Viaggio nel Mondo con il Bimby e non…

FAJITAS DI POLLO MESSICANO CON IL BIMBY E SENZA..RICETTA

fajitas

 Le fajitas sono un piatto tipico della cucina messicana, un classico street food diffuso in tutta l’America centrale. La fajita è una sorta di piadina farcita preparata con la tortilla de harina che racchiude un delizioso ripieno, tipicamente di carne di manzo o pollo, verdure e salse piccanti, ma che può essere facilmente preparata anche in versioni alternativa come quella vegetariana.

Le fajitas di pollo sono sicuramente le più comuni fajitas del Messico. Queste vengono preparate facendo marinare il pollo tagliato a straccetti (o altra tipologia di carne) con succo di lime, birra (o Tequila) e qualche spezie, in questo modo la carne oltre ad acquistare un buonissimo sapore, diventa anche molto tenera e piacevole mangiata all’interno della piadina.

Le fajitas, come preparazione di base, oltre ad essere servite come tradizionalmente accade avvolte nella tortilla, possono anche essere servite come piatto caldo accompagnate da fagioli, riso o verdure grigliate.120 g

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY PER PREPARAZIONE X 4  TORTILLIAS

  • acqua tiepida 120 g
  •  Farina 250 gr
  • sale fino 10 gr
  • olio di oliva extravergine 30 g

PREPARAZIONE

Per preparare le tortillas di farina ponete in una ciotola capiente la farina. Aggiungete l’acqua tiepida , il sale  e l’olio di oliva . Amalgamate velocemente con le mani, quindi trasferite l’impasto sulla spianatoia.

Continuate a lavorare l’impasto  fino ad ottenere un panetto liscio e compatto: dategli la classica forma a palla e avvolgetelo nella pellicola trasparente  per farlo riposare 30 minuti sulla spianatoia. Trascorso il tempo necessario dividete l’impasto in 4 parti uguali .

Date a ciascuna porzione una forma sferica , lasciatele riposare per qualche minuto quindi procedete a stenderle. Schiacciatele leggermente con la punta delle dita ,poi stendetele con il mattarello fino ad uno spessore di 1 mm e con un diametro di 22-24 cm 9.

Fatele cuocere su una crepiera o una padella antiaderente preriscaldata, senza aggiungere olio o altri condimenti e giratele dopo 3 minuti circa con l’aiuto di una spatola. Man mano che le cuocete potete sovrapporle l’una sull’altra adagiandole su un piatto oppure coprendole con un canovaccio: in questo modo rimangono umide e non si seccano .
Le tortillas di farina sono pronte.

INGREDIENTI PER PREPARAZIONE DELLA FAJIATAS

4 TORTILLIAS DI FARINA

  • 500 gr di polloc(il petto)
  • 2 peperoni (1/2 rosso e 1/2 verde)
  • 1 cipolla
  • 1 lime
  • q.b. di olio di oliva (extravergine)
  • 100 ml di birra
  • 4 fettine di Cheddar
  • 1 cucchiaio di paprica  (piccante o spezie per fajitas)
  • 1 cucchiaio di salsa per burritos

PREPARAZIONE

Per preparare le fajitas iniziate a sciacquare il petto di pollo, asciugatelo tamponandolo con della carta da cucina e poi tagliatelo a sctiscioline.

Mettete il pollo tagliato in una pirofila larga, aggiungete la scorza di lime grattugiata, le spezie per burritos (o la paprika) e il succo di lime.

Irrorate il pollo anche con l’olio d’oliva e la birra, mescolate bene poi coprite la carne con la pellicola e riponetela in frigorifero per farla marinare per almeno 6-8 ore.

Trascorso il tempo di riposo della carne preparate anche le verdure. Tagliate la cipolla e i peperoni a striscioline.

Riscaldate un filo d’olio in un wok, unite le verdure e il pollo, fate cuocere tutto per una decina di minuti.

Quando carne e verdure sono pronti trasferiteli in una pirofila ed insaporiteli con la salsa per burritos e regolate di sale.

