Primi Piatti

Riso alla Cantonese

riso-cantonese-4

INGREDIENTI

  • 65 gr di riso basmati
  • 50 gr di piselli
  • 1 uovo
  • 40 gr di prosciutto cotto
  • 1 cucchiaio di salsa di soia

PREPARAZIONE

-Cucinare il riso basmati.

-Nel frattempo preparare in una ciotolina un uovo sbattuto con un pizzico di sale.

-Quando il riso è quasi pronto versare l’uovo nel wok già caldo e fare l’uovo strapazzato.

-Aggiungere i cubetti di prosciutto cotto e poi i piselli e far saltare tutto assieme.

-Aggiungere il riso e un cucchiaio di salsa di soia e far saltare a fuoco alto per un minuto.

-Impiattare e servire.

Gnocchi di riso

gnocchi-riso-verdure

INGREDIENTI

Per 300 g di gnocchi di riso

  • 120 g di farina di riso
  • 70 g di farina bianca di tipo 00
  • 120 ml di acqua

Per il condimento

  • 200 g di zucchine
  • 200 g di carote
  • 100 g di germogli di soia
  • 200 g di funghi champignon
  • Q.b. di salsa di soia
  • 2 cucchiai di olio di riso o di olio di oliva extravergine di oliva

per gli gnocchi

  • sale quanto basta

PREPARAZIONE

-In una ciotola, setacciare 120 g di farina di riso e 70 g di farina bianca. Unire, a filo e poca per volta, 120 ml di acqua tiepida. Impastare a lungo, fino al completo assorbimento dell’acqua.

-Se la pasta si appiccica alle mani, aggiungere ancora un po’ di farina di riso: l’impasto deve risultare vellutato, morbido e privo di grumi.
Avvolgere l’impasto in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare mezz’ora.

-Riprendere l’impasto ed ottenere un salsicciotto lungo 25-30 cm. Schiacciare delicatamente la parte alta del cilindro ottenuto.

-Tagliare il salsicciotto di pasta in tante fettine, spesse pochi millimetri. Per ottenere degli gnocchi di riso più sottili, eseguire una leggera pressione sulla superficie di ogni gnocco, avendo cura di mantenere una forma ellittica. Gli gnocchi di riso presentano una forma ellittica ed allungata, con le estremità smussate.

-Nel frattempo, portare ad ebollizione abbondante acqua.

-Quando l’acqua bolle, salare a piacere e tuffare gli gnocchi: cuocere per 10-12 minuti.

-Mondare le verdure: lavare carote e zucchine. Sbucciare le carote e ricavare delle fettine diagonali. Rimuovere le estremità dalle zucchine e tagliare la polpa a bastoncini.Pulire i funghi champignon e tagliarli a fettine.

-Versare due cucchiai di olio di riso (oppure olio extravergine) nel work o in una padella in pietra. Far saltare le carote, i funghi e le zucchine per 2-3 minuti, mescolando spesso.

-Quando le verdure sono ben rosolate, abbassare la fiamma, coprire con il coperchio e cuocere dolcemente per 5 minuti.

-Scolare gli gnocchi con la schiumarola ed unirli al sugo di verdure. Alzare la fiamma, aggiungere la salsa di soia ed i germogli di soia. Far insaporire gli gnocchi cucinando per 3-4 minuti e mescolando spesso. Non è necessario aggiungere il sale: la salsa di soia è sufficiente per conferire la giusta sapidità al sugo.

-Servire gli gnocchi di riso fumanti.

Ravioli al vapore

ravioli-cinesi-al-vapore-ricetta1

INGREDIENTI

  • FARINA TIPO 00 100 gr • 160 kcal
  • ACQUA 50 ml
  • SALE MARINO q.b.
  • GERMOGLI DI SOIA 40 gr • 49 kcal
  • CAVOLO VERZA 100 gr • 27 kcal
  • CAROTA 1 • 35 kcal
  • CIPOLLOTTI 70 gr • 25 kcal
  • ZENZERO 1 gr • 80 kcal
  • OLIO DI SEMI DI GIRASOLE q.b. • 900 kcal
  • SALSA DI SOIA 60 ml • 53 kcal

PREPARAZIONE

-Per cucinare i ravioli cinesi al vapore abbiamo bisogno di circa un’oretta, ma il risultato che otterremo varrà tutto il lavoro svolto. Per prima cosa dobbiamo cucinare il ripieno.

-Preparare il ripieno
Tagliamo la carota a cubetti, la verza e i cipollotti a listarelle e tritiamo leggermente col coltello i germogli di soia. Facciamo saltare in padella la carota con un filo d’olio e un pizzico di sale e, una volta ammorbidita, aggiungiamo il resto delle verdure, lo zenzero grattugiato e la salsa di soia. Una volta pronte, mettiamo le verdure in una ciotola e lasciamole raffreddare. Se non vi piacciono le verdure che abbiamo usato, via libera a un mix che assecondi i vostri gusti. Passiamo quindi alla preparazione dell’impasto.

-Preparare l’impasto
Alla farina, aggiungiamo un pizzico di sale e l’acqua a temperatura ambiente, poca alla volta per evitare di eccedere con le quantità. Impastiamo bene e dividiamo l’impasto in palline, per la grandezza dipende da quando vogliamo che siano grandi i nostri ravioli.

-Preparare il raviolo
Stendiamo una pallina di impasto facendo attenzione a stendere di più la circonferenza esterna. L’obiettivo è avere un impasto molto molto sottile, ma più spesso nella parte centrale dove metteremo il ripieno. Perché? Per evitare che durante la cottura si rompa la pasta. Una volta pronto, aggiungiamo una piccola quantità di ripieno, chiudiamo con le dita, volendo possiamo bagnarle con un pochino di acqua, e iniziamo, partendo da un’estremità, a ripiegare un piccola parte del bordo (1 cm circa) su se stessa in modo da formare le classiche “pieghette” dei ravioli. A seconda dello spessore e della grandezza dell’impasto, avremo ravioli più o meno spessi e più o meno grandi, si può scegliere anche a seconda del proprio gusto.

