CREME E SALSE DOLCI

YOGURT AL CIOCCOLATO

yogurt-al-cioccolato

INGREDIENTI

  • 1 litro di latte intero
  • 2 cucchiai di yogurt intero (assicuratevi che ci siano i fermenti lattici attivi)
  • 100 grammi di cioccolato a scelta
  • 1 confezione di gocce di cioccolato fondente
  • 1 pentola
  • 1 panno da cucina
  • 1 contenitore ermetico (adatto per il forno)

PREPARAZIONE

In una pentola, scaldate il latte a fiamma bassa. Quando inizia a bollire, spegnete il fuoco. Togliete con un cucchiaio il grasso prodotto in superficie. Lasciate raffreddare, ma coprite la pentola con un coperchio. Una volta che il latte risulterà tiepido (sui 38 gradi circa), unite i due cucchiai di yogurt nel contenitore ermetico. Aggiungetevi anche i sei cucchiai di latte. Mescolate energicamente, in modo da non formare grumi.

Trasferite il composto allo yogurt bianco in un contenitore resistente al calore e adatto al microonde. Mettete in forno a 50 gradi per 50 secondi. Versate il resto del latte e incorporate anche il cioccolato, già ridotto in scaglie. Rimestate. Chiudete il contenitore e copritelo con un panno. Riponetelo nel forno spento e lasciatelo riposare circa 8 ore. Dopo il tempo indicato, il composto risulterà denso.

Arricchite lo yogurt al cioccolato con le gocce fondenti e mescolate. Lo yogurt al cioccolato è pronto per il consumo. Trattandosi di un prodotto genuino, senza coloranti né conservanti, lo yogurt va consumato entro due giorni al massimo. Per una migliore conservazione dello yogurt al cioccolato, si consiglia di riporlo in vasetti di vetro con apposito tappo. Apponete anche un’etichetta con la data di preparazione. Lo yogurt al cioccolato è ideale a colazione, a merenda, per uno spuntino di metà mattinata o come spezza fame.

Non dimenticare mai:

  • Lasciatelo riposare in frigo qualche ora prima di servirlo, se preferite uno yogurt fresco.
  • Lo yogurt al cioccolato contiene circa 84 calorie ogni 200 grammi.

YOGURT ALLA VANIGLIA

yogurt-alla-vaniglia

INGREDIENTI

  • 1 litro di latte
  • 1 yogurt bianco intero non zuccherato (in alternativa potete usare anche i fermenti lattici vivi in bustina, ne basterà una)
  • 3 cm di bacca di vaniglia
  • 100 g zucchero semolato (potete diminuire la dose in base al vostro gusto)

PREPARAZIONE

fermentazione a bagnomaria: immergete in acqua a 40° (se non avete il termometro adatto, capirete che la temperatura è ideale quando con un dito riuscirete a sentire che il liquido è caldo, ma non bollente) il recipiente (possibilmente in vetro). La temperatura deve restare costante, se dovesse raffreddarsi, accendere il fuoco del fornello sino a quando non sarà tornata a quella sopra indicata. Lasciate il recipiente immerso per 10 ore. Per averlo più denso basterà lasciarlo al caldo un paio d’ore in più. Prima di consumarlo, ponetelo a riposare in frigo per circa un’ora.

fermentazione in forno: se avete un forno che mantiene la temperatura tra i 40-45°C oppure uno di quelli che permettono che la lampadina resti accesa anche a termostato spento e che produce calore allora avete una supper yogurtiera senza saperlo! Anche in questo caso dovete lasciare al caldo il contenitore con il composto per almeno 10 ore.  Per averlo più denso basterà lasciarlo al caldo un paio d’ore in più. Prima di consumarlo, ponetelo a riposare in frigo per circa un’ora.

fermentazione con il calorifero: avete capito bene! Ripartite il composto in barattolini e posizionateli sul vostro calorifero. Lasciate trascorrere le 10 ore canoniche. Per averlo più denso basterà mantenetelo al caldo un paio d’ore in più. Prima di consumarlo, ponetelo a riposare in frigo per circa un’ora.