Aprite le tortillas e mettete in ognuna le fette di formaggio Cheddar  a striscioline, proseguite la farcitura con il preparato di carne e verdure, poi chiudete le tortillas a metà o arrotolate a fagottino.

Le vostre fajitas di pollo sono pronte per essere servite!

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • Per le tortillas:
  • 150 g acqua
  • 100 g farina 00
  • 100 g farina di grano duro
  • 10 g sale
  • 1 cucchiaino olio
  • Per il ripieno:
  • mezza cipolla
  • olio q.b.
  • 400 gr di petto di pollo
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 1 zucchina
  • 1 lime
  • birra q.b. per marinare
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 2 cucchiai di, salsa messicana
  • sale e pepe q.b.

PREPARAZIONE

Inserire tutti gli ingredienti nel boccale e mescolare a spiga per 3 min.

L’impasto deve risultare liscio e uniforme, quindi aggiungere acqua o farina in base alla consistenza ottenuta(il boccale deve rimanere “pulito”).

Dividere l’impasto in 4-5 palline e stenderle con il mattarello fino allo spessore di 2-3 mm, per ottenere la forma perfettamente rotonda io ho usato il coperchio di una pentola. Appena pronte scaldare una per una le tortillas in una padella molto calda, 2 minuti circa per lato .

Consiglio:  non aspettate moto tempo prima di cuocere le tortillas, altrimenti quando le prenderete in mano per posarle sulla padella si sformano.

RIPIENO

prendere  un petto di pollo già tagliato a fette e ricavarne delle striscioline spesse circa 1 cm, posizionare il pollo in un recipiente con i bordi alti, coprire con la birra e il succo di mezzo lime, lasciare a marinare almeno 1 ora.

Lavare e mondare un peperone giallo, uno rosso e una zucchina, tagliare le verdure a stiscioline della larghezza di 1 cm circa, nel frattempo fare soffriggere mezza cipolla in una padella con l’olio. Appena la cipolla è diventata morbida aggiungere i peperoni e la zucchina tagliate. Far cuocere fino a quando diventano morbide le verdure. Scolare il pollo dalla birra e aggiungerlo alle verdure. Aggiungere un pizzico di sale, pepe, un cucchiaino di cumino in polvere, succo di mezzo lime e due cucchiai di salsa messicana, fare cuocere qualche minuto ma attenzione a non fare diventare dura troppo asciutta la carne.

Ora potete riempire le tortillas con le fajitas di pollo. Io ho deciso di accompagnare il tutto a dei fagioli alla “Bud Spencer e Terence Hill”…

PANE GIAPPONESE

pane-giapponese

INGREDIENTI

Per il Tangzhong:

  • 1/3 cup (50 gr) di farina (00)
  • 1 cup (240 ml) di acqua

Per il Pane:

  • metà dose di tangzhong
  • 2½ cups (380 gr) di farina (00)
  • 3tbsp+2tsp (50 gr) di zucchero (semolato)
  • 1tsp (5 gr) di sale (fino)
  • ½cup (110 gr) di latte
  • 1 (facoltativo) di uovo(intero)
  • 3tbsp (45 gr) di burro (morbido)
  • 1 bustina di lievito di birra(disidratato)

Per il Ripieno:

  • q.b. di pesto
  • 6 fette di prosciutto cotto

Per Spennellare:

  • 1  tuorlo (d’uovo)
  • 1 cucchiaio di latte

PREPARAZIONE

Per preparare il Pane Giapponese occorre innanzitutto preparare una sorta di pre-lievitino che si chiama “tangzhong”. Per preparare il tangzhong mettere in una pentola dal fondo spesso la farina e l’acqua e mescolare bene.

Tenere la pentola sul fuoco basso e continuare a mescolare sempre per evitare che si formino grumi.

Man mano il tangzhong tenderà ad addensarsi e a staccarsi dalle pareti della pentola, alla fine avrà la consistenza un po’ più compatta di una besciamella.

 

Occorre prestare attenzione a questa fase, innanzitutto perché questa operazione è molto più rapida di quel che sembrerebbe ed il tangzhong si addensa presto, in secondo luogo perchè è fondamentale non far formare grumi. Se si sono formati grumi o se siete indecisi su un’eventuale loro presenza, è il caso di passare il tangzhong al setaccio.