-Come conservare i ravioli cinesi al vapore
Tempi e modalità di cottura
Una volta pronta la vaporiera adagiamo le foglie di verza per creare il fondo sul quale posizionare i ravioli. Copriamo con il tappo e attendiamo una decina di minuti o fino a quando i ravioli saranno lucidi. La pentola a pressione non è adatta per cuocere i ravioli cinesi al vapore, mentre si può usare una vaporiera da microonde per cuocerli nel comodo fornetto a circa 700 watt per pochi minuti.

-L’ideale è magiare caldi i ravioli cinesi al vapore, ma si possono conservare in frigorifero per un paio di giorni. Se non si sono usati ingredienti decongelati, i ravioli si possono congelare crudi e per poi cuocerli ancora congelati al momento del consumo.

-Ravioli cinesi in mille varianti
Ravioli di carne al vapore
Per preparare i ravioli cinesi al vapore con carne, tritate finemente 50 gr di foglie di cavolo cinese, o in mancanza sostituitelo con quello italiano, e mischiatele con una carota e uno scalogno altrettanto finemente tritati. Pulire 30 gr di gamberetti, tritateli e mischiateli con 100 gr di carne macinata di maiale. Mischiate la carne e i gamberi con le verdure, aggiungete dello zenzero grattugiato e un cucchiaio di salsa di soia e lasciate insaporire per circa 30 minuti in frigorifero. Riempite l’impasto come indicato nella nostra ricetta e mettete a cuocere nella vaporiera per circa 15 minuti. Quando saranno pronti servite con salsa di soia.

Ravioli al vapore di gamberi
Per la preparazione dei ravioli al vapore di gamberi, pulite mezzo chilo di gamberetti e tritateli finemente. Tritate uno scalogno, grattugiate una carota e unite ai molluschi. Aggiungete 60 gr di piselli già cotti, anche in scatola, un po’ di zenzero grattugiato e un cucchiaino di salsa di soia. Lasciate riposare per mezz’ora e poi mettete il ripieno nell’impasto secondo la nostra ricetta. Lasciate cuocere per circa 20 minuti e servite con salsa di soia o salsa agrodolce.

Ravioli cinesi alla griglia
La ricetta dei ravioli cinesi alla griglia è molto semplice: basta seguire quella dei normali ravioli al vapore, e, dopo circa 10-15 minuti di cottura nella vaporiera, passare i ravioli in una padella con un velo di olio di semi caldo, e lasciare che si rosolino solo sulla base.

Ravioli cinesi al vapore vegetariani
La nostra ricetta, essendo di sole verdure, è già vegetariana, ma volendo ne esiste anche una variante a base di spinaci. Cuocete in acqua calda 300 gr di spinaci, poi uniteli a una carota e a una cipolla e tritate il tutto finemente. Aggiungete una grattugiata di zenzero, un cucchiaio di salsa di soia e lasciate riposare per una trentina di minuti. Riempite i ravioli e cuocerli sulla vaporiera per circa 15 minuti. Questa ricetta, come la precedente con verdure, è adatta anche ai vegani.

Ravioli cinesi al vapore senza glutine
Per i celiaci è possibile preparare i ravioli cinesi al vapore senza glutine. Basta sostituire nell’impasto del raviolo la farina 00 con farina di riso, tra l’altro già di suo molto usata nella cucina cinese. I germogli di soia non contengono glutine, ma attenzione alla salsa di soia: a meno di trovarne una gluten free, in genere questa contiene farina di frumento, non indicata per i celiaci.

Vellutata di Cavolo Nero

vellutata-cavolo-nero

INGREDIENTI

    • pepe nero q.b.
    • sale fino q.b.
    •  olio extravergine di oliva q.b.
    • brodo vegetale 1,2 l
    • porri 2
    • patate 400 g
    • cavolo nero 1,5 kg

PER I CROSTINI

  • pane 50 g
  • olio di oliva extravergine 1 cucchiaio

PREPARAZIONE

-Per preparare la vellutata di cavolo nero, pulite i porri, affettateli e fateli soffriggere con olio extravergine, in una padella capiente, per circa 5 minuti

-. Aggiungete le patate, precedentemente tagliate a cubetti e fate cuocere il tutto per circa 10 minuti a fuoco dolce, mescolando affinché le patate non si attacchino sul fondo (3).

-Salate e pepate a piacere.

-Pulite il cavolo nero e tagliate le foglie grossolanamente ; dovreste ottenere circa 500 g di cavolo nero pulito.

-Aggiungetelo in padella con le altre verdure  e iniziate ad aggiungere il brodo vegetale, un mestolo alla volta, tenendolo sempre sotto il livello del cavolo nero e lasciate cuocere il tutto per 25 minuti.

-Intanto che la zuppa cuoce, preparate dei crostini come accompagnamento: tagliate il pane, fresco o raffermo, in cubetti piccoli; poneteli su di una leccarda ricoperta con carta da forno e irrorateli con un cucchiaio d’olio  quindi infornateli per 6 minuti a 200° in forno modalità grill, per farli tostare

-. Verificate la cottura e la sapidità della zuppa, che sarà pronta .

-Frullate la zuppa con un frullatore ad immersione, fino a rendere il cavolo in una crema (

– Passate la crema ottenuta con un colino a maglie strette, premendo con un cucchiaio, per renderla una vellutata .

-Rimettete sul fuoco la vellutata e scaldatela per un paio di minuti .

La vellutata al cavolo nero è pronta: servitela ancora calda in un piatto fondo  e accompagnatela con i crostini di pane !

Vellutata di cavolo cappuccio

vellutata-di-patate-e-cappuccio-rosso-3

INGREDIENTI

  • Cavoli rossi 600 gr
  • panna fresca liquida 50 gr
  • scalogno 1
  •  acqua 1,5 l
  • olio extravergine di oliva 25 gr
  • succo di limone ½
  • noce moscata q.b.
  • sale finoq.b.
  • pepe nero q.b.