CONSIGLIO:

 

LATTE è consigliabile a temperatura ambiente e va bollito solo se fresco. Sceglietelo intero o parzialmente scremato in base al grado di leggerezza che volete dare al vostro yogurt (nel mio caso l’ho usato parzialmente scremato);

YOGURT l’optimum è che sia intero e bianco non zuccherato, fate attenzione che non sia scaduto, potete tranquillamente usarne un vasetto di quello fatto in casa;

FERMENTI LATTICI VIVI più sono freschi, più il processo sarà veloce (si va da un minimo di 3 ore – yogurt liquido – ad un massimo di 12 – yogurt compatto), li trovate comunemente in farmacia, al supermercato, in erboristeria o nei negozi specializzati;

ACIDITÀ una maggiore temperatura (45°C) vi consentirà di avere uno yogurt più acido;

VANIGLIA durante la fermentazione, i semi di vaniglia tenderanno a salire n superficie, nessun problema, daranno ugualmente il loro aroma;

SCADENZA lo yogurt fatto in casa ha una scadenza che oscilla tra gli 8 ed i 10 giorni, fate attenzione a mantenerlo sempre ben tappato e in frigorifero.

YOGURT BIANCO

yogurt-bianco

INGREDIENTI

  • 1 lt di latte intero e freschissimo, quello della vostra centrale del latte, meglio ancora se latte crudo, cercate se volete il vostro distributore più vicino
  • 2 bei cucchiai (sì, solo due!) di yogurt bianco e intero. Meglio se  bianco…
  • 1 pentola in acciaio ovviamente pulitissima
  • 1 contenitore per alimenti di plastica opaca e a chiusura ermetica
  • 1 colino per filtrare
  • 1 cucchiaio
  • 1 copertina di pile morbida e calda, i fermenti, si sa, amano il caldo
Raccomandazioni:
Il latte deve assolutamente essere intero.
E’ impensabile ottenere uno joghurt compatto col latte parzialmente scremato o peggio ancora, scremato.
E, vi assicuro che, quello che faremo, sarà così compatto che il cucchiaino conficcato dentro, starà diritto da solo,
 
Lo yogurt dovrà avere una scadenza il più lontano possibile, meglio se 30 giorni, ma va bene anche una ventina di giorni. Questo perchè, più lo yogurt è fresco, più i fermenti saranno attivi e quindi più golosi di lattosio.
E’ per questo, infatti, che lo yogurt è tollerato benissimo anche da chi è intollerante al latte.
 
PREPARAZIONE
 
Prendiamo il latte e mettiamolo nella pentola a fuoco molto dolce sul fornello medio. Dopo una decina di minuti circa (ma ovviamente controllate spesso) comincerà ad alzare il bollore. Non appena la panna si alzerà, e starà per raggiungere il bordo della pentola, spegniamo immediatamente. Togliamo con un cucchiaio quella panna, e, se non abbiamo problemi di linea ce la gustiamo tutta!!
 
Copriamo la pentola con un piatto, per evitare il più possibile contaminazioni e mettiamola a bagno in una pentola più grande piena di acqua fredda. In questo modo il latte raffredderà molto più velocemente.
 
Ecco, ora qui dobbiamo fare attenzione… il latte sarà perfetto quando raggiungerà una temperatura di 40°non oltre, meglio anche 38°
L’errore che facevo io, ma non avevo il termometro, era di aspettare che fosse tiepido e basta, ma sicuramente non riuscivo a regolarmi bene, per cui immagino che lo lasciassi troppo caldo.
Per cui, se non avete il termometro, aspettate pure che sia freddo o appena tiepido.
 
Prendiamo adesso la ciotola di plastica e versiamo dentro 2 cucchiai di iogurt, aggiungiamo qualche cucchiaio (5 o 6) del nostro latte filtrandolo da un colino, ma se abbiamo tolto bene la panna, non ce n’è bisogno.
Mescoliamo con cura, non ci dovrà essere il più piccolo grumo.
 
A questo punto, accendiamo il nostro forno ad una temperatura di 50°, contiamo fino a 60 e andiamo a finire di preparare il nostro yogurt.
 
IMPORTANTE: il forno NON deve raggiungere i 50° ma solo diventare tiepido! per cui dopo 60 secondi, ma anche meno, va subito spento!
 
Aggiungiamo ora dolcemente il resto del latte mescolando bene. Copriamo col coperchio ermetico e avvolgiamo bene il contenitore nella copertina di pile e mettiamo il nostro contenitore nella sua copertina dentro al forno, mi raccomando copritelo bene, i fermenti sono freddolosi!
Chiudiamo lo sportello del forno… e aspettiamo circa 6/8 ore senza assolutamente muovere la ciotola, i fermenti sono anche permalosi, se li muoverete, non mangeranno lattosio e non produrranno lo joghurt.
Per cui, sappiate già che se avete deciso di fare lo yogurt, per quel giorno non dovrete assolutamente accendere il forno ed essere costretti a smuovere la ciotola.
 