 

A questo punto si può trasferire il tangzhong in un contenitore di vetro o di ceramica per farlo raffreddare, per evitare che si formi la pellicina sulla superficie del composto è preferibile coprirlo con la pellicola trasparente facendola aderire al composto.
Quando il tangzhong si sarà raffreddato e sarà a temperatura ambiente si può si può procedere con la preparazione dell’impasto.

Per l’Impasto del Pane.

Mettere in una ciotola gli ingredienti “secchi”: la farina, lo zucchero ed il sale ed il lievito.
Aggiungere gli ingredienti “liquidi”: il latte, eventualmente l’uovo, il tangzhong.
Iniziare ad impastare tutto molto bene per 10-15 minuti, affinché si sviluppi il glutine.

 

Per questa operazione, che a mano richiede molta energia, ci si può aiutare con un’impastatrice o una macchina del pane.

 

A questo punto aggiungere il burro e continuare ad impastare fin quanto non si sarà assorbito del tutto.

 

Quando l’impasto è omogeneo ed elastico trasferirlo in una ciotola e metterlo a lievitare per almeno 4 ore.

 

Per Terminare la Preparazione del Pane.

Trascorso questo tempo l’impasto avrà più che raddoppiato il suo volume, quindi sgonfiarlo con le mani e dividerlo in tre o quattro panetti (a piacere).

Stendere ogni panetto dandogli una forma ovale e procedere alla farcitura spalmando su ogni sfoglia 2-3 cucchiai di pesto (a seconda dei gusti) e adagiandovi poi del prosciutto cotto.

Arrotolare ogni sfoglia su se stessa e chiudere i bordi verso il basso.

Mettere i panetti, uno accanto all’altro in uno stampo da plumcake unto, mettendo le “chiusure” dei panini verso il basso.

Mettere il pane così preparato a lievitare ancora per 1 ora.

Riprendere il pane e spennellarlo con il tuorlo d’uovo sbattuto con il latte ed infornarlo per 35-40 minuti in forno preriscaldato a 180°

Al termine della cottura aprire la porta del forno e lasciarlo rapprendere in forno con la porta aperta per una decina di minuti.

Quindi togliere il pane dal forno e lasciarlo raffreddare completamente.

Quando sarà completamente freddo il vostro Pane Giapponese è pronto, quindi sformarlo e servirlo a fette!

POLLO AL CURRY

pollo-al-curry

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY

  • 1 kg di bocconcini di pollo
  • 1 cipolla
  • 1 peperone (rosso)
  • 2 carote
  • 2-3 di pomodori (maturi)
  • 100 ml di olio di oliva (extravergine)
  • 100 ml di panna (da cucina)
  • 2 cucchiai di curry
  • q.b. di sale

PREPARAZIONE

Per preparare il Pollo al Curry riscaldate l’olio in un wok o in una padella antiaderente, tagliate il pollo a bocconcini ed aggiungeteli all’olio ben caldo.

Fate cuocere i bocconcini di pollo girandoli ogni tanto per una decina di minuti.

A fine cottura aggiungete un po’ di sale e il curry, amalgamate il tutto affinché il pollo assuma il colore del curry, quindi spegnete il fuoco.

Mettete pollo da parte prendendolo con una sciumarola, in maniera tale da lasiare il fondo di cottura nel wok.
Tritate le cipolla e mettetela nella padella con il fondo di cottura, poi aggiungete i pomodori tagliati a cubetti.
Lavate il peperone, eliminate i semi e i filamenti e tagliatelo questo a tocchetti non troppo piccoli, quindi mettetelo nel wok e dopo poco aggiungete le carote, pelate e tagliate a rondelle sottili.
Fate cuocere il tutto per una decina di minuti scarsi, aggiungendo un po’ d’acqua se vi accorgete che il sughetto si asciuga troppo.
A fine cottura aggiungete la panna liquida e mantecate il tutto.
Aggiungete i bocconcini di pollo tenuti da parte e fare insaporire tutto.
Il vostro Pollo al Curry è pronto, servitelo subito ben caldo.
INGREDIENTI CON IL BIMBY
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio aglio
  • 500 g petto carne di pollo
  • q.b. farina 00
  • 20 g curry
  • q.b. sale fino
  • q.b. pepe nero
  • 400 g brodo di pollo
  • q.b. prezzemolo

PREPARAZIONE

Mettere nel boccale l’olio, la cipolla pulita e l’aglio: 3 min. 100° vel. 4.