PREPARAZIONE

-Per preparare la vellutata di cavolo rosso, per prima cosa pelate lo scalogno e tagliatelo a fettine non troppo sottili

-. Poi lavate il cavolo rosso sotto l’acqua corrente, dividetelo a metà, eliminate la costa dura interna  e tagliatelo a striscioline con un coltello

-Ora scaldate l’olio di oliva in un tegame dal fondo spesso, aggiungete lo scalogno  e rosolatelo a fiamma viva fino a quando non avrà assunto una bella colorazione dorata. Quando lo scalogno sarà ben rosolato, aggiungete il cavolo rosso al tegame (tenete da parte qualche strisciolina per la guarnizione finale) , aggiungete un pizzico di sale e fatelo rosolare a fiamma viva per qualche minuto mescolando spesso.

-A questo punto versate un litro di acqua nel tegame , abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 35-40 minuti senza coperchio, mescolando occasionalmente . Trascorso questo tempo, aggiungete il restante mezzo litro di acqua  e lasciate cuocere per altri 10-15 minuti.

-Una volta terminata la cottura, spegnete la fiamma, aggiungete la panna fresca e mescolate accuratamente. Frullate il tutto utilizzando un frullatore a immersione ; quando avrete ottenuto una consistenza cremosa e uniforme ,setacciate la purea ottenuta attraverso un colino aiutandovi con una spatola  in modo da renderla ancora più fine e omogenea. Ora prelevate un quarto della crema ottenuta, trasferitela in una ciotolina a parte e unite a questa il succo di limone :mescolate fino a che non assumerà un colore rosa uniforme . Condite con una macinata di pepe sia la crema rosa  che quella viola, e a quest’ultima aggiungete anche una grattugiata di noce moscata .

-Mescolate ancora una volta e siete pronti per impiattare: dividete la crema viola in due ciotole da portata, aggiungete un mestolo di crema rosa a entrambe per creare una deliziosa sfumatura di colore , poi guarnite con un ciuffetto di cavolo crudo tagliato a julienne . La vostra incantevole vellutata di cavolo rosso è pronta per essere servita ben calda !

Crema di zucca e patate

crema-di-zucca-e-patate

INGREDIENTI

  • 400 Gr. Di Zucca Mantonata
  • 1 Porro
  • 1 Patata
  • 20 Ml Di Olio Di Oliva
  • 1 Rametto Di Timo
  • 1 Rametto Di Rosmarino
  • 30 Gr. Di Parmigiano Grattugiato
  • 900 Ml Di Brodo Vegetale
  • Sale
  • Pepe Nero In Grani

PREPARAZIONE

Pulite il rosmarino e il timo con la carta da cucina inumidita successivamente, tritateli con la mezzaluna.

-Eliminate la parte finale del porro, sfogliatelo e lavatelo sotto l’acqua fredda, poi affettatelo con un coltello. Pulite quindi la zucca e realizzate dei dadini con la polpa.

-Sbucciate la patata, lavatela e asciugatela e tagliatela a pezzetti.

-All’interno di una pentola ampia, portate a ebollizione il brodo e aggiungete la zucca, il porro, la patata, il trito di timo e rosmarino, il sale e una macinata di pepe. Lasciate cuocere con un coperchio per 30 minuti a fuoco medio.

-Togliete la pentola dal fuoco e fate raffreddare per 5 minuti, frullate la zuppa con il minipinner per avere una crema omogenea, va bene anche il classico passaverdure ovviamente.

-Aggiungete il parmigiano e mescolate. Distribuite la vellutata di zucca in quattro ciotoline e aggiungete in ognuna 1/2 cucchiaio di olio.

Crema di ceci e farro

_zuppa-di-farro-e-cecipdc_5733_883c53ee35

INGREDIENTI

  • 500gr ceci
  • 250gr farro
  • 200gr pelati
  • 1 cipolla rossa
  • 1  patata media
  • 1 carota
  • 1costa sedano
  • aglio
  • olio di oliva extra vergine
  • rosmarino
  • salvia
  • peperoncino
  • sale

PREPARAZIONE

-Mettete a bagno i ceci per una nottata e fateli cuocere in acqua bollente con aglio e salvia, salandoli solo a fine cottura. Sciacquate il farro e lessatelo in acqua salata (quello che uso io cuoce in 18 minuti, dipende dalla qualità).

-In un tegame dal fondo spesso preparate un soffritto con l’olio d’oliva, la carota, il sedano e la cipolla tritati e lasciate ammorbidire, poi aggiungete i pelati sminuzzati, il rosmarino e il peperoncino (quantità secondo i gusti, secondo me in questa zuppa si deve sentire) e la patata tagliata a tocchetti.
-Lasciate cuocere per 7-8 minuti.
-Aggiungete poi i ceci, tenendone da parte un paio di mestoli, circa 1 lt /750 ml d’acqua (dipende da quanto vi piace densa la zuppa), aggiustate di sale e lasciate cuocere per circa un’ora a fuoco moderato e pentola semicoperta, avendo cura di mescolare di tanto in tanto.

-Una volta passato il tempo necessario frullate tutto con il pimer a immersione, aggiungere i ceci tenuti da parte e il farro, fate insaporire per qualche minuto ed-eventualmente aggiustate di sale.

 -Servire con un filo d’olio crudo.

Risotto al Barolo

risotto-rosso

INGREDIENTI

  • 500 g Riso
  • 1 Cipolla
  • 1 l Brodo di carne
  • 2 bicchieriBarolo
  • 1 Tartufo bianco
  • 50 gBurro
  • q.b.Grana grattugiato
  • q.b.Pepe
  • q.b.Sale

PREPARAZIONE

-Tritate finemente la cipolla e, dopo averla rosolata, unitevi il riso precedentemente lessato in acqua salata.

-Aggiungete 2 bicchieri di vino Barolo e, poco alla volta, del brodo caldo fino a cottura ultimata.


