semi di girasole oppure di arachidisemi di cumino (facoltativo)semi di coriandolo (facoltativo)

come fare i Nachos

Prima di tutto in una ciotola aggiungete la farina di mais e un pizzico generoso di sale, aggiungete a poco a poco l’acqua. Mi raccomando non tutta insieme perchè il quantitativo dipende da quanta ne assorbe la farina di mais (che non sono tutte uguali: se state usando farina finissima, assorbirà poca acqua, se utilizzate farina a grana grossa ne utilizzerà di più). All’inizio vi troverete un composto sbricioloso: Dovete aggiungere tanta acqua fino ad ottenere un impasto modellabile con le mani tipo plastilina che non si sbriciola!

Lasciate riposare 20 minuti.

Intanto preparate la copertura.

Tritate con un coltello molto finemente coriandolo e cumino e mescolate insieme ai 75 gr di farina di mais. Se non avete cumino e coriandolo potete sostiuirli con origano oppure saltare questo passaggio. Sappiate però che i nachos risulteranno più profumati!

Come realizzare i triangoli sottili e croccanti

Prelevate un pò di impasto e stendetelo con un mattarello tra 2 carte da forno. La sfoglia dev’essere sottilissima! 2 mm sarebbe l’ideale! Una volta stesa la sfoglia aggiungete una spolverata di copertura e stendete ancora

Intagliate quindi dei cerchi di circa 15 cm. Potete utilizzare una scodella capovolta.

Tagliate a croce ogni cerchio e ogni spicchio in due:

Intingete il triangolo nella farina di mais anche dal lato opposto in modo che i nachos non attacchino.

Nachos al forno : la versione leggera

Sistemate in nachos in una teglia rivestita di carta da forno, aggiungete un filo d’olio e cuocete a 200° per circa 15 – 20 minuti fino a doratura. Durante la cottura assicuratevi che si stiano dorando, in caso aumentate la temperatura e girate almeno una volta, in modo che si cuociano entrambi i lati. Il risultato saranno delle patatine croccanti, ma più secche rispetto a quelle fritte, seppur ugualmente molto buone!

Nachos fritti secondo la ricetta originale

I nachos non vanno cotti in abbondate olio, perchè devono croccare e “tostarsi” in fase di frittura. Aggiungete in una padella da circa 24 cm 3 – 4 cucchiai di olio, fate scaldare e aggiungete i nachos che ci entrano belli stesi senza sovrapporli. Cuocete a fuoco medio. Non si devono bruciare, ma tostare. Fate cuocere pochi secondi da un lato e pochi secondi dall’altro. Scolate su carta da cucina!

RICETTE CON IL BIMBY

Ingredienti

Per i nachos

  • 150 g di farina di mais gialla precotta
  • 5 g di sale
  • 190 g di acqua
  • Pepe nero q.b.

Per formare e cuocere i nachos

  • Farina 00 q.b.
  • Olio di semi q.b.

Preparazione

Con questa ricetta si ottengono circa 40 pezzi.

Pesa in una ciotolina posata sul coperchio del Bimby 150 g di farina di mais gialla precotta. Tieni da parte.

Metti nel boccale 5 g di sale, 150 g di acqua e scalda 2 Min. 37° Vel. 1.

Aggiungi dal foro del coperchio la farina di mais con le lame in movimento a Vel. 2.

Unisci 40 g di acqua, una spolverata di pepe nero e amalgama 20 Sec. Vel. 3.

Continua a impastare 2 Min. Vel. Spiga.

Trasferisci l’impasto sulla spianatoia, finisci di amalgamare bene con le mani e dividilo in 4 palline.

Stendi ogni pallina in una sfoglia il più possibile sottile, aiutandoti con della farina 00 e cercando di dare una forma circolare.

Taglia la sfoglia in un cerchio del diametro di circa 20 cm e successivamente dividilo in 12 spicchi.

Ripeti l’operazione per tutto l’impasto.

Cuoci i triangolini (i nachos) in una padella antiaderente con 3 o 4 cucchiai olio di semi di arachidi. Ricorda che non devono friggere galleggiando nell’olio, ma solo tostare.

Metti man mano su carta assorbente.