Primi Piatti

 Risotto con  zucca arrostita

risotto-alla-zucca-986x400-1

INGREDIENTI

  • 3 zucche butternut
  • 5 cucchiai olio di oliva
  • 1 cipolla tritata finemente
  • 2 spicchi d’aglio schiacciati
  • 75 ml vino bianco secco
  • 300 gr riso per risotti
  • 1,2 lt brodo vegetale caldo
  • 2-3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato finemente

PREPARAZIONE

-Preriscaldate il forno a 180 °C. Pelate, togliete i semi e tagliate una delle zucche a tocchetti; mettete in una teglia con un cucchiaio di olio e un po’ di sale e pepe. Tenete da parte.

-Tagliate le rimanenti due zucche a metà nel senso della lunghezza; aiutandovi con un cucchiaio togliete i semi con un cucchiaio e poi con un coltello incidete la polpa a croce, cercando di non tagliare la buccia quando si esegue questa operazione. Posizionate le quattro metà in un’altra teglia, irrorate con 2 cucchiai di olio d’oliva ungendole in modo uniforme, condite con sale e pepe.

-Posizionate le due teglie in forno e cuocete per 35 minuti. Quindi rimuovete la zucca tagliata a dadini e lasciate le altre in forno per altri dieci minuti. Una volta che la polpa delle zucche è cotta e i “gusci” hanno preso un colore marrone dorato, spegnete il forno e lasciate le zucche al caldo in forno.

-Nel frattempo soffriggete a fuoco medio per circa 5 minuti la cipolla tritata molto finemente e l’aglio schiacciato con 2 cucchiai di olio d’oliva, aggiungendo un pizzico di sale. Versate il riso e la zucca cotta tagliata a dadini e lasciate cuocere per altri 5 minuti, avendo cura di mescolare regolarmente.

-Versate il vino bianco e lasciate sfumare. Poi iniziate ad aggiungere il brodo un mestolo alla volta permettendo al riso di assorbirlo prima di versare il successivo mestolo. Quando il riso è cotto, aggiungete una noce di burro, una spolverata di formaggio e un pizzico di sale e pepe e mescolate per mantecare. Coprite la casseruola con il coperchio e lasciate riposare per un paio di minuti prima di servire.

-Servite il riso riempiendo le cavità delle zucche tagliate a metà e cotte in forno; condite con un filo d’olio e formaggio extra se lo si desidera.

Pappardelle con castagne e speck

pasta-castagne-speck

INGREDIENTI

  • 300 gr di pappardelle
  • 250 gr castagne pelate
  • 150 gr speck
  • 1/2 scalogno
  • 25 gr di burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • parmiggiano

PREPARAZIONE

-Tagliate le castagne lesse a pezzettini.

-Tritate la cipolla e fatela appassire in un’ampia padella con l’olio e il burro.

-Aggiungete ora le castagne e lo speck tagliato a tocchetti, e fate cuocere per 5 minuti.

-Mescolate, salate, pepate.

-Cuocete le pappardelle in abbondante acqua salata, poi scolate e versate in padella con il condimento aggiungendo anche un po’ d’acqua di cottura.

-Aggiungete il parmigiano e saltate in padella per un paio di minuti.

-Aggiungete il parmigiano e saltate in padella per un paio di minuti.

Lasagne al forno con spinaci e salmone affumicato

img_1123-1080x675

INGREDIENTI

  • 1/2 Kg Di Lasagne Fresche
  • 1/2 Kg Di Spinaci
  • 250 Gr Di Mascarpone
  • 8 Fette Grandi Di Salmone Affumicato
  • Parmigiano Grattugiato Q.B.
  • Salsa Di Pomodoro (Facoltativa)
  • Sale E Pepe Q.B.

PREPARAZIONE

-Scottate le lasagne in abbondante acqua salata, passatelo sotto l’acqua fredda scolatele, e mettetele su degli strofinacci da cucina.

-Lavate gli spinaci con cura e fateli cuocere senza aggiungere altro, strizzateli e triturateli grossolanamente.

-Mescolateli con il mascarpone, e salate leggermente.

-Preparate le lasagne in una teglia, stendendo un po’ di salsa di pomodoro sul fondo.

-Poi fate uno strato di lasagne, una di spinaci e mascarpone, poi lasagne, salmone e un po’ di salsa. Continuate in questo modo fino a terminare gli ingredienti.