 -Condite con burro, Grana Padano grattugiato, un pizzico di pepe. Mescolate bene e al momento di servire cospargete il risotto con del tartufo affettato sottilmente

Risotto alle Fragole

risotto-alle-fragole

INGREDIENTI

  • 350 Gr Di Riso
  • 150 Gr Di Fragole
  • 50 Gr Di Burro
  • 1 Scalogno
  • Vino Bianco Secco Q.B.
  • Brodo Vegetale Q.B.
  • Sale Q.B.
  • Pepe Q.B.
  • 1/2 Bicchiere Di Panna Da Cucina

PREPARAZIONE

-Mondate per bene e delicatamente le fragole lavandole con cura e privandole dello stelo e delle foglioline.

-Tagliate poi le fragole a fettine se sono piccole, altrimenti a dadini se più grandi.

-Lasciatene qualcuna da parte per la decorazione finale del piatto.

-Fate sciogliere una noce di burro in un tegame unendo lo scalogno tritato finemente e metà delle fragole preparate.

-Aggiungete il riso, fatelo tostare per circa 5 minuti, unite il vino bianco e fatelo evaporare.

-A questo punto iniziate la cottura del riso bagnandolo man mano che il brodo viene assorbito.

-A metà cottura del riso (quindi dopo circa 10 minuti) unite l’altra metà delle fragole, e portate a fine cottura il risotto, aggiustando di sale e pepe a piacere.

-Servite il risotto decorando con le fragole intere su ogni piatto.

Riso Venere con la zucca

riso-nero-1

INGREDIENTI

  • 100 gr di riso Venere
  • 2 zucche rosse orientali
  • sale
  • pepe
  • peperoncino fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • latte di soya
  • rosmarino

PREPARAZIONE

-La prima cosa da fare è mettere a cuocere il riso che, a seconda anche della varietà, cuoce dai 35 ai 45 minuti. Difficilmente questo riso scuoce ma c’è il rischio che se non controllate attentamente posso incollarsi al fondo della pentola.

-Quindi mettiamo a bollire una pentola capiente con l’acqua e al momento opportuno versiamo il riso che avremo cura di girare spesso per i motivi detti precedentemente. Trascorsi 35 minuti assaggiatelo per vedere la cottura.

-Trascorso quindi il tempo necessario scoliamo il riso, lo passiamo sotto l’acqua fredda e lo mettiamo in una boule (coppetta abbastanza grande) e lo inumidiamo con qualche goccia di olio extravergine di oliva per non farlo attaccare.

-A questo punto procediamo con la crema. Molti di voi si staranno chiedendo cosa siano queste zucchine asiatiche.

Diciamo che le zucchine asiatiche potrebbero essere considerate come le nostre zucche mantovane per intenderci ma hanno un gusto diverso, un incrocio tra la zucca e la patata tanto  che, quelle che vedete tagliate a cubetti e saltate in padella, se avessero un colore più chiaro non si distinguerebbero da una patata a livello di sapore. In una padella antiaderente mettiamo un po’ di olio extravergine di oliva (regolatevi voi in base alle quantità di zucca e a quanto volete renderlo “light”!), tagliate tutte e due le zucche a cubetti regolari possibilmente in modo che la cottura sia uniforme,  qualche ago di rosmarino e del peperoncino se piace per profumare.

-Appena l’olio è caldo ( non deve “fumare” perché se no oltre che il sapore ne risente rischia di essere dannoso pure per la salute) versiamo i cubetti e li facciamo saltare velocemente. Più chiaramente sono piccoli meno cottura avranno bisogno. In media, facendoli delle dimensioni di quelli della foto occorono circa 10 minuti.

– Fatto questo teniamo da una parte metà dei cubetti, mentre con i restanti facciamo appunto la crema che non è altro che gli stessi cubetti frullati con l’aggiunta di un pizzico di sale e di qualche goccio di latte di soia per renderla più fluida. Fatto anche questo passaggio non ci resta che assemblare il piatto come più ci piace. Io e la mia “collega-chef” abbiamo deciso di fare due monoporzioni con gli anelli di metallo ( vanno benissimo i classici stampi in alluminio usa e getta) e versata al centro la crema. Decoriamo con i cubetti interi e gustiamo, ovviamente in dolce compagnia!

Riso al Nero di Seppia

risotto-al-nero-di-seppia

INGREDIENTI

  • 300 grammi di riso;
  • 3 seppie;
  • 2 sacche di inchiostro, in sostituzione 3 bustine di nero di seppia;
  • 1 cipolla;
  • brodo di pesce;
  • prezzemolo;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • sale.

PREPARAZIONE

-Per cominciare, tagliate le seppie a strisce, ottenendo dei pezzi piccoli da cuocere successivamente al vapore. Tagliate una cipolla e mettetela a soffriggere in padella con i 4 cucchiai di olio extravergine di oliva. Lasciate che appassisca molto lentamente e se necessario aggiungete anche dell’acqua. Pian piano noterete che diventerà trasparente e a quel punto saprete per certo che è il momento giusto per unire le seppie e lasciarle soffriggere bene su tutti i lati. Successivamente aggiungete il riso e fatelo tostare per qualche minuto, mescolando in continuazione.

-Se vi va a questo punto potete anche aggiungere del peperoncino, ma non tutti saranno così audaci. Sfumare con del vino bianco e quando l’alcool sarà completamente evaporato aggiungere le sacche di inchiostro per dare il tipico colore nero. Spremete pian piano la sacca in modo che venga fuori e attenti a non sporcarvi perché le macchie difficilmente andranno via.

-A questo punto è arrivato il momento di cuocere il riso. Aggiungete dunque il brodo di pesce, in sostituzione potete ovviare anche col del brodo vegetale caldo, finché il riso non si cuoce. Mescolate sempre e quando siete sicuri che il riso è quasi cotto, assaggiate per aggiustare il tutto con il sale. Intanto, prendente le strisce di seppie tagliate inizialmente e cuocetele al vapore per 15 minuti aggiungendo un po’ di sale. Quando il risotto sarà pronto, aggiungete un filo di olio fresco e servitelo guarnendo il piatto con i pezzetti di seppia cotti. Una spolverata di prezzemolo et voilà! I vostri ospiti saranno felicissimi di lasciarsi stupire con questo piatto unico.