Aggiungere il petto di pollo tagliato in bocconcini e infarinato, il curry, il sale e il pepe: 3 min. 100° vel. Soft antiorario.

Aggiungere il brodo: 10 min. 100° vel. Soft antiorario.

Seguire la cottura, nel caso il pollo si asciugasse troppo aggiungere un altro poco di brodo.

Impiattare guarnendo con una spolverata di prezzemolo sminuzzato a piacere e accompagnare con del riso basmati bianco.

 FUTOMAKI FATTI IN CASA

futomaki

Ecco la ricetta e i consigli per il perfetto riso giapponese e per realizzare dei golosi maki.

Un piatto di sushi preparato come si deve trasforma il riso… in un bellissimo sorriso.

È una ricetta “per la felicità” che puoi sperimentare anche a casa tua. Ti servono solo i consigli giusti.

Peccati di Gola 568 è qui per questo. Ti insegnerò a preparare i futomaki, un celebre e goloso piatto giapponese che fa parte della “famiglia” del sushi.

Si tratta di riso avvolto nell’alga e farcito con almeno 4 ingredienti. Puoi scegliere tra pesce e verdure.

Vediamo come si prepara il riso giapponese…

Non c’è sushi che “tenga” senza il riso giapponese. Allora vediamo come si prepara un riso a prova di bacchette, per futomaki che non si sfaldino appena li sollevi.

INGREDIENTI PER CIRCA 12 FUTOMAKI 

  • 150 g di riso giapponese gohan o, in alternativa, il riso italiano a chicchi piccoli e tondi.
  • Un pezzettino di alga secca nori.
  • Un cucchiaio di zucchero.
  • 2 g di sale fino.
  • Un cucchiaio di aceto di riso.

PREPARAZIONE

Vediamo come procedere.
1.
In una ciotolina mescola aceto di riso, zucchero e sale.
2.
Riponi il riso in un contenitore e ricoprilo di acqua fredda.
3.
Mescola il riso con le mani, scolalo e ripeti l’operazione 3 o 4 volte, fino a quando l’acqua non sarà limpida. In questo modo elimini l’eccesso di amido.
4.
Riponi il riso in una pentola con circa due litri di acqua fredda e un pezzo di alga, lascialo in ammollo per 30 minuti.
5.
Accendi il fuoco e cuoci per 15 minuti a pentola coperta.
6.
Terminata la cottura, aspetta qualche minuto prima di alzare il coperchio.
7.
Scola il riso, togli l’alga e disponilo su un vassoio.
8.
Mescola il riso con il mix di aceto, zucchero e sale e fai raffreddare.

La ricetta per preparare i futomaki

E adesso è giunto il momento di scoprire come preparare i futomaki.Noi abbiamo pensato di farcirli con salmone affumicato, uova di pesce, carote, cetrioli e avocado, ma puoi sbizzarrire la fantasia e adattare la ricetta ai tuoi gusti.

INGREDIENTI

  • 150 g di riso giapponese (hai già imparato come si prepara).
  • Aceto di riso.
  • Un foglio di alga nori.
  • 30-40 g di salmone affumicato.
  • 12 g di uova di pesce volante o di salmone.
  • 15 g di cetriolo.
  • 20 g di carote
  • 15 g di avocado morbido e maturo.
  • Salsa di soia.
  • Una stuoia di bambù per arrotolare il sushi.