-L’ultimo strato deve essere di salsa di pomodoro su cui spolvererete il parmigiano grattugiato.

Spaghetti alla chitarra con frutta secca

Volete un piatto di pasta veloce e buonissimo? Provate la nostra ricetta per preparare gli spaghetti alla chitarra con frutta secca tostata, un primo delizioso e particolare che sarà vostro in appena 15 minuti. Mentre la pasta cuoce voi preparate il trito di frutta secca, lo saltate in padella con il parmigiano e lo tenete in caldo. La ricetta potete personalizzarla usando solo pistacchi e noci, oppure altre combinazioni, o se non sapete decidervi fate un bel mix di tutto!

spaghetti-con-frutta-secca-ricetta

INGREDIENTI

  • 30 gr di mandorle
  • 30 gr di noci
  • 30 gr parmigiano
  • 3 fette di pancarré
  • 30 gr pinoli
  • 400 gr pasta all’uovo
  • 30 gr pistacchio
  • 30 gr di burro
  • sale e pepe quanto basta

PREPARAZIONE

-Prendete il pancarré, togliete la crosta e poi mettetelo nel mixer insieme a pistacchio, pinoli, mandorle, noci e 10 grammi di burro, tritate il tutto.

-Trasferite questo trito in una padella antiaderente e tostatelo, poi unite il parmigiano e mescolate per pochi minuti.

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e poi conditela con il burro e il peperoncino piccante.

-Mettete la pasta nei piatti e cospargetela con il trito di frutta secca che avete preparato.

Risotto all’arancia

risotto-allarancia-610x300

INGREDIENTI

  • 350 gr di riso
  • 1 arancia non trattata
  • 1 cipolla piccola
  •  50 gr di burro
  • 2 cucchiai di parmiggiano grattuggiato
  • •Vino bianco secco q.b.
  • brodo vegetale
  • sale e pepe quanto basta

PREPARAZIONE

-Lavate accuratamente l’arancia e pelate con un pelapatate solo la parte arancione della buccia in modo da ottenere delle piccole scorzette. Spremete l’arancia e conservate il succo.

-In una casseruola fate soffriggere la cipolla affettata molto finemente con metà burro. Versate il riso, fatelo tostare rigirandolo con un cucchiaio di legno e sfumatelo con del vino bianco secco.

-Quando il vino sarà evaporato del tutto, aggiungete un po’ di brodo e unite le scorze di arancia tagliate a striscioline sottili. Proseguite la cottura aggiungendo del brodo vegetale di tanto in tanto come per un qualsiasi risotto.

-Verso fine cottura aggiungete il succo di arancia.

-Aggiustate di sale e pepe, togliete dal fuoco e mantecate con il restante burro e il Parmigiano o il Grana grattugiato.

-Guarnite con qualche scorzetta di arancia e servite.

Pasta gamberi e verdure

shutterstock_214085995_zucchine_gamberetti

INGREDIENTI

  •  400 gr Caserecce (o altra pasta corta) 
  • 250 gr Gamberi già puliti 
  • 2 Zucchine 
  • Cipolla 1/2
  • Olio extravergine d’oliva :q.b.
  • Sale :q.b

PREPARAZIONE

In una padella capiente scaldate l’olio a fuoco medio. Aggiungere la cipolla e lasciarla soffriggere fino a quando non sia dorata.

-Aggiungiamo ora le zucchine fatte a cubetti, le facciamo friggere a fuoco medio-basso, mescolando e girandole. Le zucchine devono avere un colore ‘marroncino’ ed essere morbide.
-Quindi aggiungere i gamberetti sgusciati. Cuocere per 1 minuto, mescolando. Girare di tanto in tanto i gamberetti, e se vogliamo, possiamo sfumare con del vino bianco, e lasciamo cuocere per altri 5 minuti, con il coperchio sulla pentola. Aggiustare di sale, di pepe nero e\o peperoncino (se preferiamo) e terminiamo la cottura per qualche altro minuto.
-Scoliamo la pasta (che avremo messo a bollire con dell’anticipo in una pentola) e la passiamo in padella, a fuoco medio, con il condimento, per un paio di minuti a fiamma ridotta. Facciamo saltare in padella e otteniamo un piatto di pasta con zucchine e gamberetti davvero gustoso!