Risotto con zucchine al profumo di limome

risotto-zucchine

INGREDIENTI

  • zucchine
  •  raspatura di due limone
  • basilico
  • olio
  • cipolla tritata
  • riso
  •  vino bianco
  •  brodo vegetale
  • burro
  •  pecorino grattugiato
  • sale
  • pepe

PREPARAZIONE

-Prepariamo le zucchine. Laviamole, spuntiamole e tagliamole a piccoli cubetti;
Per il risotto partiamo come sempre da un buon soffritto di olio e cipolla.

-Una volta che la cipolla ha preso leggermente colore, aggiungere le zucchine e, mescolando spesso, farle insaporire per una decina di minuti; salare e pepare.

-Cuocere per una decina di minuti; le zucchine devono iniziare a farsi tenere.A questo punto aggiungiamo il riso.Far tostare il riso a fiamma vivace mescolando in continuazione.

-Sfumare con il vino e farlo evaporare bene; quindi aggiungere un mestolo di brodo alla volta e portare così a cottura il riso.Mentre il riso cuoce, ricavare con l’apposito attrezzo la buccia di due limoni; fate attenzione a prelevare solo la parte gialla.

-Versare fine cottura aggiungere al risotto una bella manciata di foglie di basilico, spezzettate a mano.Mescolare e aggiungere la scorza del limone; ricordarsi di tener da parte un po’ di basilico e di scorza per la decorazione del piatto.

-Proseguire la cottura gli ultimi minuti per far insaporire bene il riso; portato a cottura, spegnere il fuoco e fuori dalla fiamma mantecare con il formaggio.Infine, sempre fuori dal fuoco aggiungere una noce di burro.

-Impiattare, decorando il piatto con le foglioline di basilico e la scorza rimaste.

Zucchine ripiene

zucchine-riso

INGREDIENTI

  • 8 Zucchine
  • 1 Cipolla
  • 10 Ml Di Olio Di Oliva
  • 1 Mozzarella
  • 4 Pomodori
  • Basilico Q.B.
  • 300 Ml Di Brodo
  • 150 Gr Di Riso
  • Parmigiano Grattugiato Q.B.
  • Pinoli Q.B.

PREPARAZIONE

-Portate a bollore abbondante acqua salata e poi tuffatevi le zucchine per 10 minuti, prendetele con il mestolo forato e poi asciugatele su un telo da cucina.

-Nel frattempo tritate la cipolla e soffriggetela in una pentola con un pò di olio.

-Aggiungete il riso, fatelo tostare e poi aggiungete il brodo caldo, fate cuocere per circa 15/20 minuti.

-Mettete il riso ben scolato in una ciotola e poi aggiungete la mozzarella a dadini, i pinoli, la polpa di 4 pomodori maturi e un pò di basilico tritato.

-A questo punto potete tagliare le zucchine nel senso della lunghezza e scavarle oppure scavarle intere.

-Mescolate la polpa di zucchine con il riso e poi riempite le zucchine con questo condimento.

-Cospargete con il parmigiano grattugiato e fate cuocere in forno a 190°C per 15 minuti.

Linguine con sugo di anatra

sugo-anatra

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

  • 600 grammi di linguine
  • 3 petti d’anatra, ma anche le cosce sono perfette
  • 3 carote
  • 2 cipolle
  • 2 costa di sedano
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 20 grammi di burro
  • 400 ml di passata di pomodoro
  • 1/2 lt di brodo di carne (gallina o anatra)
  • olio
  • sale e pepe
  • 2 grani di ginepro

Come preparare il sugo d’anatra

Prima di tutto riducete a dadini i petti di anatra, lavorandoli al coltello. Il tritacarne è più comodo e veloce, ma riduce in poltiglia la consistenza della carne, ne appiattisce il gusto. Il segreto per un sugo d’anatra perfetto è il lavoro al coltello, che lascia la carne irregolare e quasi croccante.

Prima regola della cucina: olio di gomito.

Visto che non tutti hanno voglia di lavorare molto con il coltello, potete anche comprare le cosce, rosolarle, metterle nel sugo e poi disossarle. Scegliete voi il metodo che preferite, dal nostro macellaio di fiducia abbiamo trovato delle splendide cosce, quindi le foto della ricetta prevedono le cosce, ma il risultato ottima si ottiene con i petti, la ricetta è più laboriosa, me ne vale la pena.

Mettete 4 cucchiai di olio in una casseruola e quando è rovente cuocete le cosce, senza pelle e condite con sale, pepe, olio per 10 minuti, girando ogni 2-3 minuti. Sfumate con vino bianco e cuocete ancora per 5 miAdesso che sapete come preparare il sugo di nana, provate anche altri formati, ad esempio i garganelli romagnoli: sono una delizia con questo ragù!nuti. Togliete le cosce dalla casseruola e preparate il soffritto.

A questo punto irrorate con il brodo e mettete anche la passata di pomodoro. Abbassate la fiamma e fate cuocere lentamente per almeno 10 minuti. Aggiungete sale e pepe e un paio di grani di ginepro. Mettete anche le cosce in pentola e lasciate cuocere per 1 ora e 20 minuti.

Controllate con una forchetta le cosce d’anatra, quando la carne inizia a staccarsi, toglietele dal ragù, spolpatele e poi rimettete la carne a cuocere. Ogni tanto mescolate e controllate che il sugo rimanga liquido, se necessario bagnate con un mestolo di brodo. Gli ultimi 10 minuti cuocete senza coperchio, in modo che il sugo sia bello condensato.

Adesso non vi rimane che cuocere le pappardelle o le tagliatelle in acqua salata e condire con una cascata di sugo d’anatra. Se fatto in grandi quantità può anche essere congelato e usato al momento del bisogno.

Pennette alla Norcina

penne-alla-norcina

INGREDIENTI

  • 160 g di penne rigate
  • 125 g di salsiccia (meglio se di Norcia)
  • 1 piccola cipolla (facoltativa)
  • 100 ml di panna da cucina
  • 100 ml di vino bianco
  • parmigiano reggiano o pecorino romano grattugiato q.b.
  • 1 pizzico di noce moscata q.b.
  • olio di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PREPARAZIONE

Per cominciare, sbuccia e trita la cipolla (se la vuoi mettere, la ricetta originale la prevede), poi mettila a rosolare assieme a un filo di olio in una casseruola posta su fuoco vivace.