PREPARAZIONE

1. Sbollenta le carote per 2 minuti, poi scola e lascia intiepidire.
2.
Taglia a strisce di un centimetro circa di spessore il cetriolo, l’avocado e il salmone.
3.
Appoggia il foglio di alga nori sulla stuoia, con la parte più lucida rivolta verso il basso.
4.
Versa in una ciotolina dell’acqua fredda e qualche goccia di aceto di riso.
5.
Immergi le mani nell’acqua acidulata prima di toccare il riso, per evitare che si attacchi alle mani.
6.
Stendi un sottile strato di riso su tutta la superficie dell’alga. Ricorda di lasciare un bordo libero di 2 cm nella parte superiore.
7.
Al centro disponi una striscia di uova di pesce che ricopra tutta la larghezza dell’alga. Sopra le uova aggiungi carote, cetriolo, avocado e salmone.
8.
Solleva il bordo inferiore della stuoia per arrotolare l’alga su sé stessa, come se si trattasse di un involtino. Il bordino superiore dell’alga farà da adesivo per chiudere il rotolo.
9.
Bagna la lama di un coltello con la soluzione di acqua e aceto e taglia il rotolo in 12 parti uguali.
10.
I tuoi futomaki sono pronti per essere serviti insieme alla salsa di soia!

Con la mia ricetta, preparerai un piatto di sushi che ti farà sorridere… di gusto. Non mi resta che dirvi…che aspettate a realizzarli???.

CHAPATI FATTO IN CASA CON IL BIMBY E SENZA…RICETTA

chapati

Il chapati è il pane tradizionale dell’India (originario del Punjab), usato in particolare nell’India del Nord e nell’Africa orientale; la caratteristica di questo pane è la sua forma piatta e tonda, simile ad una piadina.

Al contrario della classica pagnotta casereccia il chapati non contiene lievito, ma solo farina, acqua e sale; per la preparazione del chapati viene usata una farina semi- integrale, fondamentale per la buona riuscita di questo pane. In India, ancora oggi, esistono delle persone che macinano manualmente la farina per il chapati, creando una miscela particolare, la cui ricetta antichissima è composta da miglio, orzo, grano saraceno e grano.
Il chapati si cuoce su una particolare padella di ferro chiamata tawa che diffonde il calore in modo uniforme (in mancanza, possiamo sostituirla con una padella antiaderente). In India si usa preparare ogni mattina una grossa quantità di impasto e di consumare poi il chapati, durante la giornata, con piatti a base di verdura pesce o pollo (particolarmente indicato per piatti molto speziati).

In commercio è possibile trovare un preparato apposito per la preparazione del chapati, ma in caso non riusciste a trovarlo, potete tranquillamente usare due parti di farina integrale e una parte di farina bianca.

INGREDIENTI PER IL BIMBY

  • farina per chapati 260 gr
  • acqua a temperatura ambiente 180 ml
  • sale fino ½ cucchiaino

PREPARAZIONE

Mettere tutti gli ingredienti nel boccale, 1minuto 30 a velocità spiga

Lasciare riposare per dieci minuti

Formare poi delle piccole palline

Stendere con il matterello creando delle piadine

Scaldare sulla piastra fino a quando non si formano le bollicine colorate.

INGREDIENTI SENZA IL BIMBY (8 chapati)

  • farina per chapati 260 gr
  • acqua a temperatura ambiente 180 ml
  • sale fino ½ cucchiaino

PREPARAZIONE

Ponete in una ciotola 240 gr di farina per chapati (in alternativa potete utilizzare 160 gr di farina integrale e 80 gr di farina 00), fate sciogliere il sale nell’acqua a temperatura ambientee versatela successivamente nella farina un poco alla volta. Con l’aiuto di un cucchiaio, o con le dita, impastate la farina con l’acqua; continuate poi a lavorare l’impasto su di una spianatoia per almeno 10 minuti, fino a ottenere una pasta soda e liscia , quindi formate una palla, riponetela in una ciotola, copritela e lasciatela riposare per 20 minuti. Trascorso il tempo di riposo fate assumere all’impasto una forma allungata .