Risotto con barbabietole rosse

x-risotto-con-crema-di-rape-rosse-980x400

Il risotto, è un piatto tipico della cucina italiana, è preparato in numerose versioni in tutto il paese.  Le proprietà del riso sono davvero molteplici: non ha glutine è quindi può essere consumato anche dai celiaci e ha molto potassio e poco sodio e, quindi, indicato per chi soffre di ipertensione. Quello integrale aiuta a combattere la stitichezza ed ha un indice glicemico più basso della pasta, quindi è da preferire a questa, sopratutto in un regime dietetici ipocalorico. Voglio proporvi una ricetta sfiziosa e con pochissime calorie, apportando la variante delle bietole, invece degli spinaci, che risultano più delicate al palato ma altrettanto gustose.  Consiglio sicuramente di consumarlo come piatto unico.

Il risotto con barbabietole rosse è un primo piatto molto leggero e saporito, ideale da gustare nel periodo invernale. Le rape rosse, o barbabietole rosse, o carote rosse, sono un tubero inconfondibile per il caratteristico colore rosso brillante e il sapore terragno. Numerose sono le ricette a base di rape rosse, come la crema di barbabietole. Se volete rendere più gustoso e cremoso il risotto con barbabietole rosse potete unire gorgonzola per rendere perfetto questo primo piatto.

INGREDIENTI PER PREPARAZIONE TRADIZIONALE

  • 400 gr riso carnaroli
  • 2 rape rosse
  • olio extravergine di oliva
  • 1,5 l brodo vegetale
  • 50 gr grana padana grattugiato
  • 2 cipollotti
  • 1 bicchiere di vino
  • sale quanto basta

PREPARAZIONE

-Tagliate le rape a tocchetti e frullartele, se necessario aggiungete un po’ di brodo, fino ad ottenere una crema uniforme e morbida. Tenetela da parte.

-In una casseruola fate soffriggere l’olio e i cipollotti tagliati finemente per qualche minuto.

-Aggiungete il riso, fatelo tostare per 5 minuti circa e sfumate con il vino. Proseguite la cottura per 20 minuti circa a fuoco dolce continuando a mescolare e aggiungendo man mano il brodo.

-A metà cotture unite la crema di rape, regolate di sale. Portate a cottura il riso, mantecate con il formaggio e servite caldo.

Stelle bicolorop1080662

INGREDIENTI

Per la pasta gialla
  • 100 gr. di farina di grano tenero tipo 1
  • una bustina di zafferano
  • 1 uovo (si può sostituire con acqua)
 
Per la pasta nera
  • 50 gr. di farina di grano tenero tipo 1
  • 50 gr. di semola di grano duro
  • 1 vaschetta di nero di seppia
  • 1 uovo (si può sostituire con acqua)
Per la farcia
  • 100 gr. di merluzzo
  • olio evo
  • mezzo spicchio di aglio
  • sale, pepe, aromi
Per servire
  • a piacimento (olio, burro, sugo di pesce, salse)

PREPARAZIONE

-Per prima cosa impastiamo i due panetti di pasta fresca mettendo, in entrambi i casi, le farine nel classico metodo “a fontana”, rompiamo all’interno le uova con lo zafferano, nel primo caso e il nero di seppia nel secondo caso. Cominciamo a sbattere leggermente le uova con il loro condimento e poi amalgamiamo piano piano la farina dall’esterno verso l’interno. Lavoriamo bene con le mani e otteniamo un impasto liscio e omogeneo che deve riposare coperto almeno 30′.

-Stendiamo le sfoglie con il matterello o con la sfogliatrice fino ad uno strato sottile (livello 7 della macchinetta sfogliatrice).

-Prendiamo la sfoglia nera e ritagliamo delle tagliatelle con il coltello o con gli appositi accessori della sfogliatrice.

-Sovrapponiamo le tagliatelle alla striscia di sfoglia gialla, infariniamo leggermente, stendiamo con il matterello e, se serve, passiamo nuovamente nel rullo della macchina sfogliatrice per schiacciare bene le strisce nere alla sfoglia gialla, in modo che le paste si attacchino per bene.

-A questo punto siamo pronti per ritagliare tanti rettangoli di pasta, grandi a sufficienza per dare la forma che preferite al vostro raviolo o tortellino. Io ho scelto dei fare ancora le mie stelline, che in famiglia piacciono molto, quindi ho tagliato dei rettangoli di pasta grandi a sufficienza per contenere le dimensioni del mio coppapasta a forma di stella.