Nel frattempo pela e sbriciola grossolanamente la salsiccia, quindi aggiungila nella casseruola assieme alla cipolla e falla rosolare per qualche minuto, fino a quando sarà ben rosolata.

Sfuma la salsiccia con il vino bianco, lascialo evaporare, poi aggiusta di pepe e unisci un pizzico di noce moscata, la panna da cucina, mescola bene e spegni il fuoco.

Fai cuocere la pasta in una pentola con abbondante acqua salata in ebollizione e non appena sarà cotta, scolala e condiscila con il sugo alla salsiccia e panna.

Servi la pasta con una generosa spolverata di parmigiano reggiano, ma se vuoi restare nella tradizione, allora puoi utilizzare del pecorino romano grattugiato

Ravioli al Carciofi

ravioli-con-ripieno-di-carciofi

INGREDIENTI

  • 350 gPasta fresca all’uovo
  • 7Carciofi puliti
  • 1Limone
  • 1/2Cipolla tritata
  • 1/2Aglio finemente tritato
  • 70 gParmigiano grattugiato
  • 8 cucchiaiOlio extravergine
  • 1 ciuffoPrezzemolo tritato
  • 1 ramettoMaggiorana
  • 1 ciuffoBasilico
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

PREPARAZIONE

Preparate il ripieno. Dividete i carciofi in spicchi sottili, tuffateli in acqua acidulata con il succo di limone, poi rosolatene la metà in un tegame con 4 cucchiai d’olio, la cipolla e l’aglio. Salate, pepate e fate cuocere, a tegame coperto, per 10-15 minuti.

togliete i carciofi dal fuoco, passateli al mixer e unitevi in una terrina 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, l’uovo, i basilico, un poco di prezzemolo tritato, un pizzico di sale e pepe; quindi mescolate bene il tutto con un cucchiaio di legno.

Preparate il condimento. In un tegame con l’olio rimasto rosolate per 2 minuti circa gli spicchi dei carciofi tenuti da parte. Salate, pepate e cuocete per altri 10-15 minuti, poi cospargete con maggiorana e prezzemolo tritati.

tendete la pasta in una sfoglia sottile e con il ripieno confezionate i ravioli. Cuoceteli in abbondante acqua bollente salata, scolateli al dente, conditeli con il ragù di carciofi e serviteli in tavola, cosparsi di abbondante parmigiano.

Pasta con limone e noci

noci-e-limone

INGREDIENTI

2 limoni

360 g di penne

120 g di gherigli di noce

100 g di grana

un ciuffo di prezzemolo

olio

sale

pepe

PREPARAZIONE

Tritate finemente la sola parte gialla della buccia dei limoni ed i gherigli di noce.

Porre in una terrina l’olio,la buccia dei limoni le noci tritate,prezzemolo,sale e pepe.

Cuocere la pasta in acqua abbondante salata, scolarla, versare nella terrina.
Mescolarla con il condimento aggiungere il grana e servire.

Gnocchi di melanzane

melanzane-gnocchi

INGREDIENTI

Per gli gnocchi

500 gr. di melanzane

140 gr. di farina + quella per la spianatoia

1 di tuorlo

q.b. di sale

q.b. di pepe

Per il condimento

250 gr. di pomodorini

2 cucchiai di olio

1 spicchio di aglio

q.b. di sale

q.b. di basilico

q.b. di parmigiano

PREPARAZIONE

Per preparare gli gnocchi di melanzane lavate le melanzane e adagiatele in una teglia da forno. Cuocetele così in forno preriscaldato a 200° per circa 40 minuti.Dopo la cottura tagliatele a metà e prelevate la polpa con un cucchiaio.

Tritatela con un coltello.

Poi fate scolare l’acqua in un colino facendo pressione con un cucchiaio.Cominciate a impastare gli gnocchi aggiungendo alla polpa di melanzane una parte della farina.

Cominciate a impastare gli gnocchi aggiungendo alla polpa di melanzane una parte della farina.

Aggiungendo la restante farina necessaria ricavate un panetto molto morbido.

Infarinate il piano e ottenete dall’impasto tanti cordoncini che poi taglierete in tocchetti non troppo grandi.

Ecco i miei gnocchi pronti!

Vellutata di Melanzane

vellutata-di-melenzana

INGREDIENTI

3 piccole melanzane lunghe

1 cipolla

2 o 3 pomodori datterini

4 spicchi d’aglio

100 grammi di yogurt bianco intero

1 mazzetto di timo strisciante fresco

1 mazzetto di origano fresco

olio extra vergine d’oliva

sale integrale

Per prima cosa accendete il forno a 200°C. Sciacquate i pomodorini e tagliateli a metà, e sbucciate gli spicchi d’aglio. Create una specie di cestino con la carta argentata e adagiateceli dentro artisticamente (mi raccomando l’occhio artistico), poi metteteli in forno, dovranno rimanerci per una ventina di minuti.

Intanto sbucciate la cipolla, eliminate le foglie esterne (solo quelle che hanno una consistenza ancora un po’ cartacea, che rende impossibile rosolare la cipolla senza che quei pezzettini troppo sottili si scuriscano irreparabilmente, dando al tutto quell’aroma bruciacchiato) e tritatela a pezzettini il più possibile uguali tra loro (stesso motivo di sopra, trucchetto imparato dall’ex-ex-ex altoatesino che vi ho detto più volte).

Mettetela a freddo in una padella con il fondo coperto d’olio, coprite e lasciate scaldare a fiamma molto bassa fino a quando la cipolla non diventerà trasparente e avrà un profumo delizioso. Intanto sbucciate le melanzane e tagliatele a dadini. Tritate grossolanamente le bucce delle melanzane insieme a quello che avete a portata di mano (che so, un pomodorino superstite, uno spicchio d’aglio fuggitivo, un pezzettino di cipolla), mettete tutto in un pentolino, coprite con acqua fredda, coprite e mettete sulla fiamma bassissima.