Dopo le 6 ore controlliamo, togliendo la copertina delicatamente, se muovendo appena, vedrete che il liquido all’interno sarà ben compatto e sodo, il nostro yogurt è pronto!
Altrimenti lasciamolo fino a 8 ore, se necessario anche 12 ore.
Dopodichè va messo immediatamente in frigo!
 
IN ESTATE: da controllare il frigo, con il caldo, fa fatica a stare alla stessa temperatura interna che aveva in inverno, va regolato di nuovo! la temperatura ideale è 4/5 gradi.
Perchè anche se appena fatto è leggermente sodo, in frigo lo yogurt finisce di “compattare”, cioè il siero si separa dallo yogurt, ma se le temperatura interna del frigo è sopra quella consigliata, fa ovviamente fatica e “fila”!
 
E al mattino faremo colazione con uno yogurt sodo, dolce e compatto come questo… che potremo aromatizzare con caffè, scaglie di cioccolato grattuggiato, marmellata, miele, cereali, frutta a pezzi… insomma come preferite!

PREPARAZIONE

Preparare  una ciotola, preferibilmente alta, stretta e capiente. Collocare un colino sopra alla ciotola e foderarlo con un canovaccio pulito (che non odori di detersivo) oppure con una garza sterile a doppio strato. Si raccomanda che il colino non venga a contatto diretto con il liquido che gocciolerà dallo yogurt.

Versare lo yogurt al naturale direttamente nel colino foderato con il canovaccio: richiudere i lembi a fagotto e lasciar gocciolare lentamente per 4-8 ore, ricordando che più a lungo sarà protratto il tempo di gocciolamento, più compatto sarà lo yogurt greco.

Dopo 4-8 ore, lo yogurt greco è pronto: la ciotola avrà raccolto il liquido di gocciolamento (siero acido), mentre lo yogurt greco sarà contenuto nel canovaccio. Da 500 g di yogurt al naturale è possibile ottenere circa 180-200 g di yogurt greco.

FROSTING AL MASCARPONE

frosting-al-mascarpone

INGREDIENTI

 

  • 250 g di Mascarpone
  • 180 ml di panna da montare
  • 50 g di zucchero a velo
  • essenza naturale di vaniglia
  •  se volete farla colorata (colorante alimentare rosso q.b. o del colore che preferite)

PREPARAZIONE

In una terrina mescolate il Mascarpone  con lo zucchero a velo fino ad ottenere una crema morbida.
Montate a neve la panna e, insieme all’essenza naturale di vaniglia, incorporatela delicatamente al mascarpone.
Dividete la crema in due parti ed in una aggiungete il colorante alimentare rosso fino a raggiungere il colore desiderato.

Trasferite i frosting al mascarpone in due sac à poche con bocchette dentellate e decorate i vostri cupcake o torta aggiungendo in ultimo codette dorate.
Tenete in frigorifero o al freddo fino al consumo.

NUTELLA BIANCA

nutella-bianca

INGREDIENTI 

  • 100 g di cioccolato bianco
  • 100 g di nocciole tostate
  • 100 g di zucchero a velo
  • 100 g di burro
  • 1 bustina di vanillina

PREPARAZIONE

Fate fondere il cioccolato con il burro e fatelo raffreddare leggermente. Mettete le nocciole nel tritatutto e frullate molto finemente insieme allo zucchero e alla vanillina in modo che le nocciole non rilascino troppo olio e mettetele nel pentolino insieme agli altri ingredienti. Fate cuocere per 10 minuti a fuoco bassissimo (meglio a bagno maria) non deve bollire. Se necessario aggiungere un po’ di latte. Mescolate continuamente fino ad ottenere una crema densa. Versatela nei barattoli sterilizzati, tappateli e capovolgeteli. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

Consigli: per sminuzzare perfettamente le nocciole dovrete utilizzare un tritatutto che sminuzzi perfettamente. io utilizzo quello per gli aromi perché trita molto fine. Si conserva chiusa a temperatura ambiente mentre quando la aprite è meglio tenerla in frigo. Tenderà ad indurire ma tenendola qualche minuto fuori frigo e mescolandola con un cucchiaino tornerà morbida.

CAMY CREAM

cream

INGREDIENTI 

  • 500 gr di mascarpone
  •  250 gr di panna fresca
  •  180 ml di latte condensato

PREPARAZIONE

Montate la panna, fredda di frigo, in una ciotola pulita e asciutta
Lavorare con le fruste il mascarpone, quindi aggiungere il latte condensato a filo

Quando avrete ottenuto una bella crema liscia, incorporate la panna montata in precedenza.

Mescolate con un cucchiaio e ecco a voi la camy cream