-Siamo ora pronti per riempire la pasta con la nostra farcia e chiuderla con l’aiuto del coppapasta.

-Per quanto riguarda la farcia, cucinare  in padella un filetto di merluzzo con un goccio di olio evo e mezzo spicchio di aglio. Ho fatto rosolare e ho bagnato il pesce con un po’ di vino bianco. Ho terminato velocemente la cottura e ho frullato tutto usando il composto ottenuto per farcire i ravioli.

– una volta dato forma a tutti i ravioli, li facciamo asciugare su un canovaccio pulito o su un vassoio infarinato e poi li cuociamo in una pentola con abbondante acqua salata.

-La cottura della pasta fresca è sempre veloce, dura pochi minuti, ma assaggiamo sempre prima di scolare.
Se temiamo di rovinare i ravioli, possiamo scolarli con l’aiuto di una schiumarola.

Pasta arancione

La pasta arancione fatta in casa è una pasta colorata di grande effetto. Qualsiasi forma voi darete alla pasta, fettuccine, tonnarelli, cannelloni etc.. otterrete un effetto strepitoso e piatti molto particolari. Vi propongo tre dosaggi di farine uova e concentrato di pomodoro a seconda della tipologia di formato che vorrete dare alla pasta. Per le paste ripiene serve un’impasto più secco e resistente. Per i cannelloni o le lasagne serve soltanto resistenza alla precottura quindi aggiungo sempre dell’olio per rendere la pasta più elastica. Per tutti gli altri tipi di formato di pasta non è richiesta particolare attenzione quindi potrete utilizzare il terzo tipo di pasta che nel mio caso prevede l’utilizzo di una parte di semola di grano duro.

3711122193_5c90aaedde_b

INGREDIENTI

Impasto 1 per cannelloni o lasagne (circa 400 gr di pasta) :

  • 250 gr di farina
  • 2 uova
  • 25 gr di concentrato pomodoro
  • 4 gr di olio d’oliva

Impasto 2 per la pasta ripiena tipo agnolotti mezzelune etc:

  • 100 gr di farina 0
  • 100 gr di semola di grano duro
  • 1 uovo
  • 40 gr di passata di pomodoro

Impasto 3 per fettuccine, tonnarelli, tagliolini etc. dose per 4 – 5 persone:

  • 150 gr di farina 0
  • 50 gr di semola di grano duro
  • 1 uovo
  • 40 gr di passata di pomodoro

PREPARAZIONE

-Per preparare la pasta arancione fatta in casa setacciare la farina (o le farine se di due tipi) in una ciotola e fare una sorta di fontana. Rompete le uova e versarle all’interno della fontana.

-Se utilizzate l’acqua al posto delle uova mettete l’equivalente delle vostre uova all’interno della fontana. Aggiungete il concentrato di pomodoro e se previsto l’olio.

-Con una forchetta sbattere i liquidi amalgamando gradualmente la farina. Quando l’impasto avrà raggiunto una consistenza tale che la forchetta non sarà più necessaria, finite di amalgamare la pasta con le mani inglobando gradualmente la farina rimasta. Nel caso l’impasto non sia abbastanza consistente, aggiungere poca farina e lavorate ancora.

-Spostatevi su una spianatoia e lavorate la pasta fino a che sarà liscia, omogenea e senza grumi. Impastare bene almeno una ventina di minuti. Per verificare che la pasta sia veramente ben impastata, come diceva mia nonna “deve fare lo scoppio”, considerate che l’impasto sulla spianatoia dovrà creare delle micro bollicine che esplodendo emetteranno proprio dei rumori simili a palloncini che scoppiano.

-A questo punto fate riposare la pasta almeno una mezz’ora prima di stenderla e usarla come meglio desiderate. Potrete tagliarla a fettuccine, farci delle sfoglie quadrate per creare una lasagna particolare, crearci paste ripiene

-La pasta può anche essere congelata, in questo caso io preferisco farlo dividendo la pasta rimasta in panetti da 250 gr – 300 gr quando non ho in mente già cosa voglio farci.
Se penso di volerci fare dei cannelloni la stendo e ne ricavo dei quadrati di circa 11 cm per 13 cm. e la congelo su un vassoio coperto bene di pellicola trasparente.