Quando la cipolla sarà trasparente togliete il coperchio e lasciatela rosolare due minuti, poi aggiungete le melanzane tagliate a dadini e le foglioline di timo e di origano, lasciate insaporire un paio di minuti ancora mescolando per non far attaccare, poi versate il brodo ottenuto dagli scarti delle verdure (che vanno gettati) e alzate un pochino la fiamma.

Lasciate cuocere una decina di minuti, poi spegnete, aggiungete i pomodorini e gli spicchi d’aglio che avrete prelevato dal forno, e frullate tutto con il minipimer. Salate con il solito metodo (un pochino di sale alla volta fino a quando il gusto non salta fuori).

Servite la vellutata bella calda, con una cucchiaiata abbondante di yogurt freddo che creerà un contrasto piacevole, e, se volete, un filo d’olio e un po’ di peperoncino piccante (io questa volta non ce l’ho messo, temevo coprisse troppo il sapore delicato delle melanzane).

Tortellini alla Bolognese

tortellino1

INGREDIENTI

  • 100 G Lonza Di Maiale
  • 100 G Mortadella
  • 100 G Prosciutto Crudo
  • 150 G Parmigiano Grattugiato
  • 2 Uova
  • Noce Moscata Q.B.
  • 1 Noce Di Burro
  • Sale E Pepe Q.B.

PREPARAZIONE

Prima di tutto, tagliate a dadini la lonza e fatela dorare in una padella con il burro; una volta cotta, tritatela con la mortadella e il prosciutto.

Trasferite il trito in una terrina e amalgamatevi bene le uova, il parmigiano, la noce moscata e il pepe.

Lavorate bene l’impasto con una forchetta.

Su una spianatoia un po’ infarinata, stendete la sfoglia preparata e tagliatela con un coppapasta rotondo per tortellini (diametro massimo 4 cm).

Distribuite al centro di ogni disco mezzo cucchiaino di ripieno.

Ripiegate il disco a metà, sigillate i bordi.

Avvolgetelo attorno al dito e sovrapponete le due estremità.

A questo punto, i tortellini sono pronti per essere cotti (6 minuti circa) nel brodo di carne o come preferite.

Tortelli di zucca

tortelli-zucca4

INGREDIENTI

Per la pasta:
_ 250 g di farina
_ acqua
_ sale
Per il ripieno:
_ 500 g di zucca
_ 250 g di ricotta
_ 1 cipolla piccola
_ 4 cucchiai di parmigiano grattugiato
_ 100 g di pangrattato
_ burro
_ sale e pepe
_ qualche foglia di salvia

PREPARAZIONE
_ Preparare l’impasto lavorando la farina con una presa di sale e un po’ di acqua tiepida, aggiungendone un po’ per volta fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Una volta pronto, metterlo a riposare per un’ora circa coperto da un canovaccio umido.
_ Pulire la zucca e mettere la polpa ottenuta su una teglia coperta di carta forno, quindi infornare a 180° per mezz’ora circa, finchè non sarà morbida.
_ Lasciare raffreddare la zucca, poi frullarla.
_ In una padella fare imbiondire la cipolla tritata con una noce di burro.
_ In una ciotola unite la polpa di zucca frullata, il parmigiano grattugiato, il pangrattato, la cipollina con il relativo fondo di cottura e la ricotta. Aggiustare di sale e pepe, mescolando bene.
_ Prendere una parte dell’impasto e stenderlo sulla spianatoia precedentemente infarinata con il mattarello.
_ Disporre il ripieno sulla sfoglia aiutandosi con un cucchiaino, creando delle palline separate tra loro.
_ Stendere una seconda sfoglia al di sopra e tagliare i ravioli con una rotella ondulata.
_ Procedere in questo modo fino ad esaurire impasto e ripieno.
_ Lasciare riposare i ravioli almeno tre ore.
_ Fare lessare per qualche minuto i ravioli in acqua salata, finché non vengono a galla. Scolarli e condirli con del burro fuso aromatizzato con qualche foglia di salvia.
_ Servire cosparsi di parmigiano grattugiato.

 Cappellettoni funghi

cappellettoni

INGREDIENTI

  • 4 Uova
  • 400g Farina
  • 500g Di Funghi Misti
  • 2 Cucchiai Di Grana Padano
  • 2 Cucchiai Pangrattato
  • 500g Pomodorini Freschi
  • 1 Aglio
  • Q.B. Sale
  • Q.B. Pepe
  • Q.B. Olio Extravergine D’oliva

PREPARAZIONE

Innanzitutto realizziamo l’impasto per la pasta all’uovo: disponiamo su un piano la farina a fontana e poniamo al centro 4 uova.

Cominciamo ad amalgamare gli ingredienti con una forchetta e poi con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio.

Copriamolo e poniamolo a riposare in frigorifero per almeno 30 minuti.

Ora dedichiamoci al ripieni: scaldiamo l’olio e l’aglio in una padella antiaderente e saltiamoci i funghi. Saliamo, pepiamo e lasciamo cuocere a fuoco vivace per circa 10 minuti.

Quando i funghi si saranno intiepiditi, mettiamoli nel mixer con grana e pangrattato. Frulliamo ed il nostro ripieno è pronto.

A questo punto prendiamo dal frigo il panetto di pasta, dividiamolo in due parti uguali e stendiamolo sottilmente con un matterello (o con l’apposita macchina per stendere la sfoglia).

Con un cucchiaino mettiamo delle palline equidistanti di ripieno sulla sfoglia e spennelliamo con dell’acqua i bordi dei nostri ravioli.

Sovrapponiamo l’altra sfoglia tirata.

Con l’aiuto di un coppa pasta rettangolare otteniamo i nostri ravioli.

A parte, prepariamo il nostro condimento. Saltiamo i pomodorini, precedentemente tagliati a metà, in padella. Saliamoli e lasciamoli ammorbidirsi giusto 5 minuti.

Non appena l’acqua raggiungerà il bollore, saliamola e immergiamoci i ravioli. Lasciamoli cuocere per 5/7 minuti.