Subito dopo dividete l’impasto in 8 pezzi  alla quale farete successivamente prendere forma di palline, ognuna del peso di circa 50 grammi; con l’aiuto di un mattarello stendete ora le palline in dischi sottili della misura di 15 centimetri di diametro .. Mentre stendete l’impasto mettete un po’ di farina sul mattarello e sulla spianatoia per evitare che la pasta si attacchi.
Scaldate una padella per le crepe, o una padella antiaderente e, quando sarà ben calda, fate cuocere i dischi di pasta uno alla volta . Quando vedrete che si cominciano a formare delle bolle, o comunque dopo un paio di minuti, girate il disco di pasta e fate cuocere dall’altro lato. Togliete, a questo punto, il chapati dal fuoco e mettetelo in un foglio di carta di alluminio foderato di carta assorbente per cucina; chiudete, in modo da mantenere caldo e morbido il chapati e continuate in questo modo fino a esaurimento dei dischi di pasta.

CONSIGLIO

Nel caso in cui, per la cottura del chapati, utilizzaste la tradizionale pentola in ferro chiamata tawa, i tempi di cottura saranno decisamente inferiori; in questo caso, infatti, basterà, dopo aver fatto scaldare molto bene la pentola, poggiarci il disco di pasta e farlo cuocere per 30 secondi, poi girarlo e continuare la cottura per altri 30 secondi. È anche possibile far cuocere il chapati direttamente sul fuoco mettendo sopra il fornello uno spargi-fiamme in acciaio inox.

LOBSTER ROLL

LOBSTER.jpg

La ricetta del lobster roll – o preferite panino con astice, burger di astice? – arriva dal CLAM SHACK di Kennebunkport, nel Maine, dove dal 1968 Steve Kingston serve sua maestà il lobster in un panino con maionese e burro fuso.

Se pensate che sia facile, preparare questo panino il proprietario del locale Usa vi fa ricredere subito. “Potete rovinare tutto o potete avvicinarvi ai segreti e alle tecniche per cui un ristorante a cinque stelle si sforza ogni giorno”, spiega. D’altronde ne sa qualcosa, lui che quando va piano vende almeno 200/300 panini al giorno e arriva a picchi di 500.

INGREDIENTI

  • 450 g di polpa di astice, cotta (da circa 4 o 5 astice interi)
  • 90 g di maionese
  • 45 g di sedano tritato (da circa 1 costa grande)
  • 1 cucchiaino e mezzo (8 g) di succo di limone
  • 8 g di capperi tritati
  • 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 4 panini morbidi, lunghi circa 15 cm
  • burro fuso, 60 gr
  • erba cipollina tritata

PREPARAZIONE

Tagliate la polpa di astice a grossi tocchi e mettete da parte. Mescolate insieme la maionese, il sedano tritato, il succo di limone, i capperi tritati, la scorza di limone grattugiata e aggiungete sale e pepe a piacere. Unite l’astice al composto ottenuto.

Appoggiate il panino su un tagliere, ed eliminate la crosta dai due lati esterni, tagliando in senso longitudinale. Praticate un taglio da sopra al centro in modo da formare una tasca per farcire il panino.

Spennellate di burro fuso i lati esterni precedentemente rifilati, e fateli tostare su una piastra caldissima. Farcite la tasca centrale del panino tostato con l’insalata di astice, decorate con erba cipollina e servite subito.

CONSIGLI

Veniamo al pane. L’astice è servito in panini simili a quelli degli hot dog, altre volte in un panino tondo come quello degli hamburger. La differenza è nel taglio che avviene sulla faccia superiore del panino lungo.

Nel caso dei panini “New England” o “Frankfurter”, quindi lunghi,  la tostatura sarà sui lati esterni piatti (immaginate i panini attaccati a fisarmonica tra di loro) e potrà accogliere il burro.

Scegliete la forma preferita, ma tenete presente che avete bisogno di pane morbido e di buona qualità come riassume Kingston: “un panino prodotto in serie non può essere qualitativamente accostato a una carne così fresca”. Un pane non buono potrebbe rovinarvi decine di minuti di lavoro, se non di più.

Imburrate (o mettete maionese) la parte superiore del panino.

Un po’ di crema di burro e maionese sull’astice e una fetta di limone a completare prima di mettere il “coperchio”.

Ecco il vostro panino pronto.

Se anche voi utilizzate il panino lungo, tagliate la parte superiore e velate di burro i laterali, riempendo lo spazio con il mix di carne e maionese.