Pasta rossa

pasta-fresca-rossa

INGREDIENTI

  •  3 cucchiai di concentrato di pomodoro sciolto in un poco di acqua
  •  sale
  •  3 uova
  • 400 grammi di farina bianca

PREPARAZIONE

-Dato che il concentrato di pomodoro per ottenere la pasta rossa si deve sciogliere in un po’ di acqua, per questo tipo di colorazione della pasta si deve aggiungere la farina per scongiurare che l’impasto sia troppo appiccicoso.

-Disponete la farina a fontana e aggiungetevi le uova con un pizzico di sale e gli spinaci che avrete cotto in abbondante acqua salata, scolato, pressato e tritato.

-Lavorato il composto per alcuni minuti. Se dovesse capitare che l’umido degli spinaci richiedesse ulteriore farina, aggiungetela poco per volta, lasciando riposare la pasta per un quarto d’ora per poi tirare la sfoglia non tanto sottile e fare le classiche tagliatelle con la macchina per la pasta.

Spaghetti di patata  viola  con carciofi

022e1658_spaghetti-con-patate-viola-1

Ingredienti per 4 persone:

– 400 g di patate viola
– 60 g di farina 00
– 60 g di farina di grano duro
– Un po’ di sale
– 8 carciofi
– 40 g di olio extravergine d’oliva
– 100 g brodo vegetale
– Sale,pepe, timo e prezzemolo tritato

Preparazione:

Lessate le patate viola con la buccia in acqua salata, sbucciatele ancora calde, passatele attraverso un setaccio e lasciatele intiepidire.
Aggiungete le farine e il sale, quindi impastate con le mani fino a ottenere una massa omogenea; poi lasciateli riposare in frigorifero un ora.
Con la pasta di patate formate delle strisce sottili e con l’aiuto della “Chitarra Abruzzese” formate degli  spaghetti.

Pulite i carciofi, tagliatene 6 in quattro parti e rosolateli in olio d’oliva a fiamma media per circa 8 minuti, salate e pepate.
Tagliate con l’affettatrice gli altri due carciofi a fette sottilissime e infarinatele con la farina di mais. Fatele friggere in olio d’oliva per circa 1 minuto .

Per la salsa
Scaldate sul fuoco il brodo vegetale e incorporatevi poco alla volta l’olio extravergine di oliva.
Lessate gli spaghetti in acqua salata per circa 3 minuti, quindi scolateli e saltateli in padella con la l salsa all’olio extravergine d’oliva , i carciofi e il timo le erbe tritate .

Presentazione
disponete gli spaghetti con i carciofi nei piatti, e distribuitevi sopra le listarelle di carciofi fritti.

Gnocchi di patata viola

gnocchiviolacheese

INGREDIENTI

  • 1 kg di  patate viola
  • 200 gr di  farina 00

PREPARAZIONE

-Per preparare gli gnocchi di patate viola iniziate a lavare le patate e lessarle in abbondante acqua, senza sbucciarle.

-Le patate impiegheranno circa 40 minuti per cuocere in modalità tradizionale o 20 minuti nella pentola a pressione.

-Quando sono pronte sbucciatele ancora calde, poi passatele nello schiacciapatate o nel passaverdure e raccogliete la purea in una ciotola.

– Aggiungete la farina ed impastate gli ingredienti con le mani per avere un impasto morbido. Ricordatevi che per avere degli gnocchi di patate morbidi non dovrete lavorare troppo l’impasto, per non indurirlo.

-Come sempre aggiungete la farina poca alla volta, per regolarvi su quanta ne verrà assorbita dall’impasto.

-Staccate dei pezzetti di pasta e formate dei filoncini, poi troncate dei tocchetti di circa 1 cm e modellateli su un giragnocchi o passandoli sui rebbi di una forchetta.

-Man mano che sono pronti sistemate gli gnocchi su un canovaccio pulito spolverizzato con della farina.

I vostri gnocchi di patate viola sono ora pronti per essere utilizzati come previsto dalla vostra ricetta!

Tortelli di zucca mantovana

tortelli-mantovani

INGREDIENTI 

-Per prima cosa tagliate la zucca in grossi pezzi eliminate la buccia esterna, chiudetela nella stagnola* e cuocete in forno a 180 °C per circa 40 minuti o finché la polpa diventerà tenera. Una volta cotta pesatene 400 grammi, schiacciatela con una forchetta e lasciatela raffreddare, una volta fredda preparate il ripieno.