A questo punto scoliamoli e saltiamoli nel nostro sugo al pomodoro.

Guarniamo i ravioli ai funghi con qualche qualche scaglia di grana e buon appetito!

Ravioli di Cernia con sugo di Pomodoro e Basilico

il-cucchiaio-di-latta-ravioli-di-cernia-con-ragu-di-gamberi-01-1300x867

INGREDIENTI

Per la pasta
  • 400 gr farina 0
  • 4 uova
  • 1pizzico sale
Per il ripieno ed il sugo
  • kg cernia
  • 15 – 20 pomodorini
  • 1/4 cipolla
  • 1 uovo
  • 2cucchiai pangrattato
  • acqua tiepida
  • bicchiere vino bianco
  • spicchi aglio
  • cucchiai olio di oliva extra vergine
  • ciuffi prezzemolo
  • rametti timo
  • 4 – 5 foglie basilico 
  • pepe nero
  • sale marino

PREPARAZIONE

  1. Per prima preparate la pasta con le dosi indicate e mettetela a riposare.
Pulite e lavate la cernia, mettetela a cuocere in una padella con 3 cucchiai d’olio, 2 spicchi d’aglio tritati o interi. Giratela e rosolatela da ambo le parti.
Versate il vino e sfumate, salate e pepate e lasciate cuocere per 30 minuti aggiungendo se necessario qualche cucchiaio d’acqua tiepida per il sugo.
Una volta cotto, pulite e spinate il pesce e sbriciolatene la carne per fare il ripieno.
Ponete in una terrina metà del pesce sbriciolato, aggiungete un uovo, 2 cucchiai di pangrattato, il sugo del pesce, 1 pizzico di sale, il prezzemolo e il timo tritato; mescolate bene l’impasto.
Spolverizzate di farina il tavolo, stendete la pasta con un mattarello o con la macchinetta, per ottenere la sfoglia.
Mettete su ogni sfoglia cucchiaiate di ripieno distanti tra loro.
Ricoprite con un’altra sfoglia, pigiate forte con le dita attorno ai ravioli senza romperli, tagliateli con la rotella, se c’è aria pungeteli sul fianco con uno stuzzicadenti. Se avete la raviolatrice vi faciliterà il lavoro.

Appena finiti i ravioli, mettete a bollire l’acqua per cuocerli.

 Rosolate la cipolla tritata con l’olio e 1 spicchio d’aglio tritato o intero. Rosolateli, però senza far prendere loro colore.

Aggiungete i pomodorini tagliati a metà o in quattro o se preferite a cubetti ed un piccolo pizzico di zucchero. Lasciate rosolare e appassire un po’ e aggiustate di sale e pepe.

Aggiungete il resto della cernia sbriciolata, con il suo sugo, e spegnete il fuoco.

Cuocete i ravioli al dente, scolateli direttamente nella padella con il sugo di pomodorini e cernia e saltateli per 2 o 3 minuti.

Spegnete la fiamma e spolverizzate con un trito di basilico, prezzemolo e timo. Servite subito.

Bulgur con gamberetti

p1050172

INGREDIENTI

  •  180 gr. bulgur
  • 12 gamberi
  • 3 zucchine medie
  • sale
  • pepe nero
  • zafferano
  • olio evo
  • spicchio d’aglio

PREPARAZIONE

Fate bollire 360 ml di acqua, salatela e versate il bulgur. Fatelo cuocere per 10 minuti e poi lasciatelo riposare con il coperchio. Pulite i gamberi. Prendete una padella, aggiungete un goccio d’olio e fate imbiondire uno spicchio d’aglio. Togliete l’aglio e aggiungete in padella i gamberi. Tagliate le zucchine a fettine sottili e saltatele in un’altra padella per qualche minuto con sale e pepe. Unite i gamberi alle zucchine e aggiungete lo zafferano in polvere, precedentemente sciolto in un goccino di acqua. Versate il bulgur i padella e amalgamate gli ingredienti.

Paella Valencia

paella-ricetta-origianle-con-carne-e-pesce

INGREDIENTI

  • 400 gr di riso patna, in assenza usare carnaroli o vialone nano
  • 300 gr di petto di pollo tagliato a pezzetti
  • 300 gr di lonza di maiale tagliata a cubetti
  • 2 salsicce sbriciolate
  • 2 calamari
  • 200 gr di piselli
  • 100 gr di fagiolini
  • 20 cozze
  • 20 vongole
  • 10 scampi
  • 10 gamberi
  • 1 peperone rosso e 1 giallo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 4 cucchiai d’olio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 bustine di zafferano
  • circa 1 litro di brodo
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Sbollentare i piselli e i fagiolini e metterli da parte. Far aprire le cozze e le vongole, sgusciarne una metà e mettere da parte. Potete lasciare i molluschi nel liquido di cottura, dopo averlo filtrato.

Nell’apposita paellera, far imbiondire nell’olio la cipolla e l’aglio tritati finemente. Unire la carne e farla rosolare per bene, regolare di sale e pepe, sfumarla con un po’ di vino. Togliere la carne e metterla da parte.

Nella stessa paellera unire i calamari, i gamberi e gli scampi, farli rosolare, regolare di sale e pepe, sfumare con il vino.

Togliere il pesce e mettere da parte. A questo punto unire nella paellera i piselli e i peperoni tagliati a striscioline.

Cuocere per pochi minuti, unire il riso e farlo tostare, aggiungere un mestolo di brodo nel quale è stato sciolto lo zafferano, unire l’acqua di cottura con le cozze e vongole sgusciate, la carne, i calamari. Coprire di brodo bollente, regolare di sale.

Adesso potete scegliere se continuare la cottura sul fuoco, o passare in forno a 180°C per circa 20 minuti, mescolandolo a metà cottura.

A cottura ultimata, unire le cozze e le vongole con i gusci, i gamberi e gli scampi. Dare una bella girata e portare a tavola la paella.

COUS COUS ALLE SEPPIOLINE

cous-cous

6 pensieri su “Primi Piatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...