-Sbriciolate gli amaretti con un batticarne versateli in una ciotola con la zucca, il parmigiano, la noce moscata, la mostarda mantovana ed il sale, amalgamate tutto e lasciate riposare il ripieno qualche ora per farlo insaporire.

-Nel frattempo preparate la pasta fresca*: mettete al centro del tavolo pulito, asciutto la farina disponendola a fontana, formate un incavo al centro nel quale verserete il sale ed una alla volta le uova sgusciate.

-Con una forchetta iniziate ad amalgamare gli ingredienti nel centro mescolando, ponete poi le mani sul bordo esterno della farina e fatela cadere sul composto di uova, a questo punto iniziate ad impastare velocemente con le mani fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio e compatto (se risultasse duro aggiungete uno o due cucchiai di acqua tiepida).

-Avvolgete la pasta nella pellicola trasparente e mettetela in frigorifero a riposare per mezz’ora.

-Trascorso questo tempo riprendete la pasta dal frigorifero adagiatela sul tavolo, o su un tagliere infarinato, e stendetela con il mattarello (oppure tiratela con la macchinetta per la pasta o con l’apposito pezzo che si monta sulla planetaria come ho fatto io) sino ad uno spessore di 0,5 millimetri.

-Il procedimento di stesura a mano invece inizia facendo un pò pressione con le dita sul centro della pasta in modo da appiattire il panetto poi stendetela con il mattarello e quando sarà un po’ più sottile arrotolatela su quest’ultimo, fate pressione con le mani spostandovi più volte dall’esterno verso l’interno della pasta (applicate la pressione quando spingete il mattarello verso l’esterno e diminuitela quando lo spostate verso l’interno).

-Girate più volte la sfoglia di 90° (per intenderci dovete fargli fare 1/4 di giro) mentre la stendete per ottenere lo stesso spessore su tutta la sfoglia.

-Tagliate ora delle strisce larghe circa 9 centimetri e distribuiteci dei mucchietti di ripieno (circa 15 gr) distanziati fra di loro di 2 centimetri; dovete mettere il ripieno sulla parte più interna della striscia lasciando 1 cm dal bordo esterni (questo spazio servirà per sigillarli).

-Ripiegate la striscia di pasta su se stessa per ricoprire il ripieno, e con le dita fate pressione tra uno spazio e l’altro dei mucchietti di ripieno per far uscire l’aria quindi premete con le dita su tutti i bordi per farli aderire fra di loro (se la pasta risultasse troppo asciutta aiutatevi inumidendo un dito con pochissima acqua e passatelo soltanto su un lato dei bordi poi premete per farli aderire).

-Adesso con una rotella ricavate dei rettangolini di 4,5×6 cm ma potete usare anche l’apposito stampino taglia ravioli per ricavare i vostri tortelli (io ne utilizzato uno di 7cmx6cm infatti la forma è tendenzialmente quadrata piuttosto che prettamente rettangolare) .

-Man mano che li formate adagiateli su uno o più vassoi foderati con carta forno o con un canovaccio ben pulito ed asciutto, leggermente infarinati. Lasciateli riposare per circa mezz’ora in un luogo fresco ed asciutto.

-Al momento di cuocerli mettere una pentola con abbondante acqua sul fuoco, quando bolle aggiungete un cucchiaio di olio nell’acqua (servirà e non farli attaccare) e se volete un colore più brillante come i miei aggiungete anche mezzo cucchiaino da tè di curcuma nell’acqua (facoltativo).

-Nel frattempo preparate il condimento: mettete una padella capiente sul fuoco (medio), aggiungete il burro e fatelo fondere per qualche minuto insieme alle foglie di salvia accuratamente lavate, asciugate e sminuzzate.

-Quando l’acqua bollirà tuffatevi i tortelli di zucca, di solito salgono a galla una volta pronti, in ogni caso non superate i 3-4 minuti di cottura.

-Scolateli con una schiumarola (è preferibile infatti prelevarli uno ad uno e non scolarli nello scolapasta per evitare che si incollino fra di loro) e versateli direttamente nella padella con il burro fuso e la salvia, mantecate.

-Impiattare, spolverizzate di parmigiano e completate con i semi di zucca per conferire croccantezza al piatto.

6 pensieri su “Primi Piatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...